Contratto collettivo nazionale di lavoro (CCNL)

Tempo trascorso
-

1. Nell'ambito sanitario il CCNL del personale non dirigente attualmente in vigore prevede un sistema di classificazione?

Si, articolato in quattro categorie
Si, articolato in cinque categorie
No, vengono previste esclusivamente due categorie i dipendenti ed i convenzionati
Non so rispondere

2. Secondo quanto stabilito dal CCNL, in relazione al personale del comparto sanità, il dipendente assunto in servizio a tempo indeterminato è soggetto:

ad un periodo di prova, la cui durata varia a seconda che l'inquadramento ricada nella categoria A e B, oppure nelle restanti categorie
al pagamento di una caparra provvisoria, per oneri accessori alla sua assunzione
a presentare la domanda di assunzione presso l'ufficio personale, compilando il modello allegato al Regolamento n.167 del 2016
Non so rispondere

3. Il CCNL, in relazione al personale del comparto sanità, dispone che il dipendente assunto in servizio a tempo indeterminato è soggetto:

ad una retribuzione parziale nei primi 6 mesi lavorativi
a pagare un'indennità di accesso al lavoro
ad un periodo di prova della durata di 2 mesi per i dipendenti inquadrati nella categoria A e B
Non so rispondere

4. Secondo quanto dispone il CCNL, in relazione al personale del comparto sanità, il periodo di prova di due mesi riguarda i dipendenti inquadrati:

nella categoria A e B
nella categoria protetta dalla Legge Passavanti
nelle categorie riportate dalla Legge quadro del 1998
Non so rispondere

5. Secondo quanto dispone il CCNL, in relazione al personale del comparto sanità, il periodo di prova di sei mesi riguarda i dipendenti inquadrati:

secondo le disposizioni della legge regionale n.654
secondo le disposizioni del regolamento di istituto
nelle altre categorie diverse dalla A e dalla B
Non so rispondere

6. Secondo quanto disposto dal CCNL, in relazione al personale del comparto sanità, il periodo di prova è sospeso:

solo per caso di decesso
per i casi previsti dalla normativa regionale d.lgs.267/08 e legge sperimentale n.58/2015
in caso di assenza per malattia e negli altri casi espressamente previsti dalla legge o dal CCNL
Non so rispondere

7. Secondo quanto disposto dal CCNL, in relazione al personale del comparto sanità, nei casi di sospensione del periodo di prova, il dipendente ha diritto alla conservazione del posto:

per un periodo massimo di sei mesi
per un periodo massimo di due mesi
per almeno un anno
Non so rispondere

8. Nei casi di sospensione del periodo di prova, secondo quanto dispone il CCNL in relazione al personale del comparto sanità, il dipendente ha diritto alla conservazione del posto per un periodo massimo oltre cui:

è possibile avere un prolungamento annuale
il rapporto può dirsi risolto
nessuna delle altre risposte è corretta
Non so rispondere

9. Secondo quanto disposto dal CCNL, in relazione al personale del comparto sanità, nei casi di sospensione del periodo di prova previsti, al dipendente compete:

la sospensione del trattamento economico
la presentazione del modello ISCO 2016
lo stesso trattamento economico previsto per il personale non in prova
Non so rispondere

10. In caso di infortunio sul lavoro, malattia professionale o malattia per causa di servizio, secondo quanto dispone il CCNL in relazione al personale del comparto sanità, si applica

la legge n. 34 del 199
la legge assistenziale del 2010
l'art. 44 del CCNL stesso
Non so rispondere

11. Secondo quanto riportato nell'art. 25 del CCNL, in riferimento al personale del comparto sanitario, quando non è possibile il recesso del rapporto di lavoro, anche se è decorsa metà del periodo di prova?

Nei casi di sospensione per infortunio sul lavoro, malattia professionale o malattia per causa di servizio
Nei casi previsti dalla legge n. 56/2011
Nessuna delle altre risposte è corretta
Non so rispondere

12. Secondo l'art. 25 del CCNL riferito al personale del comparto sanità, il periodo di prova non può:

essere rinnovato o prorogato alla scadenza
essere applicato ai dipendenti inquadrati nella categoria A
essere applicato ai dipendenti inquadrati nella categoria
Non so rispondere

13. Secondo quanto dispone l'art. 25 del CCNL riferito al personale del comparto sanità, decorso il periodo di prova senza che il rapporto di lavoro sia stato risolto da una delle parti:

si deve valutare se prorogare la scadenza del periodo di prova
si deve valutare se prorogare la scadenza del periodo di prova
il dipendente si intende confermato in servizio e gli viene riconosciuta l'anzianità dal giorno dell'assunzione a tutti gli effetti
Non so rispondere

14. Secondo quanto dispone l'art. 25 del CCNL riferito al personale del comparto sanità, in caso di recesso la retribuzione:

deve essere prorogata fino a sei mesi dopo la data di recesso, secondo quando dispone anche l'art. 1 del CCNL
viene corrisposta fino all'ultimo giorno di effettivo servizio, compresi i ratei della tredicesima mensilità ove maturati
può essere aumentata e prorogata fino a due anni dal recesso
Non so rispondere

