• Accedi • Iscriviti gratis
  • Dir. amministrativo (legge 7 agosto 1990, n. 241)

    Tempo trascorso
    -

    1. In quali tra le seguenti circostanze è ammesso il ricorso gerarchico ?

    Solo per motivi di merito
    Solo per motivi di legittimità
    Sia per motivi di merito, sia per motivi di legittimità
    Solo per motivi di merito e per vizio di eccesso di potere
    Solo per motivi di legittimità e per vizio di incompetenza
    Non so rispondere

    2. La legge 7 agosto 1990, n. 241, cosa prevede contro il silenzio rifiuto sulla richiesta di accesso a documenti amministrativi ?

    È dato ricorso gerarchico
    È dato ricorso al giudice ordinario
    È dato ricorso al Consiglio di Stato in unica istanza
    È dato ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale
    È dato ricorso in opposizione
    Non so rispondere

    3. La legge 7 agosto 1990, n. 241, prevede l'ipotesi che la motivazione del provvedimento amministrativo non sia espressa nelle seguenti circostanze ?

    Per le categorie di atti indicate nei decreti dirigenziali
    Per gli atti normativi e per quelli a contenuto generale
    Per le categorie di atti indicate dal Ministro con proprio decreto
    È sempre obbligatoria
    Per le categorie di atti indicate con decreto del Presidente della Repubblica sentito il Presidente del Consiglio dei Ministri
    Non so rispondere

    4. La legge 7 agosto 1990, n. 241, cosa prevede in merito alla motivazione del provvedimento amministrativo ?

    Deve essere motivato, ad eccezione di quelli concernenti il personale dirigenziale
    Deve essere motivato solo nelle ipotesi previste in appositi provvedimenti dirigenziali
    Deve essere motivato, salvo in casi di urgenza o di necessità indicati nel provvedimento stesso
    Deve essere motivato, salvo che nelle ipotesi previste dalla legge
    Deve essere motivato, ad eccezione di quelli concernenti lo svolgimento dei pubblici concorsi
    Non so rispondere

    5. Davanti ai Tribunali Amministrativi Regionali è sempre obbligatorio il patrocinio di avvocato?

    No, mai
    Si, sempre
    Si, salvo che per i giudizi in materia di operazioni elettorali
    Si, salvo che per i giudizi relativi al rapporto di pubblico impiego
    Si, salvo che per i giudizi in materia di concessioni
    Non so rispondere

    6. Il parere del Consiglio di Stato per la decisione dei ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica deve essere reso sempre ?

    È facoltativo
    È sempre obbligatorio
    È obbligatorio nei casi determinati con decreto del Presidente della Repubblica
    È obbligatorio nelle materie previste dalla legge
    È obbligatorio ove richiesto dal Presidente del Consiglio dei Ministri
    Non so rispondere

    7. Il parere del Consiglio di Stato sugli schemi generali di contratti tipo, accordi e convenzioni predisposti da uno o più Ministri, deve essere reso sempre ?

    È facoltativo
    È obbligatorio solo nelle materie previste dalla legge
    È obbligatorio nei casi previsti con decreto del Presidente della Repubblica
    È obbligatorio nei casi previsti con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri
    Sì, è sempre obbligatorio
    Non so rispondere

    8. A quali soggetti pubblici o privati è riconosciuto il diritto di accesso ai documenti della Pubblica Amministrazione ?

    A tutti i cittadini che ne facciano istanza
    A tutti i cittadini
    A chiunque vi abbia interesse per la tutela di proprie situazioni giuridiche soggettive
    Ai soli cittadini indicati nel documento
    Ai soli portatori di interessi di fatto
    Non so rispondere

    9. Il comitato nazionale dell’ordine e della sicurezza pubblica, come può essere definito ?

    È un organo di consulenza del Ministro dell’Interno, privo potere diretto
    È un organo di consulenza del Capo della Polizia, privo di potere diretto
    È un organo di consulenza del Ministro dell’Interno ed il suo parere è vincolante
    È un organo di consulenza del Presidente del Consiglio dei Ministri ed il suo parere è vincolante
    È Autorità Nazionale di P.S.
    Non so rispondere

    10. Ha facoltà di intervenire nel procedimento amministrativo, secondo la L. 241 del 1990:

    Esclusivamente chi non è titolare di posizioni giuridiche soggettive.
    Solo chi è titolare di diritti soggettivi.
    Chiunque possa subire un pregiudizio dall'emanazione del provvedimento amministrativo:
    Solo chi è titolare di interessi diffusi.
    Solo chi è portatore di interessi privati.
    Non so rispondere