CCNL OSS

Tempo trascorso
-

1. Secondo quello che è riportato sul CCNL del comparto sanità, il dipendente deve lavorare:

con impegno e responsabilità
svogliatamente e in condizioni di stress, per rendere meglio sul lavoro
sotto effetto di farmaci allucinogeni
Non so rispondere

2. Secondo quello che è riportato sul CCNL del comparto sanità, il dipendente deve lavorare:

nel rispetto della legge e dell’interesse pubblico
andando anche contro la legge pur di portare a compimento un incarico
infischiandosene degli esiti negativi
Non so rispondere

3. Secondo quando stabilito nel CCNL relativo al personale del comparto sanità, l'orario di lavoro ordinario è:

di 56 ore settimanali
di 26 ore settimanali
di 36 ore settimanali
Non so rispondere

4. Secondo l'art 27 del CCNL relativo al personale del comparto sanità, l 'orario di lavoro ordinario è di 36 ore settimanali ed è:

funzionale ai giorni feriali e festivi
funzionale all'orario di servizio e di apertura al pubblico
funzionale solo all'orario di servizio
Non so rispondere

5. Secondo quando disposto nel CCNL relativo al personale del comparto sanità, l'articolazione dell'orario di lavoro persegue tra i seguenti obiettivi:

erogazione dei servizi sanitari ed amministrativi nelle ore pomeridiane per le esigenze dell'utenza
erogazione dei servizi sanitari ed amministrativi solo in determinati giorni
erogazioni di servizi amministrativi nelle ore pomeridiane
Non so rispondere

6. Secondo quando riportato nel CCNL relativo al personale del comparto sanità, si ha orario continuato ed articolato in turni laddove:

si verificano casi di estrema urgenza
le esigenze del servizio richiedano la presenza del personale nell'arco delle dodici o ventiquattro ore
le esigenze del servizio riguardano problemi a livello Regionale
Non so rispondere

7. Il comma 4 dell'art. 27 del CCNL relativo al personale del comparto sanità stabilisce che:

qualora le prestazioni di lavoro giornaliera eccede le sei ore, il personale, purché non in turno ha diritto ad un giorno di riposo compensativo
qualora la prestazione di lavoro giornaliera eccede le sei ore, il personale, purché non in turno, ha diritto a beneficiare di una pausa di almeno 30 minuti
qualora le prestazioni di lavoro giornaliera eccede le sei ore, il personale, purché non in turno ha diritto a beneficiare di almeno di un'ora di pausa
Non so rispondere

8. Secondo il CCNL comparto sanità , l'osservanza dell'orario di lavoro da parte del dipendente è accertata

con efficaci controlli di tipo automatico
attraverso telecamere di videosorveglianza
attraverso firma digitale
Non so rispondere

9. Secondo il CCNL comparto sanità, il ritardo sull'orario di ingresso al lavoro comporta:

nessun obbligo di recupero
l'obbligo del recupero del debito orario entro il 15 del mese successivo a quello in cui si è verificato il ritardo
l'obbligo del recupero del debito orario entro l'ultimo giorno del mese successivo a quello in cui si è verificato il ritardo
Non so rispondere

10. In caso di mancato recupero del ritardo sull'orario di ingresso al lavoro, il CCNL comparto sanità, prevede:

l'immediato licenziamento
la proporzionale decurtazione della retribuzione e del trattamento economico accessorio
nessuna delle altre risposte è corretta
Non so rispondere

11. Secondo quando indicato nel comma 7 dell'art.27 del CCNL relativo al personale del comparto sanità, i dipendenti che prestano attività lavorative presso un'unica sede di servizio, qualora sia necessario prestare temporaneamente tale attività, debitamente autorizzata, al di fuori di tale sede, per esigenze di servizio o per tipologia di prestazione, il tempo di andata e di ritorno per recarsi dalla sede al luogo di svolgimento è:

considerato a tutti gli effetti orario di lavoro
considerato lavoro straordinario
retribuito con una specifica tariffa
Non so rispondere

12. Secondo il CCNL, comparto sanità, qualora gli operatori debbano indossare apposite divise per lo svolgimento della prestazione, le operazioni di vestizione e svestizione devono:

avvenire al di fuori della sede di lavoro
avvenire all'interno della sede di lavoro e entro un tempo di 10 minuti
sul posto dove deve essere svolta la prestazione e entro un tempo di cinque minuti
Non so rispondere

13. Secondo il CCNL comparto sanità, da cosa è caratterizzato il servizio di pronta disponibilità?

dall' immediata reperibilità del dipendente e dall'obbligo per lo stesso di raggiungere la struttura nel tempo previsto
dall'obbligo di firma e dalla reperibilità telefonica
dall'immediata reperibilità del dipendente in ferie
Non so rispondere

14. In quale articolo del CCNL relativo al personale comparto sanità, si parla di servizio di pronta disponibilità?

Art. 11
Art. 28
Art. 30
Non so rispondere

15. Secondo il comma 5 dell'art. 28 del CCNL , comparto sanità, il servizio di pronta disponibilità è organizzato utilizzando di norma:

personale specifico
personale della stessa unità operativa
personale qualificato sul pronto intervento
Non so rispondere

16. Secondo il CCNL comparto sanità, il servizio di pronta disponibilità , di norma, va limitato:

ai turni notturni e ai giorni feriali garantendo il riposo settimanale
ai turni notturni ed ai giorni festivi garantendo il riposo settimanale
solo ai turni notturni che ricadono nei giorni di festività
Non so rispondere

17. Il comma 7 dell'art. 28 del CCNL comparto sanità, stabilisce che:

la pronta disponibilità ha una durata di ventiquattro ore e dà diritto ad una indennità di euro 50,00 lorde per ogni ventiquattro ore
la pronta disponibilità non ha retribuzione
la pronta disponibilità ha una durata di dodici ore e dà diritto ad una indennità di euro 20,66 lorde per ogni dodici ore
Non so rispondere

18. Secondo quando previsto nel CCNL comparto sanità, quali tra queste categorie è escluso dalla pronta disponibilità?

tutto il personale delle categorie A,B,C e D, profili del ruolo amministrativo
i dipendenti addetti alle attività operative
i dipendenti addetti alle attività nelle strutture di emergenza
Non so rispondere

19. Il CCNL comparto sanità, prevede che due turni di pronta disponibilità sono possibili:

solo nei giorni feriali
solo nei mesi estivi
solo nei giorni festivi
Non so rispondere

20. Secondo il CCNL relativo al personale del comparto sanità, il riposo settimanale coincide di norma:

con la giornata domenicale
con il sabato
con il lunedì
Non so rispondere

21. Il comma 3 dell'art. 29 del CCNL relativo al personale comparto sanità, stabilisce che:

il dipendente può rinunciare al riposo settimanale
il riposo settimanale può essere monetizzato solo in particolari casi
il riposo settimanale non è rinunciabile e non può essere monetizzato
Non so rispondere

22. Il CCNL relativo al personale del comparto sanità, stabilisce che il numero dei riposi settimanali spettanti a ciascun dipendenti è fissato in numero di:

36 all'anno
52 all'anno
84 all'anno
Non so rispondere

23. Cosa disciplina l'art. 30 del CCNL relativo al personale del comparto sanità?

il lavoro notturno
il lavoro straordinario
il riposo settimanale
Non so rispondere

24. Quale articolo del CCNL relativo al personale del comparto sanità, disciplina il lavoro notturno?

L'art. 29
L'art. 30
L'art 31
Non so rispondere

25. Secondo l'art. 30 del CCNL comparto sanità , il lavoro notturno è svolto dai:

lavoratori che per scelta lavorano solo nei giorni festivi
lavoratori specializzati in mansioni igienico - sanitari
lavoratori tenuti ad operare su turni a copertura delle 24 ore
Non so rispondere

26. Secondo quando riportato nel comma 4 dell'art. 30 del CCNL comparto sanità, nel caso in cui sopraggiungono condizioni di salute che comportano l'inidoneità alla prestazione di lavoro notturno, si applicano:

le disposizione dell'art. 6 del D.lgs. n° 532/1985
le disposizioni dell'art. 6 del D Lgs n° 534 /1995 ed è garantita al lavoratore l'assegnazione ad altro lavoro o a lavori diurni
le disposizioni dell'art. 6 del D Lgs n° 532/1999 ed è garantita al lavoratore l'assegnazione ad altro lavoro o a lavori diurni
Non so rispondere

27. Secondo il CCNL comparto santità, al lavoratore notturno spetta una indennità pari a:

50, 00 euro lorde per ogni turno notturno
2,74 euro lorde per ogni ora di servizio prestata tra le ore 22 e le ore 6
nessuna delle altre risposte è corretta
Non so rispondere

28. Secondo il CCNL relativo al personale del comparto sanità, qualora un lavoratore presenta condizioni di salute che lo rendono inidoneo alla prestazione di lavoro notturno, al lavoratore è garantita:

un'indennità mensile
un fondo previdenziale
l'assegnazione ad altro lavoro o a lavori diurni
Non so rispondere

29. Secondo quando riportato nell'art. 31 del CCNL comparto sanità, le prestazioni di lavoro straordinario sono rivolte a:

nessuna delle altre risposte è corretta
fronteggiare situazioni di emergenza
fronteggiare situazioni di lavoro eccezionale
Non so rispondere

30. Secondo quando riportato nel CCNL relativo al personale del comparto sanità, le prestazioni di lavoro straordinario sono rivolte a fronteggiare situazioni di lavoro eccezionale e, pertanto:

non possono essere utilizzate come fattore ordinario di programmazione del tempo di lavoro e di copertura dell'orario di lavoro
non possono essere utilizzate come fattore straordinario di programmazione del tempo di lavoro
possono essere utilizzate come fattore ordinario di programmazione del tempo di lavoro e di copertura dell'orario di lavoro
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate