Ordinamento enti locali 2022

Tempo trascorso
-

1. A norma dell'art. 31, comma 6 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., tra gli stessi enti locali:

non può essere costituito più di un consorzio
possono essere costituiti un numero massimo di due consorzi
possono essere costituiti un numero illimitato di consorzi
possono essere costituiti un numero massimo di tre consorzi
Non so rispondere

2. In riferimento alle disposizioni previste dall'art. 38 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., sono irrevocabili, non necessitano di presa d'atto e sono immediatamente efficaci le dimissioni dalla carica di:

Membro del Consiglio degli enti
Sindaco
Direttore operativo straordinario
Consigliere comunale
Non so rispondere

3. Ai sensi dell’art. 180, comma 3, lettera c) del TUEL e s.m.i. , l’ordinativo d'incasso è sottoscritto dal responsabile del servizio finanziario o da altro dipendente individuato dal regolamento di contabilità e:

non contiene la causale
contiene esclusivamente il numero progressivo
non contiene l'indicazione del debitore
contiene, tra gli altri elementi, la causale
Non so rispondere

4. Entro il termine di quanti giorni dalla chiusura dell'esercizio finanziario, il tesoriere rende all'ente locale il conto della propria gestione di cassa?

Venti giorni
Quaranta giorni
Sessanta giorni
Trenta giorni
Non so rispondere

5. Ai sensi dell'art. 235 del TUEL e s.m.i., in quali casi il revisore cessa dall'incarico?

Per dimissioni volontarie da comunicare con preavviso di almeno quarantacinque giorni e che non sono soggette ad accettazione da parte dell'ente
Per dimissioni volontarie da comunicare con preavviso di almeno quarantacinque giorni e che sono soggette ad accettazione da parte dell'ente
Per dimissioni volontarie da comunicare con preavviso di almeno trenta giorni e che non sono soggette ad accettazione da parte dell'ente
Per dimissioni volontarie da comunicare con preavviso di almeno trenta giorni e che sono soggette ad accettazione da parte dell'ente
Non so rispondere

6. L'esercizio provvisorio, secondo quanto dispone la normativa sull'ordinamento degli enti locali all'art. 163 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., è autorizzato con legge o con decreto del:

Ministro dell'Interno
Ministro della Sviluppo Economico
Ministro delle Finanze
Presidente del Consiglio dei Ministri
Non so rispondere

7. Secondo quanto disposto dall'art. 214 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., il tesoriere:

non rilascia alcuna quietanza per le somme riscosse
per ogni somma riscossa rilascia quietanza, numerata in ordine cronologico per esercizio finanziario
rilascia quietanza, numerata in ordine cronologico per esercizio finanziario, solo per le somme superiori ai 10 mila euro
rilascia quietanza, numerata in ordine cronologico per esercizio finanziario, solo per le somme superiori ai 15 mila euro
Non so rispondere

8. A norma dell'art. 67 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., gli incarichi e le funzioni conferite ad amministratori del comune, della provincia e della circoscrizione previsti da norme di legge, statuto o regolamento in ragione del mandato elettivo:

costituiscono cause di ineleggibilità o di incompatibilità
non costituiscono cause di ineleggibilità o di incompatibilità
non costituiscono cause di ineleggibilità, ma costituiscono cause di incompatibilità
costituiscono cause di ineleggibilità, ma non costituiscono di incompatibilità
Non so rispondere

9. Secondo quanto stabilito dall'art. 53, comma 4 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., lo scioglimento del consiglio comunale determina:

in ogni caso la decadenza del Sindaco, nonché della rispettiva giunta
in ogni caso la decadenza del Sindaco, ma non della rispettiva giunta
soltanto in alcuni casi la decadenza del Sindaco, nonché della rispettiva giunta
in alcun caso la decadenza del Sindaco
Non so rispondere

10. In base all’art. 37 del D.Lgs. 8 agosto 2000 n. 267 e s.m.i., il Consiglio Comunale è composto dal Sindaco e da:

46 membri, nei comuni con popolazione inferiore a 250.000 abitanti
50 membri, nei comuni con popolazione inferiore a 500.000 abitanti
60 membri, nei comuni con popolazione superiore ad un milione di abitanti
20 membri, nei comuni con popolazione superiore ad un milione di abitanti
Non so rispondere

11. Secondo i dettami del D.Lgs. n. 267/2000 e s.m.i., di quale autonomia non può godere l'ente Comune?

Autonomia presidenziale
Autonomia amministrativa
Autonomia normativa
Autonomia statutaria
Non so rispondere

12. A norma dell'art. 124 del TUEL (Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali) e s.m.i., tutte le deliberazioni degli altri enti locali (diversi da Comuni e Province) sono pubblicate mediante pubblicazione all'albo pretorio del Comune ove ha sede l'ente, per:

venti giorni consecutivi, salvo specifiche disposizioni di legge
dieci giorni consecutivi, salvo specifiche disposizioni di legge
quindici giorni consecutivi, salvo specifiche disposizioni di legge
almeno trenta giorni consecutivi, salvo specifiche disposizioni regolamentari
Non so rispondere

13. Ai sensi dell’art. 180, comma 3, lettera d) del TUEL e s.m.i., l’ordinativo d'incasso è sottoscritto dal responsabile del servizio finanziario o da altro dipendente individuato dal regolamento di contabilità e:

non contiene gli eventuali vincoli di destinazione delle entrate derivanti da legge, da trasferimenti o da prestiti
contiene, tra gli altri, gli eventuali vincoli di destinazione delle entrate derivanti da legge, da trasferimenti o da prestiti
contiene esclusivamente l'indicazione del debitore
contiene esclusivamente il numero progressivo
Non so rispondere

14. Ai sensi dell'art. 235 del TUEL e s.m.i., in quali casi il revisore cessa dall'incarico?

Per impossibilità a svolgere l'incarico a causa esclusivamente di ragioni d'incompatibilità
Per dimissioni volontarie da comunicare con preavviso di almeno trenta giorni e che non sono soggette ad accettazione da parte dell'ente
Per dimissioni volontarie da comunicare con preavviso di almeno trenta giorni e che sono soggette ad accettazione da parte dell'ente
Per scadenza del mandato
Non so rispondere

15. Ai sensi dell'art. 187, comma 2 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., la quota libera dell'avanzo di amministrazione dell'esercizio precedente può essere utilizzato con provvedimento di variazione di bilancio, per quali delle seguenti finalità?

Per il finanziamento delle spese correnti a carattere non permanente
Per il finanziamento delle spese correnti a carattere permanente
Per la copertura dei debiti di bilancio
Per l'estinzione posticipata dei prestiti
Non so rispondere

16. A norma dell'art. 225 del D.Lgs. n. 267/2000 e s.m.i., chi si occupa dell'aggiornamento e conservazione del giornale di cassa?

Il Segretario comunale
Il Dirigente
L'Assessore al ramo
Il Tesoriere
Non so rispondere

17. Con riferimento all'art. 170 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., entro il 31 luglio di ciascun anno la Giunta presenta al Consiglio:

la Nota di aggiornamento del Documento unico di programmazione
il Documento unico di programmazione per le conseguenti deliberazioni
lo schema di delibera del bilancio di previsione finanziario
il Piano esecutivo di gestione (PEG)
Non so rispondere

18. Chi, tra i seguenti organi, si vede attribuito dall'art. 50, comma 10 del D.Lgs. n. 267/2000 e s.m.i., il potere di attribuire e definire gli incarichi di collaborazione esterna del Comune?

Segretario comunale
Dirigente di primo grado
Sindaco
Giunta
Non so rispondere

19. Secondo quanto stabilito dall'art. 53, comma 3 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., le dimissioni presentate dal Sindaco diventano efficaci ed irrevocabili trascorso il termine di:

20 giorni dalla loro presentazione al consiglio
30 giorni dalla loro presentazione al consiglio
15 giorni dalla loro presentazione al consiglio
60 giorni dalla loro presentazione al consiglio
Non so rispondere

20. A norma dell'art. 39 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., in caso di inosservanza degli obblighi di convocazione del Consiglio comunale e provinciale, previa diffida, provvede il:

Prefetto
Ministro dello Sviluppo Economico
Presidente della Regione
Giudice amministrativo del territorio competente
Non so rispondere

21. A norma dell'art. 15, comma 3 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., al fine di favorire la fusione dei Comuni, oltre ai contributi della Regione, per quanti anni lo Stato eroga appositi contributi straordinari commisurati ad una quota dei trasferimenti spettanti ai singoli comuni che si fondono?

Per i dieci anni decorrenti dalla fusione stessa
Per i quindici anni decorrenti dalla fusione stessa
Per i vent'anni decorrenti dalla fusione stessa
Per i venticinque anni decorrenti dalla fusione stessa
Non so rispondere

22. Sulla base di quanto dispone l'art. 10 del D.Lgs. n. 267/2000 e s.m.i., tutti gli atti dell'amministrazione comunale sono:

privati e tracciabili solo dalla Corte dei Conti e dal Ministero, per eventuali controlli
riservati e ne è preclusa la consultazione a tutti
riservati, salvo che gli aventi diritto non rivolgano istanza di consultazione
pubblici, ad eccezione di quelli riservati per espressa indicazione di legge o per effetto di una temporanea e motivata dichiarazione del Sindaco
Non so rispondere

23. Secondo quanto stabilito dall'art. 70 del D.Lgs. n. 267/2000 e s.m.i., la decadenza dalla carica di Sindaco:

non può mai essere promossa dal Prefetto
non può essere promossa, in prima istanza, da qualsiasi cittadino elettore del Comune
può essere promossa, in prima istanza, da qualsiasi cittadino elettore del Comune
deve essere sempre promossa esclusivamente dal Prefetto
Non so rispondere

24. Ai sensi dell’art. 180, comma 3, lettera e) del TUEL e s.m.i., l’ordinativo d'incasso è sottoscritto dal responsabile del servizio finanziario o da altro dipendente individuato dal regolamento di contabilità e:

contiene il numero progressivo, il numero di telefono del debitore ed i suoi dati anagrafici
contiene esclusivamente l'indicazione del debitore
non contiene l'indicazione del titolo e della tipologia, distintamente per residui o competenza
contiene, tra gli altri, l'indicazione del titolo e della tipologia, distintamente per residui o competenza
Non so rispondere

25. Ai sensi dell’art. 225, comma 1 del TUEL e s.m.i., il tesoriere è tenuto nel corso dell’esercizio a:

non aggiornare e conservare il giornale di cassa
conservare per almeno tre anni le rilevazioni di cassa previste dalla legge
conservare per almeno un anno le rilevazioni di cassa previste dalla legge
conservare per almeno cinque anni le rilevazioni di cassa previste dalla legge
Non so rispondere

26. Ai sensi dell'art. 187, comma 2 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., la quota libera dell'avanzo di amministrazione dell'esercizio precedente può essere utilizzato con provvedimento di variazione di bilancio, per quali delle seguenti finalità?

Per il finanziamento delle spese correnti a carattere permanente
Per l'estinzione anticipata dei prestiti
Per la copertura dei debiti di bilancio
Per l'estinzione posticipata dei prestiti
Non so rispondere

27. Con riferimento all'art. 166 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., nella missione "Fondi e Accantonamenti", all'interno del programma "Fondo di Riserva", gli enti locali iscrivono un fondo di riserva:

non inferiore allo 0,30 e non superiore al 2 per cento del totale delle spese correnti di competenza inizialmente previste in bilancio
inferiore allo 0,30 e non superiore al 2 per cento del totale delle spese correnti di competenza inizialmente previste in bilancio
non inferiore allo 0,30 e superiore al 2 per cento del totale delle spese correnti di competenza inizialmente previste in bilancio
non inferiore allo 0,20 e non superiore al 3 per cento del totale delle spese correnti di competenza inizialmente previste in bilancio
Non so rispondere

28. Secondo l’art. 183 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., gli impegni di spesa sono assunti:

nei limiti dei rispettivi stanziamenti di competenza del bilancio di previsione, con imputazione agli esercizi in cui le obbligazioni passive sono esigibili
a prescindere dai limiti dei rispettivi stanziamenti di competenza del bilancio di previsione, con imputazione agli esercizi in cui le obbligazioni passive sono esigibili
nei limiti dei rispettivi stanziamenti di competenza del bilancio di previsione, senza imputazione agli esercizi in cui le obbligazioni passive sono esigibili
a prescindere dai limiti dei rispettivi stanziamenti di competenza del bilancio di previsione, senza imputazione agli esercizi in cui le obbligazioni passive sono esigibili
Non so rispondere

29. A norma dell'art. 14 del D.Lgs. n. 267/2000 e s.m.i., primo comma, il Comune gestisce i servizi:

elettorali, di stato civile, di anagrafe, di leva militare, ma non quelli di statistica
elettorali, di anagrafe, di leva militare e di statistica, ma non quelli di stato civile
elettorali, di stato civile, di anagrafe, di leva militare e di statistica
di polizia urbana, assunzione del personale scolastico e di geolocalizzazione statistica
Non so rispondere

30. A norma dell'art. 46 del D.Lgs. n. 267/2000 e s.m.i., il Sindaco:

può revocare uno o più assessori, dandone motivata comunicazione al consiglio
non ha facoltà di revocare gli assessori
può revocare un numero massimo di due assessori, dandone motivata comunicazione al consiglio
può dimettersi a causa di un voto contrario da parte di un assessore
Non so rispondere

31. In prima votazione, quale maggioranza dei Consiglieri assegnati è necessaria per approvare lo Statuto?

I due terzi dei consiglieri assegnati
La maggioranza assoluta dei consiglieri assegnati
L'unanimità dei consiglieri assegnati
I quattro quinti dei consiglieri assegnati
Non so rispondere

32. A norma dell'art. 43 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., il sindaco o il presidente della provincia o gli assessori da essi delegati rispondono alle interrogazioni e ad ogni altra istanza di sindacato ispettivo presentata dai consiglieri, entro il termine di:

15 giorni
20 giorni
30 giorni
10 giorni
Non so rispondere

33. Sono organi di governo del Comune (art. 36 del TUEL e s.m.i.):

il Consiglio, la Giunta, il Sindaco e le Commissioni consiliari
il Consiglio, la Giunta, il Sindaco
il Sindaco, gli Assessori e i Dirigenti
il Sindaco, gli Uffici amministrativi e la Commissione di Giunta
Non so rispondere

34. Ai sensi dell’art. 180, comma 3), lettera f) del TUEL e s.m.i., l’ordinativo d'incasso è sottoscritto dal responsabile del servizio finanziario o da altro dipendente individuato dal regolamento di contabilità e:

contiene esclusivamente l'indicazione del debitore
contiene il numero progressivo, il numero di telefono del debitore ed i suoi dati anagrafici
contiene, tra gli altri elementi, la codifica di bilancio
non contiene la codifica di bilancio
Non so rispondere

35. Ai sensi dell’art. 159 del TUEL e s.m.i., non sono soggette ad esecuzione forzata, a pena di nullità rilevabile anche d'ufficio dal giudice, le somme di competenza degli enti locali destinate a:

pagamento delle rate di mutui e di prestiti obbligazionari scadenti nel semestre in corso
pagamento delle retribuzioni al personale dipendente e dei conseguenti oneri previdenziali per i sei mesi successivi
espletamento dei lavori indispensabili
espletamento dei servizi locali inessenziali
Non so rispondere

36. A norma dell'art. 197, comma 2 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., il controllo di gestione si articola in almeno:

due fasi
tre fasi
quattro fasi
cinque fasi
Non so rispondere

37. Secondo l’art. 239, comma 1, lettera c) del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., l’organo di revisione svolge le funzioni di vigilanza utilizzando anche:

prassi elaborate dalla Corte dei conti
la diligenza del buon padre di famiglia
prassi elaborate dalle Camere di Commercio
motivate tecniche di campionamento
Non so rispondere

38. A norma dell'art. 233-bis del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., quali sono gli enti locali che sono obbligati a redigere il bilancio consolidato?

Gli enti con popolazione superiore ai 5.000 abitanti, per gli altri è facoltativo
Tutti
Gli enti con popolazione superiore ai 6.000 abitanti, per gli altri è facoltativo
Solo gli enti in disavanzo
Non so rispondere

39. Secondo quanto stabilito dall'art. 50 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., le ordinanze contingibili e urgenti sono adottate dal Sindaco, in relazione all'urgente necessità di interventi volti a superare situazioni di:

grave incuria o degrado del territorio, dell’ambiente e del patrimonio culturale o di pregiudizio del decoro e della vivibilità urbana
grave incuria o degrado del territorio, dell’ambiente e del patrimonio culturale o di pregiudizio del decoro, ma non della vivibilità urbana
pregiudizio del decoro e della vivibilità urbana, ma non di grave incuria o degrado del territorio, dell’ambiente e del patrimonio culturale
pregiudizio del decoro e della vivibilità urbana, di grave incuria o degrado del territorio e dell’ambiente, ma non del patrimonio culturale
Non so rispondere

40. Da quanto riportato nell'art. 6 del D.Lgs. n. 267/2000 e s.m.i., lo statuto comunale entra in vigore dopo quanti giorni dalla sua affissione all’albo pretorio dell'ente?

25 giorni
30 giorni
35 giorni
60 giorni
Non so rispondere

41. A norma dell'art. 39 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., il Presidente del consiglio comunale è tenuto a riunire il consiglio, in un termine non superiore ai:

dieci giorni, quando lo richiedano un quinto dei consiglieri o il Sindaco
venti giorni, quando lo richiedano due terzi dei consiglieri o il Sindaco
venti giorni, quando lo richiedano un quinto dei consiglieri o il Sindaco
dieci giorni, quando lo richiedano due terzi dei consiglieri o il Sindaco
Non so rispondere

42. Nei Comuni chi nomina i componenti della Giunta (art. 46 del TUEL e s.m.i.)?

Il Segretario comunale
I Dirigenti
Il Sindaco
Il Consiglio comunale
Non so rispondere

43. A norma dell'art. 114 del TUEL (Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali) e s.m.i., l'azienda speciale è:

ente strumentale dell'ente locale dotato di personalità giuridica, di autonomia imprenditoriale e di proprio Statuto, approvato dal Consiglio comunale o provinciale
ente locale dotato di personalità giuridica e di autonomia imprenditoriale, ma privo di proprio Statuto
ente strumentale dell'ente locale non dotato di personalità giuridica, di autonomia imprenditoriale e di proprio Statuto
ente nazionale con personalità giuridica settoriale, distinta dall'azienda ordinaria comunale di supporto giuridico
Non so rispondere

44. Ai sensi dell’art. 180, comma 3, lettera g) del TUEL e s.m.i., l’ordinativo d'incasso è sottoscritto dal responsabile del servizio finanziario o da altro dipendente individuato dal regolamento di contabilità e:

non contiene il numero progressivo
contiene, tra gli altri elementi, il numero progressivo
contiene esclusivamente l'ammontare della somma da riscuotere
contiene esclusivamente l'indicazione del debitore
Non so rispondere

45. Alla luce dell'art. 179 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., la fase dell'entrata nella quale l'amministrazione verifica il credito e individua il debitore è definita:

ordinazione
riscossione
versamento
accertamento
Non so rispondere

46. Ai sensi dell’art. 194, comma 2 del TUEL e s.m.i., per il pagamento, l'ente può provvedere anche mediante un piano di rateizzazione, della durata di:

due anni finanziari compreso quello in corso, convenuto con i creditori
tre anni finanziari compreso quello in corso, convenuto con i creditori
quattro anni finanziari compreso quello in corso, convenuto con i creditori
cinque anni finanziari compreso quello in corso, convenuto con i creditori
Non so rispondere

47. Ai sensi dell'art. 205 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., un ente locale può attivare un prestito obbligazionario?

Sì, nelle forme consentite dalla legge
Solo per il tramite della Ragioneria Generale dello Stato
Solo in caso di dichiarazione di stato di emergenza
No, mai
Non so rispondere

48. In base all'art. 229 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., il conto economico degli enti locali evidenzia:

i componenti positivi e negativi della gestione di competenza economica dell’esercizio considerato, rilevati dalla contabilità economico-patrimoniale
le previsioni dei ricavi conseguibili nell’esercizio successivo
le previsioni dei costi da sostenere nell’esercizio successivo
i componenti positivi e negativi della gestione di competenza economica dell’esercizio considerato, rilevati esclusivamente dalla contabilità finanziaria
Non so rispondere

49. Secondo quanto stabilito dall'art. 51, comma 2 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., il Sindaco:

è, allo scadere del secondo mandato consecutivo, immediatamente rieleggibile alla medesima caric
non è, allo scadere del terzo mandato consecutivo, immediatamente rieleggibile alla medesima carica
è, allo scadere del terzo mandato consecutivo, immediatamente rieleggibile alla medesima carica
non è, allo scadere del secondo mandato consecutivo, immediatamente rieleggibile alla medesima carica
Non so rispondere

50. Secondo quanto stabilito dall'art. 50, comma 10 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., il sindaco e il presidente della provincia

nominano i responsabili degli uffici e dei servizi, ma non attribuiscono e non definiscono gli incarichi dirigenziali e quelli di collaborazione esterna
nominano i responsabili degli uffici e dei servizi, attribuiscono e definiscono gli incarichi dirigenziali e quelli di collaborazione esterna
attribuiscono e definiscono gli incarichi dirigenziali e quelli di collaborazione esterna, ma non nominano i responsabili degli uffici e dei servizi
non nominano i responsabili degli uffici e dei servizi, né attribuiscono o definiscono gli incarichi dirigenziali e quelli di collaborazione esterna
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate