Vigile Urbano (Testo Unico per l’Edilizia, ricorso gerarchico,principio di solidarietà )

Tempo trascorso
-

1. Ai sensi del Testo Unico per l’Edilizia, approvato con D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, gli interventi volti alla eliminazione di barriere architettoniche:

non possono mai essere eseguiti senza titolo abilitativo.
possono essere sempre eseguiti senza titolo abilitativo in quanto rientrano sempre tra le attività di edilizia libera.
se comportano la realizzazione di rampe o di ascensori esterni, ovvero di manufatti che alterano la sagoma dell'edificio, necessitano di un titolo abilitativo.
Non so rispondere

2. Ai sensi del Testo Unico per l’Edilizia (D.P.R. 380/2001) da chi è esercitata la vigilanza sull'attività urbanistico-edilizia?

dall’agente di polizia municipale.
dal dirigente o dal responsabile del competente ufficio comunale, anche secondo le modalità stabilite dallo statuto o dai regolamenti comunali.
dal Sindaco, o da un suo delegato, secondo le modalità stabilite dallo statuto o dai regolamenti.
Non so rispondere

3. Ai sensi del Testo Unico per l’Edilizia (D.P.R. 380/2001) qual è il termine massimo entro il quale devono avere inizio i lavori dopo il rilascio del permesso di costruire?

sei mesi dal rilascio del permesso di costruire.
diciotto mesi dal rilascio del permesso di costruire.
un anno dal rilascio del permesso di costruire.
Non so rispondere

4. Ai sensi del Testo Unico per l’Edilizia (D.P.R. 380/2001) quali provvedimenti deve adottare il dirigente o il responsabile dell'ufficio comunale competente per la vigilanza urbanistico-edilizia, quando accerti l'inizio o l'esecuzione di opere eseguite senza titolo su aree assoggettate a vincolo di inedificabilità?

deve provvedere alla demolizione e al ripristino dello stato dei luoghi.
deve darne immediato avviso all’autorità giudiziaria.
deve disporre il sequestro dell'area interessata e darne immediato avviso all’autorità giudiziaria.
Non so rispondere

5. Ai sensi del Testo Unico per l’Edilizia (D.P.R. 380/2001) gli interventi e le opere di ristrutturazione edilizia eseguiti in assenza di permesso o in totale difformità da esso:

sono rimossi ovvero demoliti e gli edifici sono resi conformi alle prescrizioni degli strumenti urbanistico-edilizi entro il congruo termine stabilito dal presidente della giunta regionale con proprio decreto, decorso il quale il decreto stesso è eseguito a cura del comune e a spese dei responsabili dell'abuso.
sono rimossi ovvero demoliti e gli edifici sono resi conformi alle prescrizioni degli strumenti urbanistico-edilizi entro il congruo termine stabilito dal dirigente o dal responsabile del competente ufficio comunale con propria ordinanza, decorso il quale l'ordinanza stessa è eseguita a cura del comune e a spese dei responsabili dell'abuso.
sono rimossi ovvero demoliti e gli edifici sono resi conformi alle prescrizioni degli strumenti urbanistico-edilizi entro il congruo termine stabilito dal sindaco con propria ordinanza, decorso il quale l'ordinanza stessa è eseguita a cura del comune e a spese dei responsabili dell'abuso.
Non so rispondere

6. Il mutamento delle circoscrizioni provinciali e l’istituzione di nuove Province nell’ambito di una Regione sono stabiliti:

con legge della Repubblica.
con legge regionale.
con legge costituzionale.
Non so rispondere

7. La Corte Costituzionale giudica:

sulle controversie relative alla legittimità costituzionale delle leggi, degli atti aventi forza di legge, dei regolamenti governativi, e di tutte le fonti normative degli enti locali.
sulle accuse promosse contro il Presidente del Consiglio dei Ministri, a norma della Costituzione.
sui conflitti di attribuzione tra i poteri dello Stato e su quelli tra lo Stato e le Regioni, e tra le Regioni.
Non so rispondere

8. Il ricorso gerarchico :

è un rimedio di carattere generale, esperibile a prescindere che una legge lo preveda espressamente.
è un rimedio di carattere eccezionale, ammesso solo nelle ipotesi tassativamente indicate dalla legge.
è un rimedio di carattere straordinario, ammesso solo nei confronti di atti definitivi.
Non so rispondere

9. Secondo il principio di solidarietà contenuto nella legge n. 689/1981 e ss.mm.ii., quando due persone concorrono in una violazione amministrativa, a quale pena soggiacciono?

ciascuno soggiace alla metà della sanzione disposta per la violazione, salvo che sia diversamente stabilito dalla legge.
ciascuno soggiace alla sanzione disposta per la violazione, aumentata fino al triplo, salvo che sia diversamente stabilito dalla legge.
ciascuno soggiace alla sanzione disposta per la violazione, salvo che sia diversamente stabilito dalla legge.
Non so rispondere

10. Secondo il codice di procedura penale, quale dei seguenti soggetti non è ufficiale di polizia giudiziaria?

l’ufficiale superiore dei carabinieri.
il sindaco dei comuni ove non ha sede un ufficio della polizia di Stato ovvero un comando dell'arma dei carabinieri o della guardia di finanza.
la guardia delle province e dei comuni quando è in servizio.
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate