• Accedi • Iscriviti gratis
  • Contabilita' Pubblica (procedure ristrette)

    Tempo trascorso
    -

    1. Dispone il D.Lgs. n. 163/2006 che durante l'iter di aggiudicazione di un contratto d'appalto, quando un'offerta appaia anormalmente bassa, la stazione appaltante richiede all'offerente le giustificazioni, eventualmente necessarie in aggiunta a quelle già presentate a corredo dell'offerta, ritenute pertinenti. Le giustificazioni possono riguardare.....

    Gli oneri di sicurezza per i quali sia ammesso un ribasso d'asta non inferiore al 20%.
    Solo l'economia del procedimento di costruzione, del processo di fabbricazione, del metodo di prestazione del servizio.
    Solo il rispetto delle norme vigenti in tema di sicurezza e condizioni di lavoro.
    Le soluzioni tecniche adottate.
    Non so rispondere

    2. Nel codice dei contratti pubblici, le "procedure ristrette" sono:

    Le procedure alle quali ogni operatore economico può chiedere di partecipare e in cui possono presentare un'offerta soltanto gli operatori economici invitati dalle stazioni appaltanti.
    Le procedure in cui ogni operatore economico interessato può presentare un'offerta.
    Le procedure nelle quali la stazione appaltante avvia un dialogo con i candidati ammessi a tale procedura, al fine di elaborare una o più soluzioni atte a soddisfare le sue necessità e sulla base della quale o delle quali i candidati selezionati saranno invitati a presentare le offerte; a tale procedura qualsiasi operatore economico può chiedere di partecipare.
    Le procedure in cui le stazioni appaltanti consultano gli operatori economici da loro scelti e negoziano con uno o più di essi le condizioni dell'appalto.
    Non so rispondere

    3. Sono ammesse a partecipare alle procedure di affidamento dei contratti le società cooperative di produzione e lavoro?

    Sono ammesse solo per contratti il cui importo non superi 40.000 euro.
    Sono ammesse solo per contratti il cui importo non superi 60.000 euro.
    No.
    Sono ammesse nell'ambito di consorzi fra società cooperative di produzione e lavoro costituiti a norma della legge 25 giugno 1909, n. 422 e del D.Lgs. n. 1577/1947 e succ. mod.
    Non so rispondere

    4. La contabilità di Stato si poggia tutt'ora su due Regi Decreti del 1923 e del 1924, è quindi evidente come tale normativa abbia richiesto successivi adeguamenti. Un istituto prima introdotto ed in seguito abrogato è il cosiddetto esercizio suppletivo....

    Che permetteva di incrementare la formazione di residui.
    Che permetteva di protrarre la gestione finanziaria fino al 31 gennaio successivo.
    Un periodo amministrativo coincidente con l'anno solare.
    Che si verificava quando il Parlamento non approvava il bilancio entro il 31 dicembre.
    Non so rispondere

    5. Ai sensi dell'art. 33 del D.P.R. n. 97/2003, ogni mandato di pagamento è corredato, a seconda dei casi, di documenti comprovanti la regolare esecuzione dei lavori, forniture e servizi, dai buoni di carico, quando si tratta di magazzino, dalla copia degli atti d'impegno o dall'annotazione degli estremi dell'atto di impegno, dalle note di liquidazione e da ogni altro documento che giustifichi la spesa. La documentazione della spesa è allegata al mandato successivamente alla sua estinzione ed è conservata agli atti....

    Per almeno otto anni.
    Per almeno cinque anni per quanto riguarda le spese correnti, dieci per le altre spese.
    Per non meno di dieci anni.
    Per il periodo stabilito dall'amministrazione vigilante, che non può comunque essere inferiore ai tre anni.
    Non so rispondere

    6. Il Regolamento concernente l'amministrazione e la contabilità degli enti pubblici di cui alla L. n. 70/1975 all'art. 38 tratta del rendiconto generale distinguendo i documenti che lo compongono dai documenti che ne costituiscono allegati. Non è un allegato....

    La situazione amministrativa.
    Lo stato patrimoniale.
    La relazione sulla gestione.
    La relazione del collegio dei revisori dei conti.
    Non so rispondere

    7. Dispone il D.P.R. n. 97/2003, che entro il termine del 30 luglio di ciascun anno è deliberato l'assestamento del bilancio di previsione.Dopo tale data sono possibili ulteriori variazioni al bilancio di previsione?

    Si, sono possibili ulteriori variazioni al solo bilancio di previsione di cassa.
    No, la legge lo esclude.
    Si, sono possibili ulteriori variazioni al solo bilancio di previsione di competenza.
    Si, sono possibili ulteriori variazioni al bilancio di previsione di competenza e di cassa.
    Non so rispondere

    8. Nel sistema delle entrate degli enti pubblici di cui alla L. n. 70/1975 il momento in cui si realizza il trasferimento delle somme riscosse nelle casse dell'ente è proprio della fase....

    Del versamento.
    Della riscossione.
    Dell'accertamento.
    Del pagamento.
    Non so rispondere

    9. A norma di quanto dispone l'art. 3 comma 1 della legge n. 20/1994 su quali dei seguenti atti la Corte dei conti esercita un controllo preventivo di legittimità?

    Atti di liquidazione dei trattamenti di quiescenza dei pubblici dipendenti.
    Gestione dei fuori bilancio delle pubbliche amministrazioni.
    Atti del Presidente del Consiglio dei Ministri e atti dei Ministri aventi ad oggetto il conferimento di incarichi di funzioni dirigenziali.
    Rendiconti dei funzionari delegati per le spese effettuate su ordini di accreditamento.
    Non so rispondere

    10. É corretto affermare che la tabella dimostrativa del presunto risultato di amministrazione è una delle parti di cui si compone il budget del centro di responsabilità di primo livello degli enti di cui alla Legge n. 70/1975?

    Si, il budget del centro di responsabilità di primo livello si compone del budget finanziario di competenza e di cassa, del budget economico e della tabella dimostrativa del presunto risultato di amministrazione.
    La tabella dimostrativa del presunto risultato di amministrazione non è una parte di cui si compone il budget ma ne è, più propriamente, un allegato.
    La tabella dimostrativa del presunto risultato di amministrazione è una delle parti di cui si compone il bilancio di previsione.
    No, la tabella dimostrativa del presunto risultato di amministrazione è, al pari del budget del centro di responsabilità di primo livello, uno dei documenti previsionali previsti dal D.P.R. 97/2003.
    Non so rispondere