• Accedi • Iscriviti gratis
  • Diritto Civile (l'obbligazione)

    Tempo trascorso
    -

    1. Ai sensi dell'art. 1178, comma 2, c.c., quando l'obbligazione ha per oggetto la prestazione di cose determinate soltanto nel genere, il debitore deve:

    Prestare cose della migliore qualità possibile
    Prestare cose che siano comunque idonee all'uso cui sono destinate
    Prestare cose della qualità indicata dagli usi locali
    Prestare cose di qualità non inferiore alla media
    Prestare cose di qualità non inferiore a quella prevista dagli usi di commercio
    Non so rispondere

    2. Ai sensi del codice civile, chi è tenuto a dare una garanzia senza che ne siano determinati il modo e la forma:

    Deve prestare, a scelta del creditore, un'idonea garanzia reale o personale
    Può prestare a sua scelta un'idonea garanzia reale o personale, ovvero altra sufficiente cautela
    Deve necessariamente prestare un'idonea garanzia reale
    Deve necessariamente prestare un'idonea garanzia personale
    Deve prestare la garanzia reale o personale ritenuta sufficiente dall'autorità giudiziaria
    Non so rispondere

    3. Ai sensi dell'art. 1184 del codice civile, se per l'adempimento dell'obbligazione è fissato un termine:

    Questo si presume a favore del creditore, qualora non risulti stabilito a favore del debitore o di entrambi
    Questo si presume a favore di entrambe le parti, qualora non risulti stabilito a favore del debitore o del creditore
    Questo si presume a favore del debitore, ma solo nelle obbligazioni pecuniarie
    Questo si considera non apposto
    Questo si presume a favore del debitore, qualora non risulti stabilito a favore del creditore o di entrambi
    Non so rispondere

    4. Ai sensi del codice civile, il creditore può esigere la prestazione prima della scadenza?

    No, salvo che il termine sia stabilito esclusivamente a suo favore
    Sì, in ogni caso
    No, anche se il termine è stabilito esclusivamente a suo favore
    Sì, ma solo se il debito risulta da atto scritto
    Sì, ma solo se l'obbligazione nasce da contratto
    Non so rispondere

    5. Ai sensi del codice civile, il debitore che esegue il pagamento a chi appare legittimato a riceverlo in base a circostanze univoche:

    E' liberato anche se era in mala fede
    Non è liberato
    E' liberato se prova la mala fede di colui che ha ricevuto il pagamento
    E' liberato se prova la buona fede di colui che ha ricevuto il pagamento
    E' liberato se prova di essere stato in buona fede
    Non so rispondere

    6. Ai sensi del codice civile, il pagamento fatto al creditore incapace di riceverlo:

    Non libera mai il debitore
    Libera in ogni caso il debitore, in quanto il pagamento è atto dovuto
    Non libera il debitore, se questi non prova che ciò che fu pagato è stato rivolto a vantaggio dell'incapace
    Libera il debitore se questi prova di essere stato in buona fede
    Libera il debitore se questi prova la mala fede di colui che ha ricevuto il pagamento
    Non so rispondere

    7. Ai sensi dell'art. 1193, comma 1, c.c., chi ha più debiti della medesima specie verso la stessa persona:

    Non può dichiarare, quando paga, quale debito intende soddisfare
    Deve soddisfare necessariamente il debito con valore maggiore
    Deve soddisfare necessariamente il debito più antico
    Può dichiarare, quando paga, quale debito intende soddisfare
    Deve soddisfare necessariamente tutti i debiti in misura proporzionale
    Non so rispondere

    8. Ai sensi dell'art. 1200 del codice civile, il creditore che ha ricevuto il pagamento:

    Deve consentire la liberazione dei beni dalle garanzie reali date per il credito, ma non da ogni altro vincolo che comunque ne limiti la disponibilità
    Deve consentire la liberazione dei beni dalle garanzie reali date per il credito e da ogni altro vincolo che comunque ne limiti la disponibilità
    Deve consentire la liberazione dei beni dalle garanzie reali date per il credito e da ogni altro vincolo che comunque ne limiti la disponibilità, ma solo dopo il decorso di un mese dal pagamento
    Deve consentire la liberazione dei beni dalle garanzie reali date per il credito e da ogni altro vincolo che comunque ne limiti la disponibilità, ma solo dopo il decorso di due mesi dal pagamento
    Deve consentire la liberazione dei beni dalle ipoteche date per il credito, ma non da altre garanzie reali che ne limitino la disponibilità
    Non so rispondere

    9. Ai sensi del codice civile, il creditore è in mora:

    Quando, pur in presenza di un motivo legittimo, non riceve il pagamento offertogli nei modi indicati dalla legge o non compie quanto è necessario affinché il debitore possa adempiere l'obbligazione
    Quando riceve il pagamento da parte del debitore
    Quando è scaduto il termine per l'adempimento stipulato in favore del debitore
    Quando, senza motivo legittimo, non riceve il pagamento offertogli nei modi indicati dalla legge o non compie quanto è necessario affinché il debitore possa adempiere l'obbligazione
    Quando non prova di essere nell'impossibilità, per causa a lui non imputabile, di ricevere il pagamento
    Non so rispondere

    10. Ai sensi del codice civile, il debitore che non esegue esattamente la prestazione dovuta:

    E' tenuto al risarcimento del danno, ma solo se il creditore prova che l'inadempimento o il ritardo è imputabile al debitore
    E' tenuto al risarcimento del danno, se non prova che l'inadempimento o il ritardo è stato determinato da impossibilità della prestazione derivante da causa a lui non imputabile
    E' sempre tenuto al risarcimento del danno
    Non è tenuto al risarcimento del danno
    E' tenuto a indennizzare il creditore in buona fede
    Non so rispondere