15. Secondo quanto indicato nell'art. 25 del CCNL riferito al personale del comparto sanità, nell'ambito del periodo di prova di un dipendente proveniente dalla stessa azienda o ente:

egli ha diritto alla conservazione del posto e, in mancato superamento della stessa, è reintegrato nella categoria e profilo professionale di provenienza
egli deve scegliere se continuare con la categoria precedente o proseguire con la nuova, secondo il regolamento regionale
nessuna delle altre risposte è corretta
Non so rispondere

16. L'art. 25 del CCNL relativo al personale del comparto sanità prevede che, al dipendente già in servizio a tempo indeterminato presso un'azienda o ente del comparto, vincitore di concorso presso altra amministrazione anche di diverso comparto, possa essere concesso:

nessuna delle altre risposte è corretta
un mandato speciale per obblighi superiori
un periodo di aspettativa senza retribuzione e decorrenza dell'anzianità, per la durata del periodo di prova
Non so rispondere

17. Durante il periodo di prova, in base a quanto riportato dall'art. 25 del CCNL relativo al personale del comparto sanità, l'azienda o ente può:

stipulare accordi che prevedono la collaborazione non retribuita del neoassunto
adottare iniziative per la formazione del personale neo-assunto
destinare il neo-assunto ad un altro comparto, secondo le disposizioni dettate dal regolamento regionale del 2001
Non so rispondere

18. In base a quanto riportato dall'art. 25 del CCNL relativo al personale del comparto sanità, durante il periodo di prova l'azienda o ente può:

applicare il neo-assunto a più servizi dell'azienda o ente presso cui svolge il periodo di prova, fermo restando la sua utilizzazione in mansioni proprie della qualifica di appartenenza
costituire un fondo sociale per retribuire gli straordinari del neoassunto
concordare con il neoassunto una retribuzione inferiore a quella presente sul contratto
Non so rispondere

19. In riferimento a quanto predisposto dall'art. 25 del CCNL relativo al personale del comparto sanità, sono esonerati dal periodo di prova:

solo le donne in maternità
i dipendenti delle Aziende ed Enti del comparto che lo abbiano già superato nella medesima categoria, profilo e disciplina, ove prevista
solo il personale in procinto di pensione, come previsto dal d.lgs. 345/05
Non so rispondere

20. Il CCNL relativo al personale del comparto sanità, in materia di "Ricostituzione del rapporto di lavoro", nell'art. 26 prevede che il dipendente che abbia interrotto il rapporto di lavoro per proprio recesso o per motivi di salute, può richiedere la ricostituzione dello stesso:

entro cinque anni dalla data di cessazione del rapporto di lavoro
massimo entro due mesi, secondo quanto previsto dal quarto emendamento
massimo entro due mesi, secondo quanto previsto dal quarto emendamento
Non so rispondere

21. Nel CCNL relativo al personale del comparto sanità, in materia di "Ricostituzione del rapporto di lavoro", l'art. 26 prevede che, nel caso in cui un dipendente che abbia interrotto il rapporto di lavoro per proprio recesso o per motivi di salute richiede la ricostituzione dello stesso, l'Ente si pronuncia motivatamente:

entro 60 giorni dalla richiesta
entro due anni dalla richiesta
entro sei mesi dalla richiesta
Non so rispondere

22. Secondo quanto riporta il CCNL relativo al personale del comparto sanità, in materia di "Ricostituzione del rapporto di lavoro", l'art. 26 prevede che, nel caso in cui l'Ente accolga la richiesta, il dipendente:

non possa usufruire delle ferie per almeno due anni dalla ricostituzione
sia ricollocato nella categoria e profilo rivestiti al momento delle dimissioni, secondo il sistema di classificazione applicato nell'azienda all'atto della ricostituzione del rapporto di lavoro
nessuna delle altre risposte è corretta
Non so rispondere

23. Indicare quale delle seguenti opzioni di risposta è corretta, se riferita al CCNL - comparto sanità.

Secondo il Contratto collettivo nazionale di lavoro, relativo al personale del comparto sanità, il rapporto di lavoro a tempo indeterminato o determinato è costituito e regolato da contratti individuali, secondo le disposizioni di legge, della normativa comunitaria e del contratto collettivo stesso
Secondo il Codice civile, il CCNL offre lo spunto per determinare i requisiti validi per provvedere alle assunzioni, secondo la normativa prevista (legge quadro e legge InLav del 2013)
Il Codice amministrativo della sanità pubblica divergenza gli Oss dagli Oss-G
Non so rispondere

24. Indicare quale delle seguenti opzioni di risposta è corretta, se riferita al CCNL - comparto sanità.

Il CCNL relativo al personale del comparto sanità determina che i dipendenti devono rilasciare una relazione scritta in cui dichiarano le loro affinità politiche, secondo i dettami della legge n.34/2014
Il CCNL relativo al personale del comparto sanità indirizza il dipendente pubblico alla gestione della cassa comune, secondo il documento economico redatto dall'ente
Secondo quanto riporta il Contratto collettivo nazionale di lavoro, relativo al personale del comparto sanità, il contratto di lavoro a tempo indeterminato e a tempo pieno costituisce la forma ordinaria di rapporto di lavoro per tutte le Aziende ed Enti del SSN
Non so rispondere

25. Indicare quale delle seguenti opzioni di risposta è corretta, se riferita al CCNL - comparto sanità.

Il CCNL esplica che il dipendente non può richiedere giorni di malattie superiori alla settimana, secondo le disposizioni del documento sociale redatto nel 2016
Secondo quanto riportato dal Contratto collettivo nazionale di lavoro, relativo al personale del comparto sanità, il contratto individuale specifica che il rapporto di lavoro è regolato dai contratti collettivi nel tempo vigenti anche per le cause di risoluzione del contratto di lavoro e per i termini di preavviso
Il CCNL non può essere considerato un valido supporto per la stipula del contratto nella pubblica amministrazione, secondo quanto riporta anche il d.lgs. 34/2015
Non so rispondere

26. Indicare quale delle seguenti opzioni di risposta è corretta, se riferita al CCNL - comparto sanità.

Il CCNL relativo al comparto sanità prevede la possibilità di inviare un preavviso di riscossione credito, nel caso in cui l'Ente non sovvenzioni completamente i propri progetti
Il CCNL relativo al comparto sanità determina che i dipendenti di tale comparti destinino il 30% dei loro proventi all'ente per cui lavorano
Secondo le disposizioni riportate dal Contratto collettivo nazionale di lavoro, relativo al personale del comparto sanità, è condizione risolutiva del contratto individuale, senza obbligo di preavviso l'intervenuto annullamento o revoca della procedura di reclutamento che ne costituisce il presupposto
Non so rispondere

27. Indicare quale delle seguenti opzioni di risposta è corretta, se riferita al CCNL - comparto sanità.

Secondo quanto riportato dal Contratto collettivo nazionale di lavoro, relativo al personale del comparto sanità, il contratto individuale specifica che il rapporto di lavoro è regolato dai contratti collettivi nel tempo vigenti anche per le cause di risoluzione del contratto di lavoro e per i termini di preavviso
Il CCNL esplica che il dipendente non può richiedere giorni di malattie superiori alla settimana, secondo le disposizioni del documento sociale redatto nel 2016
Il CCNL non può essere considerato un valido supporto per la stipula del contratto nella pubblica amministrazione, secondo quanto riporta anche il d.lgs. 34/2015
Non so rispondere

28. Indicare quale delle seguenti opzioni di risposta è corretta, se riferita al CCNL - comparto sanità.

Il CCNL relativo al comparto sanità prevede la possibilità di inviare un preavviso di riscossione credito, nel caso in cui l'Ente non sovvenzioni completamente i propri progetti
Il CCNL relativo al comparto sanità determina che i dipendenti di tale comparti destinino il 30% dei loro proventi all'ente per cui lavorano
Secondo le disposizioni riportate dal Contratto collettivo nazionale di lavoro, relativo al personale del comparto sanità, è condizione risolutiva del contratto individuale, senza obbligo di preavviso l'intervenuto annullamento o revoca della procedura di reclutamento che ne costituisce il presupposto
Non so rispondere

29. Indicare quale delle seguenti opzioni di risposta è corretta, se riferita al CCNL - comparto sanità.

Secondo il CCNL del comparto sanità è prevista la possibilità di rinunciare al periodo di prova, per poter guadagnare di più
Secondo quanto stabilito dal CCNL, in relazione al personale del comparto sanità, il dipendente assunto in servizio a tempo indeterminato è soggetto ad un periodo di prova, la cui durata varia a seconda che l'inquadramento ricada nella categoria A e B, oppure nelle restanti categorie
Secondo il CCNL del comparto sanità, possono saltare il periodo di prova solo le donne, secondo le nuove disposizioni delle quote rosa
Non so rispondere

30. Indicare quale delle seguenti opzioni di risposta è corretta, se riferita al CCNL - comparto sanità.

Il CCNL, in relazione al personale del comparto sanità, dispone che il dipendente assunto in servizio a tempo indeterminato è soggetto ad un periodo di prova della durata di 2 mesi per i dipendenti inquadrati nella categoria A e B
Il CCNL, in relazione al personale del comparto sanità, dispone che il dipendente assunto in servizio a tempo indeterminato è soggetto ad un periodo di prova della durata di 12 mesi per i dipendenti inquadrati nella categoria A e B
Il CCNL, in relazione al personale del comparto sanità, dispone che il dipendente assunto in servizio a tempo indeterminato è soggetto ad un periodo di prova della durata di 24 mesi per i dipendenti inquadrati nella categoria A e B
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate