Preselezione Collaboratore amministrativo B3 2021

Tempo trascorso
-

1. I comuni possono disciplinare con regolamento le proprie entrate, anche tributarie, salvo per quanto attiene...

Alla individuazione e definizione delle fattispecie imponibili e dell’aliquota massima dei singoli tributi.
Alla individuazione e definizione delle fattispecie imponibili e dei soggetti passivi
Alla individuazione e definizione delle fattispecie imponibili, dei soggetti passivi e dell'aliquota massima dei singoli tributi
Alla definizione delle fattispecie imponibili e dell'aliquota massima dei singoli tributi
Non so rispondere

2. I trasferimenti erariali sono ripartiti in base a criteri obiettivi che tengano conto:

Della popolazione, del territorio e delle condizioni socio-economiche, nonché in base ad una perequata distribuzione delle risorse che tenga conto degli squilibri di fiscalità locale.
Del territorio e delle condizioni socio-economiche, nonché in base ad una perequata distribuzione delle risorse che tenga conto degli squilibri di fiscalità locale
Della popolazione e delle condizioni socio-economiche, nonché in base ad una perequata distribuzione delle risorse che tenga conto degli squilibri di fiscalità locale.
In base ad una perequata distribuzione delle risorse che tenga conto degli squilibri di fiscalità locale.
Non so rispondere

3. Le entrate fiscali finanziano…

I servizi pubblici anche non necessari per lo sviluppo della comunità ed integrano la contribuzione erariale per l'erogazione dei servizi pubblici indispensabili
I servizi pubblici anche non necessari per lo sviluppo della comunità ed integrano la contribuzione erariale per l'erogazione dei servizi pubblici non indispensabili
I servizi pubblici ritenuti necessari per lo sviluppo della comunità ed integrano la contribuzione erariale per l'erogazione dei servizi pubblici indispensabili
Integrano esclusivamente la contribuzione erariale per l'erogazione dei servizi pubblici non indispensabili
Non so rispondere

4. Gli enti locali ispirano la propria gestione al principio della…

Rendicontazione.
Gestione
Rappresentazione
Programmazione
Non so rispondere

5. Gli Enti Locali, ai sensi dell'art. 151 del D.Lgs. 267/2000, presentano il Documento Unico di Programmazione:

Entro il giorno trenta di ogni mese.
Entro il 15 febbraio di ogni anno
Entro il 31 marzo di ogni anno
Entro il 31 luglio di ogni anno.
Non so rispondere

6. Cosa comprende il rendiconto?

Il conto del bilancio e lo stato patrimoniale
Il conto del bilancio, il conto economico e lo stato patrimoniale
Il conto economico e lo stato patrimoniale
Il conto del bilancio consuntivo e lo stato patrimoniale
Non so rispondere

7. Quale imposta tra le seguenti non è un’imposta sui redditi?

L’IMU
L’addizionale regionale all’IRPEF
L’IRPEF
L’IRES
Non so rispondere

8. Chi è il soggetto obbligato al pagamento della TASI?

È esclusivamente colui che possiede i locali e le aree; gli eventuali co-possessori non sono obbligati in solido al pagamento dell’obbligazione che comunque rimane unica
È esclusivamente colui che possiede o detiene i locali e le aree; gli eventuali co-possessori o co-detentori sono obbligati in solido al pagamento dell’obbligazione che comunque rimane unica
È esclusivamente colui che detiene i locali e le aree; gli eventuali co-detentori non sono obbligati in solido al pagamento dell’obbligazione che comunque rimane unica
È esclusivamente colui che possiede le aree; gli eventuali co-possessori non sono obbligati in solido al pagamento dell’obbligazione che comunque rimane unica
Non so rispondere

9. Qual è la base su cui calcolare la TARI?

La base su cui calcolare la TARI non è la superficie calpestabile di unità immobiliari, iscritte o iscrivibili nel catasto urbano, suscettibili di produrre rifiuti
La base su cui calcolare la TARI è la superficie calpestabile di unità immobiliari, iscritte o iscrivibili nel catasto urbano, suscettibili di produrre rifiuti
La base su cui calcolare la TARI è per il 50% la superficie calpestabile di unità immobiliari, iscritte o iscrivibili nel catasto urbano, suscettibili di produrre rifiuti
La base su cui calcolare la TARI è per il 35% la superficie calpestabile di unità immobiliari, iscritte o iscrivibili nel catasto urbano, suscettibili di produrre rifiuti
Non so rispondere

10. La pubblicità esterna e le pubbliche affissioni, secondo le disposizioni della normativa di riferimento, sono soggette rispettivamente:

Esclusivamente ad una tassa forfettaria a favore del comune nel cui territorio sono effettuate
Esclusivamente un diritto fisso a favore del comune nel cui territorio sono effettuate
Ad una imposta ovvero ad un diritto a favore del comune nel cui territorio sono effettuate
Né ad una imposta né ad alcun diritto a favore del comune nel cui territorio sono effettuate
Non so rispondere

11. In tema di pubblicità esterna e di pubbliche affissioni il comune è tenuto ad adottare:

Un apposito regolamento per l’istituzione dell’imposta sulla pubblicità e per l’effettuazione del servizio delle pubbliche affissioni.
Un apposito regolamento per la riscossione dell’imposta sulla pubblicità e per l’effettuazione del servizio delle pubbliche affissioni
Un apposito regolamento per l’applicazione dell’imposta sulla pubblicità e per l’effettuazione del servizio delle pubbliche affissioni
Un apposito regolamento per la disciplina dell’imposta sulla pubblicità e per l’effettuazione del servizio delle pubbliche affissioni
Non so rispondere

12. L’IVA è:

A liquidazione trimestrale o mensile.
A pagamento rateizzato concordato
rimborso sulla dichiarazione dei redditi annuali
pagamento unico
Non so rispondere

13. Gli estratti di atti di stato civile:

Possono essere rilasciati dall’ufficiale di stato civile per copia integrale soltanto quando ne è fatta espressa richiesta esclusivamente dal titolare
Possono essere rilasciati dall’ufficiale di stato civile per copia integrale soltanto quando ne è fatta espressa richiesta da chi vi ha interesse
Possono essere rilasciati dall’ufficiale di stato civile per copia integrale anche senza espressa richiesta
Non possono essere rilasciati dall’ufficiale di stato civile per copia integrale
Non so rispondere

14. Il cittadino italiano che possiede, acquista o riacquista una cittadinanza straniera:

Conserva quella italiana ma può ad essa rinunciare sempre
Deve rinunciare a quella italiana
Conserva quella italiana ma può ad essa rinunciare qualora stabilisca la residenza all’estero
Non conserva quella italiana
Non so rispondere

15. I residenti all’estero:

Vengono iscritti nell’AIRE dai rispettivi consolati, esclusivamente su richiesta dei cittadini stessi, una volta accertata la residenza all’estero
Vengono iscritti nell’AIRE dai rispettivi comuni di appartenenza, una volta accertata la residenza all’estero, dandone opportuna comunicazione al consolato competente
Non vengono iscritti nell’AIRE
Vengono iscritti nell’AIRE anche su iniziativa d’ufficio dei rispettivi consolati, una volta accertata la residenza all’estero
Non so rispondere

16. L’atto di notorietà:

Concerne stati, qualità personali o fatti che siano a diretta conoscenza dell’interessato ed è stato sostituito da dichiarazione resa e sottoscritta dall’interessato
Concerne dati riscontrabili in banche dati quali: residenza, nascita etc
Concerne stati, qualità personali o fatti che siano a diretta conoscenza dell’interessato è sottoscrivibile esclusivamente innanzi al notaio
Non può concernere dati riscontrabili in banche dati quali: residenza, nascita etc
Non so rispondere

17. Nei procedimenti di immigrazione per l’altro comune la cancellazione anagrafica:

Decorre dalla data del verbale di accertamento da parte della Polizia Municipale
Decorre dalla data della cancellazione da parte del comune di precedente residenza
Decorre dalla data di presentazione dell’istanza da parte del cittadino
Non decorre dalla data di presentazione dell’istanza da parte del cittadino
Non so rispondere

18. Non possono essere istituiti nuovi comuni con popolazione inferiore a:

10.000 abitanti.
15.000 abitanti.
20.000 abitanti.
30.000 abitanti
Non so rispondere

19. L’esame dei documenti amministrativi, ai sensi della legge n. 241 del 1990:

È gratuito.
È oneroso.
È oneroso, ma non può essere più alto del costo vivo delle risorse occupate
È oneroso, ma non può essere più alto del costo vivo delle risorse occupate oltre ai diritti di segreteria
Non so rispondere

20. Nel procedimento amministrativo, a norma di quanto dispone la legge n. 241/1990, chi accerta d’ufficio i fatti, disponendo il compimento degli atti all’uopo necessari?

Il responsabile del procedimento
Il dirigente dell’ufficio
Il dipendente esecutivo
Il sindaco
Non so rispondere

21. Secondo il principio della “minimizzazione dei dati” i dati personali sono:

Raccolti per finalità determinate, esplicite e legittime, e successivamente trattati in modo che non sia incompatibile con tali finalità
Adeguati, pertinenti e limitati a quanto necessario rispetto alle finalità per le quali sono trattati
Esatti e, se necessario, aggiornati; devono essere adottate tutte le misure ragionevoli per cancellare o rettificare tempestivamente i dati inesatti rispetto alle finalità per le quali sono trattati
Trattati in modo lecito, corretto e trasparente nei confronti dell'interessato
Non so rispondere

22. Ai sensi dell’art. 4 del D.Lgs. n. 196/2003, cosa si intende per “dato personale”?

Alcune informazioni relative solo a enti o associazioni, identificate o identificabili, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale
Alcune informazioni relative solo a persona fisica, identificate o identificabili, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale
Qualunque informazione relativa a persona fisica, persona giuridica, ente od associazione, identificati o identificabili, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale
Alcune informazioni relative solo a persona giuridica, identificate o identificabili, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione, ivi compreso un numero di identificazione personale.
Non so rispondere

23. La trasparenza dell’attività amministrativa secondo il Decreto legislativo 33/2013 è:

Accessibilità parziale delle informazioni concernenti l’organizzazione e l’attività delle pubbliche amministrazioni
Accessibilità totale delle informazioni concernenti l’organizzazione e l’attività delle pubbliche amministrazioni
Accessibilità totale delle informazioni concernenti l’organizzazione, ma non l’attività delle pubbliche amministrazioni
Non è configurabile come livello essenziale delle prestazioni concernenti i diritti sociali e civili ai sensi dell’art. 117 comma 2, lett. m) della Costituzione
Non so rispondere

24. L’Autorità Nazionale Anticorruzione in composizione collegiale, in riferimento al D. Lgs. 33/2013 svolge attività di:

Vigilanza sull’esatto adempimento degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente.
Ricognizione dei pareri interpretativi espressi dalle Pubbliche Amministrazione in ordine all’attuazione della normativa vigente in tema di trasparenza
Giurisdizione amministrativa
Vigilanza sull’esatto adempimento degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente; poteri ispettivi e di ordinanza; vigilanza svolta sul controllo da parte degli OIV sull’esatto adempimento degli obblighi di pubblicazione
Non so rispondere

25. In base all’art. 51 del D.Lgs. n.165/01 lo Statuto dei Lavoratori si applica alle Pubbliche Amministrazioni:

Con personale superiore alle venti unità
Statali
Solo per i dirigenti
A prescindere dal numero dei dipendenti
Non so rispondere

26. In materia di collocamento in disponibilità qual è la durata massima per la quale il lavoratore ha diritto all’indennità prevista dal D.Lgs 165/2001?

