• Accedi • Iscriviti gratis
  • Dir. Amministrativo (provvedimenti amministrativi)

    Tempo trascorso
    -

    1. Nei procedimenti ad istanza di parte, prima della formale adozione di un provvedimento negativo, il responsabile del procedimento o l'autorità competente deve, a norma del disposto di cui all'art. 10-bis della legge n. 241/1990, ...

    Invitare gli istanti a produrre ulteriore documentazione.
    Convocare gli istanti per ascoltarli su eventuali incertezze.
    Comunicare tempestivamente le incertezze dell'amministrazione.
    Comunicare tempestivamente agli istanti i motivi che ostano all'accoglimento della domanda.
    Non so rispondere

    2. La legge n. 241/1990 ha sancito l'obbligo generale di motivazione dei provvedimenti amministrativi. Tale obbligo tuttavia non sussiste, tra l'altro,...

    Per gli atti concernenti l'organizzazione amministrativa.
    Per gli atti a contenuto generale.
    Per gli atti privi di efficacia economica.
    Per gli atti concernenti l'ordinamento del personale.
    Non so rispondere

    3. Gli organi consultivi delle P.A. sono tenuti a rendere i pareri ad essi obbligatoriamente richiesti entro quarantacinque giorni dal ricevimento della richiesta. Se l'organo adito abbia rappresentato esigenze istruttorie il termine di quarantacinque giorni....

    Può essere interrotto per una sola volta e il parere deve essere reso definitivamente entro quindici giorni dalla ricezione degli elementi istruttori da parte delle amministrazioni interessate.
    Può essere interrotto per non più di due volte e il parere deve essere reso definitivamente entro trenta giorni dalla ricezione degli elementi istruttori da parte delle amministrazioni interessate.
    Può essere prorogato per una sola volta e per un termine comunque non superiore a novanta giorni.
    Non può essere interrotto e il parere deve essere reso definitivamente entro trenta giorni dalla ricezione degli elementi istruttori da parte delle amministrazioni interessate.
    Non so rispondere

    4. Dispone l'art. 14-ter della legge n. 241/1990 in merito ai lavori della conferenza di servizi che....

    Nella prima riunione della conferenza di servizi, o comunque in quella immediatamente successiva alla trasmissione dell'istanza o del progetto definitivo, le amministrazioni che vi partecipano determinano il termine per l'adozione della decisione conclusi
    La conferenza di servizi assume le determinazioni relative all'organizzazione dei propri lavori a maggioranza computando anche le amministrazioni assenti.
    I lavori della conferenza non possono superare i centoventi giorni, salvo quanto previsto dalla stessa legge.
    Ogni amministrazione convocata partecipa alla conferenza di servizi attraverso due rappresentanti legittimati (funzionario tecnico e amministrativo), dall'organo competente, ad esprimere in modo vincolante la volontà dell'amministrazione su tutte le decis
    Non so rispondere

    5. Esiste un obbligo di motivazione degli atti amministrativi a contenuto generale?

    Si, la motivazione costituisce obbligo della pubblica amministrazione.
    L'obbligo di motivazione sussiste solo se espressamente richiesto da una delle parti interessate al procedimento.
    Si. Dispone l'art. 3 della legge n. 241 del 1990 che l'obbligo di motivazione sussiste per tutti i documenti e atti formati dalla P.A., ad accezione di quelli concernenti l'organizzazione dei pubblici concorsi.
    No, tale obbligo è espressamente escluso dall'art. 3 della legge n. 241 del 1990.
    Non so rispondere

    6. É possibile la convocazione di una conferenza di servizi su espressa richiesta di un privato cittadino?

    No, la conferenza di servizi è un momento di concertazione interno alla pubblica amministrazione, al quale il privato non partecipa in alcun modo.
    Si, la conferenza di servizi può essere convocata dall'amministrazione preposta alla tutela dell'interesse pubblico prevalente solo su richiesta del privato.
    Si, quando l'attività del privato sia subordinata ad atti di consenso, comunque denominati, di competenza di amministrazioni pubbliche diverse.
    Si, la conferenza di servizi è convocata prevalentemente dai privati cittadini.
    Non so rispondere

    7. Nell'ambito del procedimento amministrativo, quale dei seguenti soggetti, a norma dell'art. 6 della legge 7 agosto 1990, n. 241, valuta, ai fini istruttori, le condizioni di ammissibilità, i requisiti di legittimazione ed i presupposti che siano rilevanti per l'emanazione di un provvedimento?

    L'organo di vertice dell'amministrazione interessata.
    In ogni caso, l'organo competente all'adozione del provvedimento finale.
    Il responsabile del procedimento.
    Sempre il giudice amministrativo
    Non so rispondere

    8. La licenza è....

    Una figura analoga alla concessione.
    Un atto amministrativo diverso dai provvedimenti.
    Una concessione traslativa.
    Una figura analoga all'autorizzazione.
    Non so rispondere

    9. Dispone la legge n. 241/1990 che l'amministrazione deve provvedere a dare notizia dell'avvio del procedimento mediante comunicazione personale indicando l'amministrazione competente, l'oggetto del procedimento, l'ufficio e la persona responsabile, ecc. L'omissione di taluna delle comunicazioni prescritte....

    Può essere fatta valere solo dal soggetto nel cui interesse la comunicazione è prevista.
    Può essere fatta valere da qualunque soggetto purché estraneo all'amministrazione.
    Comporta la sospensione dell'avvio del procedimento.
    Può essere fatta valere solo dai soggetti portatori di interessi diffusi costituiti in associazioni o comitati.
    Non so rispondere

    10. I provvedimenti amministrativi possono essere dotati del carattere dell'esecutorietà, vale a dire che....

    Sono preordinati al conseguimento esclusivo dell'interesse definito dalla legge.
    Nei casi e con le modalità stabiliti dalla legge le P.A. possono imporre coattivamente l'adempimento degli obblighi nei loro confronti.
    Possono essere solo quelli previsti dall'ordinamento per contenuto o funzione.
    Non sono più suscettibili di annullamento o revoca su ricorso dell'interessato, decorsi i termini perentori.
    Non so rispondere