• Accedi • Iscriviti gratis
  • Diritto Amministrativo (atti amministrativi definitivi)

    Tempo trascorso
    -

    1. É corretto asserire che sui regolamenti del Consiglio regionale viene esclusa ogni valutazione del merito?

    No, la legge 127/1997 prevede espressamente un controllo di merito solo sui regolamenti.
    Si, la legge 127/1997 esclude ogni controllo sul merito dei soli regolamenti regionali.
    Si. La legge 127/1997 esclude ogni valutazione di merito su tutti gli atti amministrativi della Regione.
    No. Tutti gli amministrativi della Regione sono soggetti al controllo di merito da parte della Corte dei Conti.
    Non so rispondere

    2. É corretto asserire che sui regolamenti del Consiglio regionale viene esclusa ogni valutazione del merito?

    No, la legge 127/1997 prevede espressamente un controllo di merito solo sui regolamenti.
    Si, la legge 127/1997 esclude ogni controllo sul merito dei soli regolamenti regionali.
    Si. La legge 127/1997 esclude ogni valutazione di merito su tutti gli atti amministrativi della Regione.
    No. Tutti gli amministrativi della Regione sono soggetti al controllo di merito da parte della Corte dei Conti.
    Non so rispondere

    3. Il ricorso per l'ottemperanza non è ammissibile:

    Per le sentenze del giudice ordinario non passate in giudicato.
    Per i decreti ingiuntivi non opposti.
    Per le sentenze del TAR non sospese dal Consiglio di Stato.
    Per le ordinanze con cui sono state disposte dal TAR misure cautelari.
    Non so rispondere

    4. L'art. 15 del D.Lgs. 11 aprile 2006 n. 198 affida, tra l'altro, alle Consigliere e ai Consiglieri di parità, compiti di collaborazione con le Direzioni Regionali e Provinciali del Lavoro al fine di individuare....

    Sanzioni amministrative più severe per le violazioni alla normativa in materia di parità, pari opportunità e garanzie contro le discriminazioni.
    Procedure efficaci di rilevazione delle violazioni alla normativa in materia di parità, pari opportunità e garanzie contro le discriminazioni.
    I componenti delle Commissioni regionali per la vigilanza sulle violazioni alla normativa in materia di parità, pari opportunità e garanzie contro le discriminazioni.
    Gli istituti di ricerca accreditati a fornire dati sulle le violazioni alla normativa in materia di parità, pari opportunità e garanzie contro le discriminazioni.
    Non so rispondere

    5. Degli atti amministrativi si operano in dottrina varie classificazioni. Indicare quale tra quelle proposte è corretta.

    In relazione al risultato, gli atti amministrativi si distinguono in: atti ampliativi e atti restrittivi.
    In relazione alla discrezionalità, gli atti amministrativi si distinguono in: atti particolari, atti plurimi, atti collettivi e atti generali.
    In relazione all'elemento psichico di cui sono manifestazione, gli atti amministrativi si distinguono in: atti consistenti in manifestazioni di giudizio e atti plurimi.
    In relazione all'efficacia, gli atti amministrativi si distinguono in: atti collettivi e atti di amministrazione consultiva.
    Non so rispondere

    6. Nello svolgimento dei suoi compiti il responsabile del procedimento amministrativo....

    Non avendo mai la competenza per adottare direttamente il provvedimento finale, si limita a trasmettere gli atti all'organo competente per l'adozione.
    Non può esperire ispezioni od ordinare esibizioni di documenti.
    Può chiedere, in fase di istruttoria, il rilascio di dichiarazioni e la rettifica di dichiarazioni o istanze erronee o incomplete e può esperire accertamenti tecnici ed ispezioni ed ordinare esibizioni documentali.
    Può solo proporre l'indizione di conferenze di servizi, non avendo mai la competenza per indirle.
    Non so rispondere

    7. Il ricorso gerarchico improprio....

    É proponibile ad autorità che, pur non essendo quella gerarchicamente superiore rispetto all'autorità che ha emanato l'atto, è investita di un potere di generica vigilanza.
    É un ricorso ordinario impugnatorio che può essere proposto solo da organi individuali avverso deliberazioni di organi collegiali e viceversa.
    Non può essere proposto ad organi statali avverso provvedimenti di organi di vertice (Ministri).
    É un rimedio di carattere generale.
    Non so rispondere

    8. La richiesta di certificati o di atti di notorietà nei casi, in cui sussiste l'obbligo del dipendente di accettare la dichiarazione sostitutiva, costituisce, a norma del disposto di cui all'art. 74 del D.P.R. 445/2000,....

    Abuso d'ufficio, punibile a norma dell'art. 323 del c.p.
    Responsabilità disciplinare, patrimoniale nonché penale.
    Violazione dei doveri d'ufficio.
    Rifiuto di atti d'ufficio, omissione punibile a norma dell'art. 328 del c.p.
    Non so rispondere

    9. Le procedure di acquisizione dei pareri sono state oggetto di notevoli innovazioni da parte della legge n. 241/1990, al fine di accelerare il procedimento amministrativo. Ove debba essere obbligatoriamente sentito un organo consultivo, questo deve emettere il proprio parere entro quarantacinque giorni dal ricevimento della richiesta. In caso di decorrenza del termine senza che sia stato comunicato il parere o senza che l'organo adito abbia rappresentato esigenze istruttorie,....

    L'amministrazione deve procedere indipendentemente dall'acquisizione del parere.
    É obbligo dell'amministrazione richiedente interrompere il procedimento e sollecitare il parere che deve essere reso definitivamente entro quindici giorni.
    É in facoltà dell'amministrazione richiedente di procedere indipendentemente dall'acquisizione del parere.
    É obbligo dell'amministrazione richiedente interrompere il procedimento e sollecitare il parere che deve essere reso definitivamente entro sessanta giorni.
    Non so rispondere

    10. Qualora con decreto motivato e nei casi previsti espressamente dall'art. 126 della Costituzione, il Presidente della Repubblica disponga lo scioglimento di un Consiglio regionale, quale organo deve essere obbligatoriamente sentito?

    Una Commissione di deputati e di senatori costituita, per le questioni regionali, nei modi stabiliti con legge della Repubblica.
    La Conferenza Stato-Regioni, integrata da almeno dieci deputati e dieci senatori.
    Una Commissione di deputati costituita, per le questioni regionali, nei modi stabiliti con legge della Repubblica.
    Il Consiglio dei Ministri.
    Non so rispondere