Ventiquattro mesi
Quattro mesi
Dodici mesi
Diciotto mesi
Non so rispondere

27. I contratti di lavoro a tempo determinato posti in essere in violazione dell’articolo 36 D.Lgs. n.165/2001 sono:

Annullabili e non determinano responsabilità erariale
Nulli e determinano responsabilità erariale
Validi, ma determinano responsabilità erariale
Nulli, ma non determinano responsabilità erariale
Non so rispondere

28. Ai sensi del D.Lgs. n.165 del 2001, per i dipendenti pubblici resta ferma:

Solo la disciplina vigente in materia di responsabilità penale e contabile.
Solo la disciplina vigente in materia di responsabilità contabile
Solo la disciplina vigente in materia di responsabilità amministrativa e penale
La disciplina vigente in materia di responsabilità civile, amministrativa, penale e contabile
Non so rispondere

29. A norma dell’art. 55-quinquies del D.Lgs. n.165/2001, il lavoratore dipendente di una Pubblica Amministrazione che, mediante l’alterazione dei sistemi di rilevamento della presenza, attesti falsamente la propria presenza in servizio, è punito con:

La sola reclusione da uno a cinque anni.
La reclusione da uno a cinque anni e una multa da euro 400 a euro 1.600.
La sola multa da euro 400 a euro 1.600
La reclusione da uno a tre anni o una multa da euro 400 a euro 1.600
Non so rispondere

30. Ai sensi del D.Lgs. n.165/2001, le Pubbliche Amministrazioni possono conferire incarichi retribuiti a dipendenti di altre Pubbliche Amministrazioni?

Sì, se conferiti o previamente autorizzati dall’amministrazione di appartenenza
No, perché si configurerebbe un caso di cumulo di incarichi
Sì, salvo l’obbligo di semplice comunicazione all’amministrazione di appartenenza
Si, anche senza autorizzazione dell’amministrazione di appartenenza
Non so rispondere

31. Ai sensi dell’art. 61 del D.P.R. 445/2000, “Ciascuna amministrazione istituisce un servizio per la tenuta…

Del protocollo informatico, del registro sostitutivo e degli archivi storici
Dell’inventario informatico, degli archivi e dei documenti di carico e scarico
Del protocollo informatico, della gestione dei flussi documentali e degli archivi
Del protocollo informatico e degli archivi
Non so rispondere

32. Stanti le disposizioni del D.P.R. 445/2000, sono equipollenti alla carta di identità, tra gli altri…

Il passaporto ma non la patente di guida.
Il passaporto e la patente di guida
La patente di guida ma non il passaporto
Il passaporto e la patente di guida solo se scaduti
Non so rispondere

33. In base a quanto disposto dall’art. 36 del D. P.R. 445/2000, “La carta di identità, ancorché su supporto cartaceo, può essere rinnovata a decorrere.

Dal giorno precedente la scadenza
Dal giorno successivo alla scadenza
Dal giorno precedente la data di nascita
Dal centottantesimo giorno precedente la scadenza
Non so rispondere

34. In base a quanto stabilito dal D.P.R. 445/2000, sono comprovati con dichiarazioni, anche contestuali all’istanza, sottoscritte dall’interessato e prodotte in sostituzione delle normali certificazioni, tra gli altri:

Lo stato di famiglia ma non il godimento dei diritti civili e politici
La data ma non il luogo di nascita
Lo stato di famiglia, il tiolo onorifico e il godimento dei diritti civili e politici
Lo stato di famiglia e il godimento dei diritti civili e politici
Non so rispondere

35. Ai sensi dell’articolo 38, comma 3, del D. P.R. 445/2000, le dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà da produrre agli organi dell’Amministrazione Pubblica:

Possono essere sottoscritte dall’interessato in presenza del dirigente addetto e presentate unitamente a copia fotostatica autenticata di un documento di identità dell’interessato
Sono sottoscritte dal dipendente addetto, ma non dall’interessato
Possono essere sottoscritte dall’interessato, in presenza del dipendente addetto
Devono essere sottoscritte dall’interessato, in presenza del dipendente addetto
Non so rispondere

36. norma dell’articolo 48 del D. P.R. 445/2000, il richiamo alle sanzioni penali previste per chi effettua dichiarazioni mendaci a una Pubblica Amministrazione:

È inserito nella modulistica predisposta dalla Presidenza del Consiglio
È inserito nella modulistica unificata del Ministro per la Pubblica Amministrazione
Non deve essere inserito nella modulistica predisposta dalle singole amministrazioni per la presentazione delle dichiarazioni sostitutive
È inserito nella modulistica predisposta dalle singole amministrazioni per la presentazione delle dichiarazioni sostitutive
Non so rispondere

37. Ai sensi dell’art. 3 del D.Lgs. n. 50/2016, cosa si intende per “Mercato elettronico”?

Uno strumento di acquisto che consente acquisti telematici per importi superiori alla soglia di rilievo europeo basati su un sistema che attua procedure di scelta del contraente parzialmente gestite per via telematica.
Uno strumento di negoziazione che consente acquisti telematici per importi superiori alla soglia di rilievo europeo basati su un sistema che attua procedure di scelta del contraente parzialmente gestite per via telematica
Uno strumento di acquisto e di negoziazione che consente acquisti telematici per importi inferiori alla soglia di rilievo europeo basati su un sistema che attua procedure di scelta del contraente interamente gestite per via telematica
Uno strumento di acquisto e di negoziazione che consente acquisti telematici per importi superiore alla soglia di rilievo europeo basati su un sistema che attua procedure di scelta del contraente interamente gestite per via telematica
Non so rispondere

38. Ai sensi dell’art. 32 del D.Lgs. n. 50/2016, qual è il tempo per cui rimane vincolante un’offerta nel caso in cui tale periodo non sia stato specificato nel bando?

Per trenta giorni dalla scadenza del termine per la sua presentazione
Per sessanta giorni dalla scadenza del termine per la sua presentazione
Per centoventi giorni dalla scadenza del termine per la sua presentazione
Per centottanta giorni dalla scadenza del termine per la sua presentazione
Non so rispondere

39. Ai sensi del D.Lgs. 50/2016, quando un’offerta appaia anormalmente bassa, gli operatori economici che l’hanno proposta:

Forniscono, su richiesta della stazione appaltante, spiegazioni sul prezzo o sui costi proposti
Diventano automaticamente aggiudicatari
Non forniscono mai spiegazioni sul prezzo o sui costi proposti, nemmeno su richiesta della stazione appaltante
Forniscono spiegazioni sul prezzo o sui costi proposti senza richiesta della stazione appaltante
Non so rispondere

40. Ai sensi dell’art. 48 comma 7 del D.Lgs. 50/2016, i consorzi sono tenuti a indicare, in sede di offerta, per quali consorziati ciascuno di essi concorre?

Sì, sempre
No, mai.
Sì, ma solo se ciò sia espressamente richiesto dal bando di gara
No, anche se ciò sia espressamente richiesto dal bando di gara
Non so rispondere

41. Secondo il D.Lgs. 50/2016, i “concorsi di progettazione” sono le procedure intese a fornire alla stazione appaltante, nel settore dell’architettura e in altri indicati dalla legge:

Un piano o un progetto, selezionato da una commissione giudicatrice, ma senza che si debba procedere a una gara
Un piano o un progetto, che non occorra che sia selezionato da una commissione giudicatrice in base a una gara
Un piano selezionato da un Dirigente senza assegnazione di premi
Un piano o un progetto, selezionato da una commissione giudicatrice in base a una gara, con o senza assegnazione di premi
Non so rispondere

42. Ai sensi del D.Lgs. 50/2016, l’associazione in partecipazione, sia durante la procedura di gara sia successivamente all’aggiudicazione, nelle procedure di affidamento di contratti pubblici:

È vietata.
Può essere vietata dal bando
È consentita, ma solo se è espressamente previsto nel bando
È consentita in ogni caso
Non so rispondere

43. Ai sensi del Codice di comportamento dei dipendenti pubblici (DPR n. 62/2013), il dipendente pubblico:

Può utilizzare i mezzi di trasporto dell'amministrazione a disposizione per fini personali purché ciò avvenga nell’orario di lavoro
Ha l’obbligo di assicurare la trasparenza e la tracciabilità dei processi decisionali adottati che dovrà essere, in tutti i casi, garantita attraverso un adeguato supporto documentale, che consenta in ogni momento la replicabilità
Può prendere decisioni o svolgere attività inerenti le sue mansioni in situazioni di conflitto, anche potenziale, di interessi di qualsiasi natura, nel caso in cui non siano patrimoniali
Deve dare comunicazione di tutti i rapporti, diretti o indiretti, di collaborazione avuti con soggetti privati negli ultimi dieci anni e in qualunque modo retribuiti, tranne di quelli con i quali sussistano ancora rapporti finanziari
Non so rispondere

44. Ai sensi del Codice di comportamento dei dipendenti pubblici (DPR n. 62/2013), ogni quanto tempo le amministrazioni dovranno verificare lo stato di applicazione del Codice di comportamento dei dipendenti pubblici?

Ogni trimestre
Ogni semestre
Annualmente
Ogni tre anni
Non so rispondere

45. Ai sensi dell’art. 15 del Codice di comportamento dei dipendenti pubblici (DPR n. 62/2013), l’ufficio procedimenti disciplinari effettua:

La valutazione del personale assegnato alla struttura cui è preposto con imparzialità e rispettando le indicazioni ed i tempi prescritti
Le attività volte ad assicurare il benessere organizzativo nella struttura a cui è preposto
Tutte le attività al fine di farsi riconoscere attraverso l'esposizione in modo visibile del badge od altro supporto identificativo messo a disposizione dall'amministrazione
La raccolta delle condotte illecite accertate e sanzionate
Non so rispondere

46. Ai sensi dell'art. 14 del DPR n. 62/2013, il dipendente pubblico che riceva, da persone fisiche o giuridiche partecipanti a procedure negoziali nelle quali sia parte l'Amministrazione, rimostranze orali o scritte sull'operato dell'ufficio:

Ne informa immediatamente, di regola per iscritto, il proprio superiore gerarchico o funzionale
Ne informa immediatamente, di regola per iscritto, la Procura della Repubblica
Ne informa immediatamente, di regola per iscritto, il Tribunale Amministrativo Regionale
Ne informa immediatamente, di regola per iscritto, la Corte dei Contabili
Non so rispondere

47. Ai sensi dell'art. 8 del Codice di comportamento dei dipendenti pubblici (DPR n. 62/2013), il dipendente pubblico:

Rispetta le prescrizioni contenute nel piano per la prevenzione della corruzione ma non può prestare la sua collaborazione al responsabile della prevenzione della corruzione
Rispetta le prescrizioni contenute nel piano per la prevenzione della corruzione e presta la sua collaborazione al responsabile della prevenzione della corruzione
Non è tenuto al rispetto delle prescrizioni contenute nel piano per la prevenzione della corruzione, in quanto quest'ultimo riguarda esclusivamente la gestione politica dell'Ente
Gestisce l'adempimento degli obblighi di trasparenza previsti in capo alle P.A. secondo le proprie capacità e competenze
Non so rispondere

48. Ai sensi del Codice di comportamento dei dipendenti pubblici (DPR n. 62/2013), il dipendente pubblico:

Non può accettare incarichi di collaborazione da soggetti privati che vantano o abbiano vantato nel quinquennio precedente un significativo interesse economico in decisioni o attività riguardanti l'ufficio di appartenenza
Non conclude, per conto dell'amministrazione, contratti di appalto, fornitura, servizio, finanziamento o assicurazione con imprese con le quali abbia stipulato contratti a titolo privato o ricevuto altre utilità nel biennio precedente
Può chiedere, sollecitare, per sé o per altri regali o altre utilità purché si tratti di regali di modico valore, da intendersi di importo non superiore a 1000 Euro
Può utilizzare i mezzi di trasporto dell'amministrazione a disposizione per fini personali purché ciò avvenga nell’orario di lavoro
Non so rispondere

49. Qual è il significato della sigla RSPP?

Referente Servizio Protezione e Protezione
Rappresentante Sicurezza Protezione e Prevenzione
Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione
Non ha nessun significato
Non so rispondere

50. Il Documento della Valutazione dei Rischi ogni quanto tempo deve essere aggiornato?

Non rappresenta un obbligo, è facoltativo
Ogni dieci anni
Non va aggiornato
Ogni qualvolta vi siano cambiamenti all’interno dell’azienda
Non so rispondere

51. Secondo l’art. 3 del D.Lgs 81/2008 il campo di applicazione della normativa riguarda:

Le amministrazioni pubbliche
Il settore privato
Solo le multinazionali
I settori di attività privata e pubblica
Non so rispondere

52. "Sovrintendere e vigilare sulla osservanza da parte dei singoli lavoratori dei loro obblighi di legge, nonché delle disposizioni aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro e di uso dei mezzi di protezione collettivi e dei Dispositivi di Protezione Individuale messi a loro disposizione e, in caso di persistenza della inosservanza, informare i loro superiori diretti" è uno degli obblighi, ai sensi dell'art. 19 del D.Lgs. n. 81/2008:

Del Preposto
Del dirigente
Del datore di lavoro
Dell’Addetto al servizio di prevenzione e protezione
Non so rispondere

53. Ai sensi dell'art. 78 del D.Lgs. n. 81/2008, tra gli obblighi dei lavoratori in merito all’uso corretto e l’utilizzo pratico dei DPI:

I lavoratori segnalano immediatamente al Medico Competente qualsiasi difetto o inconveniente da essi rilevato nei DPI messi a loro disposizione
I lavoratori segnalano immediatamente al datore di lavoro o al dirigente o al Preposto qualsiasi difetto o inconveniente da essi rilevato nei DPI messi a loro disposizione
I lavoratori segnalano immediatamente al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali qualsiasi difetto o inconveniente da essi rilevato nei DPI messi a loro disposizione
I lavoratori nel caso in cui rilevino difetti o inconvenienti nei DPI messi a loro disposizione sono tenuti a riacquistarli a loro spese
Non so rispondere

54. Ai sensi del D.Lgs. n. 81/2008, il datore di lavoro, nell'adottare le misure necessarie ai fini della prevenzione incendi e dell'evacuazione dei luoghi di lavoro, quali delle seguenti attività deve compiere?

Demandare alla ASL competente la sorveglianza dell'efficienza fisica dei lavoratori incaricati della lotta antincendio
Programmare gli interventi, prendere i provvedimenti e dare istruzioni affinché i lavoratori, in caso di pericolo grave e immediato che non può essere evitato, possano cessare la loro attività, o mettersi al sicuro, abbandonando immediatamente il luogo di lavoro
Avviare le pratiche per il rilascio, da parte del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, del certificato di protezione incendi
E tenuto a informare il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di eventuali fughe di gas o presenza di liquidi infiammabili
Non so rispondere

55. La differenza delle età di due amiche è di 2 anni e una ha i 10/9 dell'età dell'altra. Quanti anni hanno?

19 e 17
10 e 8
30 e 28
20 e 18
Non so rispondere

56. Se Alberto disponesse del doppio della somma che ha più Euro 200 avrebbe in totale Euro 688. Di quanto dispone Alberto?

Euro 488
Euro 244
Euro 144
Euro 188
Non so rispondere

57. La somma delle età di un padre e di un figlio è di 80 anni. Considerando che il padre ha il triplo dell'età del figlio quanti anni hanno padre e figlio?

20 e 60
25 e 55
35 e 45
15 e 65
Non so rispondere

58. 9 muratori iniziano a costruire una casa e prevedono di completare il lavoro in 20 giorni. Due giorni dopo l'inizio del lavoro, altri 9 muratori vengono ad aggiungersi agli altri. In quanti giorni sarà finito il lavoro?

10
9
20
12
Non so rispondere

59. Se 16 studenti su 100 conoscono l'inglese, quanti studenti su 150 conoscono l'inglese?

10
15
24
20
Non so rispondere

60. Determinare il quadruplo della differenza dei due numeri 120 e 68…

215
210
208
198
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate