• Accedi • Iscriviti gratis
  • Diritto Amministrativo (il giudizio)

    Tempo trascorso
    -

    1. Nelle pronunce del G.A., in riferimento al contenuto e all'oggetto, si distingue il giudizio di cognizione, il giudizio cautelare e il giudizio di esecuzione. Il giudizio di esecuzione....

    Ha una funzione accessoria e strumentale rispetto al processo di cognizione, essendo teso all'adozione di misure preventive volte a preservare le utilità fornite dalla eventuale sentenza favorevole di cognizione da eventi che possono manifestarsi durante il corso del processo.
    Ha la funzione di assicurare anche coattivamente l'attuazione concreta della pronuncia di cognizione.
    É volto a stabilire la fondatezza della pretesa vantata dall'attore, per stabilire quale sia la volontà dell'ordinamento riguardo l'attività dell'amministrazione.
    É altresì denominato giudizio di impugnazione.
    Non so rispondere

    2. A norma del D.P.R. n. 68/2005, sono soggetti del servizio di posta elettronica certificata....

    Il mittente, il destinatario, il certificatore e il gestore del servizio.
    Il mittente, il destinatario e il gestore del servizio.
    Il mittente, il destinatario e il titolare.
    Il mittente, il certificatore, il titolare e il gestore informatico certificato.
    Non so rispondere

    3. Ai sensi dell'art. 33 del D.Lgs. n. 165/2001, è collocato in disponibilità al termine della procedura di mobilità....

    Il personale che non abbia preso servizio presso la diversa amministrazione che, secondo gli accordi intervenuti, ne avrebbe consentito la ricollocazione.
    Solo il personale che non sia possibile impiegare diversamente nell'ambito della medesima amministrazione.
    Il personale che abbia maturato l'anzianità contributiva prevista dai vigenti ordinamenti sufficiente per il conseguimento della pensione di anzianità.
    Il personale che abbia un'anzianità di servizio, maturata nell'ultima amministrazione di appartenenza, inferiore a cinque anni.
    Non so rispondere

    4. Il ricorso amministrativo al Presidente della Repubblica....

    É l'unico esempio di ricorso impugnatorio.
    É l'unico esempio di ricorso a carattere eccezionale.
    É l'unico esempio di ricorso straordinario.
    Permette di riesaminare la questione al fine di modificare o sostituire l'atto.
    Non so rispondere

    5. L'art. 11 del D.Lgs. n. 165/2001, ai fini di garantire la piena attuazione della legge n. 241/1990, detta i principi generali sull'istituzione e il funzionamento dell'Ufficio relazioni con il pubblico, disponendo tra l'altro,....

    Che gli uffici per le relazioni con il pubblico provvedano, anche mediante l'utilizzo di tecnologie informatiche, alla ricerca ed analisi finalizzate alla formulazione di proposte alla propria amministrazione sugli aspetti organizzativi e logistici del rapporto con l'utenza.
    Che, ove non sia stato istituito, ai sensi della legge n. 241/1990, il responsabile del procedimento, tale incarico formale sia affidato all'Ufficio relazioni con il pubblico.
    Che l'Ufficio relazioni con il pubblico valuti con ampia autonomia se porre a carico dell'utente ovvero a carico dell'ente le spese per le comunicazioni postali relative al rapporto d'utenza.
    Che l'Ufficio relazioni con il pubblico possa disporre l'autonomo utilizzo di qualsiasi dipendente dell'ente, tenuto conto anche dell'organico complessivo e delle unità presenti in servizio.
    Non so rispondere

    6. Il Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro....

    É l'autorità garante in materia di contratti di lavoro.
    Esprime, su richiesta del Governo, valutazioni e proposte sui più importanti documenti ed atti di politica e di programmazione economica e sociale, anche con riferimento alle politiche comunitarie.
    É organo di consulenza degli organi centrali e periferici dello Stato.
    Contribuisce all'elaborazione della legislazione che comporta indirizzi di politica economica e sociale esprimendo pareri e compiendo studi e indagini su richiesta delle autorità indipendenti o degli enti locali.
    Non so rispondere

    7. Il parere del Consiglio di stato sul ricorso straordinario al Presidente della Repubblica è vincolante ai fini della decisione?

    Si, parzialmente. Il Ministero competente, ove intenda proporre una decisione difforme dal parere del Consiglio di Stato, deve sottoporre l'affare alla deliberazione del Consiglio dei Ministri; in mancanza, la decisione del ricorso deve essere conforme al parere predetto.
    No, il Ministero competente può motivatamente adottare una decisione difforme.
    Si, la decisione del ricorso deve essere sempre conforme al parere del Consiglio di Stato.
    No, il Presidente della Repubblica può motivatamente adottare una decisione difforme.
    Non so rispondere

    8. L'atto di urgenza emanato in assenza del presupposto consentito per la legittima adozione (mancanza di urgenza)....

    Può essere convalidato.
    Non può essere convalidato.
    Può essere sanato.
    Può essere convalidato ovvero sanato.
    Non so rispondere

    9. Le disposizioni di cui al capo II del D.Lgs. n. 82/2005 concernenti i documenti informatici, le firme elettroniche, i pagamenti informatici, i libri e le scritture, si applicano anche ai privati?

    No, ai privati si applicano solo le disposizioni di cui al capo III concernenti i documenti informatici e le firme elettroniche.
    No, si applicano solo alle amministrazioni centrali dello Stato e agli enti locali.
    Si, si applicano anche ai privati ai sensi dell'art. 3 del D.P.R. n. 445/2000.
    Si applicano anche ai privati con esclusione delle disposizioni concernenti i libri e le scritture.
    Non so rispondere

    10. La legge n. 241/1990 fa obbligo alle amministrazioni procedenti di predeterminare e pubblicare, nelle forme previste dai rispettivi ordinamenti, i criteri e le modalità cui esse devono attenersi per alcuni procedimenti amministrativi. Relativamente a quali dei seguenti provvedimenti amministrativi tale obbligo trova applicazione?

    Atti normativi, amministrativi generali, di pianificazione e di programmazione.
    Concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari ed attribuzione di vantaggi economici di qualunque genere a persone ed enti pubblici e privati.
    Provvedimenti tributari ed attribuzione di vantaggi economici di qualunque genere a persone ed enti pubblici e privati.
    Atti di pianificazione e di programmazione, concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari ed atti di organizzazione del personale dipendente.
    Non so rispondere