Istruttore amministrativo Lazio

Tempo trascorso
-

1. la fornitura di un bene, ordinata telefonicamente, consegnata e fatturata, in assenza di qualsivoglia provvedimento:

Può in ogni caso ed in qualunque tempo essere ratificata dalla Giunta.
Può essere regolarizzata con ordine scritto del Sindaco
Può essere legittima solo nei casi di oggettiva ed improrogabile urgenza, da motivarsi nel provvedimento di regolarizzazione, altrimenti ne risponde personalmente esclusivamente colui che ha effettuato l'ordine.
Non so rispondere

2. Il principio di separazione dei poteri negli enti locali:

Separa il potere gestionale, attribuito ai funzionari, dal potere di indirizzo e controllo, attribuito ai dirigenti.
Separa il potere-dovere di indirizzo e controllo attribuito agli organi elettivi, dal potere- dovere gestionale ed esecutivo attribuito all'apparato burocratico
E' un principio elaborato dalla dottrina, vincolante solo se dettagliatamente esplicitato nello Statuto e nei Regolamenti dell'Ente
Non so rispondere

3. La richiesta di accesso ad un atto:

Deve indicare, con esaustiva esattezza, a pena di irricevibilità, l'atto di cui si chiede l'accesso.
Deve indicare, in modo intelligibile onde consentirne la ricerca e l'accesso, quanto meno gli estremi minimali dell'atto richiesto
Deve sempre e comunque essere evasa, anche nel caso di necessità di laboriose ricerche, ulteriori attività e la adozione di nuovo ulteriore provvedimento, che la richiesta comporti
Non so rispondere

4. La copia autentica di un atto:

E' la fedele e completa riproduzione di un atto originale, autenticata da chi ne ha il potere in conformità alla legge notarile, ed equivale giuridicamente in ogni sede, anche giurisdizionale, all'originale
E' la riproduzione per estratto delle parti essenziali di esso, e può essere rilasciata solo dal medesimo soggetto che ha redatto l'atto originale
E' la copia informale di un qualsiasi atto, rilasciata a firma del Sindaco.
Non so rispondere

5. La tenuta dell'ordine cronologico del protocollo:

Va evasa secondo le direttive impartite dagli assessori
Va espletata in osservanza delle norme di legge e regolamentari vigenti. In particolare, l'ordine cronologico e numerico- progressivo del protocollo non può essere alterato
Va sempre espletata tenuto conto delle urgenze rappresentate, anche verbalmente, dall'utenza
Non so rispondere

6. Un provvedimento, sottoscritto, pubblicato ed esecutivo, contenete un errore, ad esempio la liquidazione di una cifra errata, 1000 anziché 100:

Non necessita di rettifica, essendo evidente l'errore incorso. In sede di esecuzione l'ufficio liquiderà per 100.
Può essere rettificato mediante correzione materiale da apportarsi da un qualunque dipendente dell'ufficio autorizzato
Deve essere esplicitamente rettificato mediante la adozione di altro, successivo provvedimento, che individui e dichiari l'errore rilevato e ne disponga la eliminazione.
Non so rispondere

7. Un provvedimento, di norma di competenza della Giunta, ma adottato dal Sindaco:

Ha equivalente efficacia, essendo il Sindaco anche presidente della Giunta.
E' viziato da incompetenza relativa, ma è efficace, sino alla dichiarazione di annullamento di esso
E' viziato da incompetenza assoluta, e non produce effetti
Non so rispondere

8. Le ferie spettanti al dipendente:

Sono fruibili secondo il preventivo piano-ferie di tutto il personale, assentibili al 50% secondo le richieste del personale, ed al restante 50% secondo le necessità organizzative dell'Ente.
Sono un diritto irrinunciabile e, se non fruite, sono monetizzabili
Spettano a semplice richiesta, in qualunque tempo, del dipendente
Non so rispondere

9. L'accesso agli atti:

E' un diritto in capo a qualsivoglia soggetto, a prescindere dall'interesse che il richiedenti abbia o dichiari
E' consentito previa specifica dichiarazione di interesse che il richiedente abbia o dichiari.
La amministrazione richiesta è tenuta a verificare la sussistenza di interesse del richiedente, anche se nulla in proposito sia dichiarato da questi
Non so rispondere

10. L'ignoranza della norma penale che prescriva un reato:

Non può essere eccepita a sostegno della non imputabilità del reato, tranne casi eccezionali di comprovata impossibilità di conoscenza della normativa, poiché di recentissima emanazione.
Va valutata caso per caso dal giudice in fase istruttoria
Al pubblico dipendente possono essere ascritti solo reati contro la pubblica amministrazione, che si presume siano conosciuti, salvo prova contraria
Non so rispondere

11. La notificazione ad un dipendente di un atto giudiziario destinato all'Ente:

Il dipendente può rifiutare di farsi notificare l'atto, ed in tal caso è esente da ogni responsabilità.
Il dipendente è tenuto a ricevere la notifica. Deve poi trasmettere immediatamente l'atto al Responsabile del servizio o al Sindaco.
E' rimessa alla insindacabile regolamentazione dell'Ente la individuazione dei soggetti abilitati alla ricezione di notifiche di atti
Non so rispondere

12. La posizione giuridica del dipendente pubblico, quanto alla ascrivibilità di reati:

E' incaricato di pubblico servizio, elemento essenziale richiesto dalla legge penale per la configurazione di alcuni reati.
E' incaricato di pubblico servizio solo se ciò è espressamente contemplato nel contratto di lavoro con l'Ente.
E' equiparato a qualunque cittadino, e non rileva l'essere o meno incaricato di pubblico servizio.
Non so rispondere

13. Le competenze del consiglio comunale sono elencate tassativamente dal T.U.E.L. La approvazione da parte della Giunta di atto sicuramente di competenza del consiglio:

Costituisce adozione di atto viziato da incompetenza assoluta, nullo, inesistente giuridicamente, non idoneo a spiegare effetto alcuno
Costituisce atto viziato da incompetenza relativa, da annullare, ma che tuttavia spiega propri effetti sino a che non è annullato
Deve essere ratificato dal consiglio comunale, qualunque ne sia l'oggetto
Non so rispondere

14. La sicurezza nel posto di lavoro:

E' obbligatoria solo per gli operai o addetti a mansioni manuali esposte a rischio di infortunio
E' obbligatoria per tutto il personale dipendente, impiegati ed operai
E' attuata secondo le disponibilità di bilancio
Non so rispondere

15. Gli atti degli enti locali viziati da illegittimità:

Possono essere annullati e rimossi esclusivamente per intervento dell'autorità giudiziaria, specificamente adita a tal fine da chi ne abbia interesse
Possono essere annullati esclusivamente in via di autotutela, ad iniziativa di un numero predeterminato di consiglieri di opposizione
E' in facoltà del Governo, in qualunque tempo, di procedere all'annullamento di atti viziati, d'ufficio o su denunzia, sentito il Consiglio di Stato.
Non so rispondere

16. La durata del mandato del Sindaco:

E' fissata dal T.U.E.L. in cinque anni.
E' determinata di volta in volta in occasione della convocazione dei comizi elettorali, e non può essere superiore a cinque anni
E' indicata nel programma elettorale del Sindaco, e non può superare cinque anni
Non so rispondere

17. II principio di uguaglianza, sancito all'art. 3 della Costituzione:

Vincola - anche la p.a. nell'esercizio delle sue funzioni - ad assicurare, a parità di condizioni, pari diritti e trattamenti. La inosservanza di tale principio costituisce motivo di impugnazione del provvedimento che lo violi.
E' un principio etico generale, di rango costituzionale, riconosciuto da una società evoluta, ma che tuttavia non ha forza cogente in caso di violazione.
Si traduce nel dover porre in un identico piano tutti gli amministrati, senza differenziazione alcuna
Non so rispondere

18. Una falsa attestazione inserita in un atto pubblico:

Se apposta consapevolmente ed intenzionalmente, costituisce reato.
Se l'atto non ha ancora prodotto effetti, costituisce una mera irregolarità, che è possibile eliminare mediante opportuna correzione, senza conseguenze per nessuno.
Comporta solamente azione disciplinare nei confronti dell'autore
Non so rispondere

19. II PEG (Piano Esecutivo di Gestione):

Assegna solamente il "budget", l'ammontare autorizzato della spesa per ciascun esercizio finanziario. In assenza del PEG non è consentito alcun impegno di spesa
Assegna ad ogni Responsabile di servizio, entro gli importi corrispondentemente previsti in bilancio, la autorizzazione alla spesa e la responsabilità di realizzazione della entrata. In assenza o nelle more di esso, valgono le risultanze di bilancio, che consentono l'esercizio gestionale
E' obbligatorio e può riportare importi differenti dalle risultanze di bilancio.
Non so rispondere

20. Un improvviso ed imprevedibile impedimento personale, che comporta la impossibilità per il dipendente di recarsi al lavoro:

Impone in ogni caso l'obbligo per il dipendente, non appena possibile, di avvisare immediatamente, anche telefonicamente, il Responsabile del servizio, nonché l'inoltro di idonea documentazione giustificativa.
Comporta, alla ripresa del servizio, l'obbligo di una prestazione lavorativa suppletiva pari alla assenza intervenuta, senza necessità di formalità alcuna
Se la assenza non supera le tre ore, è tollerata, per prassi generale consolidata
Non so rispondere

21. L'obbligo del segreto d'ufficio:

Non esiste. L'obbligo di attuazione della "trasparenza" rende tutti gli atti e documenti pubblici, ostensibili a chiunque, senza eccezioni.
E' circoscritto solo nei confronti di atti contenenti dati sensibili disciplinata dalla legge.
Può essere disposto discrezionalmente, ma in tal caso deve farsene esplicita menzione nell'atto o documento contenente i dati dichiarati secretati.
Non so rispondere

22. Il "Traffico di influenze illecite":

Definizione, di origine giornalistica, di comportamenti scorretti posti in essere da rappresentanti politici o faccendieri che, ledendo l'immagine di integrità del proprio operato, comportano l'obbligo di dimissioni dalla carica politica o l'espulsione dai partiti
E' il reato che si consuma con la consegna o la promessa di denaro od altra utilità patrimoniale fatta al pubblico ufficiale in cambio di favori contrari ai doveri d'ufficio
E' un reato configurabile solo nei confronti degli apparati dello Stato
Non so rispondere

23. Un provvedimento amministrativo assolutamente carente di motivazione:

Se meramente esecutivo di altro provvedimento, è esente dall'obbligo di motivazione.
La motivazione è sempre obbligatoria, pertanto la assenza di essa rende illegittimo il provvedimento.
Se di carattere gestionale, è tollerata la mancanza di motivazione.
Non so rispondere

24. II consigliere comunale:

Ha accesso agli atti, provvedimenti e documenti detenuti dagli uffici comunali, se di utilità per l'esercizio del proprio mandato elettivo.
Ha accesso incondizionato a tutti gli atti e documenti del Comune
Ha accesso ad atti e documenti, a discrezione dei Responsabili dei servizi detentori degli atti richiesti.
Non so rispondere

25. II bando di concorso pubblico per assunzione di personale:

Può derogare alla normativa nazionale vigente, ad esempio per la determinazione dei requisiti di accesso, per motivate esigenze dell'Ente, da far constare nell'atto di C approvazione del bando
E' obbligatoriamente redatto in puntuale conformità alla legislazione nazionale vigente
Il Regolamento dei concorsi dell'Ente può prevedere modalità di assunzione in deroga alla legislazione nazionale vigente
Non so rispondere

26. II Segretario comunale:

E' un dirigente del Comune
E' un dirigente del Ministero dell'interno, assegnato a prestare servizio presso il Comune, a seguito di specifico procedimento di selezione previsto dalla legge
E' un incaricato esterno, nominato liberamente su base fiduciaria e a tempo determinato
Non so rispondere

27. La attestazione della propria identità:

Può essere certificata esclusivamente con la esibizione di un documento di identità in corso di validità.
Può essere certificata anche mediante la c.d. "autodichiarazione", con la osservanza della procedura prescritta dalla legge.
Non può essere certificata mediante la conoscenza personale da parte del personale dipendente pubblico
Non so rispondere

28. II dipendente, incaricato di redigere un atto come da minuta previamente predisposta, che incorra in gravi errori di trascrizione:

Non risponde degli errori commessi, addebitabili solo al soggetto sottoscrittore dell'atto che, prima di firmare, ha l'onere di verificare la puntuale corrispondenza dell'atto alla minuta.
E' tenuto all'esattezza della redazione dell'atto che, prima di essere sottoposto alla firma, deve essere diligentemente controllato dal dipendente
Risponde del proprio negligente operato solo se dall'atto erroneamente redatto derivano danni a terzi
Non so rispondere

29. L'ordine impartito telefonicamente da altra Autorità, ricevuto da un dipendente oggetto urgenti disposizioni a tutela preventiva della sicurezza pubblica:

Non può essere eseguito, necessitando in ogni caso la forma scritta per qualsiasi disposizione
Deve essere immediatamente portato a conoscenza dei Responsabili dei servizi e del Sindaco, per essere prontamente eseguito
Può essere eseguito solo previa verifica della attendibilità delle circostanze prospettate, nonché della provenienza e legittimazione della Autorità che ha impartito l'ordine
Non so rispondere

30. Il divieto di ' appesantimento" del procedimento amministrativo:

E' un principio pratico, auspicabile per la semplificazione e snellezza dell'attività amministrativa
E' espressamente sancito dalla legge, la cui inosservanza comporta illegittimità
E' fortemente raccomandato dal legislatore, ma solo attraverso "linee guida", la cui inosservanza non è sanzionata
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate