Assistente amministrativo contabile Trento

Tempo trascorso
-

1. Sono criteri generali dell’azione amministrativa, secondo l'art. 1 della 1. n. 241/1990

economicità, efficacia, imparzialità
legittimità e merito
logicità e coerenza
Non so rispondere

2. L’amministrazione può agire secondo le regole del diritto privato, secondo Part. 1 della 1. n. 241/1990

quando opportuno, per esigenze di buon andamento
quando lo prevede il Codice civile
quando effettua attività non autoritative, salvo che la legge disponga diversamente
Non so rispondere

3. II principio di legalità implica che:

solo la legge in senso formale può disciplinare l'attività amministrativa
l'amministrazione persegue i fini individuati dalla legge
ogni ufficio può emanare atti aventi forza di legge
Non so rispondere

4. Secondo la Costituzione italiana, l'espropriazione:

può essere disposta senza limiti, con indennizzo
può essere disposta per motivi di interesse generate, con risarcimento
può essere disposta per motivi di interesse generate, con indennizzo
Non so rispondere

5. Secondo la Costituzione italiana, la Repubblica è composta da:

Comuni, Province, Regioni e Stato
cittadini e Stato
popolo, territorio, Stato
Non so rispondere

6. I principi dell’ordinamento comunitario:

vanno osservati dalle amministrazioni italiane solo se richiamati dalla legge
vanno osservati dalle amministrazioni italiane solo su ordine del Governo
vanno osservati anche dalle amministrazioni italiane
Non so rispondere

7. II procedimento amministrativo va concluso:

entro il termine indicato dal richiedente
entro il termine stabilito di volta in volta dal responsabile del procedimento
entro il termine individuato da leggi e regolamenti
Non so rispondere

8. La motivazione è necessaria:

per tutti i provvedimenti amministrativi
per i soli provvedimenti amministrativi sfavorevoli
per i soli provvedimenti vincolati
Non so rispondere

9. Il responsabile del procedimento:

coincide sempre con il dirigente dell’ufficio che gestisce il procedimento
cura I’attività istruttoria finalizzata all’emanazione del provvedimento
risponde personalmente ed esclusivamente di tutti i danni derivanti dal procedimento
Non so rispondere

10. La comunicazione di avvio del procedimento può essere omessa, secondo l’art. 7 della 1. n. 241/1990:

quando sussiste una pluralità di destinatari del provvedimento finale
quando suggerito da esigenze di buon andamento
quando lo impongono ragioni derivanti da particolari esigenze di celerità
Non so rispondere

11. Ai fini della partecipazione al procedimento, gli interessati possono:

presentare memorie e documenti
essere presenti ad ogni fase dell’attività istruttoria
obbligare l’amministrazione a stipulare accordi procedimentali
Non so rispondere

12. Gli accordi sostitutivi del provvedimento, secondo l’art. 11 della 1. n. 241/1990:

sono sempre ammessi
sono ammessi solo nei casi tassativamente stabiliti dalle singole leggi
sono vietati
Non so rispondere

13. L’annullamento d’ufficio del provvedimento favorevole, secondo I’art. 21 noniés della 1. n. 241/1990:

può essere disposto senza limiti di tempo, salvo indennizzo
può essere disposto entro un termine ragionevole, purché motivato
può essere disposto entro il termine massimo di diciotto mesi dall’emanazione del provvedimento
Non so rispondere

14. La discrezionalità amministrativa può essere definita come:

il potere di valutare discrezionalmente i presupposti di fatto delle valutazioni tecniche
il potere di bilanciare gli interessi pubblici e privati sottesi all’emanazione di determinati atti e provvedimenti
il potere di valutare discrezionalmente l’esistenza dei presupposti degli atti vincolati
Non so rispondere

15. Le società a partecipazione pubblica:

sono persone giuridiche pubbliche incaricate dello svolgimento di attività amministrativa in forma di impresa commerciale
sono società di capitali, le cui quote o azioni sono detenute in tutto o in parte dalla p.a.
sono enti pubblici economici, gestiti da privati concessionari sulla base della 1. 33/2006
Non so rispondere

16. I beni demaniali:

sono suscettibili di usucapione trentennale, secondo il dPR n. 700/1999
sono suscettibili di usucapione alio stesso modo della proprietà privata
non sono suscettibili di usucapione
Non so rispondere

17. Nel caso di aggiudicazione di un appalto secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa:

si tiene unicamente conto del prezzo offerto dall’impresa
si tiene unicamente conto delle caratteristiche tecniche dell’offerta dell’impresa
si tiene conto sia del prezzo che delle caratteristiche tecniche dell’offerta
Non so rispondere

18. Ai sensi dell’articolo 16, comma 2, della L.P. 23.07.2010, n. 16, il finanziamento del Servizio Sanitario Provinciale avviene attraverso:

esclusivamente il fondo sanitario provinciale
il fondo per l'assistenza integrata e la compartecipazione diretta dei cittadini tramite i ticket
il fondo sanitario provinciale, il fondo per l’assistenza integrata, la compartecipazione diretta dei cittadini, i fondi integrativi del servizio sanitario nazionale anche a carattere territoriale e le tariffe
Non so rispondere

19. Ai sensi dell’articolo 16, comma 3, della L.P. 23.07.2010, n. 16, la Giunta Provinciale stabilisce.

le forme di recupero crediti che l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari deve adottare
i casi in cui è dovuta dagli utenti una compartecipazione al costo della prestazione e l'entità della compartecipazione, tenuto conto delle disposizioni statali vigenti in materia, nonché la modalità di determinazione e l'entità delle tariffe
le prestazioni sanitarie che rientrano nella regolazione economica in mobilità sanitaria interregionale
Non so rispondere

20. Ai sensi dell’articolo 27, comma 2, della L.P. 23.07.2010, n. 16, l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari e preposta alla:

nomina del Direttore Generale, del Direttore Sanitario, del Direttore Amministrativo e del Direttore per l’Integrazione socio-sanitaria
gestione coordinata delle attività sanitarie e socio-sanitarie per l'intero territorio provinciale, secondo quanto disposto dal piano provinciale per la salute, dal programma sanitario e socio-sanitario provinciale, dagli indirizzi e dalle disposizioni della Giunta provinciale
identificazione dei Livelli essenziali di assistenza
Non so rispondere

21. Ai sensi dell’articolo 27, comma 4, della L.P. 23.07.2010, n. 16, sono atti fondamentali della programmazione economico-finanziaria dell’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari:

il bilancio di previsione, il programma annuale delle attività, il bilancio di esercizio e il bilancio di missione
il bilancio di previsione ed il bilancio di esercizio
il bilancio di missione ed il bilancio sociale
Non so rispondere

22. Ai sensi dell’articolo 27, comma 1, della L.P. 23.07.2010, n. 16, l'Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari è:

un ente strumentale della Provincia di personalità giuridica di diritto privato
un ente territoriale di personalità giuridica di diritto privato
un ente strumentale della Provincia dotato di autonomia imprenditoriale e di personalità giuridica di diritto pubblico
Non so rispondere

23. Ai sensi dell’articolo 28, comma 7, della L.P. 23.07.2010, n. 16, i criteri e le modalità per la valutazione dell'attività del direttore generale, con riferimento agli obiettivi assegnatigli e alla qualità complessiva dell'offerta assistenziale assicurata dall'Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari sono stabiliti da:

Giunta Provinciale
Collegio per il Governo Clinico
Consiglio Provinciale
Non so rispondere

24. Ai sensi dell’articolo 37, comma 3, della L.P. 23.07.2010, n. 16, il Regolamento di Organizzazione dell'Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari è adottato:

dal Collegio Sindacale, sentito il parere del consiglio di direzione e del collegio del governo clinico, con trasmissione alla Giunta provinciale per I'approvazione
dal Direttore Generale, sentito il parere del consiglio di direzione e del collegio del governo clinico, con trasmissione alla Giunta provinciale per I'approvazione
dal consiglio di direzione, sentito il parere del collegio del governo clinico, con trasmissione alla Giunta provinciale per I’approvazione
Non so rispondere

25. Ai sensi dell’articolo 38, comma 3, della L.P. 23.07.2010, n. 16, il Programma annuale di Attività, allegato al Bilancio di Previsione annuale e pluriennale dell'Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, evidenzia:

i risultati di salute conseguiti con riguardo all'anno di riferimento, con specificazione degli interventi e delle attività assicurate e degli esiti rilevati nel territorio dei singoli distretti
il livello di raggiungimento degli obiettivi strategici annuali precedentemente assegnati dalla Provincia Autonoma di Trento
gli obiettivi assegnati alle articolazioni organizzative fondamentali e specifica, per ogni distretto sanitario, i servizi assicurati e le risorse umane assegnate
Non so rispondere

26. Ai sensi dell’articolo 39, comma 1, della L.P. 23.07.2010, n. 16, il bilancio di missione è adottato:

entro il 30 aprile dell'anno successivo a quello di riferimento
entro il 30 settembre dell’anno successivo a quello di riferimento
entro il 15 dicembre dell'anno precedente a quello di riferimento
Non so rispondere

27. Ai sensi dell’articolo 25, comma 3, del Decreto Legislative 23.06.2011, n. 118, il bilancio preventivo economico annuale delle aziende Sanitarie è corredato da:

stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa
dal parere della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano
una nota illustrativa, dal piano degli investimenti e da una relazione redatta dal direttore generale
Non so rispondere

28. Ai sensi dell’articolo 27, comma 1, del Decreto Legislative 23.06.2011, n. 118, il piano dei conti previsto dalle disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio risponde all’obiettivo di:

soddisfare le esigenze di standardizzazione delle procedure contabili e dei debiti informativi previsti dalla normativa vigente
indicare i valori e le codifiche per alimentare correttamente il bilancio di missione
indicare i valori e le codifiche per alimentare correttamente il bilancio sociale
Non so rispondere

29. Ai sensi dall'articolo 18 della Legge Provinciale 23.07.2010, n. 16, il Fondo Sanitario per 1’Assistenza Integrata (F.A.I.) finanzia:

le prestazioni relative ai livelli aggiuntivi di assistenza e quelle relative all'area dell'integrazione socio-sanitaria
le prestazioni relative ai livelli essenziali di assistenza sanitaria
esclusivamente il piano vaccinale definito annualmente dalla Giunta Provinciale
Non so rispondere

30. Ai sensi dall'articolo 7 della Legge Provinciale 23.07.2010, n. 16, la Giunta provinciale, previa diffida ad adempiere entro un congruo termine, può sostituirsi al Direttore Generale dell’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari:

per il compimento di atti obbligatori per legge, se egli ne omette o ritarda l'adozione
solo durante il periodo di prova del Direttore Generale
solo su segnalazione da parte della Corte dei Conti
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate