• Accedi • Iscriviti gratis
  • Istruttore direttivo amministrativo D1

    Tempo trascorso
    -

    1. L’APPROVAZIONE DELL’ACCORDO DI PROGRAMMA, DI CUI AL TESTO UNICO SULL’ORDINAMENTO DEGLI ENTI LOCALI, COMPORTA LA DICHIARAZIONE DI PUBBLICA UTILITA, INDIFFERIBILITA ED URGENZA?

    SI, TALE DICHIARAZIONE CESSA COMUNQUE DI AVERE EFFICACIA SE LE OPERE NON HANNO AVUTO INIZIO ENTRO UN ANNO.
    SI, TALE DICHIARAZIONE CESSA COMUNQUE DI AVERE EFFICACIA SE LE OPERE NON HANNO AVUTO INIZIO ENTRO TRE ANNI.
    NO, OCCORRE PREDISPORRE APPOSITO ATTO DELIBERATIVO CON CUI SI ESPLICITA TALE DICHIARAZIONE.
    Non so rispondere

    2. PER RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO SI INTENDE:

    SOLTANTO IL MINISTRO
    IL DIRIGENTE DI CIASCUNA UNITA ORGANIZZATIVA O ALTRO DIPENDENTE ADDETTO ALL’UNITA, DA ESSO DESIGNATO
    IL DIRIGENTE DELL’UFFICIO DOTATO DI RAPPRESENTANZA ESTERNA
    Non so rispondere

    3. NELL’AMBITO DELLA PROPRIA AUTONOMIA L’AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE....

    NON PUO’ DISPORRE PERIZIE ED ANALISI ECONOMICHE E STATISTICHE.
    PUO’ RICHIEDERE LA VISIONE DI ATTI MA NON PUO’ DISPORRE ISPEZIONI.
    PUO’ DISPORRE ISPEZIONI, AVVALENDOSI ANCHE DELLA COLLABORAZIONE DI ALTRI ORGANI DELLO STATO.
    Non so rispondere

    4. L’AVVIO DI PROCEDIMENTO AL CITTADINO DESTINATARIO DELL’ATTO FINALE E PRECEDUTA DA UNA COMUNICAZIONE?

    SI. E UN OBBLIGO GENERALE DA RISPETTARE PER QUALSIASI PROCEDIMENTO, SALVO TASSATIVE ECCEZIONI
    NO, E UNA FACOLTA PER L’AMMINISTRAZIONE
    NO, E UN OBBLIGO DA RISPETTARE SOLO PER I PROCEDIMENTI URBANISTICI
    Non so rispondere

    5. QUALI SONO LE FASI ATTRAVERSO CUI SI REALIZZANO LE ENTRATE ?

    PREVISIONE, ACCERTAMENTO E RISCOSSIONE
    L ACCERTAMENTO E LA RISCOSSIONE
    ACCERTAMENTO, RISCOSSIONE E VERSAMENTO
    Non so rispondere

    6. PER LE PROPOSTE DI DELIBERAZIONE SOTTOPOSTE ALLA GIUNTA ED AL CONSIGLIO, CHE NON SIANO MERO ATTO DI INDIRIZZO E NON COMPORTINO IMPEGNO DI SPESA O DIMINUZIONE DI ENTRATA, A CHI DEVE ESSERE RICHIESTO IL PARERE IN ORDINE ALLA SOLA REGOLARITA TECNICA?

    AL RESPONSABILE DEL SERVIZIO INTERESSATO, IL CUI PARERE E INSERITO IN DELIBERA.
    AL SEGRETARIO COMUNALE, CHE ESPRIME UN PARERE RELAZIONALE.
    ALL’ASSESSORE COMPETENTE DEL SERVIZO.
    Non so rispondere

    7. IL DELITTO DI ABUSO DI UFFICIO DA PARTE DI UN PUBBLICO UFFICIALE O DELL INCARICATO DI UN PUBBLICO SERVIZIO PRESUPPONE:

    SOLTANTO L INTENZIONE DI PERCEPIRE SOMME DI DENARO.
    L INTENZIONE DI PROCURARE A SE O AD ALTRI UN INGIUSTO VANTAGGIO PATRIMONIALE OVVERO DI ARRECARE AD ALTRI UN DANNO INGIUSTO.
    SOLTANTO L INTENZIONE DI ARRECARE A TERZI UN DANNO INGIUSTO O UN DANNO PATRIMONIALE.
    Non so rispondere

    8. A NORMA DEL D.LGS. N. I651200I, LE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE CURANO L’OTTIMALE DISTRIBUZIONE DELLE RISORSE UMANE:

    ATTRAVERSO LA COORDINATA E COSTANTE ROTAZIONE DEL PERSONALE.
    ATTRAVERSO LA COORDINATA ATTUAZIONE DEI PROCESSI DI MOBILITA E DI RECLUTAMENTO DEL PERSONALE.
    ATTRAVERSO LA VERIFICA SEMESTRALE DELLA PROFESSIONALITA DEGLI IMPIEGATI.
    Non so rispondere

    9. AI SENSI DEL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI (D.LGS. I2 APRILE 2006 N. I63), OVE LE VARIANTI IN CORSO D’OPERA DOVUTE AL MANIFESTARSI DI ERRORI O DI OMISSIONI DEL PROGETTO ESECUTIVO CHE PREGIUDICANO, IN TUTTO O IN PARTE, LA REALIZZAZIONE DELL’OPERA OVVERO LA SUA UTILIZZAZIONE, ECCEDANO IL QUINTO DELL’IMPORTO ORIGINARIO DEL CONTRATTO, IL SOGGETTO AGGIUDICATORE PROCEDE.....

    AD UNA NUOVA PROGETTAZIONE ESECUTIVA AVVALENDOSI DI UN PROGETTISTA INTERNO ALL’AMMINISTRAZIONE APPALTANTE.
    ALLA STIPULA DI UN NUOVO CONTRATTO CON IL MEDESIMO AGGIUDICATARIO.
    ALLA RISOLUZIONE DEL CONTRATTO E INDICE UNA NUOVA GARA.
    Non so rispondere

    10. QUALORA, NONOSTANTE L APPLICAZIONE DELLE REGOLE DETTATE DAL CODICE CIVILE IN MATERIA DI INTERPRETAZIONE, IL CONTENUTO DI UN CONTRATTO RIMANGA OSCURO:

    IL CONTRATTO DEVE ESSERE INTERPRETATO NEL SENSO MENO GRAVOSO PER IL SOGGETTO PIO DEBOLE ECONOMICAMENTE
    IL CONTRATTO E NULLO
    IL CONTRATTO DEVE ESSERE INTERPRETATO NEL SENSO MENO GRAVOSO PER L OBBLIGATO, SE E A TITOLO GRATUITO, E NEL SENSO CHE REALIZZI UN EQUO CONTEMPERAMENTO DEGLI INTERESSI DELLE PARTI, SE E A TITOLO ONEROSO
    Non so rispondere

    11. AI SENSI DEL CODICE CIVILE, LA PRESTAZIONE CHE FORMA OGGETTO DELL’OBBLIGAZIONE:

    DEVE ESSERE SUSCETTIBILE DI VALUTAZIONE ECONOMICA E DEVE CORRISPONDERE A UN INTERESSE PATRIMONIALE DEL CREDITORE
    DEVE ESSERE SUSCETTIBILE DI VALUTAZIONE ECONOMICA E DEVE CORRISPONDERE A UN INTERESSE, ANCHE NON PATRIMONIALE, DEL CREDITORE
    DEVE ESSERE SUSCETTIBILE DI VALUTAZIONE ECONOMICA E DEVE CORRISPONDERE A UN INTERESSE, ANCHE NON PATRIMONIALE, DEL DEBITORE
    Non so rispondere

    12. QUAL E LA SOSTANZIALE DIFFERENZA TRA I REATI DI CORRUZIONE E CONCUSSIONE?

    NELLA CORRUZIONE C’E ACCORDO TRA LE PARTI MENTRE NELLA CONCUSSIONE LA VOLONTA DEL PRIVATO E COARTATA DAL PUBBLICO UFFICIALE
    NELLA CORRUZIONE LA VOLONTA DEL PRIVATO E COARTATA DAL PUBBLICO UFFICIALE, MENTRE NELLA CONCUSSIONE C’E ACCORDO TRA LE PARTI
    NELLA CORRUZIONE IL PUBBLICO UFFICIALE RICEVE DENARO, MENTRE NELLA CONCUSSIONE ALTRI BENEFICI DI DIVERSA NATURA
    Non so rispondere

    13. A NORMA DELLE DISPOSIZIONI CONTENUTE ALL’ART. 90 DEL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI (D.LGS. I2 APRILE 2006 N. I63) LE PRESTAZIONI RELATIVE ALLA PROGETTAZIONE PRELIMINARE, DEFINITIVA ED ESECUTIVA NONCHE’ ALLA DIREZIONE DEI LAVORI ED AGLI INCARICHI DI SUPPORTO TECNICO-AMMINISTRATIVO ALLE ATTIVITA’ DEL RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO E DEL DIRIGENTE COMPETENTE ALLA FORMAZIONE DEL PROGRAMMA TRIENNALE POSSONO ESSERE ESPLETATE DAGLI ORGANISMI DI ALTRE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI?

    NO, POSSONO ESSERE ESPLETATE SOLO DAGLI UFFICI TECNICI DELLE STAZIONI APPALTANTI.
    SI, PREVIA AUTORIZZAZIONE DELL’AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE.
    SI, POSSONO ESSERE ESPLETATE DAGLI ORGANISMI DI ALTRE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DI CUI LE SINGOLE STAZIONI APPALTANTI POSSONO AVVALERSI PER LEGGE.
    Non so rispondere

    14. L’APPROVAZIONE DA PARTE DELL’ORGANO COMPETENTE DI UN ATTO EMESSO DA UN ORGANO INCOMPETENTE SI DEFINISCE:

    RETTIFICA
    RATIFICA
    RINNOVAZIONE
    Non so rispondere

    15. CHI HA LA COMPETENZA IN MATERIA DI VARIAZIONI DI BILANCIO AI SENSI DELL’ART.I75 DEL D.LGS.26712000?

    L’ORGANO CONSILIARE
    ESCLUSIVAMENTE L’ORGANO ESECUTIVO
    IL RESPONSABILE DELLA RAGIONERIA
    Non so rispondere

    16. PUO L’ORGANO DI REVISIONE DELL’ENTE LOCALE EFFETTUARE VERIFICHE DI CASSA?

    SI, IN VIRTU DEL D.LGS. 267/2000
    SI, SU MANDATO DELL’A.G.
    NO E UN’OPERAZIONE RISERVATA AL TESORIERE
    Non so rispondere

    17. AI SENSI DELL’ART.228 DEL D.LGS. 26712000, PER CIASCUNA RISORSA DELL’ENTRATA E PER CIASCUN INTERVENTO DELLA SPESA NONCHE PER CIASCUN CAPITOLO DEI SERVIZI PER CONTO TERZI, IL CONTO DEL BILANCIO COMPRENDE, DISTINTAMENTE PER RESIDUI E COMPETENZA:

    PER L’ENTRATA LE SOMME ACCERTATE, CON DISTINZIONE DELLA PARTE RISCOSSA E DI QUELLA ANCORE DA RISCUOTERE, PER LA SPESA LE SOMME IMPEGNATE CON DISTINZIONE DELLA PARTEPAGATA E DI QUELLA ANCORA DA PAGARE
    PER L’ENTRATA LE SOMME IMPEGNATE, CON DISTINZIONE DELLA PARTE RISCOSSA E DI QUELLA ANCORE DA RISCUOTERE, PER LA SPESA LE SOMME ACCERTATE CON DISTINZIONE DELLA PARTE PAGATA E DI QUELLA ANCORA DA PAGARE
    PER L’ENTRATA LE SOMME RISCOSSE, PER LA SPESA LE SOMME PAGATE
    Non so rispondere

    18. PER PROCEDURA RISTRETTA IL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI (D.LGS. I2 APRILE 2006 N. I63) INTENDE:

    LA PROCEDURA DI SCELTA DEL CONTRAENTE IN CUI LE STAZIONI APPALTANTI SCELGONO GLI OPERATORI ECONOMICI CON I QUALI NEGOZIARE LE CONDIZIONI DELL’APPALTO.
    LA PROCEDURA DI SCELTA DEL CONTRAENTE IN CUI SI RICORRE ALL’ABBREVIAZIONE DEI TERMINI PER MOTIVI D’URGENZA.
    LA PROCEDURA DI SCELTA DEL CONTRAENTE IN CUI OGNI OPERATORE ECONOMICO, A SEGUITO DELLA PUBBLICAZIONE DEL BANDO, PUO’ CHIEDERE DI PARTECIPARE, MA IN CUI LA PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA E’ CONSENTITA SOLO AGLI OPERATORI SUCCESSIVAMENTE INVITATI DALLA STAZIONE APPALTANTE.
    Non so rispondere

    19. QUALI SONO LE FASI IN CUI SI ARTICOLA IL CONTROLLO DI GESTIONE DEGLI ENTI LOCALI AI SENSI DELL’ART. I97 DEL D.LGS. 26712000?

    RILEVAZIONE DEI DATI RELATIVI AI COSTI ED AI PROVENTI NONCHE RILEVAZIONE DEI RISULTATI RAGGIUNTI, VERIFICA DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITA, VERIFICA DELLA RISPONDENZA DEL BILANCIO CONSUNTIVO A QUELLO PREVENTIVO
    PREDISPOSIZIONE DI UN PIANO DETTAGLIATO DI OBIETTIVI, RILEVAZIONE DEI DATI RELATIVI AI COSTI ED AI PROVENTI NONCHE RILEVAZIONE DEI RISULTATI RAGGIUNTI, VALUTAZIONE DEI DATI RILEVATI IN RAPPORTO AL PIANO DEGLI OBIETTIVI
    PREDISPOSIZIONE DEL PROGETTO DI P.E.G. E VALUTAZIONE DEI DIRIGENTI
    Non so rispondere

    20. NELLA CONCUSSIONE L AGENTE COSTRINGE TALUNO INDEBITAMENTE A DARE O PROMETTERE:

    BENI MOBILI IN GENERE;
    ESCLUSIVAMENTE DENARO;
    DENARO O ALTRA UTILITA;
    Non so rispondere

    21. SECONDO IL CCNL PER IL PERSONALE DEL COMPARTO DELLE REGIONI ED AUTONOMIE LOCALI, I DIPENDENTI DEGLI ENTI:

    IN IDONEI LOCALI CONCORDATI CON L AMMINISTRAZIONE, PER 24 ORE ANNUE PRO CAPITE SENZA DECURTAZIONE DELLA RETRIBUZIONE
    NON HANNO DIRITTO DI PARTECIPARE, DURANTE L ORARIO DI LAVORO, AD ASSEMBLEE SINDACALI HANNO DIRITTO DI PARTECIPARE, DURANTE L ORARIO DI LAVORO, AD ASSEMBLEE SINDACALI
    HANNO DIRITTO DI PARTECIPARE, DURANTE L ORARIO DI LAVORO, AD ASSEMBLEE SINDACALI IN IDONEI LOCALI CONCORDATI CON L AMMINISTRAZIONE, PER 12 ORE ANNUE PRO CAPITE SENZA DECURTAZIONE DELLA RETRIBUZIONE
    Non so rispondere

    22. NELLA SOCIETA PER AZIONI CHI RISPONDE PER LE OBBLIGAZIONI SOCIALI?

    TUTTI I SOCI SOLIDALMENTE E ILLIMITATAMENTE
    SOLTANTO LA SOCIETA CON IL SUO PATRIMONIO.
    CHI HA DETERMINATO IL SORGERE DELL’OBBLIGAZIONE
    Non so rispondere

    23. COME VIENE ESERCITATO IL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI?

    CON L’ESAME E L’ESTRAZIONE DI COPIA DEI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI.
    CON LA SOLA ESTRAZIONE DI COPIA DEI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI.
    CON IL SOLO ESAME DEI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI.
    Non so rispondere

    24. AI SENSI DEL CODICE CIVILE, A CARICO DI CHI SONO POSTE LE SPESE DEL CONTRATTO DI VENDITA?

    DEL VENDITORE, SE NON E STATO PATTUITO DIVERSAMENTE
    DEL COMPRATORE, SE NON E STATO PATTUITO DIVERSAMENTE
    DI ENTRAMBE LE PARTI IN MISURA PROPORZIONALE
    Non so rispondere

    25. A NORMA DEL D.LGS. N. I651200I, RECANTE NORME GENERALI SULL’ORDINAMENTO DEL LAVORO ALLE DIPENDENZE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE, I DIRIGENTI:

    SONO RESPONSABILI IN VIA ESCLUSIVA SOLTANTO PER GLI ATTI DA ESSI PERSONALMENTE ADOTTATI.
    SONO RESPONSABILI IN VIA ESCLUSIVA DELL’ATTIVITA AMMINISTRATIVA, MA NON DELLA GESTIONE E DEI RISULTATI.
    SONO RESPONSABILI IN VIA ESCLUSIVA DELL’ATTIVITA AMMINISTRATIVA, DELLA GESTIONE E DEI RELATIVI RISULTATI.
    Non so rispondere

    26. COSA DISPONE L’ART. I0 DEL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI (D.LGS. I2 APRILE 2006 N. I63) IN MERITO AL RESPONSABILE DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE?

    IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E’ L’ORGANO CHE CURA, IN CIASCUNA FASE DI ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI, IL CONTROLLO SUI LIVELLI DI PRESTAZIONE, DI QUALITA’ E DI PREZZO DETERMINATI IN COERENZA ALLA COPERTURA FINANZIARIA ED AI TEMPI DI REALIZZAZIONE DEI PROGRAMMI.
    IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E’ UN ORGANO ESTERNO ALL’AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE CHE DEFINISCE I REQUISITI MINIMI DI IDONEITA’ TECNICA E FINANZIARIA PER L’AMMISSIONE ALLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO DEI LAVORI.
    IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DEVE OBBLIGATORIAMENTE COINCIDERE CON IL DIRETTORE DEI LAVORI.
    Non so rispondere

    27. IN MATERIA DI LAVORI E APPALTI PUBBLICI, IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO GESTISCE:

    LE FASI DI PROGETTAZIONE,AFFIDAMENTO ED ESECUZIONE DEL CONTRATTO
    SOLO LA FASE DI AFFIDAMENTO
    SOLO LA FASE DI ESECUZIONE DEL CONTRATTO
    Non so rispondere

    28. QUAL E LA DURATA DEL BILANCIO PLURIENNALE DI COMPETENZA CHE GLI ENTI LOCALI ALLEGANO AL BILANCIO ANNUALE DI PREVISIONE AI SENSI DELL’ART.I7I DEL D.LGS.26712000?

    5 ANNI
    PARI A QUELLO DELLA REGIONE DI APPARTENENZA E COMUNQUE NON INFERIORE A 3 ANNI
    4 ANNI
    Non so rispondere

    29. LA RIVELAZIONE E L’ UTILIZZAZIONE DI SEGRETI DI UFFICIO:

    SONO DELITTI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE COMMESSI DAL PRIVATO CITTADINO.
    SONO DELITTI COMUNI.
    SONO DELITTI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE COMMESSI DAL PUBBLICO UFFICIALE O DALL INCARICATO DI PUBBLICO SERVIZIO.
    Non so rispondere

    30. CHE COSA E IL MANDATO DI PAGAMENTO ?

    E UN ORDINE DATO AL TESORIERE, DI PAGARE UNA DETERMINATA SOMMA AD UNO O PIU CREDITORI DETERMINATI
    E UN DOCUMENTO IN BASE AL QUALE IL TESORIERE PUO STACCARE UN ASSEGNO A FAVORE DI UN CREDITORE DEL COMUNE
    E UNA SPECIALE FORMA DI ASSEGNO BANCARIO, FIRMATO DAL SINDACO E DAL SEGRETARIO COMUNALE, A FAVORE DI UN DETERMINATO CREDITORE
    Non so rispondere

    31. CHI HA LA COMPETENZA IN MATERIA DI VARIAZIONI DI BILANCIO AI SENSI DELL’ART.175 DEL D.LGS.267_2000 ?

    ESCLUSIVAMENTE L’ORGANO ESECUTIVO
    IL RESPONSABILE DELLA RAGIONERIA
    L’ORGANO CONSILIARE
    Non so rispondere

    32. AI SENSI DELL’ART.228 DEL D.LGS. 26712000, PER CIASCUNA RISORSA DELL’ENTRATA E PER CIASCUN INTERVENTO DELLA SPESA NONCHE PER CIASCUN CAPITOLO DEI SERVIZI PER CONTO TERZI, IL CONTO DEL BILANCIO COMPRENDE, DISTINTAMENTE PER RESIDUI E COMPETENZA:

    PER L’ENTRATA LE SOMME IMPEGNATE, CON DISTINZIONE DELLA PARTE RISCOSSA E DI QUELLA ANCORE DA RISCUOTERE, PER LA SPESA LE SOMME ACCERTATE CON DISTINZIONE DELLA PARTE PAGATA E DI QUELLA ANCORA DA PAGARE
    PER L’ENTRATA LE SOMME ACCERTATE, CON DISTINZIONE DELLA PARTE RISCOSSA E DI QUELLA ANCORE DA RISCUOTERE, PER LA SPESA LE SOMME IMPEGNATE CON DISTINZIONE DELLA PARTEPAGATA E DI QUELLA ANCORA DA PAGARE
    PER L’ENTRATA LE SOMME RISCOSSE, PER LA SPESA LE SOMME PAGATE
    Non so rispondere

    33. AI SENSI DEL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI (D.LGS. 12 APRILE 2006 N. 163), OVE LE VARIANTI IN CORSO D’OPERA DOVUTE AL MANIFESTARSI DI ERRORI O DI OMISSIONI DEL PROGETTO ESECUTIVO CHE PREGIUDICANO, IN TUTTO O IN PARTE, LA REALIZZAZIONE DELL’OPERA OVVERO LA SUA UTILIZZAZIONE, ECCEDANO IL QUINTO DELL’IMPORTO ORIGINARIO DEL CONTRATTO, IL SOGGETTO AGGIUDICATORE PROCEDE.....

    AD UNA NUOVA PROGETTAZIONE ESECUTIVA AVVALENDOSI DI UN PROGETTISTA INTERNO ALL’AMMINISTRAZIONE APPALTANTE.
    ALLA RISOLUZIONE DEL CONTRATTO E INDICE UNA NUOVA GARA.
    ALLA STIPULA DI UN NUOVO CONTRATTO CON IL MEDESIMO AGGIUDICATARIO.
    Non so rispondere

    34. LA RIVELAZIONE E L’ UTILIZZAZIONE DI SEGRETI DI UFFICIO :

    SONO DELITTI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE COMMESSI DAL PRIVATO CITTADINO.
    SONO DELITTI COMUNI.
    SONO DELITTI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE COMMESSI DAL PUBBLICO UFFICIALE O DALL INCARICATO DI PUBBLICO SERVIZIO.
    Non so rispondere

    35. QUALI SONO LE FASI ATTRAVERSO CUI SI REALIZZANO LE ENTRATE ?

    L'ACCERTAMENTO E LA RISCOSSIONE
    ACCERTAMENTO, RISCOSSIONE E VERSAMENTO
    PREVISIONE, ACCERTAMENTO E RISCOSSIONE
    Non so rispondere

    36. A NORMA DEL D.LGS. N. 16_2001, LE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE CURANO L’OTTIMALE DISTRIBUZIONE DELLE RISORSE UMANE:

    ATTRAVERSO LA COORDINATA ATTUAZIONE DEI PROCESSI DI MOBILITA E DI RECLUTAMENTO DEL PERSONALE.
    ATTRAVERSO LA COORDINATA E COSTANTE ROTAZIONE DEL PERSONALE.
    ATTRAVERSO LA VERIFICA SEMESTRALE DELLA PROFESSIONALITA DEGLI IMPIEGATI.
    Non so rispondere

    37. PUO L’ORGANO DI REVISIONE DELL’ENTE LOCALE EFFETTUARE VERIFICHE DI CASSA?

    NO E UN’OPERAZIONE RISERVATA AL TESORIERE
    SI, SU MANDATO DELL’A.G.
    SI, IN VIRTU DEL D.LGS. 267_2000
    Non so rispondere

    38. PER PROCEDURA RISTRETTA IL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI (D.LGS. 12 APRILE 2006 N. 163) INTENDE:

    LA PROCEDURA DI SCELTA DEL CONTRAENTE IN CUI LE STAZIONI APPALTANTI SCELGONO GLI OPERATORI ECONOMICI CON I QUALI NEGOZIARE LE CONDIZIONI DELL’APPALTO.
    LA PROCEDURA DI SCELTA DEL CONTRAENTE IN CUI SI RICORRE ALL’ABBREVIAZIONE DEI TERMINI PER MOTIVI D’URGENZA.
    LA PROCEDURA DI SCELTA DEL CONTRAENTE IN CUI OGNI OPERATORE ECONOMICO, A SEGUITO DELLA PUBBLICAZIONE DEL BANDO, PUO’ CHIEDERE DI PARTECIPARE, MA IN CUI LA PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA E’ CONSENTITA SOLO AGLI OPERATORI SUCCESSIVAMENTE INVITATI DALLA STAZIONE APPALTANTE.
    Non so rispondere

    39. COSA DISPONE L’ART. 10 DEL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI (D.LGS. 12 APRILE 2006 N. 163) IN MERITO AL RESPONSABILE DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE?

    IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E’ L’ORGANO CHE CURA, IN CIASCUNA FASE DI ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI, IL CONTROLLO SUI LIVELLI DI PRESTAZIONE, DI QUALITA’ E DI PREZZO DETERMINATI IN COERENZA ALLA COPERTURA FINANZIARIA ED AI TEMPI DI REALIZZAZIONE DEI PROGRAMMI.
    IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E’ UN ORGANO ESTERNO ALL’AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE CHE DEFINISCE I REQUISITI MINIMI DI IDONEITA’ TECNICA E FINANZIARIA PER L’AMMISSIONE ALLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO DEI LAVORI.
    IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DEVE OBBLIGATORIAMENTE COINCIDERE CON IL DIRETTORE DEI LAVORI.
    Non so rispondere

    40. SECONDO IL CCNL PER IL PERSONALE DEL COMPARTO DELLE REGIONI ED AUTONOMIE LOCALI, I DIPENDENTI DEGLI ENTI:

    HANNO DIRITTO DI PARTECIPARE, DURANTE L ORARIO DI LAVORO, AD ASSEMBLEE SINDACALI IN IDONEI LOCALI CONCORDATI CON L AMMINISTRAZIONE, PER 24 ORE ANNUE PRO CAPITE SENZA DECURTAZIONE DELLA RETRIBUZIONE
    NON HANNO DIRITTO DI PARTECIPARE, DURANTE L ORARIO DI LAVORO, AD ASSEMBLEE SINDACALI
    HANNO DIRITTO DI PARTECIPARE, DURANTE L ORARIO DI LAVORO, AD ASSEMBLEE SINDACALI IN IDONEI LOCALI CONCORDATI CON L AMMINISTRAZIONE, PER 12 ORE ANNUE PRO CAPITE SENZA DECURTAZIONE DELLA RETRIBUZIONE
    Non so rispondere

    41. IN MATERIA DI LAVORI E APPALTI PUBBLICI, IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO GESTISCE:

    LE FASI DI PROGETTAZIONE,AFFIDAMENTO ED ESECUZIONE DEL CONTRATTO
    SOLO LA FASE DI AFFIDAMENTO
    SOLO LA FASE DI ESECUZIONE DEL CONTRATTO
    Non so rispondere

    42. AI SENSI DEL CODICE CIVILE, A CARICO DI CHI SONO POSTE LE SPESE DEL CONTRATTO DI VENDITA ?

    DEL VENDITORE, SE NON E STATO PATTUITO DIVERSAMENTE
    DEL COMPRATORE, SE NON E STATO PATTUITO DIVERSAMENTE
    DI ENTRAMBE LE PARTI IN MISURA PROPORZIONALE
    Non so rispondere

    43. A NORMA DEL D.LGS. N. 16512001, RECANTE NORME GENERALI SULL’ORDINAMENTO DEL LAVORO ALLE DIPENDENZE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE, I DIRIGENTI:

    SONO RESPONSABILI IN VIA ESCLUSIVA DELL’ATTIVITA AMMINISTRATIVA, DELLA GESTIONE E DEI RELATIVI RISULTATI.
    SONO RESPONSABILI IN VIA ESCLUSIVA SOLTANTO PER GLI ATTI DA ESSI PERSONALMENTE ADOTTATI.
    SONO RESPONSABILI IN VIA ESCLUSIVA DELL’ATTIVITA AMMINISTRATIVA, MA NON DELLA GESTIONE E DEI RISULTATI.
    Non so rispondere

    44. IL DELITTO DI ABUSO DI UFFICIO DA PARTE DI UN PUBBLICO UFFICIALE O DELL INCARICATO DI UN PUBBLICO SERVIZIO PRESUPPONE:

    L INTENZIONE DI PROCURARE A SE O AD ALTRI UN INGIUSTO VANTAGGIO PATRIMONIALE OVVERO DI ARRECARE AD ALTRI UN DANNO INGIUSTO.
    SOLTANTO L INTENZIONE DI PERCEPIRE SOMME DI DENARO.
    SOLTANTO L INTENZIONE DI ARRECARE A TERZI UN DANNO INGIUSTO O UN DANNO PATRIMONIALE.
    Non so rispondere

    45. A NORMA DELLE DISPOSIZIONI CONTENUTE ALL’ART. 90 DEL CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI (D.LGS. 12 APRILE 2006 N. 163) LE PRESTAZIONI RELATIVE ALLA PROGETTAZIONE PRELIMINARE, DEFINITIVA ED ESECUTIVA NONCHE’ ALLA DIREZIONE DEI LAVORI ED AGLI INCARICHI DI SUPPORTO TECNICO-AMMINISTRATIVO ALLE ATTIVITA’ DEL RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO E DEL DIRIGENTE COMPETENTE ALLA FORMAZIONE DEL PROGRAMMA TRIENNALE POSSONO ESSERE ESPLETATE DAGLI ORGANISMI DI ALTRE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI?

    NO, POSSONO ESSERE ESPLETATE SOLO DAGLI UFFICI TECNICI DELLE STAZIONI APPALTANTI.
    SI, PREVIA AUTORIZZAZIONE DELL’AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE.
    SI, POSSONO ESSERE ESPLETATE DAGLI ORGANISMI DI ALTRE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DI CUI LE SINGOLE STAZIONI APPALTANTI POSSONO AVVALERSI PER LEGGE.
    Non so rispondere

    46. QUAL E LA DURATA DEL BILANCIO PLURIENNALE DI COMPETENZA CHE GLI ENTI LOCALI ALLEGANO AL BILANCIO ANNUALE DI PREVISIONE AI SENSI DELL’ART.171 DEL D.LGS.26712000?

    PARI A QUELLO DELLA REGIONE DI APPARTENENZA E COMUNQUE NON INFERIORE A 3 ANNI
    4 ANNI
    5 ANNI
    Non so rispondere

    47. PER RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO SI INTENDE :

    DIRIGENTE DI CIASCUNA UNITA ORGANIZZATIVA O ALTRO DIPENDENTE ADDETTO ALL’UNITA, DA ESSO DESIGNATO
    IL DIRIGENTE DELL’UFFICIO DOTATO DI RAPPRESENTANZA ESTERNA
    SOLTANTO IL MINISTRO
    Non so rispondere

    48. QUALORA, NONOSTANTE L APPLICAZIONE DELLE REGOLE DETTATE DAL CODICE CIVILE IN MATERIA DI INTERPRETAZIONE, IL CONTENUTO DI UN CONTRATTO RIMANGA OSCURO:

    IL CONTRATTO E NULLO
    IL CONTRATTO DEVE ESSERE INTERPRETATO NEL SENSO MENO GRAVOSO PER IL SOGGETTO PIO DEBOLE ECONOMICAMENTE
    IL CONTRATTO DEVE ESSERE INTERPRETATO NEL SENSO MENO GRAVOSO PER L OBBLIGATO, SE E A TITOLO GRATUITO, E NEL SENSO CHE REALIZZI UN EQUO CONTEMPERAMENTO DEGLI INTERESSI DELLE PARTI, SE E A TITOLO ONEROSO
    Non so rispondere

    49. PER LE PROPOSTE DI DELIBERAZIONE SOTTOPOSTE ALLA GIUNTA ED AL CONSIGLIO, CHE NON SIANO MERO ATTO DI INDIRIZZO E NON COMPORTINO IMPEGNO DI SPESA O DIMINUZIONE DI ENTRATA, A CHI DEVE ESSERE RICHIESTO IL PARERE IN ORDINE ALLA SOLA REGOLARITA TECNICA?

    AL SEGRETARIO COMUNALE, CHE ESPRIME UN PARERE RELAZIONALE.
    AL RESPONSABILE DEL SERVIZIO INTERESSATO, IL CUI PARERE E INSERITO IN DELIBERA.
    ALL’ASSESSORE COMPETENTE DEL SERVIZO.
    Non so rispondere

    50. QUALI SONO LE FASI IN CUI SI ARTICOLA IL CONTROLLO DI GESTIONE DEGLI ENTI LOCALI AI SENSI DELL’ART. 197 DEL D.LGS. 267_2000?

    PREDISPOSIZIONE DI UN PIANO DETTAGLIATO DI OBIETTIVI, RILEVAZIONE DEI DATI RELATIVI AI COSTI ED AI PROVENTI NONCHE RILEVAZIONE DEI RISULTATI RAGGIUNTI, VALUTAZIONE DEI DATI RILEVATI IN RAPPORTO AL PIANO DEGLI OBIETTIVI
    PREDISPOSIZIONE DEL PROGETTO DI P.E.G. E VALUTAZIONE DEI DIRIGENTI
    RILEVAZIONE DEI DATI RELATIVI AI COSTI ED AI PROVENTI NONCHE RILEVAZIONE DEI RISULTATI RAGGIUNTI, VERIFICA DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITA, VERIFICA DELLA RISPONDENZA DEL BILANCIO CONSUNTIVO A QUELLO PREVENTIVO
    Non so rispondere

    51. AI SENSI DEL CODICE CIVILE, LA PRESTAZIONE CHE FORMA OGGETTO DELL’OBBLIGAZIONE:

    DEVE ESSERE SUSCETTIBILE DI VALUTAZIONE ECONOMICA E DEVE CORRISPONDERE A UN INTERESSE, ANCHE NON PATRIMONIALE, DEL CREDITORE
    DEVE ESSERE SUSCETTIBILE DI VALUTAZIONE ECONOMICA E DEVE CORRISPONDERE A UN INTERESSE PATRIMONIALE DEL CREDITORE
    DEVE ESSERE SUSCETTIBILE DI VALUTAZIONE ECONOMICA E DEVE CORRISPONDERE A UN INTERESSE, ANCHE NON PATRIMONIALE, DEL DEBITORE
    Non so rispondere

    52. NELLA SOCIETA PER AZIONI CHI RISPONDE PER LE OBBLIGAZIONI SOCIALI?

    SOLTANTO LA SOCIETA CON IL SUO PATRIMONIO.
    CHI HA DETERMINATO IL SORGERE DELL’OBBLIGAZIONE
    TUTTI I SOCI SOLIDALMENTE E ILLIMITATAMENTE
    Non so rispondere

    53. L’AVVIO DI PROCEDIMENTO AL CITTADINO DESTINATARIO DELL’ATTO FINALE E PRECEDUTA DA UNA COMUNICAZIONE?

    NO, E UNA FACOLTA PER L’AMMINISTRAZIONE
    SI. E UN OBBLIGO GENERALE DA RISPETTARE PER QUALSIASI PROCEDIMENTO, SALVO TASSATIVE ECCEZIONI
    NO, E UN OBBLIGO DA RISPETTARE SOLO PER I PROCEDIMENTI URBANISTICI
    Non so rispondere

    54. NELLA CONCUSSIONE L AGENTE COSTRINGE TALUNO INDEBITAMENTE A DARE O PROMETTERE:

    DENARO O ALTRA UTILITA;
    BENI MOBILI IN GENERE;
    ESCLUSIVAMENTE DENARO;
    Non so rispondere

    55. QUAL E LA SOSTANZIALE DIFFERENZA TRA I REATI DI CORRUZIONE E CONCUSSIONE?

    NELLA CORRUZIONE C’E ACCORDO TRA LE PARTI MENTRE NELLA CONCUSSIONE LA VOLONTA DEL PRIVATO E COARTATA DAL PUBBLICO UFFICIALE
    NELLA CORRUZIONE LA VOLONTA DEL PRIVATO E COARTATA DAL PUBBLICO UFFICIALE, MENTRE NELLA CONCUSSIONE C’E ACCORDO TRA LE PARTI
    NELLA CORRUZIONE IL PUBBLICO UFFICIALE RICEVE DENARO, MENTRE NELLA CONCUSSIONE ALTRI BENEFICI DI DIVERSA NATURA
    Non so rispondere

    56. CHE COSA E IL MANDATO DI PAGAMENTO ?

    E UN DOCUMENTO IN BASE AL QUALE IL TESORIERE PUO STACCARE UN ASSEGNO A FAVORE DI UN CREDITORE DEL COMUNE
    E UNA SPECIALE FORMA DI ASSEGNO BANCARIO, FIRMATO DAL SINDACO E DAL SEGRETARIO COMUNALE, A FAVORE DI UN DETERMINATO CREDITORE
    E UN ORDINE DATO AL TESORIERE, DI PAGARE UNA DETERMINATA SOMMA AD UNO O PIO CREDITORI DETERMINATI
    Non so rispondere

    57. NELL’AMBITO DELLA PROPRIA AUTONOMIA L’AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE....

    PUO’ RICHIEDERE LA VISIONE DI ATTI MA NON PUO’ DISPORRE ISPEZIONI.
    NON PUO’ DISPORRE PERIZIE ED ANALISI ECONOMICHE E STATISTICHE.
    PUO’ DISPORRE ISPEZIONI, AVVALENDOSI ANCHE DELLA COLLABORAZIONE DI ALTRI ORGANI DELLO STATO.
    Non so rispondere

    58. L’APPROVAZIONE DELL’ACCORDO DI PROGRAMMA, DI CUI AL TESTO UNICO SULL’ORDINAMENTO DEGLI ENTI LOCALI, COMPORTA LA DICHIARAZIONE DI PUBBLICA UTILITA, INDIFFERIBILITA ED URGENZA?

    NO, OCCORRE PREDISPORRE APPOSITO ATTO DELIBERATIVO CON CUI SI ESPLICITA TALE DICHIARAZIONE.
    SI, TALE DICHIARAZIONE CESSA COMUNQUE DI AVERE EFFICACIA SE LE OPERE NON HANNO AVUTO INIZIO ENTRO UN ANNO.
    SI, TALE DICHIARAZIONE CESSA COMUNQUE DI AVERE EFFICACIA SE LE OPERE NON HANNO AVUTO INIZIO ENTRO TRE ANNI.
    Non so rispondere

    59. L’APPROVAZIONE DA PARTE DELL’ORGANO COMPETENTE DI UN ATTO EMESSO DA UN ORGANO INCOMPETENTE SI DEFINISCE:

    RATIFICA
    RINNOVAZIONE
    RETTIFICA
    Non so rispondere

    60. COME VIENE ESERCITATO IL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI?

    CON IL SOLO ESAME DEI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI
    CON LA SOLA ESTRAZIONE DI COPIA DEI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI
    CON L’ESAME E L’ESTRAZIONE DI COPIA DEI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI
    Non so rispondere