Questionario preselezione istruttore amministrativo contabile

Tempo trascorso
-

1. Quale limite incontrano i consiglieri comunali all'accesso ad informazioni detenute dagli uffici dell'ente ?

I consiglieri comunali hanno diritto di ottenere dagli uffici, nonché dalle loro aziende ed enti dipendenti, tutte le notizie e le informazioni in loro possesso, utili all'espletamento del proprio mandato. Essi sono tenuti al segreto nei casi specificamente determinati dalla legge
I consiglieri comunali hanno diritto di ottenere dagli uffici, ma non dalle loro aziende ed enti dipendenti, tutte le notizie e le informazioni in loro possesso, utili all'espletamento del proprio mandato. Essi sono tenuti al segreto nei casi specificamente determinati dalla legge
I consiglieri comunali hanno diritto di ottenere dagli uffici, nonché dalle loro aziende ed enti dipendenti, tutte le notizie e le informazioni in loro possesso, utili all'espletamento del proprio mandato. Questi sono gli unici a non essere tenuti mai al segreto dei dati così raccolti, quando legate a notizie utili per la corretta approvazione del bilancio
I consiglieri comunali non hanno un diritto di accesso maggiore di quanto già riservato a tutti i cittadini
Non so rispondere

2. A quale età si diventa eleggibili alla carica di Sindaco o di consigliere comunale ?

Sono eleggibili gli elettori che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età, nel primo giorno fissato per la votazione
Sono eleggibili gli elettori che abbiano compiuto il ventunesimo anno di età, nel primo giorno fissato per la votazione
Sono eleggibili per la carica di consigliere gli elettori che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età e a Sindaco gli elettori che abbiano compiuto il ventunesimo anno di età. In entrambi i casi la data è calcolata nel primo giorno fissato per le votazioni
Sono eleggibili gli elettori che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età, entro il giorno di presentazione delle liste di candidatura
Non so rispondere

3. A chi compete il versamento degli oneri assistenziali, previdenziali e assicurativi relativi all'istituto del Sindaco ?

Vi provvede direttamente il destinatario del versamento, ovvero il Sindaco
Vi provvede l'amministrazione locale a proprio carico
Vi provvede il datore di lavoro del Sindaco. Nel caso in cui questi si trovi in stato di disoccupazione vi provvede l'INPS
Tali oneri non sono previsti
Non so rispondere

4. Qual è il compito della Regione nella programmazione regionale e locale come definito all'art. 5 del D.Lgs. 267/2000 ?

La regione recepisce i piani di programmazione comunale e fornisce adeguate risorse finanziarie secondo le dimensioni territoriali degli enti, senza avere interferenze su queste
La regione indica gli obiettivi generali della programmazione economico-sociale e territoriale e su questi ripartisce le risorse destinate al finanziamento del programma di investimenti degli enti locali
La regione concorre alla determinazione degli obiettivi contenuti nei piani e programmi dello Stato e provvede, per quanto di propria competenza, alla loro specificazione ed attuazione
Nessuna delle altre risposte è corretta
Non so rispondere

5. In quali campi si esplica la potestà impositiva degli enti locali ?

Gli enti locali hanno potestà impositiva autonoma nel campo delle imposte e delle tariffe, ma non nel campo delle tasse
Gli enti locali hanno potestà impositiva autonoma nel campo delle tariffe, ma non nel campo delle imposte e delle tasse
Gli enti locali non hanno potestà impositiva autonoma
Gli enti locali hanno potestà impositiva autonoma nel campo delle imposte, delle tasse e delle tariffe
Non so rispondere

6. Qual è la durata del documento unico di programmazione ?

Il Documento unico di programmazione è composto dalla Sezione strategica, della durata pari a quelle del mandato amministrativo, e dalla Sezione operativa di durata pari a quello del bilancio di previsione finanziario
Ha durata pari a quella del mandato amministrativo
Tre anni
Ha durata pari a quella del bilancio di previsione finanziario
Non so rispondere

7. Come viene disciplinata l'organizzazione del servizio finanziario o di ragioneria, cui è affidato il coordinamento e la gestione dell'attività finanziaria ?

Con lo statuto comunale
Con determinazione del dirigente o responsabile del servizio finanziario
Con il regolamento sull'ordinamento degli uffici e dei servizi
Con disposizione del Segretario comunale contro vistato dall'Ufficio Territoriale del Governo
Non so rispondere

8. Quale spesa finanzia la TARI ?

La TARI è il tributo destinato a finanziare la spesa corrente dell'ente
La TARI è il tributo destinato a finanziare tutte le spese in conto capitale dell'ente
La TARI è il tributo destinato a finanziare i costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti
La TARI è il tributo destinato a finanziare le spese in conto capitale quando relative alla manutenzione delle strade
Non so rispondere

9. In cosa consiste l'addizionale comunale all'IRPEF ?

E' l'imposta che i comuni possono istituire prevedendo un addizionale pari all' 1% in aggiunta ad ogni transazione soggetta ad IVA effettuata sul territorio comunale
E' un imposta che si applica al reddito complessivo determinato ai fini dell'IRPEF nazionale ed è dovuta se per lo stesso anno risulta dovuta quest'ultima. Ogni singolo comune ha l'obbligo di istituirla, stabilendone l'aliquota e l'eventuale soglia di esenzione nei limiti fissati dalla legge statale
E' l'imposta dovuta per il possesso di fabbricati, escluse le abitazioni principali, di aree fabbricabili e di terreni agricoli, dovuta dal proprietario o dal titolare di altro diritto reale
E' un imposta che si applica al reddito complessivo determinato ai fini dell'IRPEF nazionale ed è dovuta se per lo stesso anno risulta dovuta quest'ultima. E' facoltà di ogni singolo comune istituirla, stabilendone l'aliquota e l'eventuale soglia di esenzione nei limiti fissati dalla legge statale
Non so rispondere

10. Cosa si intende per diritto di accesso agli atti amministrativi ?

Il diritto, da parte degli interessati, di prendere visione e di ottenere copia degli atti e dei documenti amministrativi dell'ente qualora il comune, di propria volontà, intenda porli a disposizione del pubblico
Il diritto, da parte degli interessati, di prendere visione e di ottenere copia degli atti e dei documenti amministrativi dell'ente
La facoltà dei dipendenti pubblici di accedere in qualsiasi momento ai documenti detenuti da altri enti pubblici o dall'ente da cui dipendono
Il diritto dei cittadini di poter utilizzare tutte le strutture dell'ente, subordinatamente alle norme disciplinanti l'uso delle strutture
Non so rispondere

11. Cosa è la trasparenza secondo il principio espresso del testo vigente del D.Lgs. 33/2013 ?

La trasparenza è intesa come accessibilità totale dei dati e documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, allo scopo di tutelare i diritti dei cittadini, promuovere la partecipazione degli interessati all'attività amministrativa e favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche
La trasparenza è intesa come accessibilità, subordinata alla acquisizione del preventivo nulla osta da parte dell'ente, dei dati e documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, allo scopo di tutelare i diritti dei cittadini, promuovere la partecipazione degli interessati all'attività amministrativa e favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche
La trasparenza è intesa come pubblicità, anche e non esclusivamente sui siti istituzionali, di ogni tipo di compenso ed emolumento percepito da amministratori e dipendenti pubblici nel corso dell'anno precedente, al fine di favorire forme diffuse di controllo sul contenimento della corruzione
Con il D.Lgs. 33/2013 il principio di trasparenza è stato affievolito a favore del principio di riservatezza, diventandone mero momento di eccezione a quest'ultimo
Non so rispondere

12. Qual è il compito del responsabile per la trasparenza ?

Il responsabile svolge stabilmente un'attività di controllo sull'adempimento da parte dell'amministrazione degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente, assicurando la completezza, la chiarezza e l'aggiornamento delle informazioni pubblicate, nonché segnalando all'organo di indirizzo politico, all'Organismo indipendente di valutazione (OIV), all'Autorità nazionale anticorruzione e, nei casi più gravi, all'ufficio di disciplina i casi di mancato o ritardato adempimento degli obblighi di pubblicazione
Il responsabile svolge stabilmente un'attività di controllo sull'adempimento da parte dell'amministrazione degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente, assicurando la completezza, la chiarezza e l'aggiornamento delle informazioni pubblicate, segnalando alla prefettura i casi di mancato ritardato adempimento degli obblighi di pubblicazione , ai fini della comunicazione all'OIV ed all'Autorità nazionale anticorruzione
Il responsabile svolge attività propulsiva sull'adempimento da parte della amministrazione degli obblighi di pubblicazione con possibilità di chiedere ed ottenere pubblicazione sul sito istituzionale di ogni rilievo o doglianza da questi posta
Il responsabile della trasparenza, nel suo controllare l'adempimento da parte dell'amministrazione degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente, dispone di ampi poteri disciplinari, potendo anche giungere autonomamente ad imporre sanzioni disciplinari fino al limite massimo della sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per un massimo di 15 giorni
Non so rispondere

13. Come vengono disciplinati, in coerenza con il settore privato, la struttura contrattuale, i rapporti tra i diversi livelli e la durata dei contratti collettivi nazionali e integrativi ?

Tramite la contrattazione collettiva
Tramite autonomi livelli di contrattazione collettiva integrativa presso le singole PA
Tramite disposizione del Ministro della Funzione Pubblica
Tramite contrattazione individuale
Non so rispondere

14. Per quanto tempo possono essere conferiti gli incarichi relativi all'area delle posizioni organizzative e da parte di chi in un Ente con Dirigenti ?

Dalla giunta comunale, per un periodo massimo non superiore alla sua durata in carica
Dal segretario comunale per un periodo massimo non superiore a tre anni, rinnovabile, previa determinazione di criteri generali da parte dell'ente
Dal Sindaco, per un periodo massimo non superiore alla durata del suo mandato
Dal dirigente, per un periodo massimo non superiore a tre anni, rinnovabile, previa determinazione di criteri generali da parte dell'ente
Non so rispondere

15. Nei comuni privi di posizioni dirigenziali, la cui dotazione organica preveda posti di categoria D, non in servizio o carenti di adeguate competenze, è possibile che a personale inquadrato in categoria C venga conferito un incarico di posizione organizzativa ?

No, essendo in questi casi espletate funzioni dirigenziali, non è possibile affidare le stesse a personale di categoria C
Si, purché in possesso delle necessarie capacità ed esperienze professionali e per una sola volta, salvo il caso in cui una eventuale reiterazione sia giustificata dall'aver già avviato le procedure per l'acquisizione di personale per la categoria D
Si, purché in possesso delle necessarie capacità ed esperienze professionali per massimo di tre periodi consecutivi
No, tranne i casi in cui si sia in presenza di personale laureato ma inquadrato in categoria C in comuni con popolazione inferiore a diecimila unità
Non so rispondere

16. Cosa si intende per trattamento ai fini del RGPD ?

Il trattamento dei dati personali in modo tale che i dati personali non possano più essere attribuiti a un interessato specifico senza l'utilizzo di informazioni aggiuntive, a condizione che tali informazioni aggiuntive siano conservate separatamente e soggette a misure tecniche e organizzative intese a garantire che tali dati personali non siano attribuiti a una persona fisica identificata o identificabile
Qualsiasi operazione o insieme di operazioni, compiute con o senza l'ausilio di processi automatizzati e applicate a dati personali o insiemi di dati personali, come la raccolta, la registrazione, l'organizzazione, la strutturazione, la conservazione, l'adattamento o la modifica, l'estrazione, la consultazione, l'uso, la comunicazione mediante trasmissione, diffusione o qualsiasi altra forma di messa a disposizione, il raffronto o l'interconnessione, la limitazione, la cancellazione o la distruzione
Il contrassegno dei dati personali conservati con l'obiettivo di limitarne il trattamento in futuro
La raccolta di dati personali ottenuti da un trattamento tecnico specifico relativi alle caratteristiche fisiche, fisiologiche o comportamentali di una persona fisica che ne consentono o confermano l'identificazione univoca, quali l'immagine facciale o i dati dattiloscopici
Non so rispondere

17. Cosa comporta il diritto di rettifica come indicato al RGDP ?

L'interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la cancellazione dei dati personali, nel caso in cui l'interessato si oppone al trattamento e non sussiste alcun motivo legittimo prevalente per procedere al trattamento
L'interessato ha sempre diritto ad ottenere dal titolare del trattamento la cancellazione dei dati personali che lo riguardano
L'interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la rettifica dei dati personali inesatti che lo riguardano senza ingiustificato ritardo. Tenuto conto delle finalità del trattamento, l'interessato ha il diritto di ottenere l'integrazione dei dati personali incompleti, anche fornendo una dichiarazione integrativa
L'interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la rettifica dei dati personali che lo riguardano quando tali dati non sono più necessari rispetto alle finalità per le quali sono stati raccolti oaltrimenti trattati
Non so rispondere

18. Ai fini del D.Lgs. 81/2008 cosa si intende per preposto ?

La persona designata a sostituire il responsabile del servizio di prevenzione e protezione in caso di sua assenza o impedimento
La persona preposta ai fini della valutazione dei rischi nominata dal datore di lavoro per effettuare la sorveglianza sanitaria e per tutti gli altri compiti connessi alla sicurezza sui luoghi di lavoro
Persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di legge designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi
Persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell'incarico conferitogli, sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l'attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa
Non so rispondere

19. Ai fini del D.Lgs. 81/2008 cosa si intende per rischio ?

La proprietà o qualità intrinseca di un determinato fattore avente il potenziale di causare danni nel momento in cui li determina
La probabilità di raggiungimento del livello potenziale di danno nelle condizioni di impiego o di esposizione ad un determinato fattore o agente oppure alla loro combinazione
La soglia oltre la quale il livello del danno potenziale determinerebbe un blocco del ciclo produttivo
L'unità di misura della valutazione globale e documentata di tutti gli elementi che possono influire sulla salute e sicurezza dei lavoratori presenti nell'ambito dell'organizzazione in cui essi prestano la propria attività
Non so rispondere

20. Cosa comporta l'obbligo di astensione, come previsto all'art.7 del D.P.R. 62/2013 ?

L'astensione è immediatamente attiva e permane sino alla fine del procedimento
L'astensione comporta l'immediato e temporaneo trasferimento del dipendente ad altro settore dell'ente
Sull’astensione decide il responsabile dell’ufficio di appartenenza
Nessuna delle altre risposte è corretta
Non so rispondere

21. Secondo quali modalità il dipendente può fare dichiarazioni pubbliche nei confronti dell'amministrazione ?

Il dipendente in servizio non può intrattenere con l'utenza alcun tipo di rapporto non strettamente legato all'attività connessa e nel far ciò puo' esprimere dichiarazioni pubbliche nei confronti dell'amministrazione solo se positive e tese a migliorare l'immagine della stessa nei confronti dei cittadini
Il dipendente durante l'orario di servizio non può esprimere opinioni personali o idee politiche, tantomeno nei confronti dell'amministrazione
Salvo il diritto di esprimere valutazioni e diffondere informazioni a tutela dei diritti sindacali, il dipendente si astiene da dichiarazioni pubbliche offensive nei confronti dell’amministrazione
La libertà di espressione prevale su qualsiasi altro obbligo e pertanto il dipendente può esternare le proprie idee come e quando vuole
Non so rispondere

22. Qual è la definizione di "documento amministrativo" all'interno del Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa ?

Ogni rappresentazione, comunque formata, del contenuto di atti, anche interni, delle pubbliche amministrazioni o, comunque, utilizzati ai fini dell'attività amministrativa
La rappresentazione informatica di atti, fatti o dati giuridicamente rilevanti
Ogni documento munito di fotografia del titolare e rilasciato, su supporto cartaceo, magnetico o informatico, da una pubblica amministrazione italiana o di altri Stati
Ogni documento pervenuto al protocollo generale dell'ente
Non so rispondere

23. Quale tra i seguenti documenti non è equipollente al documento di identità ?

Il libretto di pensione
Il passaporto
Il codice fiscale
La patente nautica
Non so rispondere

24. Chi predispone il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza?

IL RPCT predispone in via esclusiva il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (PTPC) e lo sottopone all'Organo di indirizzo per la necessaria approvazione.
IL Segretario Comunale predispone e approva il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (PTPC)
Ciascun Dirigente predispone il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (PTPC) e lo sottopone all' approvazione del RPCT
Nessuna delle altre risposte è corretta
Non so rispondere

25. Qual è la missione istituzionale dell' ANAC ?

Il controllo della qualità degli atti amministrativi
L'azione di prevenzione della corruzione in tutti gli ambiti dell'attività amministrativa
La standardizzazione dei procedimenti amministrativi
Garantire il massimo accesso all'attività amministrativa nel rispetto della privacy
Non so rispondere

26. In quale delle seguenti frasi è presente una proposizione finale?

Siamo in ufficio per controllare la situazione
Sono stanco
Te lo ripeto sempre
È iniziata la festa
Non so rispondere

27. Quale fra i seguenti autori ha scritto il romanzo "Oceano Mare"?

Giorgio Faletti
Gianrico Carofiglio
Alessandro Baricco
Leonardo Sciascia
Non so rispondere

28. Il referendum sulla permanenza del Regno Unito nell'Unione europea, tenutosi a giugno 2016, è stato indetto dal Primo ministro britannico:

Theresa May
Boris Johnson
David Cameron
Tony Blair
Non so rispondere

29. Nicosia è la capitale di:

Bulgaria
Turchia
Serbia
Cipro
Non so rispondere

30. Quale delle seguenti frasi NON contiene un errore ortografico?

L'alunna si mise a disegnare alla lavagnia
Devo sciendere in cantina
Andiamo sempre d'accordo
Vado a squola con in autobus
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate