• Accedi • Iscriviti gratis
  • Dir. Amministrativo (classificazioni degli atti amministrativi)

    Tempo trascorso
    -

    1. La convalida dell'atto amministrativo :

    É un provvedimento che può operare anche su atti nulli.
    Come nell'acquiescenza l'atto viene sanato attraverso la rinuncia a far valere l'impugnativa dell'atto stesso.
    É un provvedimento che esclude la possibilità di ritiro, da parte della P.A., della stessa convalida anche se in presenza di interesse pubblico prioritario.
    Differisce dalla conversione in quanto questa non elimina il vizio ma mantiene fermo l'atto nell'ambito di un diverso schema legale.
    Non so rispondere

    2. Il provvedimento amministrativo è nullo :

    Se viziato per violazione di legge.
    Se mancante degli elementi essenziali.
    Se viziato per eccesso di potere.
    Se viziato per incompetenza.
    Non so rispondere

    3. Il Prefetto :

    Svolge compiti di rappresentanza generale del Governo sul territorio e di garanzia istituzionale a tutela dell'ordinamento giuridico.
    É coadiuvato dal Comitato provinciale della P.A. da lui presieduto.
    Dipende burocraticamente dall'Amministrazione locale ma funzionalmente dal Ministro dell'Interno.
    É sottoposto al coordinamento "politico" del Questore.
    Non so rispondere

    4. Il legislatore nel riformulare gli artt. 3 e 14 del D.Lgs. n. 29/1993, con gli art. 3 e 9 del D.Lgs. n. 80/1998, trasfusi ora negli art. 4 e 14 del D.Lgs. n. 165/2001 ha accentuato il principio della distinzione tra funzioni di indirizzo politicoamministrativo degli organi di governo e funzioni di gestione e attuazione amministrativa dei dirigenti. Rientrano tra le funzioni di gestione e attuazione amministrativa....

    La gestione finanziaria, mediante autonomi poteri di spesa.
    La definizione dei criteri generali in materia di determinazione di tariffe, canoni e analoghi oneri a carico di terzi.
    La richiesta di pareri alle autorità amministrative indipendenti ed al Consiglio di Stato.
    Le decisioni in materia di atti normativi e l'adozione dei relativi atti di indirizzo interpretativo ed applicativo.
    Non so rispondere

    5. Ai fini del D.P.R. n. 68/2005, il registro informatico delle operazioni relative alle trasmissioni effettuate mediante posta elettronica certificata tenuto dal gestore prende il nome di....

    Dominio di posta elettronica certificata.
    Busta di trasporto.
    Log dei messaggi.
    Posta elettronica certificata.
    Non so rispondere

    6. Degli atti amministrativi si operano in dottrina varie classificazioni. Indicare quale tra quelle proposte è corretta.

    In relazione al procedimento, gli atti amministrativi si distinguono in: atti collettivi e atti generali.
    In relazione alla natura dell'attività esercitata, gli atti si distinguono in: atti particolari, atti plurimi, atti collettivi e atti generali.
    In relazione all'efficacia, gli atti amministrativi si distinguono in: atti costitutivi e atti dichiarativi.
    In relazione ai destinatari, gli atti amministrativi si distinguono in: atti ampliativi e atti restrittivi.
    Non so rispondere

    7. Ai sensi del D.Lgs. n. 165/2001, il codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni....

    É affisso in tutti gli uffici aperti al pubblico.
    É esecutivo solo se recepito dalle Organizzazioni confederali.
    É consegnato al dipendente all'atto dell'assunzione.
    Deve essere firmato da tutti i dipendenti per presa visione.
    Non so rispondere

    8. A norma delle disposizioni contenute nel D.Lgs. n. 165/2001, la sanzione disciplinare applicabile al pubblico dipendente può essere ridotta?

    Si, con il consenso dell'organizzazione sindacale cui il dipendente ha aderito, ma in tal caso non è più suscettibile di impugnazione.
    Si, con il consenso del dipendente, ma in tal caso non è più suscettibile di impugnazione.
    Si, con il consenso del dipendente. Resta in ogni caso impregiudicato il diritto di impugnazione.
    No. La sanzione disciplinare deve essere applicata nella sua integrità, salvo il diritto di impugnazione da parte del dipendente.
    Non so rispondere

    9. Quale delle seguenti funzioni il Presidente del Consiglio dei Ministri può delegare ad un Ministro?

    Promozione degli adempimenti di competenza governativa conseguenti alle pronunce della Corte europea dei diritti dell'uomo emanate nei confronti dello Stato.
    Controfirma degli atti che hanno valore o forza di legge.
    Sospensione dell'adozione di atti da parte dei Ministri competenti in ordine a questioni politiche e amministrative, sottoponendoli al Consiglio dei Ministri nella riunione immediatamente successiva.
    Controfirma di ogni atto per il quale è intervenuta deliberazione del Consiglio dei Ministri.
    Non so rispondere

    10. La legge n. 59/1997 indica nella promozione dello sviluppo economico, nella valorizzazione dei sistemi produttivi e nella promozione della ricerca applicata gli interessi pubblici primari che lo Stato, le Regioni, le Province, i Comuni e gli altri enti locali assicurano nell'ambito delle rispettive competenze, nel rispetto, tra l'altro,....

    Della sanità e sicurezza pubblica, della tutela dell'ambiente e delle esigenze della salute.
    Della libera iniziativa economica e sociale e della libera iniziativa privata.
    Delle regole del "mercato" universalmente riconosciute.
    Delle convinzioni politiche e religiose e della libera iniziativa economica e sociale.
    Non so rispondere