Tecnico Amministrativo Categoria D Università degli Studi di Cagliari

Tempo trascorso
-

1. Quale fonte normativa statale ha fornito per la prima volta in Italia la definizione di museo:

D.Lgs 490/1999
D.Lgs 42/2004
D.Lgs 1089/1939
Non so rispondere

2. Per quali aspetti il fenomeno degli “studioli”, a cui si assiste in Italia nel quindicesimo secolo, precorre il museo moderno?

Per entrambi gli aspetti citati nelle altre risposte.
Perché anticipa l'attenzione per lo spazio che contiene le opere in relazione alle stesse.
Per la valorizzazione estetica a cui sottopone le opere che contiene.
Non so rispondere

3. Con l'influenza dell'illuminismo:

Le collezioni artistiche furono riorganizzate seguendo il criterio espositivo che prevedeva l’accostamento di una grande varietà di oggetti allo scopo di destare nel visitatore sorpresa e meraviglia.
La collezione doveva ricercare il proprio valore nella quantità e nella curiosità non nella qualità estetica.
I musei cominciarono a staccarsi dalla tradizione delle Kunstkammern.
Non so rispondere

4. Qual è la definizione di “museo” di cui all’art. 101 del D.Lgs. n. 42/2004:

Una struttura, temporanea o permanente, che acquisisce, cataloga ed ordina beni culturali per finalità di conservazione.
Una struttura, temporanea o permanente, che acquisisce, cataloga, conserva, ordina ed espone beni culturali per finalità di ricerca.
Una struttura permanente che acquisisce, cataloga, conserva, ordina ed espone beni culturali per finalità di educazione e di studio.
Non so rispondere

5. L'attenzione verso tutta la complessa serie di processi e dinamiche sottese alla quotidiana attività dei musei, ha portato col tempo l’ICOM a dare vita a una serie di comitati di settore tra cui l’ICOFOM:

Per la documentazione.
Per la museologia.
Per la formazione del personale.
Non so rispondere

6. Il luogo dove si conservano le reliquie è una:

Gipsoteca
Lipsanoteca
Gliptoteca
Non so rispondere

7. Non avviene “mortis causa”:

La donazione.
Il lascito.
Il legato.
Non so rispondere

8. Nelle aree espositive:

Di solito è prevista solo l’illuminazione diretta.
Di solito è prevista un’illuminazione dell’ambiente solo indiretta.
Di solito è prevista un’illuminazione dell’ambiente indiretta, associata a una diretta.
Non so rispondere

9. In quale dei punti che seguono è proposta nel corretto ordine cronologico una sintesi delle procedure che un museo deve seguire quando affronta un intervento conservativo?

La richiesta di preventivo; l'intervento di restauro; la richiesta di autorizzazione; il collaudo.
La richiesta di preventivo; la richiesta di autorizzazione; l'intervento di restauro; il collaudo.
La richiesta di autorizzazione; l'intervento di restauro; la richiesta di preventivo; il collaudo.
Non so rispondere

10. Cosa indica il termine “foxing” in una scheda conservativa?

Rigonfiamento della pellicola pittorica particolarmente pronunciato
Opacizzazione della policromia o della superficie di un manufatto
Macchie della carta causate da muffa e ossidazioni
Non so rispondere

11. Nei depositi museali i manufatti tessili:

Vanno custoditi in cassettiere o in armadi, all'interno di scatole di cartone non acido, proteggendoli prima di tutto dalla luce e dalla polvere.
Devono essere sempre riposti in sacchi di plastica per meglio proteggerli dalla polvere.
Vanno riposti in modo che le fibre stiano sempre ben tese (si consiglia l'uso di telai o montatura rigide).
Non so rispondere

12. Tra gli attori dell’attività di prestito di opere per mostre, chi verifica lo stato di conservazione e segue la corrispondenza con l’ente organizzatore della mostra per l’approvazione delle condizioni di prestito?

Conservatore
Registrar
Solo il direttore
Non so rispondere

13. L'origine della cura critica in quanto azione organizzativa:

Ha molte aderenze con il mistero romantico della forma, celata fino al bagliore dell’illuminazione improvvisa.
Ha molte aderenze con il formalismo delle Accademie.
Ha molte aderenze con l'idea procedurale iniziata dall'Impressionismo.
Non so rispondere

14. La Biennale di Venezia (1895):

Ha un allestimento riconducibile alla tipologia del salotto Borghese, conformemente alla tradizione del Salon francese.
É un contenitore di opere esclusivamente ad invito.
Ha un allestimento in piena rottura con la tradizione del Salon francese.
Non so rispondere

15. Negli anni dell'Esposizione Universale 1889, appare la figura del responsabile curatore. Quale dei seguenti fu l'organizzatore della prima collettiva presso Durand-Ruel?

Antoine de Rochefoucault.
Félix Fénéon.
Charles Pierre Baudelaire.
Non so rispondere

16. Quali di queste mostre ha avuto un ruolo centrale nell’evoluzione della figura del curatore in riferimento al rapporto instaurato con gli artisti:

Festival Fluxus a Wiesbaden 1962
When attitudues Become form 1969
18 Happenings in 6 parts 1959
Non so rispondere

17. Lucy Lippard è una scrittrice, attivista, critica d'arte e curatrice statunitense, nel 1969 cura:

L’esposizione “5-31 January”, tenutasi a New York.
“Conceptual Art and Conceptual Aspects” presso il Cultural Center di New York.
“550,087” al Seattle Museum, siglando la nascita della Conceptual Art.
Non so rispondere

18. L’esposizione “5-31 January”, curata da Seth Siegelaub, tenutasi a New York, fu allestita:

In un piccolo ufficio, modestamente arredato, usato per l’occasione.
Presso il Guggenheim.
Presso il Cultural Center.
Non so rispondere

19. L’estremismo che caratterizzò il Futurismo artistico si configura come tipica espressione di un paese che viveva tardivamente la propria stagione di progresso economico, e che cercava di mettersi alla pari in tutti i modi, bruciando le tappe. Non a caso l'altra nazione che vide un consimile sviluppo del Futurismo fu:

La Francia.
La Germania.
La Russia.
Non so rispondere

20. Quale movimento giunse ad una negazione provocatoria del concetto di opera d’arte tradizionale?

Dadaismo
Espressionismo
Cubismo
Non so rispondere

21. Camoin, Flandrin, Matisse, Marquet, Rouault, Derain, Van Dongen, Vlaminck si distinguevano per alcuni caratteri simili:

Esaltazione del colore attraverso l'esasperato uso di toni puri e saturi.
Ritorno alla spazialità classica e ai valori cromatici armonici.
Riscoperta del naturalismo e della sensibilità illuministica impressionista.
Non so rispondere

22. L'architetto espressionista aspira a un socialismo utopico, il cui obiettivo sia un programma di conciliazione fra le masse e le arti. Le architetture che incorporano questi obiettivi:

Amano il vetro, perché è un materiale in grado di garantire chiarezza, nobiltà spirituale e fantasia.
Rifiutano i simboli mistici e cabalistici.
Prediligono le piante quadrate o rettangolari, rifiutando le forme stellari e poligonali.
Non so rispondere

23. Non è uno dei tratti distintivi della pittura di Robert Delaunay, considerato da Apollinaire come l'Eresiarca del cubismo:

La fissità e la staticità degli oggetti resi alla maniera cubista.
L’uso insistente del colore.
La tensione dinamica tra gli elementi plastici delle sue composizioni.
Non so rispondere

24. William Morris (1834-1896).

Assume a modello l'organizzazione produttiva del Medioevo letta in chiave anti-industriale ma ne rifiuta i modelli artistici.
Aderisce ai modelli artistici del Medioevo, ma non al modello artigianale di organizzazione produttiva.
Del Medioevo assume, oltre ai modelli artistici anche l'organizzazione produttiva.
Non so rispondere

25. Mauro Manca partecipò alla prima Biennale di Nuoro, aggiudicandosi il primo premio con l'opera astratta “L'ombra del mare sulla collina”. Il riconoscimento a un'opera di netta rottura con la tradizione artistica isolana suscitò interminabili polemiche tra i critici dell’epoca, mentre la reazione del pubblico fu di perplessità, se non di rifiuto, ma fu inteso dalla critica successiva come spartiacque di una nuova stagione della ricerca artistica nell'isola. Era il:

1941
1957
1965
Non so rispondere

26. Con i rilievi “Flagellazione” del 1944 e con la “Deposizione con i cani” (1946) Eugenio Tavolara:

Si estranea dal dramma della guerra ancora incombente con soggetti dalla religiosa serenità.
Proietta in soggetti religiosi la tensione e l'angoscia legati al difficile momento storico.
Vuole fornire col realismo storico una narrazione priva di drammaticità.
Non so rispondere

27. L'autoritratto del 1947 segnò nell'itinerario di ricerca di Costantino Spada:

L'apertura di un discorso neocubista.
Una fase di astrattismo geometrico alla Mondrian.
Una fase di aperto vangoghismo.
Non so rispondere

28. La tematica sociale, assai diffusa nella pittura italiana dei primi anni cinquanta, assume in Hoder Claro Grassi:

Toni straniati e metafisici.
I toni del più crudo realismo.
Gamme di colori naturalistici.
Non so rispondere

29. “Le Sirene” di Eugenio Tavolara (1946) è:

Un olio su tela.
Una scultura lignea.
Un rilievo in bronzo
Non so rispondere

30. Chi scolpì la “Colonna di s. Antonio”, che narra episodi della storia della città di Sassari?

Maria Lai.
Gavino Tilocca.
Eugenio Tavolara.
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate