Istruttore amministrativi servizi demografici

Tempo trascorso
-

1. Le funzioni di ufficiale di stato civile possono essere delegate:

solo a dipendenti a tempo indeterminato
a dipendenti a tempo indeterminato e determinato
a dipendenti a tempo indeterminato e determinato previo superamento di apposito corso di formazione
Non so rispondere

2. Ai sensi del testo unico sull’ordinamento degli enti locali, di cui al Decreto Legislativo n.267/2000, il sindaco e il consiglio comunale durano in carica:

Il Sindaco 5 anni e il Consiglio 4 anni
Entrambi quattro anni
Entrambi 5 anni
Non so rispondere

3. Ai sensi dell’art. 3 della Legge n. 1228/54, è ufficiale dell’anagrafe :

il Prefetto;
il Procuratore della Repubblica;
il Sindaco;
Non so rispondere

4. Quando la dichiarazione di nascita viene effettuata oltre il termine dei 10 giorni, l’ufficiale di stato civile:

forma l’atto di nascita indicando le ragioni del ritardo riferite dal dichiarante e segnala il fatto al Procuratore della Repubblica
sospende la formazione dell’atto e comunica il fatto al Procuratore della Repubblica
forma l’atto indicando le ragioni del ritardo e comunica il fatto al Prefetto
Non so rispondere

5. Ai sensi dell’art.3, Legge n.604/1966, giustificato motivo soggettivo di licenziamento e’:

Un notevole inadempimento degli obblighi contrattuali del datore di lavoro
Un notevole inadempimento degli obblighi contrattuali del prestatore di lavoro
Un lieve inadempimento degli obblighi contrattuali del prestatore di lavoro
Non so rispondere

6. Ai sensi dell’art. 2 del D.P.R. n. 223/89, il sindaco può delegare in tutto o in parte le funzioni di ufficiale di anagrafe ad:

un altro Sindaco, al Prefetto o al Segretario comunale;
un Assessore, al Segretario comunale o ad impiegati di ruolo del comune ritenuti idonei;
un Assessore o ad impiegati di ruolo del comune ritenuti idonei di categoria C;
Non so rispondere

7. La nuova CIE non si differenza dalla vecchia CIE per:

il processo di emissione
il colore della foto e la banda ottica a lettura laser
le impronte digitali
Non so rispondere

8. La legge 241 del 1990 ha sancito l’obbligo generale di motivazione degli atti amministrativi?

Si, fatta eccezione per gli atti a contenuto generale e normativo
No, mai
Si, in ogni caso
Non so rispondere

9. Ai sensi dell’art. 10 della Legge n. 1228/54, è compito dei proprietari dei fabbricati:

stabilire la denominazione delle aree di circolazione;
rendere annualmente la dichiarazione anagrafica;
provvedere alla indicazione della numerazione interna;
Non so rispondere

10. Che cosa è il domicilio digitale?

un indirizzo elettronico dichiarato dal cittadino all'ufficiale d'anagrafe utilizzabile nei procedimenti anagrafici
un indirizzo elettronico certificato attributo, su richiesta del cittadino dall'ufficiale d'anagrafe e registrato sull'ANPR
un indirizzo elettronico attribuito contestualmente alla Carta d'identità elettronica
Non so rispondere

11. Le notificazioni sono:

Misure individuali con cui si porta a conoscenza del destinatario l’atto, attraverso un procedimento che mira a dare certezza legale dell’invio e del ricevimento dell’atto
Strumenti costituiti da materiali idonei a ricevere e conservare atti forniti dai privati o relativi a fatti accertati dalla stessa amministrazione, a fini di esibizione
Misure individuali con cui si porta a conoscenza del destinatario l’atto, attraverso un procedimento che mira a dare pubblicità legale dell’invio e del ricevimento dell’atto
Non so rispondere

12. Ai sensi dell’art. 36 del D.P.R. n. 223/89, avverso il rifiuto opposto dall'ufficiale di anagrafe al rilascio dei certificati anagrafici, l'interessato può presentare ricorso:

al Prefetto;
al Procuratore della Repubblica;
al Sindaco;
Non so rispondere

13. Il permesso di seppellimento viene rilasciato da:

l’Ufficiale d’anagrafe
il Sindaco
L’Ufficiale dello stato civile
Non so rispondere

14. La comunicazione di avvio di procedimento e’ espressione del principio di:

Partecipazione al procedimento amministrativo
Semplificazione dell’azione amministrativa
Imparzialità dell’azione amministrativa
Non so rispondere

15. Ai sensi dell’art. 1 del D.P.R. n. 445/2000, per “autentica di sottoscrizione”, s’intende:

l’attestazione, da parte di un pubblico ufficiale, che la sottoscrizione è stata apposta in sua presenza, previo accertamento dell’identità della persona che sottoscrive;
l’attestazione, da parte di un pubblico ufficiale, che la sottoscrizione è stata apposta dalla persona che sottoscrive;
l’attestazione, da parte di un pubblico ufficiale, che la sottoscrizione è stata apposta in sua presenza, previo accertamento dell’età della persona che sottoscrive;
Non so rispondere

16. La tessera elettorale viene ritirata quando:

l’elettore perde il diritto di voto
quando sono variati i dati o le indicazioni contenute nella tessera
quando sono esauriti gli spazi ivi contenuti
Non so rispondere

17. La deliberazione dei regolamenti:

E’ funzione esclusiva della Giunta
E’ funzione esclusiva del Consiglio
Spetta al Consiglio ad eccezione dei regolamenti sull’ordinamento degli uffici e dei servizi
Non so rispondere

18. Ai sensi dell’art. 21 del D.P.R. n. 445/2000, se l’istanza o la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà è presentata a soggetti diversi dagli organi della pubblica amministrazione, nonché ai gestori di servizi pubblici, l’autenticazione della sottoscrizione è redatta:

da un notaio, cancelliere, segretario comunale, dal dipendente addetto a ricevere la corrispondenza o altro dipendente incaricato dal Prefetto;
da un notaio, cancelliere, segretario comunale, dal dipendente addetto a ricevere la documentazione o altro dipendente incaricato dal Sindaco;
da un notaio, segretario comunale, presidente del tribunale, dal dipendente addetto a ricevere la documentazione o altro dipendente su delega del Sindaco;
Non so rispondere

19. In caso di conflittualità tra una disposizione prevista in un trattato internazionale al quale l’Italia ha aderito ed una legge dell’ordinamento italiano, quale è l’atteggiamento corretto?

la norma convenzionale è gerarchicamente superiore alla norma interna, la quale pertanto dovrà essere disapplicata
spetterà all’autorità giudiziaria stabilire a quale normativa fare riferimento
l’applicazione della norma interna deve avere sempre la priorità sulle norme convenzionali
Non so rispondere

20. Puo’ incorrere nella responsabilita’ contabile:

Chiunque si ingerisca nel maneggio di denaro pubblico
Solo chi è preposto al maneggio di denaro dell’ente
Solo chi è e preposto al maneggio di denaro dell’ente ed ha l’obbligo di rendere il conto del denaro maneggiato
Non so rispondere

21. A norma dell’art. 3 del D.P.R. n. 285/90, ove dalla scheda di morte risulti o sorga comunque il sospetto che la morte sia dovuta a  reato, il sindaco deve darne immediata comunicazione:

all’autorità sanitaria;
all’autorità locale di vigilanza;
all’autorità giudiziaria e a quella di pubblica sicurezza;
Non so rispondere

22. Come si ottiene la copia informatica di un documento originale cartaceo?

scansionando il documento cartaceo
scansionando il documento cartaceo e apponendo una firma digitale
producendo attraverso un software un documento informatico firmato digitalmente che ha i medesimi dati del documento cartaceo
Non so rispondere

23. Secondo l’art.36 del testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, e’ anche organo di governo del comune:

Il Segretario Comunale
Il Commissario del Governo
La Giunta
Non so rispondere

24. A norma dell’art. 51 del D.P.R. n. 285/90, la manutenzione, l’ordine e la vigilanza dei cimiteri spettano:

al Prefetto
all’Autorità di pubblica sicurezza
al Sindaco
Non so rispondere

25. Quali sono le conseguenze per la validità del matrimonio, nel caso di celebrazione da parte di un ufficiale di stato civile incompetente, ad esempio perché sprovvisto di delega o perché delegato per altro comune ma non per quello dove è richiesta la celebrazione?

il matrimonio è valido, ma è impugnabile a cura delle parti per incompetenza dell'ufficiale di stato civile: art. 6 del DPR 396/2000
se sussiste la buona fede da parte degli sposi sulla competenza dell'ufficiale dello stato civile, il matrimonio è valido e pienamente efficace, anche se l'ufficiale dello stato civile fosse stato ben consapevole della sua incompetenza: art. 113 c.c.
se sussiste la buona fede degli sposi, il matrimonio sarà comunque valido. Tuttavia, al fine di evitare che possa essere impugnato, l'ufficiale dello stato civile incompetente dovrà essere delegato alla celebrazione dei matrimoni civili, con provvedimento immediato: artt. 4 del DPR 396/2000 e 117 c.c. 
Non so rispondere

26. La pubblica amministrazione puo’ rifiutare l’accesso ai documenti amministrativi?

Si, nei casi e nei limiti stabiliti dalla Legge n.241/1990
No. In nessun caso l’Amministrazione può rifiutare l’accesso ai documenti amministrativi
Si. L’amministrazione decide a suo insindacabile giudizio se e quali documenti possano essere sottratti all’accesso
Non so rispondere

27. Ai sensi dell’art. 74 del D.P.R. n. 445/2000, costituisce violazione dei doveri d’ufficio:

la mancata accettazione delle dichiarazioni sostitutive di certificazione o di atto di notorietà
il mancato rilascio di copia delle dichiarazioni sostitutive di certificazione ricevute
la mancata comunicazione al Sindaco delle autorizzazione rilasciata sulla base delle dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà ricevute
Non so rispondere

28. Perviene dal tribunale per i minorenni una sentenza nella quale un cittadino adotta ai sensi dell’art. 44 della legge 184/1983 il figlio minore della coniuge. Quale cognome assume il minore per effetto dell’adozione?

unicamente il cognome del padre adottante
il cognome del padre adottivo anteposto al cognome già portato
i genitori si dovranno presentare e scegliere quale cognome attribuire al figlio
Non so rispondere

29. I provvedimenti amministrativi possono essere annullati d’ufficio?

Si, quanto sussiste una qualsiasi ragione di pubblico interesse
Se illegittimi, sussistendone le ragioni di interesse pubblico
Se viziati da incompetenza assoluta, a prescindere dall’interesse pubblico
Non so rispondere

30. Ai sensi dell’art. 49 del D.P.R. n. 445/2000, i certificati medici, sanitari veterinari, di origine, di conformità ce, di marchi e brevetti;

non possono mai essere sostituiti da altro documento
non possono essere sostituiti da altro documento, salvo diverse disposizioni della normativa di settore
possono essere sostituiti da altro documento appositamente legalizzato
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate