• Accedi • Iscriviti gratis
  • Dir. Amministrativo (interesse semplice)

    Tempo trascorso
    -

    1. Quale delle seguenti affermazioni riguardanti i diritti soggettivi condizionati non è corretta?

    Il loro esercizio è subordinato ad un provvedimento permissivo ovvero la P.A. può incidere sfavorevolmente su di essi comprimendoli o estinguendoli con un suo provvedimento.
    Si distinguono in diritti sospensivamente condizionati e diritti risolutivamente condizionati.
    Il loro esercizio è sempre subordinato ad autorizzazione e controllo da parte della P.A.
    Si distinguono in diritti in attesa di espansione e diritti suscettibili di affievolimento.
    Non so rispondere

    2. Le posizioni giuridiche soggettive si distinguono in attive (o di vantaggio) e passive (o di svantaggio). Tra le prime si ricomprendono...

    La soggezione e il diritto soggettivo.
    L'onere e il diritto potestativo.
    La soggezione e l'interesse legittimo.
    Il diritto potestativo e l'interesse semplice.
    Non so rispondere

    3. L'interesse legittimo...

    Si esprime in termini di posizione autonoma in quanto l'utilità sperata cui tende l'interesse del privato non dipende dalla intermediazione provvedimentale della P.A.
    Non è strettamente correlato all'esercizio del potere amministrativo.
    Non è tutelabile mediante il potere di provocare l'eliminazione dell'atto attraverso il ricorso amministrativo.
    É un interesse che si presenta non solo differenziato ma anche qualificato, in quanto preso in considerazione, insieme agli interessi pubblici e gli altri interessi privati, dalla norma attributiva del potere.
    Non so rispondere

    4. La tutela dei diritti soggettivi:

    Normalmente è rimessa al giudice ordinario e solo in casi tassativamente previsti (c.d. legislazione esclusiva) al giudice amministrativo.
    Normalmente è rimessa al giudice amministrativo e solo in casi tassativamente previsti (c.d. legislazione esclusiva) al giudice ordinario.
    É rimessa in ogni caso al giudice ordinario.
    É rimessa in ogni caso al giudice amministrativo.
    Non so rispondere

    5. Quale distinzione è stata operata dalla dottrina tradizionale tra interessi occasionalmente protetti e diritti affievoliti?

    I primi sono gli interessi materiali protetti esclusivamente in maniera indiretta tramite la soddisfazione dell'interesse collettivo, mentre i secondi sono nati per spiegare il comportamento del diritto soggettivo nel suo scontro con il potere autoritativ
    I primi sono nati per spiegare il comportamento del diritto soggettivo nel suo scontro con il potere autoritativo, mentre i secondi sono gli interessi materiali protetti esclusivamente in maniera indiretta tramite la soddisfazione dell'interesse collettiv
    Nessuna, la distinzione tra interessi occasionalmente protetti e diritti affievoliti è recentissima.
    I primi sono inerenti agli interessi del privato nel procedimento amministrativo, mentre i secondi sono nati per tutelare gli interessi relativi al contenzioso elettorale.
    Non so rispondere

    6. Come viene definito il diritto il cui esercizio è inizialmente limitato da un ostacolo giuridico, per la cui rimozione è necessario un provvedimento amministrativo che consenta al diritto di espandersi e acquistare la sua pienezza ?

    Diritto risolutivamente condizionato.
    Interesse legittimo.
    Diritto sospensivamente condizionato.
    Interesse semplice.
    Non so rispondere

    7. Quale delle seguenti affermazioni riguardanti l'interesse semplice non è corretta?

    L'interesse semplice è la pretesa all'opportunità dell'atto amministrativo da parte dei soggetti interessati all'atto stesso.
    L'interesse semplice è la pretesa alla legittimità dell'atto amministrativo emanato dalla P.A. nell'esercizio del potere discrezionale.
    A differenza del diritto soggettivo e dell'interesse legittimo, l'interesse semplice non riceve se non eccezionalmente tutela giurisdizionale.
    L'interesse semplice è anche detto interesse amministrativamente protetto.
    Non so rispondere

    8. Si può verificare l'affievolimento dei diritti soggettivi?

    Si, allorché la legge consenta alla pubblica amministrazione di limitarli, modificarli o estinguerli con provvedimenti di carattere discrezionale.
    Si, soltanto quando questo sia previsto esplicitamente dalla legge per motivi di pubblica utilità.
    Si, soltanto quando questo sia previsto esplicitamente dalla legge per motivi di pubblica necessità.
    Si, soltanto con una modifica della legge costituzionale.
    Non so rispondere

    9. Gli interessi relativi alla c.d. sfera sociale, ovvero quelli attinenti alla sfera sociale e quelli attinenti alla qualità della vita (es. tutela dei beni ambientali, protezione dei consumatori, ecc.),....

    Non sono tutelati in sede giurisdizionale.
    Costituiscono la categoria degli interessi collettivi.
    Costituiscono la categoria degli interessi diffusi.
    Possono essere tutelati solo in sede amministrativa.
    Non so rispondere

    10. La tutela di interessi collettivi interviene solo con l'esperibilità di un ricorso amministrativo?

    Si, interviene solo in sede di ricorso amministrativo.
    No, per la tutela di interessi collettivi è prevista solo la partecipazione alla formazione del procedimento amministrativo con la possibilità di ottenere l'accesso ai documenti amministrativi.
    No, la tutela di interessi collettivi interviene anche durante la formazione del procedimento amministrativo (L. n. 241/1990).
    Si, in quanto per la tutela di detti interessi non vale la regola generale del "giusto procedimento".
    Non so rispondere