Diritto Commerciale (art. 80 della legge fallimentare)

Tempo trascorso
-

1. A norma dell'art. 93 della legge fallimentare, la domanda di ammissione allo stato passivo del fallimento, presentata dai creditori con ricorso da depositare presso la cancelleria del tribunale almeno trenta giorni prima dell'udienza fissata per l'esame dello stato passivo medesimo, deve contenere la succinta esposizione dei fatti e degli elementi di diritto che costituiscono la ragione della domanda?

No, deve contenere solo la data in cui è sorta l'obbligazione da cui il credito deriva e l'eventuale titolo di prelazione.
No, deve contenere solo l'indicazione della procedura a cui si intende partecipare e la determinazione della somma che si intende insinuare nel passivo.
Si, lo prevede espressamente l'art. 93 della legge fallimentare.
Si, deve contenere solo la succinta esposizione dei fatti e degli elementi di diritto che costituiscono la ragione della domanda e la descrizione del bene di cui eventualmente si richiede la restituzione o rivendicazione.
Non so rispondere

2. A norma della legge fallimentare, le rimesse effettuate su un conto corrente bancario....

Non sono soggette all'azione revocatoria, purché non abbiano ridotto in maniera consistente e durevole l'esposizione debitoria del fallito nei confronti della banca.
Sono sempre soggette all'azione revocatoria, anche se non abbiano ridotto in maniera consistente e durevole l'esposizione debitoria del fallito nei confronti della banca.
Non sono soggette all'azione revocatoria, a meno che il curatore non provi che l'altra parte conosceva lo stato d'insolvenza del debitore.
Sono soggette all'azione revocatoria, salvo che l'altra parte provi che non conosceva lo stato d'insolvenza del debitore.
Non so rispondere

3. A norma della legge fallimentare, nella liquidazione coatta amministrativa, il comitato di sorveglianza è composto....

Da almeno cinque membri scelti obbligatoriamente fra i creditori, possibilmente esperti nel ramo di attività esercitato dall'impresa.
Da tre o cinque membri scelti fra persone particolarmente esperte nel ramo di attività esercitato dall'impresa, possibilmente non fra i creditori.
Da tre o cinque membri scelti fra persone particolarmente esperte nel ramo di attività esercitato dall'impresa, possibilmente fra i creditori.
Da almeno cinque membri scelti fra persone particolarmente esperte nel ramo di attività esercitato dall'impresa, obbligatoriamente non fra i creditori.
Non so rispondere

4. Secondo la legge fallimentare, il fallimento è dichiarato....

Dal tribunale del luogo dove l'imprenditore ha la residenza.
Dal presidente del tribunale del luogo dove l'imprenditore ha la sede principale dell'impresa.
Dal tribunale del luogo dove l'imprenditore esercita prevalentemente la sua attività.
Dal tribunale del luogo dove l'imprenditore ha la sede principale dell'impresa.
Non so rispondere

5. Ai sensi dell'art. 46 della legge fallimentare..,....

Sono compresi nel fallimento gli assegni aventi carattere alimentare, gli stipendi, pensioni, salari e ciò che il fallito guadagna con la sua attività, entro i limiti di quanto occorre per il mantenimento suo e della famiglia.
Dal tribunale del luogo dove l'imprenditore ha la sede principale dell'impresa.
Sono compresi nel fallimento i frutti derivanti dall'usufrutto legale sui beni dei figli, i beni costituiti in fondo patrimoniale e i frutti di essi.
Sono comprese nel fallimento le cose che non possono essere pignorate per disposizione di legge.
Non so rispondere

6. A norma della legge fallimentare, la sentenza che dichiara il fallimento.,...

Priva il fallito dell'amministrazione e della disponibilità dei suoi beni esistenti alla data di dichiarazione di fallimento.
Autorizza il fallito ad amministrare i suoi beni esistenti alla data di dichiarazione di fallimento, ma gli impedisce di disporne.
Autorizza il fallito all'amministrazione dei suoi beni esistenti alla data di dichiarazione di fallimento, ma può disporne solo previa autorizzazione del tribunale fallimentare.
Priva il fallito dell'amministrazione e della disponibilità dei suoi beni esistenti alla data di dichiarazione di fallimento, salva diversa disposizione del tribunale fallimentare.
Non so rispondere

7. A norma della legge fallimentare, il tribunale procede all'omologazione del concordato preventivo con decreto motivato comunicato al debitore e al commissario giudiziale....

Se il concordato è stato approvato dal giudice delegato su proposta del commissario giudiziale.
Qualora ritenga che i crediti possano risultare soddisfatti dal concordato in misura non inferiore rispetto alle alternative concretamente praticabili.
Se il concordato è stato approvato dai creditori che rappresentano la maggioranza dei crediti ammessi al voto e, se divisi in classi, dai creditori che rappresentano la maggioranza dei crediti nel maggior numero di classi.
Dopo aver accertato che non siano state proposte opposizioni.
Non so rispondere

8. Dispone l'art. 80 della legge fallimentare che nel contratto di locazione d'immobili, il fallimento del locatore....

Non scioglie il contratto di locazione e il curatore subentra nel contratto, salva la facoltà di esercitare entro un anno il diritto di recesso se la durata del contratto è complessivamente superiore a quattro anni dalla dichiarazione di fallimento.
Non scioglie il contratto di locazione e il curatore, sentito il parere del comitato dei creditori, subentra nel contratto.
Determina lo scioglimento del contratto ed al conduttore è corrisposto un equo indennizzo, determinato dal giudice delegato.
Determina lo scioglimento del contratto ed il conduttore è ammesso al passivo fallimentare nei limiti dell'ammontare dell'equo indennizzo determinato dal giudice delegato.
Non so rispondere

9. A norma di quanto dispone l'art. 67-bis della legge fallimentare, gli atti che incidono su un patrimonio destinato ad uno specifico affare sono revocabili....

Soltanto se pregiudicano il patrimonio della società.
Soltanto se sussiste il presupposto soggettivo della conoscenza dello stato d'insolvenza della società.
Soltanto in caso di dolo della controparte.
Se pregiudicano il patrimonio della società, purché sussista il presupposto soggettivo della conoscenza dello stato d'insolvenza della società.
Non so rispondere

10. Dispone l'art. 73 della legge fallimentare che nella vendita con riserva di proprietà, il fallimento del venditore....

Determina lo scioglimento del contratto.
Determina lo scioglimento del contratto, salvo che il curatore chieda al giudice delegato l'autorizzazione a subentrare nel contratto.
Non è causa di scioglimento del contratto.
Non è causa di scioglimento del contratto se il giudice delegato chiede al curatore l'autorizzazione a subentrare nel contratto.
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate