Dir. amministrativo (dipendenti della Polizia di Stato)

Tempo trascorso
-

1. I dipendenti della Polizia di Stato eletti al Parlamento Europeo sono collocati in aspettativa ai sensi del D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165:

Su richiesta dell'ufficio di presidenza del Parlamento
All'atto della proclamazione degli eletti
All'atto della prima riunione del Parlamento
Entro sessanta giorni dalla proclamazione degli eletti
Dopo il parere favorevole del Capo dell'Ufficio
Non so rispondere

2. I dipendenti della Polizia di Stato eletti nei Consigli regionali sono collocati in aspettativa, ai sensi del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165:

Su richiesta dell'ufficio di presidenza del Parlamento
All'atto della prima riunione
Entro sessanta giorni dalla proclamazione degli eletti
Dopo il parere favorevole del Capo dell'Ufficio
All'atto della proclamazione degli eletti
Non so rispondere

3. L'Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle pubbliche amministrazioni - Aran: ai sensi del decreto legislativo 30 marzo 2001,n. 165:

Non ha personalità giuridica di diritto pubblico
non é soggetta al controllo consuntivo della Corte dei Conti
Ha autonomia organizzativa e contabile nei limiti del proprio bilancio
Non ha autonomia organizzativa, ma ha autonomia contabile nei limiti del proprio bilancio
Ha autonomia organizzativa, ma non ha autonomia contabile
Non so rispondere

4. L'Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle pubbliche amministrazioni - Aran: ai sensi del decreto legislativo 30 marzo 2001,n. 165:

Esercita a livello nazionale, in base agli indirizzi ricevuti ogni attività relativa alle relazioni sindacali
Ha autonomia organizzativa, ma non ha autonomia contabile
Non ha personalità giuridica di diritto pubblico
non é soggetta al controllo consuntivo della Corte dei Conti
Non ha autonomia organizzativa, ma ha autonomia contabile nei limiti del proprio bilancio
Non so rispondere

5. L'Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle pubbliche amministrazioni - Aran: ai sensi del decreto legislativo 30 marzo 2001,n. 165:

Non ha personalità giuridica di diritto pubblico
non é soggetta al controllo consuntivo della Corte dei Conti
Ha in via esclusiva la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni
Non ha autonomia organizzativa, ma ha autonomia contabile nei limiti del proprio bilancio
Ha autonomia organizzativa, ma non ha autonomia contabile
Non so rispondere

6. L'Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle pubbliche amministrazioni - Aran: ai sensi del decreto legislativo 30 marzo 2001,n. 165:

Non ha personalità giuridica di diritto pubblico
non é soggetta al controllo consuntivo della Corte dei Conti
Non ha autonomia organizzativa, ma ha autonomia contabile nei limiti del proprio bilancio
Ha autonomia organizzativa, ma non ha autonomia contabile
É soggetta al controllo consuntivo della Corte dei Conti
Non so rispondere

7. L'Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle pubbliche amministrazioni - ARAN: ai sensi del decreto legislativo 30 marzo 2001,n. 165:

Non ha personalità giuridica di diritto pubblico
non é soggetta al controllo consuntivo della Corte dei Conti
Non ha autonomia organizzativa, ma ha autonomia contabile nei limiti del proprio bilancio
Ha personalità giuridica di diritto pubblico
Ha autonomia organizzativa, ma non ha autonomia contabile
Non so rispondere

8. Il D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165, concerne:

Norme generali sulla sicurezza del lavoro
Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche
Norme generali sull'ordinamento della Polizia di Stato
Norme generali sull'ordinamento dell'Amministrazione della pubblica sicurezza
Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze della Presidenza della Repubblica
Non so rispondere

9. I dirigenti di uffici dirigenziali generali, comunque denominati, nell'ambito di quanto stabilito dal D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165, fra gli altri, esercitano i seguenti compiti e poteri:

formulano proposte ed esprimono pareri al Ministro nelle materie di sua competenza
esercitano le funzioni di indirizzo politico-amministrativo, definendo gli obiettivi ed i programmi da attuare
definiscono gli obiettivi, priorità, piani, programmi e direttive generali per l'azione amministrativa
individuano le risorse umane, materiali ed economico-finanziarie da destinare alle diverse finalità e la loro ripartizione tra gli uffici di livello dirigenziale generale
Ad essi spettano le decisioni in materia di atti normativi e l'adozione dei relativi atti di indirizzo interpretativo ed applicativo
Non so rispondere

10. I dirigenti di uffici dirigenziali generali, comunque denominati, nell'ambito di quanto stabilito dal D.Lgs. 30 marzo 2001, n. 165, fra gli altri, esercitano i seguenti compiti e poteri:

esercitano le funzioni di indirizzo politico-amministrativo, definendo gli obiettivi ed i programmi da attuare
definiscono gli obiettivi, priorità, piani, programmi e direttive generali per l'azione amministrativa
individuano le risorse umane, materiali ed economico-finanziarie da destinare alle diverse finalità e la loro ripartizione tra gli uffici di livello dirigenziale generale
Curano l'attuazione dei piani, programmi e direttive generali definite dal Ministro Essi sono responsabili in via esclusiva dell'attività amministrativa, della gestione e dei relativi risultati
Ad essi spettano le decisioni in materia di atti normativi e l'adozione dei relativi atti di indirizzo interpretativo ed applicativo
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate