70 domande istruttore amministrativo

Tempo trascorso
-

1. A norma del disposto di cui all'art. 45 del D.Lgs. n. 33/2013 quale organo controlla l'esatto adempimento degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente, esercitando poteri ispettivi mediante richiesta di notizie, informazioni, atti e documenti alle amministrazioni pubbliche?

Anac.
Corte dei conti.
OIV.
Non so rispondere

2. A norma di quanto dispone l’art. 140-bis del D.Lgs. 196/2003, inserito dal D.Lgs. n. 101/2018, qualora l’interessato ritenga che i diritti di cui gode sulla base della normativa in materia di protezione dei dati personali siano stati violati può proporre:

Solo reclamo al Garante.
Solo ricorso dinanzi all'autorità giudiziaria.
Reclamo al Garante o ricorso dinanzi all'autorità giudiziaria.
Non so rispondere

3. A norma di quanto prevede il D.Lgs. n. 33/2013 esiste un obbligo per le pubbliche amministrazioni di pubblicare nel sito istituzionale le informazioni identificative degli immobili detenuti?

Si, senza indicazione dei canoni di locazione o di affitto versati o percepiti.
Si, nonché i canoni di locazione o di affitto versati o percepiti.
No
Non so rispondere

4. A seguito della riforma del legislatore del 2009 i servizi di controllo interno di cui al D.Lgs. 286/1999 sono sostituiti (art. 14, D.Lgs. n. 150/2009):

Dall'organo di indirizzo politico-amministrativo di ciascuna p.a.
Dall'Organismo indipendente di valutazione della performance.
Dal Dipartimento della Funzione Pubblica.
Non so rispondere

5. Ai sensi dell'art. 5, D.Lgs. n. 33/2013, il rilascio di dati o documenti in formato elettronico o cartaceo:

È sempre a titolo oneroso.
È di norma gratuito, salvo che l'amministrazione non disponga diversamente.
È gratuito, salvo il rimborso del costo effettivamente sostenuto e documentato dall'amministrazione per la riproduzione su supporti materiali.
Non so rispondere

6. Ciascun atto amministrativo presenta una struttura formale generalmente composta da intestazione, preambolo, motivazione, dispositivo, luogo, data e sottoscrizione. La motivazione consiste in:

Una parte descrittiva e una parte valutativa.
Una parte comparativa e una parte valutativa.
Una parte legislativa e una parte comparativa.
Non so rispondere

7. Con riferimento agli strumenti per premiare il merito previsti dal D.Lgs. n. 150/2009 l'attribuzione dei posti riservati al personale interno, attraverso i concorsi pubblici, è finalizzata:

A facilitare l'avanzamento di carriera dei dipendenti della amministrazioni.
Far accrescere la professionalità dei dipendenti delle amministrazioni.
A riconoscere e valorizzare le competenze professionali sviluppate dai dipendenti, in relazione alle specifiche esigenze delle amministrazioni.
Non so rispondere

8. Con riferimento ai caratteri propri dei provvedimenti amministrativi l'"unilateralità":

Indica che i provvedimenti sono definiti nei loro elementi costitutivi dalla legge.
Segnala che il provvedimento non ha bisogno del concorso della volontà dei destinatari per esistere.
Sottolinea che essi sono solo quelli previsti dal legislatore.
Non so rispondere

9. Con riferimento alla fonti del diritto, le consuetudini:

Sono norme dirette soltanto a coloro che fanno parte di una determinata amministrazione, in quanto si tratta di disposizioni volte a regolare il funzionamento dei propri uffici e le modalità di svolgimento della propria attività.
Sono fonti scritte del diritto.
Sono fonti non scritte che consistono nella ripetizione di un comportamento da parte di una generalità di persone, con la convinzione di ottemperare ad una prescrizione giuridica.
Non so rispondere

10. Con riferimento alle principali fasi del procedimento amministrativo si individui, per la fase dell'iniziativa, l'affermazione corretta.

Deve necessariamente assumere la veste di istanza.
Può assumere, nel caso di iniziativa d'ufficio, la veste di proposta.
Quanto a competenza spetta sempre alla stessa autorità cui compete l'adozione del provvedimento finale.
Non so rispondere

11. A chi affida, l'art. 6 della legge n. 241/1990, il compito di curare le pubblicazioni previste dalle leggi e dai regolamenti?

Al responsabile del procedimento individuato dal dirigente dell'unità organizzativa cui il procedimento fa capo.
In ogni caso al dirigente dell'unità organizzativa cui il procedimento fa capo.
All'organo di vertice o all'organo politico dell'amministrazione in base all'organizzazione della stessa.
Non so rispondere

12. A norma di quanto dispone l'art. 10 della legge n. 241/1990 quali diritti sono riconosciuti ai destinatari del provvedimento finale?

Diritto di presentare memorie scritte e documenti ma non diritto di prendere visione degli atti del procedimento.
Diritto di prendere visione degli atti del procedimento ma non di presentare memorie scritte e documenti.
Diritto di prendere visione degli atti del procedimento e diritto di presentare memorie scritte e documenti.
Non so rispondere

13. A norma di quanto dispone l'art. 29 della legge n. 241/1990, le disposizioni della stessa legge concernenti l'obbligo per la pubblica amministrazione di concludere il procedimento entro il termine prefissato:

Sono espressione della potestà legislativa concorrente delle Regioni.
Sono espressione della potestà regolamentare degli enti locali.
Sono espressione della potestà legislativa esclusiva dello Stato in quanto attengono ai livelli essenziali delle prestazioni di cui all'art. 117, comma 2, lett. m), della Costituzione.
Non so rispondere

14. Ai fini dell'istituto del diritto di accesso ai documenti amministrativi, disciplinato dal Capo V della l. n. 241/1990, si distingue "interessati" e "controinteressati". Per "controinteressati" si intende:

Tutti i soggetti, individuati o facilmente individuabili in base alla natura del documento richiesto, che dall'esercizio dell'accesso vedrebbero pregiudicato il loro diritto alla riservatezza.
Tutti i soggetti che a qualsiasi titolo sono nominati nel documento amministrativo di cui si richiede l'accesso.
Tutti i soggetti privati, esclusi i portatori di interessi pubblici o diffusi, che abbiano un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l'accesso.
Non so rispondere

15. Ai sensi dell'art. 14 bis comma 2 della l. 241/1990, la conferenza è indetta dall'amministrazione procedente entro:

Sette giorni lavorativi dall'inizio del procedimento d'ufficio o dal ricevimento della domanda.
Dieci giorni lavorativi dall'inizio del procedimento d'ufficio o dal ricevimento della domanda.
Cinque giorni lavorativi dall'inizio del procedimento d'ufficio o dal ricevimento della domanda.
Non so rispondere

16. Ai sensi dell'art. 25, Legge n. 241/1990, contro le determinazioni amministrative concernenti il diritto di accesso ai documenti amministrativi è dato ricorso:

Al T.A.R. nel termine di 90 giorni.
Al Consiglio dei stato nel termine di 120 giorni.
Al T.A.R. nel termine di 30 giorni.
Non so rispondere

17. La legge sul Procedimento Amministrativo ha sancito l'obbligo generale di motivazione dei provvedimenti amministrativi. Tale obbligo tuttavia non sussiste:

solo per gli atti concernenti l'organizzazione amministrativa
solo per gli atti concernenti lo svolgimento dei pubblici concorsi
tra l'altro per gli atti normativi
Non so rispondere

18. Generalmente la struttura formale di un provvedimento amministrativo si compone di più elementi. Nello specifico, il dispositivo del provvedimento amministrativo cosa costituisce?

La parte precettiva dell'atto
La parte descrittiva dell'atto
Il preambolo dell'atto
Non so rispondere

19. L'atto mediante il quale la P.A. conferisce ad un soggetto nuovi diritti si definisce:

autorizzazione
licenza
concessione
Non so rispondere

20. Secondo quanto sancito dalla L. 241/1990, l'obbligo di conclusione del Procedimento Amministrativo sussiste:

esclusivamente quando il Procedimento debba essere iniziato d'ufficio
sia quando il Procedimento consegua obbligatoriamente ad istanza, sia quando debba essere iniziato d'ufficio
esclusivamente quando il Procedimento consegua ad istanza
Non so rispondere

21. A norma della L. 241/1990, l'Unità Organizzativa responsabile del Procedimento è determinata:

esclusivamente per legge
solo per statuto dell'ente locale
per legge o per regolamento ovvero da ciascuna Pubblica Amministrazione
Non so rispondere

22. A norma di quanto dispone l'art. 127 della Costituzione una Regione può promuovere la questione di legittimità costituzionale di una legge dello Stato?

Si, quando ritenga che essa possa ledere la sua sfera di competenza.
No, il citato articolo lo esclude espressamente.
Si, e può anche promuovere la questione di merito.
Non so rispondere

23. A quale organo l'art. 123 della Costituzione attribuisce il compito di approvare lo Statuto regionale?

Consiglio regionale.
Giunta regionale.
Governo.
Non so rispondere

24. In ambito regionale, qual è l'organo esecutivo della Regione?

Consiglio regionale.
Presidente della Regione.
Giunta regionale.
Non so rispondere

25. In quale delle seguenti materie, l'art. 117 della Costituzione attribuisce alle Regioni potestà legislativa concorrente?

Immigrazione.
Valorizzazione dei beni culturali e ambientali.
Tutela della concorrenza e sistema valutario.
Non so rispondere

26. A norma di quanto dispone l'art. 119 della Costituzione le Regioni devono concorrere ad assicurare l'osservanza dei vincoli economici e finanziari derivanti dall'ordinamento dell'Unione europea?

No, devono concorrere ad assicurare l'osservanza dei vincoli economici e finanziari i Comuni e le Province.
Si, devono concorrere ad assicurare l'osservanza dei vincoli economici e finanziari solo i Comuni e le Regioni.
Si, devono concorrere ad assicurare l'osservanza dei vincoli economici e finanziari Comuni, Province, le Città metropolitane e le Regioni.
Non so rispondere

27. In Regione è istituito un "Collegio dei revisori dei conti" i cui membri sono estratti a sorte all’interno degli elenchi al cui interno fanno parte esperti di comprovata esperienza e professionalità in materia di contabilità finanziaria. Quanti sono i componenti e quanto durano?

Essi sono tre e durano per tutta la legislatura.
Essi sono tre e durano dieci anni, salvo il periodo di prorogatio.
Essi sono cinque e durano tre anni, salvo una sola proroga per non più di tre anni.
Non so rispondere

28. Al pari della L. 241/90, lo Statuto della Regione Campania disciplina le attività amministrative svolte dalla Regione, conformando la propria attività al rispetto dei principi di:

Buon andamento e imparzialità
Rotazione degli incarichi dirigenziali, al fine di garantire la parità di trattamento.
Non concorrenza tra gli operatori economici, al fine di garantire la parità sociale.
Non so rispondere

29. Lo Statuto della Regione Campania scinde le fasi di emanazione ed approvazione dei Regolamenti regionali. A chi spetta il potere dell'emanazione?

Al Presidente della Giunta Regionale, con Delibera di Giunta Regionale.
Al Presidente del Consiglio Regionale, con Delibera di Consiglio Regionale.
Al Presidente della Consulta delle Autonomie, con Delibera di Consiglio Regionale.
Non so rispondere

30. Lo Statuto della Regione Campania prevede il gradimento espresso dal Consiglio Regionale sulle nomine di competenza del Presidente della Giunta. Entro quanto tempo deve essere espresso?

Il Consiglio regionale esprime il gradimento entro trenta giorni dalla richiesta, trascorso il quale si intende espresso in modo positivo.
Il Presidente del Consiglio, a nome del Consiglio regionale, esprime il parere nella prima seduta di Consiglio Regionale successiva alla nomina effettuata dal Presidente della Giunta.
Il Consiglio Regionale esprime il parere nella prima seduta di Consiglio Regionale successiva alla nomina effettuata dal Presidente della Giunta con delibera
Non so rispondere

31. Lo Statuto della Regione Campania prevede procedimenti abbreviati per i progetti di legge proposti dal Consiglio?

Si, quando a richiederlo è espressamente il Presidente della Regione, sentita la Giunta Regionale
No, il procedimento legislativo è sempre ordinario e segue l'iter temporale previsto.
Si, quando il Consiglio ne dichiara l'urgenza.
Non so rispondere

32. La Regione, al fine di garantire la più ampia partecipazione del cittadino, riconosce l'istituto del referendum abrogativo, che può essere totale o parziale di una legge regionale. Da chi può essere richiesto?

Non oltre settantamila elettori residenti nel territorio della Regione, salvo un numero maggiore definito nella legge regionale.
Diecimila elettori residenti nel territorio della Regione.
Tre consigli di Comunità montane.
Non so rispondere

33. All’interno della Giunta Regionale è istituito l’OIV che in linea con il dettato legislativo contenuto nell’alveo del D.Lgs. 150/2009 e della L. 190/2012 assolve ad una serie di compiti. Quale tra quelli indicati di seguito non rientra nelle competenze dell’OIV?

La proposta, sulla base del Sistema di misurazione e valutazione della performance, di valutazione annuale dei dirigenti di vertice e di attribuzione ad essi dei premi.
L’approvazione del Piano delle Performance triennale.
La validazione della Relazione sulla performance.
Non so rispondere

34. Nell’ambito del "Ciclo della Performance", al fine di garantire il miglioramento dei servizi e la maggiore produttività, il Presidente della Giunta Regionale:

approva il Piano delle Performance entro il 31 gennaio.
adotta il sistema di misurazione e valutazione della performance organizzativa ed individuale.
emana le direttive generali contenenti gli indirizzi strategici della Regione.
Non so rispondere

35. Ai sensi dell'art. 2 del Regolamento regionale del 15 dicembre 2011, n. 12:

l'organizzazione amministrativa della Giunta regionale è volta ad assicurare l'unitarietà dell'indirizzo politico-amministrativo, la funzionalità, l'efficacia, l'efficienza e l'economicità dell'azione amministrativa.
l'organizzazione amministrativa del Consiglio regionale è volta ad assicurare l'unitarietà dell'indirizzo politico-amministrativo, la funzionalità, l'efficacia, l'efficienza e l'economicità dell'azione amministrativa
l'organizzazione amministrativa delle società partecipate è volta ad assicurare l'unitarietà dell'indirizzo politico-amministrativo, la funzionalità, l'efficacia, l'efficienza e l'economicità dell'azione amministrativa.
Non so rispondere

36. L'Avvocatura regionale, ai sensi del Regolamento regionale del 15 dicembre 2011, n. 12:

rappresenta e difende sempre gli enti regionali, esclusi quelli del servizio sanitario.
rappresenta e difende sempre gli enti regionali, anche del servizio sanitario.
in base ad apposite convenzioni e su direttiva del Presidente della Giunta regionale, rappresenta e difende gli enti regionali, anche del servizio sanitario.
Non so rispondere

37. Il Presidente della Giunta regionale, ai sensi dell'art. 38 del Regolamento regionale del 15 dicembre 2011, n. 12:

impartisce le direttive per il funzionamento delle strutture della Giunta regionale.
autorizza il tesoriere d eseguire i provvedimenti di pagamento adottati dai dirigenti.
è responsabile per le sanzioni disciplinari nei confronti dei dipendenti che violano il codice di comportamento.
Non so rispondere

38. In base al Regolamento regionale del 15 dicembre 2011, n. 12, gli atti di competenza dei Dirigenti possono essere avocati dagli Organi di governo?

Si, nel rispetto della divisione dei poteri tra organo politico ed organo gestionale è ammesso il potere di avocazione dell'organo di governo.
Si è ammesso il potere di avocazione nei casi di urgenza, ma non in caso in riforma o revoca di un provvedimento.
No, non è prevista alcuna forma di avocazione, riforma o revoca.
Non so rispondere

39. Nell’ambito del "Ciclo della Performance", il Presidente della Giunta Regionale:

approva il Piano delle Performance entro il 31 gennaio.
adotta il sistema di misurazione e valutazione della performance organizzativa ed individuale.
emana le direttive generali contenenti gli indirizzi strategici della Regione.
Non so rispondere

40. Ai sensi del Regolamento regionale del 15 dicembre 2011, n. 12, il direttore generale:

ai fini della regolarità contabile e amministrativa, istruisce e firma le proposte di deliberazione che il Presidente della Giunta regionale o gli assessori delegati intendono sottoporre alla Giunta regionale.
ai fini della condivisione politico-strategica, istruisce e firma le proposte di deliberazione che il Presidente della Giunta regionale o gli assessori delegati intendono sottoporre alla Giunta regionale
ai fini della regolarità contabile e amministrativa, istruisce ma non firma le proposte di deliberazione che il Presidente della Giunta regionale o gli assessori delegati intendono sottoporre alla Giunta regionale.
Non so rispondere

41. Ai sensi del Regolamento regionale del 15 dicembre 2011, n. 12, le unità operative dirigenziali:

sono le strutture amministrative di livello dirigenziale in cui si articolano le direzioni generali e gli uffici speciali.
sono le strutture amministrative di livello non dirigenziale in cui si articolano le direzioni generali e gli uffici speciali
sono le strutture amministrative di livello non dirigenziale in cui si articolano le strutture di staff.
Non so rispondere

42. Nei confronti dei responsabili di unità operativa dirigenziale, ai sensi dell'art. 38 del Regolamento regionale del 15 dicembre 2011, n. 12:

il controllo sostituivo è esercitato, previa diffida ad adempiere, direttamente dal dirigente di livello funzionale superiore.
il controllo sostituivo è esercitato, previa diffida ad adempiere, direttamente dal dirigente di unità operativa dirigenziale.
il controllo sostituivo è esercitato, previa diffida ad adempiere, direttamente dall'assessore al personale.
Non so rispondere

43. Quali tra i seguenti uffici non rientra tra quelli speciali indicati nell’alveo dell’art. 29 dell’Ordinamento Regionale?

L'Avvocatura regionale
Grandi Opere
La direzione generale per le risorse umane.
Non so rispondere

44. Ai sensi del Regolamento regionale del 15 dicembre 2011, n. 12, è un ufficio speciale:

il gabinetto del Presidente della Giunta regionale.
il ciclo integrato delle acque reflue.
l'Ufficio Speciale per la crescita e la transizione digitale.
Non so rispondere

45. A norma del disposto di cui all'art. 15 del D.Lgs. n. 150/2009 chi definisce in collaborazione con i vertici dell'amministrazione il Piano della performance?

L'organo di indirizzo politico-amministrativo di ciascuna amministrazione.
L'Organismo indipendente di valutazione della performance (OIV).
I dirigenti degli uffici dirigenziali generali di ciascuna amministrazione.
Non so rispondere

46. A norma del disposto di cui all'art. 45 del D.Lgs. n. 33/2013 quale organo controlla l'operato dei responsabili per la trasparenza a cui può chiedere il rendiconto sui risultati del controllo svolto all'interno delle amministrazioni?

OIV.
Anac.
Corte dei conti.
Non so rispondere

47. A norma di quanto dispone l'art. 17, del D.Lgs. n. 33/2013, le P.A. devono pubblicare i dati relativi al personale con rapporto di lavoro non a tempo indeterminato?

Si, lo prevede espressamente il citato articolo, compreso il personale assegnato agli uffici di diretta collaborazione con gli organi di indirizzo politico.
Si, lo prevede espressamente il citato articolo, escluso il personale assegnato agli uffici di diretta collaborazione con gli organi di indirizzo politico.
No, il citato articolo prevede l'obbligo di pubblicazione dei dati relativi al solo personale con rapporto di lavoro a tempo indeterminato
Non so rispondere

48. A norma di quanto prevede il D.Lgs. n. 33/2013 esiste un obbligo per le pubbliche amministrazioni di pubblicare nel sito istituzionale le informazioni identificative degli immobili posseduti?

Si, nonché i canoni di locazione o di affitto versati o percepiti
No
Si, senza indicazione dei canoni di locazione o di affitto versati o percepiti.
Non so rispondere

49. A seguito della riforma del legislatore del 2009 i servizi di controllo strategico di cui al D.Lgs. 286/1999 sono sostituiti (art. 14, D.Lgs. n. 150/2009):

Dall'organo di indirizzo politico-amministrativo di ciascuna p.a.
Dal Dipartimento della Funzione Pubblica.
Dall'Organismo indipendente di valutazione della performance.
Non so rispondere

50. Ai sensi dell'art. 5, D.Lgs. n. 33/2013, in caso di accoglimento della richiesta di accesso civico nonostante l'opposizione del controinteressato, l'amministrazione:

Ne dà comunicazione al controinteressato e provvede a trasmettere al richiedente i dati o i documenti richiesti non prima di trenta giorni dalla ricezione della stessa comunicazione da parte del controinteressato.
Trasmette immediatamente al richiedente i dati o i documenti richiesti.
Ne dà comunicazione al controinteressato e provvede a trasmettere al richiedente i dati o i documenti richiesti non prima di quindici giorni dalla ricezione della stessa comunicazione da parte del controinteressato.
Non so rispondere

51. Con il controllo di gestione l'amministrazione pubblica....

Valuta l'adeguatezza delle scelte compiute in sede di attuazione degli strumenti di determinazione dell'indirizzo politico.
Valuta le prestazioni del personale con qualifica dirigenziale.
Ottimizza, anche mediante tempestivi interventi di correzione, il rapporto tra costi e risultati.
Non so rispondere

52. Con riferimento agli strumenti per premiare il merito previsti dal D.Lgs. n. 150/2009 le progressioni di carriera si sostanziano:

Nella riserva, nei concorsi pubblici, di un numero di posti non superiore al trenta per cento a favore del personale interno.
Nella riserva, nei concorsi pubblici, di un numero di posti non superiore al cinquanta per cento a favore del personale interno.
Nella riserva, nei concorsi pubblici, di un numero di posti non superiore al quaranta per cento a favore del personale interno.
Non so rispondere

53. Con riferimento ai caratteri propri dei provvedimenti amministrativi la "tipicità":

Segnala che il provvedimento non ha bisogno del concorso della volontà dei destinatari per esistere
Sottolinea che essi sono solo quelli previsti dal legislatore.
Indica che i provvedimenti sono definiti nei loro elementi costitutivi dalla legge.
Non so rispondere

54. Con riferimento all'alienabilità un bene demaniale può trasferirsi:

Da un ente pubblico ad un altro ente pubblico.
Da un ente pubblico territoriale ad un altro ente pubbliche anche non territoriale.
Da un ente pubblico territoriale ad un altro ente pubblico territoriale.
Non so rispondere

55. Con riferimento alle principali fasi del procedimento amministrativo si individui, per la fase integrativa dell'efficacia, l'affermazione corretta.

È un momento sempre necessario per dar vita all'atto.
È un momento solo eventuale, ricorrente nelle ipotesi previste dalla legge.
È lasciata alla discrezione del responsabile del procedimento.
Non so rispondere

56. A chi affida, l'art. 6 della legge n. 241/1990, il compito di esperire accertamenti tecnici ed ispezioni ed ordinare esibizioni documentali?

Al responsabile del procedimento individuato dal dirigente dell'unità organizzativa cui il procedimento fa capo.
In ogni caso al dirigente dell'
All'organo di vertice o all'organo politico dell'amministrazione in base all'organizzazione della stessa.
Non so rispondere

57. A norma di quanto dispone l'art. 10 della legge n. 241/1990 quali diritti sono riconosciuti ai portatori di

Diritto di prendere visione degli atti del procedimento ma non di presentare memorie scritte e documenti
Solo diritto prendere visione degli atti adottati
Diritto di prendere visione degli atti del procedimento e diritto di presentare memorie scritte e documenti
Non so rispondere

58. A norma di quanto dispone l'art. 29 della legge n. 241/1990, le disposizioni della stessa legge concernenti l'obbligo per la pubblica amministrazione di garantire la partecipazione dell'interessato al procedimento:

Sono espressione della potestà legislativa esclusiva dello Stato in quanto attengono ai livelli essenziali delle prestazioni di cui all'art. 117, comma 2, lett. m), della Costituzione.
Sono espressione della potestà legislativa concorrente delle Regioni.
Sono espressione della potestà regolamentare degli enti locali.
Non so rispondere

59. Ai fini dell'istituto del diritto di accesso ai documenti amministrativi, disciplinato dal Capo V della l. n. 241/1990, si distingue "interessati" e "controinteressati". Per "interessati" si intende:

Tutti i soggetti che a qualsiasi titolo sono nominati nel documento amministrativo di cui si richiede l'accesso.
Tutti i soggetti, individuati o facilmente individuabili in base alla natura del documento richiesto, che dall'esercizio dell'accesso vedrebbero pregiudicato il loro diritto alla riservatezza.
Tutti i soggetti privati, compresi quelli portatori di interessi pubblici o diffusi, che abbiano un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l'accesso.
Non so rispondere

60. Ai sensi dell'art. 14 bis comma 2 lett. c) della l. 241/1990, entro quale termine le amministrazioni coinvolte devono rendere le proprie determinazioni relative alla decisione oggetto della conferenza di servizi?

Entro un termine indicato nella comunicazione ricevuta dall'amministrazione comunque non superiore ai quaranta giorni.
Entro un termine indicato nella comunicazione ricevuta dall'amministrazione comunque non superiore ai trenta giorni.
Entro un termine indicato nella comunicazione ricevuta dall'amministrazione comunque non superiore ai quarantacinque giorni.
Non so rispondere

61. Ai sensi di quanto dispone l'art. 3 della legge n. 241/1990, per quali dei seguenti atti la motivazione non è richiesta

Nessuna delle altre risposte è corretta; la motivazione è espressamente richiesta per tutti i provvedimenti amministrativi.
Provvedimenti concernenti lo svolgimento dei pubblici concorsi.
Gli atti a contenuto generale.
Non so rispondere

62. La comunicazione di avvio del Procedimento deve indicare alcuni elementi precisi ed espressamente previsti dalla legge. L'omissione di taluna delle comunicazioni prescritte da chi può esser fatta valere?

anche dal coniuge del soggetto nel cui interesse la comunicazione è prevista
anche dai parenti, entro il terzo grado, del soggetto nel cui interesse la comunicazione è prevista
solo dal soggetto nel cui interesse la comunicazione è prevista
Non so rispondere

63. Sulla base di quanto disposto dalla L. 241/1990, un provvedimento amministrativo può essere redatto in forma semplificata?

Sempre, secondo la discrezionalità amministrativa
No, per espresso divieto del legislatore
Sì, ma solo in presenza di una manifesta irricevibilità inammissibilità, improcedibilità o infondatezza della domanda
Non so rispondere

64. Che differenza c'è tra l'autorizzazione e la registrazione?

L'autorizzazione comporta un'attività vincolata, mentre la registrazione comporta un'attività discrezionale
L'autorizzazione comporta un'attività discrezionale, mentre la registrazione comporta un'attività vincolata
L'autorizzazione ha carattere generale, mentre la registrazione ha una valenza circoscritta alle sole ipotesi tassativamente previste dal legislatore
Non so rispondere

65. A norma della L. 241/1990, tra le attribuzioni del responsabile del Procedimento Amministrativo rientra:

la valutazione, ai fini istruttori, delle condizioni di ammissibilità, dei requisiti di legittimazione e dei presupposti che siano rilevanti per l'emanazione del provvedimento
l'identificazione dei casi nei quali il provvedimento deve essere motivato
la fissazione del termine entro cui il provvedimento deve concludersi
Non so rispondere

66. La L. 241/1990 definisce alcuni principi in materia di Procedimento Amministrativo, stabilendo che:

la motivazione non è richiesta per gli atti concernenti l'organizzazione amministrativa
i provvedimenti amministrativi concernenti il personale devono essere motivati solo quando la motivazione sia espressamente richiesta in relazione alla natura dell'atto
ogni provvedimento amministrativo, compresi quelli concernenti l'organizzazione amministrativa, lo svolgimento dei pubblici concorsi ed il personale, deve essere motivato
Non so rispondere

67. A norma di quanto disposto all’art. 122 della Costituzione, chi elegge il Presidente del Consiglio regionale?

Nessuno, il Presidente del Consiglio regionale è scelto dal Presidente della Regione.
Il Consiglio regionale.
La Giunta regionale.
Non so rispondere

68. A quale organo l'art. 123 della Costituzione attribuisce il compito di modificare lo Statuto regionale?

Governo.
Giunta regionale.
Consiglio regionale.
Non so rispondere

69. In ambito regionale, quale organo cumula in sé i poteri di rappresentanza della Regione e funge da tramite tra gli organi di governo della regione e gli organi dell'amministrazione statale?

Giunta regionale.
Direttore generale.
Presidente della Regione.
Non so rispondere

70. La Costituzione stabilisce che possono essere create nuove Regioni con un minimo di:

Due milioni di abitanti.
Tre province.
Un milione di abitanti.
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate