Ordinamento sistema sanitario regionale

Tempo trascorso
-

1. L'Atto Aziendale:

Individua il modello organizzativo idoneo a promuovere l'integrazione delle funzioni di assistenza, di formazione, di ricerca
Individua il modello organizzativo superfluo per la tutela e l'integrazione delle funzioni di assistenza, di formazione, di ricerca
Individua il modello istantaneo per assecondare l'integrazione delle funzioni di assistenza, di formazione
Non so rispondere

2. Cosa avviene nei "Comitati consultivi degli utenti"?

Avviene il confronto permanente con le forme associative dei cittadini/utenti sia in sede di rilevazione dei bisogni di salute delle popolazioni che riguardano alle scelte finalizzate a soddisfare tali bisogni
Un confronto temporaneo
Un confronto permanente
Non so rispondere

3. Cosa rappresenta l'Ufficio Relazioni con il Pubblico?

Rappresenta il punto di incontro per promulgare le leggi
Rappresenta il punto di incontro immediato con i cittadini garantendo una informazione semplice, tempestiva, corretta e unitaria su tutte le prestazioni e/o attività assicurate dall'Azienda e dal Servizio Sanitario Regionale
Rappresenta il punto tra lo Stato e i Dirigenti
Non so rispondere

4. Il Direttore Generale esercita:

Un potere dispotico sull'intera equipe
Le funzioni di indirizzo attraverso la formulazione delle strategie sanitarie e amministrative aziendali e la loro articolazione in obiettivi da assegnare ai centri di responsabilità
Nessuna delle altre risposte è corretta
Non so rispondere

5. Il Collegio Sindacale esercita:

Il controllo delle singole unità alimentari
la gestione dei rifiuti ospedalieri
Il controllo interno sull'attività amministrativa e contabile dell'AO di Cosenza, ad eccezione degli atti di diritto privato
Non so rispondere

6. Il Direttore Amministrativo esercita:

La funzione di direzione, vigilanza e controllo sugli atti di competenza
La funzione di prova dei farmaci
La funzione di prova degli strumenti medici
Non so rispondere

7. Il Consiglio dei Sanitari svolge:

Le funzioni di coordinamento della protezione civile
Le funzioni di consulenza tecnico sanitaria stabilite dalle norme statali e regionali in materia
Le funzioni di consulenza ai professionisti iscritti all'albo
Non so rispondere

8. L'Organismo Indipendente di Valutazione verifica:

Le performance dei dipendenti
i risultati delle strutture operative aziendali
le performance dei dipendenti
Non so rispondere

9. Il Collegio Tecnico valuta:

la sensibilità degli strumenti utilizzati in campo medico
la professionalità dei dirigenti di tutti i ruoli presenti in azienda
i certificati allegati al materiale medico
Non so rispondere

10. Il Collegio Tecnico è:

unico ma articolato in sezioni specialistiche
è un organo ispettivo
è un organo europeo
Non so rispondere

11. Il Direttore Generale è responsabile:

Della Giunta Regionale e Comunale
Della gestione delle risorse idriche
Della gestione complessiva dell'azienda ed è tenuto ad assicurarne il regolare funzionamento anche attraverso l'esercizio dei poteri di indirizzo e controllo
Non so rispondere

12. Il Direttore di Presidio Ospedaliero rappresenta:

Il Presidio Ospedaliero
Il sindacato
Il vertice supremo della sanità
Non so rispondere

13. Le Unità Operative sono:

Articolazioni particolari
Articolazioni organizzative
Unità di ispezione
Non so rispondere

14. Le UO aziendali si distinguono in:

Complesse, Semplici dipartimentali e Semplici
Settori unici e Parziali
Complessi Monumentali e Storici
Non so rispondere

15. Le UO Complessa è:

Una struttura organizzata per predisporre le unità gestionali di operazioni
Una struttura organizzativa che si caratterizza per un elevato grado di autonomia gestionale ed una piena responsabilità nella realizzazione di processi integrati
Nessuna delle altre risposte è corretta
Non so rispondere

16. L'UO Semplice non è:

Dotata di responsabilità di budget
Dotata di incompatibilità di cassa
Dotata di gestione intraesclusivo
Non so rispondere

17. L'UO Semplice è dotata:

Di macchinari pluridisciplinari
Nessuna delle altre risposte è corretta
Di una propria autonomia funzionale ed operativa e di risorse umane
Non so rispondere

18. L'UO Semplice è finalizzata:

Allo svolgimento di congressi
Allo svolgimento dei processi e delle funzioni di competenza
Ad una funzione destabilizzante del territorio
Non so rispondere

19. I PDTA sono anche:

Strumenti di gestione clinica usati da chi eroga prestazioni sanitarie per definire la migliore sequenza di azioni degli interventi efficaci rivolti a pazienti con particolari patologie
Utili per la rianimazione dei pazienti
Adatti per gestire informazioni speciali
Non so rispondere

20. Qual è lo scopo dei PDTA è:

Incrementare le risorse economiche, secondo i piani dettati dal DEF e dal d.lgs. 345/00
Nessuna delle altre risposte è corretta
Centrare l'assistenza sui bisogni complessi di salute del cittadino, promuovere la continuità assistenziale, favorire l'integrazione fra gli operatori, ridurre la variabilità clinica, diffondere la medicina basata sulle prove (EBM), utilizzare in modo congruo le risorse
Non so rispondere

21. Le funzioni di supporto sono:

Quelle di supporto alla digestione
Quelle che possono rientrare nella sala operatoria
Quelle che non possono rientrare nelle funzioni di staff
Non so rispondere

22. Il dipendente dell'area Comparto Sanità è tenuto a rispettare:

Il segreto d'ufficio
Il segreto di casa
Il sacro codice
Non so rispondere

23. Il dipendente dell'area Comparto Sanità non può:

Utilizzare a fini pubblici le informazioni di cui disponga per ragioni d'ufficio
le informazioni di cui disponga per ragioni d'ufficio Utilizzare a fini privati le informazioni di cui disponga per ragioni di casa
Utilizzare a fini privati le informazioni di cui disponga per ragioni d'ufficio
Non so rispondere

24. Il dipendente dell'area Comparto Sanità può:

Fornire tutte le informazioni cui abbia titolo, nel rispetto delle disposizioni in materia di trasparenza e di accesso all'attività amministrativa
Espletare attività di supporto al reparto UFF dell'Azienda cui appartiene
Nessuna delle altre risposte è corretta
Non so rispondere

25. Il dipendente dell'area Comparto Sanità durante l'orario di lavoro deve:

Mantenere rapporti interpersonali e con gli utenti condotta uniformata a principi di correttezza ed astenersi da comportamenti lesivi della dignità della persona
Può uscire liberamente a svolgere commissioni prettamente personali
Somministrare farmaci ai nuovi arrivati in pronto soccorso, per evitare che si propaghino appestamenti di vario tipo
Non so rispondere

26. Il dipendente dell'area Comparto Sanità può non eseguire una disposizione se:

La disposizione rientra tra le attività previste dalla Carta Unitaria dei Diritti
La disposizione sia vietata dalla legge penale o costituisca illecito amministrativo
Nessuna delle altre risposte è corretta
Non so rispondere

27. Il dipendente dell'area Comparto Sanità non può utilizzare quanto di proprietà dell'azienda:

Se non per usarle a casa proprio, secondo le disposizioni di legge vigenti (d.lgs. n. 456 e n. 74)
Per ragioni che non siano di servizio
Nessuna delle altre risposte è corretta
Non so rispondere

28. Il dipendente dell'area Comparto Sanità non deve chiedere o accettare:

Nessuna delle altre risposte è corretta
Tutti gli oggetti riportati nella lista del regolamento comunitario n.65 del 2016
Compensi, regali o altre utilità in connessione con la prestazione lavorativa, salvo quelli d'uso di modico valore effettuati occasionalmente nell'ambito delle normali relazioni di cortesia e nell'ambito delle consuetudini internazionali
Non so rispondere

29. comportamenti quotidiani, le norme di condotta degli operatori devono attenersi:

Alle regole dettate dalle norme finanziarie e regolamentari, ma soprattutto ad un pensare e agire etico
Alle regole dettate dalle norme legislative e regolamentari, ma soprattutto ad un pensare e agire meticoloso
Alle regole dettate dalle norme legislative e regolamentari, ma soprattutto ad un pensare e agire etico
Non so rispondere

30. L'etica rappresenta:

L'arma principale per combattere la corruption nella sanità pubblica
Uno strumento utile per effettuare operazioni chirurgiche
Un accessorio necessario per il dipendente, secondo quando prescrive anche il Contratto europeo
Non so rispondere

31. Il termine "corruption" nel caso della Sanità, sta per:

Spreco della gestione pubblica, utilizzo improprio e improduttivo delle risorse pubbliche, disincentivazione nel segnalare gli illeciti, implementazione di sistemi e modelli organizzativi obsoleti o poco efficienti, e, infine, assenza totale di sistemi di controllo indipendenti
Un esame clinico che valuta l'efficienza del dipendente
Nessuna delle altre risposte è corretta
Non so rispondere

32. La linea funzionale "Tecnico Amministrativa" è di supporto a quale attività?

Attività sanitarie
Attività finanziaria
Attività economica
Non so rispondere

33. Il Direttore Generale è un organo:

Politico
Monocratico di amministrazione
Riduttivo
Non so rispondere

34. Al Direttore Generale, competono:

Tutti i poteri di gestione e di direzione strategica e la legale rappresentanza dell'Ente
Tutti i poteri di gestione politica
Tutti i poteri di collaborazione chirurgica
Non so rispondere

35. Cosa sono i "Dipartimenti"?

Sono articolazioni funzionali di Reparti e Servizi presenti nei Presidi Orizzontali
Sono articolazioni funzionali di Reparti e Servizi presenti nei Presidi Militari
Sono articolazioni funzionali di Reparti e Servizi presenti nei Presidi Ospedalieri
Non so rispondere

36. Ad ogni dipartimento ha a capo:

Un collegio
Un direttore
Due direttori
Non so rispondere

37. Come può avvenire il rilascio di referti e/o copie delle cartelle cliniche?

Solo su richiesta della ricetta culinaria
Solo su richiesta ed a favore del diretto interessato o degli aventi diritto
Solo su richiesta di un permesso di lavoro
Non so rispondere

38. La dichiarazione, la diffusione e la condivisione dei principi e dei valori etici devono contribuire a:

Creare un valore operativo
Creare un valore finanziario
Creare un valore aggiunto
Non so rispondere

39. Quali sono i rischi dell'area sensibile dell'Azienda "Erogazione delle prestazioni sanitarie"?

Gestione liste d'attesa per prestazioni ambulatoriali e ricoveri, acquisizione consenso informato, acquisizione consenso al trattamento dei dati
Gestione liste d'attesa per prestazioni fiscali
Gestione liste d'attesa per prestazioni agrarie
Non so rispondere

40. Il rischio del processo sensibile "Gestione liste d'attesa per prestazioni ambulatoriali e ricoveri" afferisce:

Alla struttura "Accettazione e a nessuna delle aree cliniche
Alla struttura "Accettazione e a tutte le aree amministrative
Alla struttura "Accettazione e a tutte le aree cliniche"
Non so rispondere

41. Il rischio del processo sensibile "Acquisizione consenso informato" afferisce:

A tutte le aree cliniche
Ad una parte delle le aree cliniche
A nessuna delle aree cliniche
Non so rispondere

42. Il rischio del processo sensibile "Acquisizione consenso al trattamento dei dati" afferisce:

Ad una parte delle le aree cliniche
A tutte le aree cliniche
A nessuna delle aree cliniche
Non so rispondere

43. Il rischio dell'area sensibile "Gestione Risorse Umane" può consistere:

Nell'applicazione trasparente o distorta di norme che regolamentano la selezione animale
Nell'applicazione non trasparente o distorta di norme che regolamentano la selezione del personale o di norme contrattuali e valutative nei confronti del personale dell'Azienda
Nell'applicazione non trasparente o distorta di norme che regolamentano la selezione del Presidente della Repubblica
Non so rispondere

44. Il rischio del processo sensibile "Gestione Risorse Umane" afferisce:

All'area direzionale, di staff e della gestione del personale
All'area economica, di staff e della gestione del personale della Camera di Commercio
All'area direzionale, di staff e della gestione del direttore dell'Agenzia delle Entrate
Non so rispondere

45. L'area sensibile "Esercizio della libera professione" richiede:

Un attento controllo sulle modalità di accesso esteso al corretto bilanciamento tra i volumi di attività svolti all'interno dell'Azienda e quelli prestati in regime di libera professione
Un attento controllo sulle modalità di accesso esteso al corretto bilanciamento tra i volumi di attività celebrali
Un attento controllo sulle modalità di accesso esteso al corretto bilanciamento dell'auto
Non so rispondere

46. Il regolamento aziendale detta:

I principi generali dell'attività edilizia
I principi generali dell'attività intramuraria, disciplinando le modalità di accesso alla plastica
I principi generali dell'attività intramuraria, disciplinando le modalità di autorizzazione e la procedura operativa
Non so rispondere

47. Il rischio dell'area sensibile "Esercizio della libera professione" afferisce:

A tutte le aree cliniche in cui vi siano dipendenti che svolgono attività libero professionale
A tutte le aree cliniche in cui vi siano dipendenti che svolgono attività sportiva
A tutte le aree cliniche in cui vi siano dipendenti che svolgono attività edile
Non so rispondere

48. Il rischio dell'area sensibile "Acquisizione di beni e servizi, lavori e contratti" afferisce:

All'area amministrativa, a quella tecnica e ai soggetti dell'area sanitaria coinvolti nelle procedure di acquisizione
All'area economica a quella tecnica e ai soggetti dell'area sanitaria coinvolti nelle procedure di acquisizione dei tavolini
All'area amministrativa, a quella gestionale e ai soggetti dell'area sanitaria coinvolti nelle procedure di acquisizione dei cocktail
Non so rispondere

49. Qual è uno dei reati previsti dal D. Lgs 231/2003?

Reati contro la Pubblica Amministrazione
Reati contro la Privata Amministrazione
Reati contro la Pubblica Medicina
Non so rispondere

50. Quali sono i reati contro la P.A.?

Corruzione, concussione e indebita percezione di erogazione a danno dello Stato
Corruzione da ruggine
Concussione e indebita percezione di erogazione a danno della Società Sportiva
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate