• Accedi • Iscriviti gratis
  • Diritto Amministrativo (provvedimenti)

    Tempo trascorso
    -

    1. Mediante la dichiarazione sostitutiva di cui all'art. 47 del D.P.R. 445/2000....

    Si può attestare anche la conformità all'originale della copia di un atto o di un documento conservato o rilasciato da una P.A.
    Non è possibile sostituire il documento inerente i dati relativi ai bilanci e al fatturato dell'impresa.
    Si può dichiarare la situazione reddituale o economica anche ai fini della concessione dei benefici di qualsiasi tipo previsti da leggi speciali.
    Si può dichiarare di non essere l'ente destinatario di provvedimenti giudiziari che applicano le sanzioni amministrative di cui al D.Lgs. 231/2001.
    Non so rispondere

    2. I provvedimenti amministrativi bpossono essere dotati del carattere dell'esecutorietà, vale a dire che....

    Sono preordinati al conseguimento esclusivo dell'interesse definito dalla legge.
    Possono essere solo quelli previsti dall'ordinamento per contenuto o funzione.
    Non sono più suscettibili di annullamento o revoca su ricorso dell'interessato, decorsi i termini perentori.
    Nei casi e con le modalità stabiliti dalla legge le P.A. possono imporre coattivamente l'adempimento degli obblighi nei loro confronti.
    Non so rispondere

    3. Nell'esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi....

    L'esame dei documenti è oneroso.
    L'esame dei documenti è gratuito, mentre il rilascio di copia è subordinato soltanto al rimborso del costo di riproduzione e di bollo, ove dovuto, nonché al pagamento dei diritti di ricerca e di visura.
    Il rilascio di copia è subordinato soltanto al rimborso del costo di riproduzione, ma non all'imposta di bollo né al pagamento dei diritti di ricerca e di visura.
    La richiesta deve essere rivolta esclusivamente all'amministrazione che ha formato il documento.
    Non so rispondere

    4. Consacrando a livello costituzionale i principi di cui alla L. 59/1997, in quale delle seguenti materie, l'art. 117 della Costituzione attribuisce alle Regioni potestà legislativa concorrente?

    Immigrazione.
    Tutela della concorrenza e sistema valutario.
    Ricerca scientifica e tecnologica e sostegno all'innovazione per i settori produttivi.
    Rapporti tra la Repubblica e le confessioni religiose.
    Non so rispondere

    5. Il travisamento dei fatti..,..

    Costituisce figura sintomatica di vizio di legittimità dell'atto amministrativo per eccesso di potere.
    Costituisce vizio di legittimità dell'atto amministrativo per violazione di legge.
    Costituisce vizio di legittimità dell'atto amministrativo per incompetenza.
    Non costituisce vizio di legittimità dell'atto amministrativo.
    Non so rispondere

    6. Dispone l'art. 20 della legge n. 241/1990 che nei procedimenti ad istanza di parte per il rilascio di provvedimenti amministrativi il silenzio dell'amministrazione competente equivale a provvedimento di accoglimento della domanda, senza necessità di ulteriori istanze o diffide, se....

    La medesima amministrazione non indice, entro sessanta giorni dalla presentazione dell'istanza, una conferenza di servizi.
    La medesima amministrazione non comunica all'interessato, nel termine di sessanta giorni dal ricevimento della domanda, il provvedimento di diniego.
    La medesima amministrazione non comunica all'interessato, nel termine di novanta giorni dal ricevimento della domanda (salvo che non sia stabilito un termine diverso da regolamenti e disposizioni legislative), il provvedimento di diniego.
    La medesima amministrazione non interrompe il procedimento nel termine di dieci giorni dal ricevimento della domanda.
    Non so rispondere

    7. Nella legge sul procedimento amministrativo vige....

    Il divieto di interventi di carattere consultivo facoltativo.
    Il divieto di compiere accertamenti tecnici ed ispezioni.
    Il divieto di aggravare il procedimento se non per straordinarie e motivate esigenze imposte dallo svolgimento dell'istruttoria.
    Il divieto assoluto di aggravare il procedimento.
    Non so rispondere

    8. Il D.Lgs. 82/2005 prevede che in luogo del nome del titolare il certificatore può riportare sul certificato elettronico uno pseudonimo, qualificandolo come tale. Se il certificato è qualificato,....

    Il certificatore ha l'obbligo di conservare le informazioni relative alla reale identità del titolare per almeno dieci anni dopo la scadenza del certificato stesso.
    Il certificatore ha l'obbligo di conservare le informazioni relative alla reale identità del titolare per almeno cinque anni dopo la scadenza del certificato stesso.
    Il certificatore ha l'obbligo di conservare le informazioni relative alla reale identità del titolare per almeno venti anni dopo la scadenza del certificato stesso.
    Il certificatore ha l'obbligo di conservare le informazioni relative alla reale identità del titolare per almeno quindici anni dopo la scadenza del certificato stesso.
    Non so rispondere

    9. Indicare quale principio costituzionale della pubblica amministrazione è enunciato nell'art. 118 Cost.

    Il principio della tutela delle autonomie locali.
    Il principio di sussidiarietà, di adeguatezza e di differenziazione.
    Il principio dell'obbligo di tutti a concorrere alle spese pubbliche.
    Il principio della indipendenza dei giudici amministrativi.
    Non so rispondere

    10. Nei ricorsi agli organi di giustizia amministrativa aventi ad oggetto i provvedimenti relativi alle procedure di aggiudicazione, affidamento ed esecuzione di servizi pubblici e forniture:

    La parte può, al fine di ottenere la sospensione dell'esecuzione della sentenza di 1° grado, proporre appello nel termine di trenta giorni dalla pubblicazione del dispositivo, con riserva dei motivi, da proporre entro trenta giorni dalla notificazione ed entro centoventi giorni dalla comunicazione della pubblicazione della sentenza.
    Tutti i termini processuali, compresi quelli per la proposizione del ricorso, sono ridotti alla metà.
    Valgono i termini processuali ordinari, salvo quelli per la proposizione del ricorso che sono ridotti alla metà.
    La parte può, al fine di ottenere la sospensione dell'esecuzione della sentenza di 1° grado, proporre appello nel termine di trenta giorni dalla pubblicazione del dispositivo, con riserva dei motivi, da proporre entro sessanta giorni dalla notificazione ed entro sei mesi dalla comunicazione della pubblicazione della sentenza.
    Non so rispondere