istruttore direttivo vigilanza

Tempo trascorso
-

1. Andrea arriva in aeroporto a Roma e osserva i seguenti dati: I) l’aereo in arrivo da Milano per Praga atterra a Roma alle 12.00 e riparte alle 12.30; II) l’aereo che va a Stoccolma parte 90 minuti dopo quello che va a Berlino che parte alle 12.00; III) 40 minuti prima del volo per Stoccolma parte l’aereo per Madrid e, 10 minuti dopo quest’ultimo, quello per Lisbona. In base alle informazioni precedenti, l’aereo che va a Lisbona parte:

30 minuti dopo quello per Berlino
Un'ora dopo quello per Stoccolma
Un'ora dopo quello per Berlino
Non so rispondere

2. Una donna ha 36 anni e 2 figli. Sapendo che rapportando la sua età a quella di uno qualunque dei suoi figli e sommando tale quoziente con l’età del figlio stesso si ha sempre 15, determinare l’età dei figli.

5 e 10
7 e 8
3 e 12
Non so rispondere

3. Se la lettera N identifica una qualunque cifra (singola) e la lettera P identifica una qualunque cifra (singola) pari e la lettera D una qualunque cifra (singola) dispari, allora il prodotto tra i numeri NP e PD sarà certamente un numero:

Dispari
Pari
Dispari di due cifre
Non so rispondere

4. Se un’automobile percorre 70 chilometri in 40 minuti, quanti chilometri percorre al doppio della velocità in 2 ore?

560
480
420
Non so rispondere

5. Inserire i numeri mancanti alla seguente serie: 55 35 49 39 43 43 37 ?

31 e 49
37 e 41
47 e 31
Non so rispondere

6. Inserire il numero mancanti alla seguente serie: 20 23 32 59 ?

118
140
81
Non so rispondere

7. Non è possibil.e dubitare della necessita di impedire che la legge non venga approvata". Qaul'è il corretto significato della precedente affermazione?

necessario che la legge non venga approvata
necessario che la legge venga approvata
necessario dubitare dell’approvazione della legge
Non so rispondere

8. Se B=16, C=15, Z=l, quanto vale T?

4
2
3
Non so rispondere

9. Posto che, secondo una regola nascosta, a MELA corrisponde 16 e ad ARANCIA corrisponde 28, che numero corrisponde a ANANAS?

24
22
20
Non so rispondere

10. Funambolismo è il sinonimo di:

Opportunismo
Decadentismo
Gradualismo
Non so rispondere

11. Cosa s’intende per discrezionalità amministrativa?

La facoltà di scelta in base a criteri di scienza e tecnica
La facoltà di scelta in base alle regole di opportunità e convenienza amministrativa
La facoltà di scelta fra più comportamenti leciti per il soddisfacimento dell'interesse pubblico
Non so rispondere

12. La motivazione per relationem di un provvedimento amministrativo si ha quando:

La motivazione rinvìi ad un altro atto dell'amministrazione dal quale risultino le ragioni della decisione
La motivazione rinvìi ad un nuovo e futuro atto dell'amministrazione per l'elaborazione delle ragioni della prima decisione
La motivazione viene integrata, successivamente alla sua perfezione, da un nuovo atto dell'amministrazione adottato in corso di giudizio
Non so rispondere

13. Quale tra le seguenti non è materia rientrante nel contenuto obbligatorio e inderogabile dello statuto?

Le forme di garanzie e di partecipazione delle minoranze
I criteri generali in materia di organizzazione dell’ente
Gli emolumenti attribuiti agli amministratori
Non so rispondere

14. La deliberazione dei regolamenti:

E' una prerogativa esclusiva del Consiglio
Spetta al Consiglio, fatta eccezione per il regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi che è riservato alla Giunta nel rispetto dei criteri generali stabiliti dal Consiglio
Spetta alla Giunta, fatta eccezione per il regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi che spetta al Consiglio
Non so rispondere

15. Cosa s’intende per “whistleblowing"?

La condotta di chi denuncia o riferisce alle competenti autorità fenomeni di illegalità o corruzione di cui sia venuto a conoscenza in ragione del proprio rapporto di lavoro
Un peculiare danno all'immagine della pubblica amministrazione
Una particolare tipologia di mobbing
Non so rispondere

16. Ai sensi dall’art.52 del D.LGS. 165/2001 il prestatore di lavoro può essere adibito:

Solo alle mansioni per le quali è stato assunto
Alle mansioni per le quali è stato assunto, a quelle equivalenti nell’ambito dell'area di inquadramento ovvero a quelle corrispondenti alla qualifica superiore che abbia successivamente acquisito per effetto di procedure selettive
Alle mansioni per le quali è stato assunto e in casi eccezionali anche a quelle immediatamente inferiori
Non so rispondere

17. Ai sensi dell’art. 21, comma 2, della L.R. Lombardia n. 6/2010, “Testo unico delle leggi regionali in materia di commercio e fiere”, il commercio su area pubblica in forma itinerante:

E svolto con mezzi mobili e con soste di almeno due ore anche sul medesimo punto nell’arco della stessa giornata purché si rispetti il divieto di effettuare la vendita a meno di 250 metri da altro operatore itinerante già posizionatosi in precedenza
E svolto con mezzi mobili e senza limiti di sosta purché nel medesimo punto nell'arco della giornata anche a distanza inferiore a 250 metri da alro operatore già posizionatosi in precedenza
È svolto con mezzi mobili e con soste limitate con divieto di tornare sul medesimo punto nell'arco della stessa giornata e di effettuare la vendita meno di 250 metri da altro operatore itinerante già posizionatosi in precedenza
Non so rispondere

18. Ai sensi dell’art. 80, comma 1, della L.R. Lombardia n. 6/2010, “Testo unico delle leggi regionali in materia di commercio e fiere”, chiunque eserciti l'attività di somministrazione senza la prescritta autorizzazione o altro titolo abilitativo:

È tenuto a richiedere il rilascio del titolo nel termine di 10 giorni
E' punito con la sanzione amministrativa prevista dall'art 17-bis comma 1 del R.D. 773/1931
Decade dell’esercizio dell’attività
Non so rispondere

19. Sulla scorta del principio di legalità di cui all’art. 1 della legge 24 novembre 1981, n.689, “Modifiche al sistema penale”:

Nessuno può essere punito penalmente se non in forza di una legge che sia entrata in vigore prima della commissione del reato
Per le leggi che applicano sanzioni amministrative vige il principio di irretroattività
La violazione di regolamenti comunali non può essere sanzionata in via amministrativa
Non so rispondere

20. I criteri per l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria disciplinati dall’art. 11 della legge 24 novembre 1981, n. 689, “Modifiche al sistema penale”:

Fanno riferimento al momento del pagamento
Fanno rifermento anche alle condizioni economiche del trasgressore
Trovano applicazione in sede determinazione della sanzione amministrativa pecuniaria nel verbale di accertamento e contestazione
Non so rispondere

21. Quale rapporto intercorre tra la legge 7 marzo 1986, n. 65, “Legge-quadro sull'ordinamento della polizia municipale” e la legge regionale 1 aprile 2015, n. 6 “Disciplina regionale dei servizi di polizia locale e promozione di politiche integrate di sicurezza urbana”?

La legge regionale 6/2015 ha abrogato legge quadro nazionale, poiché intervenuta successivamente
La legge regionale 6/2015 interviene sulla disciplina dei servizi di polizia localenegli ambiti in cui la costituzione non riserva espressamente la relativa potestà legislativa allo Stato
La legge regionale 6/2015 attua i principi dettati dalla legge quadro 65/1986 poiché la disciplina della polizia locale appartiene, anche dopo la riforma costituzione di cui alla legge cost. 3/2001, alla potestà legislativa concorrente tra Stato e Regioni
Non so rispondere

22. Alla luce del vigente codice di protezione civile (d.lgs. 1/2018), tra le competenze del Comune si annovera anche l’adozione del piano di protezione civile comunale. La competenza alla sua approvazione è rimessa in capo:

Alla Giunta Comunale
Al Consiglio Comunale
Al Dirigente della competente struttura comunale
Non so rispondere

23. In base all’art. 3 della legge 7 agosto 1990, n. 241, “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e diritto di accesso ai documenti amministrativi”, ogni provvedimento amministrativo deve essere motivato, fanno eccezione:

gli atti concernenti l'organizzazione amministrativa
gli atti normativi
gli atti concernenti i pubblici concorsi
Non so rispondere

24. Nell’ordinamento costituzionale italiano:

L’esercizio della funzione legislativa può essere delegato dalle Camere al Governo in casi straordinari di necessità ed urgenza
L'esercizio della funzione legislativa non può essere delegato al Governo se non con determinazione di principi e criteri direttivi e soltanto per tempo limitato e per oggetti definiti
L’esercizio della funzione legislativa spetta ordinariamente al Governo sulla scorta delle direttive impartite dal Parlamento
Non so rispondere

25. In base alla Costituzione vigente e sulla scorta del Testo Unico degli Enti locali di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267:

Il Comune è un Ente locale con autonomia di indirizzo politico che cura gli interessi e promuove lo sviluppo della comunità di riferimento
Il Comune è un organo periferico dello Stato
Il Comune è un Ente territoriale con potestà legislativa nelle materie indicate dalla Costituzione dopo la riforma del 2001
Non so rispondere

26. L’art. 6 del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380, “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia” disciplina gli interventi che possono essere eseguiti senza alcun titolo abilitativo. La disposizione prevede altresì che:

Le regioni a statuto ordinario possono ampliare l’elenco degli interventi di edilizia libera comprendendo anche quelli soggetti a segnalazione certificata di inizio attività in alternativa al permesso di costruire, ma con esclusione di quelli soggetti necessariamente a permesso di costruire
Le regioni a statuto ordinario non possono ampliare l’elenco degli interventi di edilizia libera già contenuto nel comma 1 dell’art. 6
Le regioni a statuto ordinario possono estendere la disciplina relativa all’edilizia libera a interventi edilizi ulteriori, esclusi comunque gli interventi soggetti a permesso di costruire e quelli soggetti a segnalazione certificata di inizio attività in alternativa al permesso di costruire
Non so rispondere

27. Ai fini dell’applicazione delle norme dettate dal codice della strada, con “strada” s’intende:

L’area compresa entro i confini stradali, comprendente la carreggiata e le fasce di pertinenza
L’area ad uso pubblico destinata alla circolazione dei pedoni, dei veicoli degli animali
L’area ad uso pubblico destinata alla circolazione dei veicoli a motore
Non so rispondere

28. Qualora sia stato accertato che lo stesso soggetto ha circolato per almeno due volte, in un periodo di due anni, senza la prescritta copertura assicurativa, all’ultima violazione consegue, oltre alla sanzione ammnistrativa accessoria e al sequestro del veicolo:

La sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da uno a due mesi
La confisca obbligatoria del veicolo anche se l’interessato effettua il pagamento della sanzione in misura ridotta, corrisponde il premio di assicurazione per almeno sei mesi e garantisce il pagamento delle spese di prelievo, trasporto e custodia del veicolo sottoposto a sequestro
La sanzione amministrativa accessoria del fermo del veicolo per 90 giorni
Non so rispondere

29. Alla luce del D.LGS. 1 settembre 2011, n. 150, le controversie in materia di opposizione al verbale di accertamento di violazione del codice della strada di cui all’articolo 204-bis del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285:

Sono regolate dal rito del lavoro
Sono regolate dal rito ordinario di cognizione
Sono regolate dal rito delineato autonomamente dal codice della strada
Non so rispondere

30. La perquisizione ai sensi dell’art 103 del D.P.R. 309/1990 può essere eseguita da:

Agenti di polizia giudiziaria
Unicamente Ufficiali di polizia giudiziaria
Ufficiali di polizia giudiziaria o in caso di urgenza anche dagli Agenti di polizia giudiziaria
Non so rispondere

31. L’arresto facoltativo in flagranza ex art 381 C.P.P. è misura pre-cautelare che può essere adottata dalla polizia giudiziaria in base:

Unicamente alla gravità del fatto
Unicamente alla pericolosità del soggetto
Sia alla gravità del fatto che alla pericolosità del soggetto o alle circostanze del fatto
Non so rispondere

32. Ai sensi dell’art. 384 C.P.P. il fermo di indiziato di delitto oltre che dal pubblico ministero può essere eseguito di propria iniziativa:

Solo dagli Ufficiali di polizia giudiziaria
Dagli Ufficiali ed Agenti di polizia giudiziaria dopo che il Pubblico Ministero abbia assunto la direzione delle indagini
Dagli Ufficiali ed Agenti di polizia giudiziaria prima che il Pubblico Ministero abbia assunto la direzione delle indagini
Non so rispondere

33. Ai sensi dell’art. 350 del C.P.P. le sommarie informazioni sono rese:

All’Ufficiale di polizia giudiziaria dalla persona nei cui confronti vengono svolte le indagini, che non si trovi in stato di arresto o fermo, anche in assenza del difensore di fiducia o d’ufficio
All’ Ufficiale e nei casi di urgenza all’Agente di polizia giudiziaria dalla persona nei cui confronti vengono svolte le indagini, che non si trovi in stato di arresto o fermo
All’Ufficiale di polizia giudiziaria dalla persona nei cui confronti vengono svolte le indagini, che non si trovi in stato di arresto o fermo, alla presenza del difensore di fiducia o d’ufficio
Non so rispondere

34. Ai sensi dell’art. 321 del C.P.P. nel corso delle indagini preliminari, il sequestro preventivo per la situazione di urgenza è:

Disposto con decreto motivato dal pubblico ministero
Eseguito dagli Ufficiali di P.G. previa autorizzazione del Pubblico Ministero
Eseguito anche dagli Agenti di P.G., previa autorizzazione del Pubblico Ministero
Non so rispondere

35. Nel reato di furto ex art. 624 C.P. la procedibilità è:

Sempre a querela della persona offesa
A querela della persona offesa ad eccezione dei casi in cui ricorrano aggravanti previste dagli articoli 61 n.7 e 625 del C.P.
A querela della persona offesa ad eccezione del caso in cui l’autore del reato commetta violenza sulle cose o sulle persone
Non so rispondere

36. Il Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (R.D. 18 Giugno 1931, n.773) stabilisce all’articolo 18 che:

I promotori di una riunione in luogo pubblico o aperto al pubblico devono dame avviso al Prefetto almeno tre giorni prima
I promotori di una riunione in luogo pubblico o aperto al pubblico devono darne avviso al Questore almeno tre giorni prima
I promotori di una riunione in luogo pubblico o aperto al pubblico devono darne avviso al Prefetto ed al Sindaco del Comune interessato almeno tre giorni prima
Non so rispondere

37. Ai sensi dell’art 4 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (R.D. 18 Giugno 1931, n.773) l’autorità di pubblica sicurezza può ordinare ad una persona pericolosa o sospetta

Unicamente di fornire indicazioni sulla propria identità personale
Di munirsi entro un dato termine della carta di identità, ma non di esibirla
Di munirsi entro un dato termine della carta di identità ed esibirla ad ogni richiesta degli Ufficiali ed Agenti di pubblica sicurezza
Non so rispondere

38. Ai sensi del D.L. 20.02.2017 n.14 (coordinato con la legge di conversione 18.04.2017 n.48 recante “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città” per sicurezza urbana si intende:

Il bene pubblico che afferisce alla vivibilità ed al decoro delle città, da perseguire anche attraverso interventi di riqualificazione, e recupero delle aree o dei siti degradati, l’eliminazione dei fattori di marginalità e di esclusione sociale, la prevenzione della criminalità, in particolare di tipo predatorio, la promozione della cultura, del rispetto della legalità e l’affermazione di più elevati livelli di coesione sociale convivenza civile, cui concorrono prioritariamente, anche con interventi integrati, lo Stato, le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano e gli enti locali, nel rispetto delle rispettive competenze e funzioni
Il bene pubblico che afferisce alla vivibilità ed al decoro delle città da perseguire con politiche integrate di sicurezza, sotto la direzione del Prefetto, per l’eliminazione delle componenti di microcriminalità e degrado
La tutela del hpnp pubblico e privato, la vivibilità ed il decoro delle città e la prevenzione della criminalità, da attuarsi sotto la direzione degli Uffici Territoriali di Governo e con il concorso delle Regioni e degli Enti Locali
Non so rispondere

39. Ai sensi del D.L. 20.02.2017 n.14 (coordinato con la legge di conversione 18.04.2017 n.48 recante “Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città”) come viene sanzionato l’autore di condotte che, in violazione dei divieti di stazionamento o di occupazione di spazi ivi previsti, impediscono l’accessibilità la fruizione delle aree interne di una stazione ferroviaria (si consideri che si tratta della prima violazione di cui si è reso responsabile il soggetto fermato dall'organo di polizia precedente):

Sanzione amministrativa da 100 a 300 Euro e notifica del divieto di accesso emesso dal Questore
Ammenda da 100 a 300 Euro e notifica dell’ordine di allontanamento dal luogo in cui è stato commesso il fatto nelle forme e con le modalità di cui all’art. 10 del medesimo decreto
Sanzione amministrativa da 100 a 300 euro e contestualmente all'accertametno della condotta illecita al trasfressore viene ordinato, nelle forme e con le modalità di cui all'articolo 10 del medesimo decreto, l'allontamento dal luogo in cui si è stato commesso il fatto
Non so rispondere

40. Il dettato dell’art. 183 del D.LGS. 152/2006 definisce rifiuto:

Qualsiasi sostanza od oggetto di cui il detentore si disfi o abbia l'intenzione o abbia l'obbligo di disfarsi
Qualsiasi sostanza o oggetto originato da un processo di produzione, di cui costituisce parte integrante, e il cui scopo primario non è la produzione di tale sostanza od oggetto
Qualsiasi oggetto o sostanza derivante da un processo di produzione, non utilizzabile da parte del produttore o da parte di terzi e che rientra nelle categorie riportate nell'Allegato A della parte quarta del decreto 152/2006Qualsiasi oggetto o sostanza derivante da un processo di produzione, non utilizzabile da parte del produttore o da parte di terzi e che rientra nelle categorie riportate nell’Allegato A della parte quarta del decreto 152/2006
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate