• Accedi • Iscriviti gratis
  • Diritto Amministrativo (Validita' atto amministrativo)

    Tempo trascorso
    -

    1. Cosa dispone il D.P.R. 445_2000 in ordine alla rappresentanza legale?

    Se l'interessato è soggetto alla potestà dei genitori, a tutela, o a curatela, le dichiarazioni e i documenti previsti dal suddetto testo unico sono sottoscritti rispettivamente dall'interessato stesso con l'assistenza del genitore esercente la potestà, dal tutore o dal curatore.
    Se l'interessato è soggetto alla potestà dei genitori, a tutela, o a curatela, le dichiarazioni e i documenti previsti dal suddetto testo unico sono sottoscritti rispettivamente dal genitore esercente la potestà, o dall'interessato stesso con l'assistenza del tutore ovvero dal curatore.
    Se l'interessato è soggetto alla potestà dei genitori, a tutela, o a curatela, le dichiarazioni e i documenti previsti dal suddetto testo unico sono sottoscritti rispettivamente dal genitore esercente la potestà, dal tutore, o dall'interessato stesso con l'assistenza del curatore.
    Se l'interessato è soggetto alla potestà dei genitori, a tutela, o a curatela, le dichiarazioni e i documenti previsti dal suddetto testo unico sono sottoscritti dallo stesso pubblico ufficiale, previo accertamento dell'identità del dichiarante.
    Non so rispondere

    2. Secondo la teoria tradizionale, l'atto amministrativo nullo è....

    Inesecutorio.
    Sanabile.
    Convalidabile.
    Efficace ed annullabile.
    Non so rispondere

    3. L'atto amministrativo è invalido quando è difforme dalla norma giuridica che lo disciplina. In relazione alla natura della norma rispetto alla quale si verifica tale difformità, si possono individuare due categorie generali di vizi dell'atto. Se la norma è una norma giuridica....

    Il vizio conseguente sarà di merito e l'atto sarà inopportuno.
    Il vizio conseguente sarà di legittimità e l'atto sarà illegittimo.
    Il vizio conseguente sarà di legittimità e l'atto sarà inopportuno.
    Il vizio conseguente sarà di merito e l'atto sarà inesistente.
    Non so rispondere

    4. É ineseguibile l'atto amministrativo che....

    É inidoneo a produrre gli effetti giuridici propri perché non si sono ancora verificati i requisiti di efficacia.
    Non ha ancora concluso il suo ciclo di formazione.
    Non può spiegare i suoi effetti per il sopravvenire di un atto ostativo.
    Presenta un vizio alla cui presenza la legge non commina conseguenze negative per l'atto stesso.
    Non so rispondere

    5. Nell'ambito delle situazioni giuridiche soggettive di diritto amministrativo, per diritto soggettivo si intende....

    Quell'interesse riconosciuto dall'ordinamento giuridico come esclusivamente proprio del suo titolare e protetto in modo diretto ed immediato.
    Quell'interesse facente capo ad un ente esponenziale della collettività autonomamente individuabile.
    Quell'interesse individuale strettamente connesso con l'interesse pubblico, e protetto dall'ordinamento giuridico non direttamente ma solo attraverso la tutela dell'interesse pubblico cui è connesso.
    Quell'interesse comune agli appartenenti ad una formazione sociale non costituente un gruppo od una categoria omogenei.
    Non so rispondere

    6. Quando viene ritirato un precedente atto amministrativo, ampliativo delle facoltà del privato in caso di inadempimento di obblighi, mancato esercizio di facoltà o venir meno di requisiti di idoneità, si pone in essere un provvedimento di....

    Mero ritiro dell'atto amministrativo.
    Sospensione dell'atto amministrativo.
    Annullamento d'ufficio dell'atto amministrativo.
    Pronuncia di decadenza dell'atto amministrativo.
    Non so rispondere

    7. Dispone l'art. 23 del D.Lgs. 196_2003, che il trattamento di dati personali da parte di privati o di enti pubblici economici è ammesso solo con il consenso espresso dell'interessato. Tale consenso....

    Non è richiesto quando è necessario per adempiere ad un obbligo previsto dalla legge, da un regolamento o dalla normativa comunitaria.
    Non è richiesto solo quando il trattamento riguarda dati provenienti da pubblici registri, elenchi o atti.
    Non è richiesto solo nel caso in cui il trattamento sia finalizzato a scopi statistici.
    Non è richiesto solo quando è necessario per eseguire obblighi derivanti da un contratto del quale è parte l'interessato o per adempiere, prima della conclusione del contratto, a specifiche richieste dell'interessato.
    Non so rispondere

    8. Il Commissario per gli usi civici è un giudice amministrativo....

    Generale.
    Generale d'appello.
    Speciale.
    Ordinario di primo grado.
    Non so rispondere

    9. Ai sensi dell'art. 54, comma 7, del D.Lgs. n. 165_2001 e succ. mod. e integr. le Pubbliche amministrazioni....

    Devono organizzare attività di formazione del personale per la conoscenza e la corretta applicazione dei codici di comportamento.
    Devono interrogare periodicamente il personale per verificare la conoscenza e la corretta applicazione dei codici di comportamento.
    Non possono organizzare attività di formazione del personale per la conoscenza e la corretta applicazione dei codici di comportamento, essendo in conflitto d'interessi.
    Non possono organizzare attività di formazione del personale per la conoscenza e la corretta applicazione dei codici di comportamento, in quanto ciò pregiudicherebbe l'esercizio del potere disciplinare.
    Non so rispondere

    10. Il D.Lgs. 31_3_1998, n. 112, ha conferito funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli enti locali, in attuazione della L. n. 59/1997. Quale delle seguenti attività è classificata nel Titolo II "Sviluppo economico e attività produttive" di detto D.Lgs.?

    Tutela della salute.
    Gestione dei rifiuti.
    Turismo ed industria alberghiera.
    Risorse idriche.
    Non so rispondere