Contabilita' Pubblica (Qualificazione)

Tempo trascorso
-

1. La pianificazione aziendale è una funzione particolarmente complessa in cui possono essere individuate diverse fasi. La fase di indagine economico-finanziaria della struttura aziendale....

Ha lo scopo di razionalizzare la formazione delle decisioni strategiche aziendali, predeterminando gli orientamenti fondamentali di politica aziendale per un lungo periodo.
É la fase in cui sono confrontati i dati di budget con quelli effettivi e sono analizzati gli scostamenti al fine di individuare le cause e la loro controllabilità o non, da parte del soggetto decisorio.
É la base di ogni responsabile formazione delle decisioni imprenditoriali, poiché indica informazioni d'ambiente vincolanti la determinazione degli obiettivi in sede di pianificazione.
Ha per oggetto la struttura aziendale, allo scopo di individuarne le possibilità e le modalità di modificazione per perseguire le finalità di piano e quindi subire una modificazione in senso evolutivo, considerando le correlazioni funzionali che devono esistere tra i vari elementi della struttura aziendale e fra questa e l'ambiente in cui opera l'impresa, affinché si verifichi un ciclo economico finanziario della gestione in condizioni di equilibrio.
Non so rispondere

2. L'importo massimo di emissione di titoli pubblici è stabilito....

Annualmente, con apposita norma della legge che approva il bilancio di previsione dello Stato.
Annualmente, con la legge finanziaria.
Annualmente, con deliberazione del Consiglio dei Ministri.
Annualmente, con decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze.
Non so rispondere

3. Il preventivo economico di cui all'art. 14 del D.P.R. n. 97/2003....

Diventa operativo solo dopo essere stato esplicitamente autorizzato dagli organi di vertice.
Pone a raffronto solo i proventi ed i costi della gestione d'esercizio.
É corredato dal quadro di riclassificazione dei risultati economici previsti.
Pone a raffronto esclusivamente le poste economiche che non avranno nell'esercizio la propria manifestazione finanziaria.
Non so rispondere

4. Un'uscita afferente alla gestione delle partite di giro è iscritta (D.P.R. n. 97/2003, art. 12).....

Nel titolo 2°.
Nel titolo 3°.
Nel titolo 1°.
Indifferentemente nel titolo 2° o nel titolo 3°.
Non so rispondere

5. A norma di quanto dispone l'art. 70 del D.Lgs. n. 163/2006 per i contratti a rilevanza comunitaria, nei casi in cui le stazioni appaltanti abbiano pubblicato un avviso di preinformazione, il termine minimo per la ricezione delle offerte nelle procedure ristrette può essere ridotto?

No, può essere ridotto solo nelle procedure aperte.
No, può essere ridotto solo nelle procedure negoziate.
Si, di norma, a ventisei giorni e comunque mai a meno di venti giorni.
Si, di norma, a trentasei giorni e comunque mai a meno di ventidue giorni.
Non so rispondere

6. Dispone il D.P.R. n. 97/2003, che entro il termine del 30 luglio di ciascun anno deve essere deliberato l'assestamento del bilancio di previsione. Dopo tale data sono possibili ulteriori variazioni al bilancio di previsione di competenza e di cassa?

Si, entro il 31 ottobre.
Si, entro il mese di novembre.
Si, entro il 31 dicembre.
No, dopo tale data non è possibile deliberare ulteriori variazioni al bilancio di previsione.
Non so rispondere

7. Quale delle seguenti non rappresenta una condizione per il successo di un sistema a costi standard?

La direzione aziendale deve credere nell'utilità dei costi standard.
Gli standard a devono essere fissati ad un livello accettato tanto dalla direzione aziendale quanto dai capi-centro.
Il sistema a costi standard deve essere periodicamente rivisto per essere continuamente adeguato alle esigenze dell'azienda.
L'analisi dei costi standard non deve formare oggetto di reportistica.
Non so rispondere

8. Indicare quale tra le seguenti affermazioni in merito alla «Qualificazione per eseguire lavori pubblici» è conforme alle disposizioni dettate dal D.Lgs. n. 163/2006.

É sempre consentita, per l'affidamento di lavori pubblici, l'utilizzazione degli albi speciali o di fiducia predisposti dalle stazioni appaltanti.
A far data dal 1/1/2007, data di entrata in vigore del D.Lgs. n. 163/2006, la certificazione prevista dalla Legge Quadro sui lavori pubblici non è più richiesta.
Il regolamento di ciascuna amministrazione aggiudicatrice deve prevedere i criteri per la determinazione delle tariffe applicabili all'attività di qualificazione.
Il sistema di qualificazione è attuato da organismi di diritto privato di attestazione, appositamente autorizzati dall'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture.
Non so rispondere

9. Il Dipartimento del Tesoro svolge attività di supporto tecnico alle scelte di politica economica e finanziaria del Governo, elabora le strategie macroeconomiche ed i più significativi documenti di programmazione. Di quale dei seguenti principali processi è responsabile?

Sviluppo del federalismo fiscale.
Valutario, antiriciclaggio ed antiusura.
Garanzia della corretta programmazione e rigorosa gestione delle risorse pubbliche.
Svolgimento di funzioni di controllo anche sulla gestione finanziaria degli enti pubblici.
Non so rispondere

10. A norma di quanto dispone l'art. 132 del D.Lgs. n. 163/2006 sono ammesse varianti in corso d'opera per esigenze derivanti da sopravvenute disposizioni legislative e regolamentari?

No, a far data dal 1° gennaio 2006 le varianti in corso d'opera non sono più ammesse.
No, l'unico motivo che ammette varianti in corso d'opera è il manifestarsi di errori o omissioni che pregiudicano in tutto o in parte la realizzazione dell'opera o la sua utilizzazione.
Si, tra i motivi, che ammettono varianti in corso d'opera, è compresa la suddetta motivazione.
Si, a far data dal 12/4/2006 è in facoltà della stazione appaltante decidere autonomamente in merito alle varianti in corso d'opera.
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate