• Accedi • Iscriviti gratis
  • Logica e cultura generale (quarto test)

    Tempo trascorso
    -

    1. Quale tra i seguenti è considerato il più grande negozio virtuale di libri presente in Internet? A)

    Amazon
    Alice
    Yahoo
    Google
    Arianna
    Non so rispondere

    2. In Italia quando entra in vigore un decreto legge?

    Cinque giorni dopo la pubblicazione
    Immediatamente dopo la pubblicazione
    Quindici giorni dopo la pubblicazione
    Trenta giorni dopo la pubblicazione
    Dopo la conversione in legge
    Non so rispondere

    3. In quale tra i seguenti Paesi la religione islamica è la più praticata?

    Ucraina
    Indonesia
    Guatemala
    Portogallo
    Israele
    Non so rispondere

    4. Nella forma di governo parlamentare:

    il Governo gode della fiducia del corpo elettorale
    il Governo gode della fiducia del Parlamento
    il Parlamento è politicamente irresponsabile
    il Governo gode della fiducia del Presidente della Repubblica
    il Parlamento gode della fiducia del corpo elettorale
    Non so rispondere

    5. Individuare la figura da scartare.

    4
    5
    3
    2
    1
    Non so rispondere

    6. La legge italiana prevede che il cittadino abbia assolto l'obbligo formativo:

    non c'è indicazione di età, l’obbligo è assolto alla conclusione del secondo anno di superiori
    non c'è indicazione di età, l’obbligo è assolto al conseguimento del titolo
    al compimento dei 18 anni
    al compimento dei 14 anni
    al compimento dei 16 anni
    Non so rispondere

    7. Secondo la Costituzione italiana, i privati possono istituire scuole?

    Sì, sempre e senza alcun limite
    La Costituzione non contempla alcuna norma in materia, demandandone la regolamentazione alla legge ordinaria
    No, tranne se si tratta di scuole religiose riconosciute dalle Autorità competenti
    No, mai
    Sì, purché senza oneri per lo Stato
    Non so rispondere

    8. L’obesità è una patologia in costante aumento nei Paesi occidentali che colpisce, senza distinzione, soggetti di ogni età, con un picco di incidenza nella media infanzia. Secondo l’ipotesi della Bruch (1974) l’obesità infantile si può far risalire alla relazione precoce madre-bambino, all’inadeguatezza della prima a discriminare correttamente i bisogni del piccolo, all’offerta di cibo come risposta indifferenziata ai segnali di disagio che egli esprime. Attribuendo al cibo un significato di “consolazione universale” si altereranno le successive capacità dell’individuo di discriminare correttamente gli stimoli della fame e della sazietà. Altri, invece, hanno ipotizzato la presenza di un deficit nella capacità di riconoscimento e di regolazione delle emozioni nelle madri di bambini obesi; è stata inoltre osservata una povertà comunicativa nel sistema familiare di tali bambini, che si rileva soprattutto nella difficoltà ad esprimere emozioni di tipo negativo. Da altre ricerche è emerso che è soprattutto la presenza di problematiche materne quali, ad esempio, una sintomatologia di tipo psichiatrico che può essere correlata positivamente con l’obesità infantile. Il bambino obeso viene descritto in letteratura con una struttura di personalità caratterizzata da una tendenza generalizzata alla passività e alla dipendenza dall’oggetto materno e dalla presenza di vissuti depressivi. Non è, però, chiaro se questi siano una conseguenza della negativa immagine di sé che si associa all’obesità o se non siano piuttosto una causa dello stesso comportamento alimentare. Secondo quanto riportato nel brano, tra i seguenti fattori, il problema dell'obesità infantile è dovuto principalmente:

    alla ricchezza dei Paesi occidentali
    all'incapacità dei bambini di percepire il senso di sazietà
    alla depressione latente dei bambini
    all'inadeguatezza della madre
    alla tendenza alla passività presente nei bambini
    Non so rispondere

    9. L'argomento principale del brano è: (vedi domanda n.8)

    un'aspra critica nei confronti dell'inadeguatezza delle madri
    il disagio infantile
    la comunicazione fra genitori e figli
    il forte legame esistente fra gli errori delle madri e i problemi dei figli
    la trattazione delle possibili cause dell'obesità infantile
    Non so rispondere

    10. Quale delle seguenti affermazioni è deducibile dal brano? (vedi domanda n.8)

    L’obesità del bambino comporta inevitabilmente sentimenti colpevolizzanti nei genitori
    È possibile stabilire un collegamento tra dinamiche psicologiche individuali e familiari e comportamento alimentare
    Una negativa immagine di sé e il riconoscimento nel figlio di aspetti propri indesiderati è all’origine di conflittualità e di strascichi depressivi
    Le persone depresse tendono ad attribuire al cibo un significato di “consolazione universale”
    Nella maggioranza dei casi l’obesità si riscontra sia nei genitori sia nel bambino
    Non so rispondere