• Accedi • Iscriviti gratis
  • Diritto Amministrativo (atti composti e atti contestuali)

    Tempo trascorso
    -

    1. É ammessa la correzione degli errori delle decisioni dei giudici amministrativi?

    Si, ove occorra correggere omissioni o errori materiali, che non implichino comunque un vizio della formazione della volontà dei giudici.
    No, in alcun caso.
    Si sempre.
    Si, ove occorra correggere omissioni o errori materiali, o errori di diritto od una omissione di pronuncia.
    Non so rispondere

    2. A norma del disposto di cui all'art. 73 del D.P.R. 445/2000 le P.A. e i loro dipendenti sono responsabili per gli atti emanati, quando l'emanazione sia conseguenza di false dichiarazioni?

    Sono esenti da responsabilità penale, salvo i casi di dolo o colpa anche lieve.
    Solo i dipendenti della P.A. sono esenti da responsabilità, salvo i casi di dolo o colpa grave.
    No, sono esenti da responsabilità disciplinare, patrimoniale e penale, salvo i casi di dolo o colpa grave.
    No, salvo il caso di grave pregiudizio di altra P.A.
    Non so rispondere

    3. Ove in materia di procedimenti amministrativi debbano essere obbligatoriamente sentiti organi consultivi questi devono emettere il proprio parere entro quarantacinque giorni dal ricevimento della richiesta. Qualora siano richiesti pareri facoltativi,....

    Essi sono tenuti entro centoventi giorni ad esprimere il parere richiesto.
    Essi sono tenuti a dare immediata comunicazione alle amministrazioni richiedenti del termine entro il quale il parere sarà reso.
    Essi sono obbligati ad esprimere il parere richiesto entro due mesi.
    Essi sono tenuti a dare immediata comunicazione alle amministrazioni richiedenti del termine entro il quale il parere sarà reso, che comunque non può superare i trenta giorni.
    Non so rispondere

    4. É corretto asserire che sui regolamenti del Consiglio regionale attinenti l'autonomia organizzativa viene esclusa ogni valutazione del merito?

    Si. La legge 127/1997 esclude ogni valutazione di merito su tutti gli atti amministrativi della Regione.
    Si, la legge 127/1997 esclude solo su tale fattispecie un controllo di merito.
    Si, la legge 127/1997 esclude ogni controllo sul merito dei soli regolamenti regionali.
    No. Tutti gli atti amministrativi della Regione sono soggetti al controllo di merito da parte del CO.RE.CO.
    Non so rispondere

    5. A norma di quanto dispone il D.Lgs. 196/2003 la diffusione di dati personali diversi da quelli sensibili e giudiziari da parte di un soggetto pubblico è ammessa?

    Si, è sempre ammessa.
    No, deve essere in ogni caso autorizzata dal Garante.
    No, è espressamente vietata dal Codice in materia di protezione dei dati personali.
    Unicamente quando è prevista da una norma di legge o di regolamento.
    Non so rispondere

    6. Ai sensi della legislazione vigente, quale dei seguenti soggetti può chiedere pareri al CNEL?

    Il Governo.
    Le amministrazioni pubbliche.
    Le organizzazioni degli imprenditori.
    Gli enti locali.
    Non so rispondere

    7. In relazione alla reciproca interdipendenza, gli atti amministrativi si distinguono in atti composti e atti contestuali.Sono atti amministrativi composti....

    Gli atti formati da più manifestazioni di volontà così strettamente unite che si considerano un solo atto, per cui il difetto di una di esse si risolve nel difetto di tutto l'atto.
    Gli atti che risultano dalla riunione di più atti autonomi in un'unica manifestazione esteriore.
    Gli atti che manifestano la volontà della P.A. unitaria ed inscindibile nei confronti di un complesso di individui unitariamente considerati.
    Gli atti formalmente unici, ma scindibili in tanti diversi provvedimenti quanti sono i destinatari.
    Non so rispondere

    8. La competenza a decidere i ricorsi per l'esecuzione di sentenze del Consiglio di Stato spetta:

    Allo stesso Consiglio di Stato, per eseguire tutte le due sentenze.
    Allo stesso Consiglio di Stato nell'ipotesi in cui la sentenza da eseguire abbia confermato la decisione del tribunale amministrativo regionale.
    Al tribunale amministrativo regionale soltanto nell'ipotesi in cui la sentenza da eseguire abbia accolto l'appello avverso la decisione dello stesso T.A.R., riformandola o annullandola.
    Allo stesso Consiglio di Stato nell'ipotesi in cui la sentenza da eseguire abbia accolto l'appello avverso la decisione del tribunale amministrativo regionale, riformandola o annullandola.
    Non so rispondere

    9. Nella concessione di servizi il concessionario acquista, tra l'altro,....

    Il diritto di organizzare e far funzionare il servizio assunto a proprio piacimento.
    Il diritto di non sottostare ai controlli della P.A.
    Il diritto di insistenza.
    La facoltà di pagare il canone.
    Non so rispondere

    10. Tra i vari principi caratterizzanti il procedimento amministrativo, quelli enunciati dalla legge n. 241/1990 dimostrano come il legislatore abbia inteso modellare l'azione amministrativa secondo principi efficientistici e manageriali tipici delle imprese private. Dispone infatti l'art. 1 della legge n. 241/1990, che l'attività amministrativa persegue i fini determinati dalla legge ed è retta dai criteri di....

    Economicità, di efficacia e di trasparenza.
    Economicità, di pubblicità e pari opportunità.
    Efficacia e pubblicità.
    Economicità, di efficacia, di pubblicità e di trasparenza.
    Non so rispondere