Funzionario Amministrativo, Regione Toscana, prova selettiva 20 domande

Tempo trascorso
-

1. Secondo l'art. 22 dello Statuto della Regione Toscana, il regolamento interno di disciplina dell'organizzazione e del funzionamento delle attività consiliari è approvato nella prima votazione con la maggioranza:

dei tre quarti dei componenti il consiglio
della metà dei componenti il consiglio
dei due terzi dei componenti il consiglio
Non so rispondere

2. Secondo l'art. 23 dello Statuto della Regione Toscana, a chi è riservata l'iniziativa dei bilanci regionali e del rendiconto?

Al Consiglio regionale
Alla Giunta regionale
Al Presidente del Consiglio regionale
Non so rispondere

3. A norma dell'art. 41 dello Statuto della Regione Toscana, il termine per la promulgazione delle leggi sottoposte a procedura di assenso comunitario:

non decorre dal ricevimento della comunicazione dell'assenso
decorre dal ricevimento della comunicazione dell'assenso o dalla scadenza del termine previsto per la pronuncia dell'organo comunitario
non decorre dalla scadenza del termine previsto per la pronuncia dell'organo comunitario
Non so rispondere

4. In base all'art. 49 dello Statuto della Regione Toscana, il Consiglio regionale:

autorizza l'esercizio provvisorio, per un periodo non superiore a tre mesi, determinando i limiti dell'attività di spesa
autorizza l'esercizio provvisorio, per un periodo non superiore a un mese, determinando i limiti dell'attività di spesa
non può in nessun caso autorizzare l'esercizio provvisorio
Non so rispondere

5. Secondo l'art. 2 dello Statuto della Regione Toscana, il capoluogo di Regione è:

Firenze, anche se il Consiglio e la Giunta regionale si riuniscono sempre a Pisa
Firenze, dove si riuniscono di norma il Consiglio e la Giunta regionale
Firenze, ma il Consiglio e la Giunta regionale si riuniscono a Livorno almeno due volte l'anno
Non so rispondere

6. A norma dell'art. 37 dello Statuto della Regione Toscana, ci sono dei limiti entro cui la Giunta regionale esercita le funzioni amministrative di competenza della Regione?

Si, i limiti previsti dallo Statuto e dalla legge
No, nessun limite
Si, i limiti previsti dalla legge, ma non dallo Statuto
Non so rispondere

7. A norma dell'art. 28 dello Statuto della Regione Toscana, cosa garantiscono gli uffici consiliari?

Garantiscono l'assistenza tecnica all'esercizio delle funzioni del Consiglio regionale
Garantiscono l'assistenza contabile, ma non tecnica all'esercizio delle funzioni del Consiglio regionale
Garantiscono l'assistenza legislativa, ma non tecnica all'esercizio delle funzioni del Consiglio regionale
Non so rispondere

8. Le sedute del Consiglio regionale, a norma dell'art. 27 dello Statuto della Regione Toscana sono:

pubbliche, eccettuati i casi previsti dal regolamento interno
pubbliche, senza alcun tipo di eccezione
private
Non so rispondere

9. A norma dell'art. 26 dello Statuto della Regione Toscana, il Consiglio vota a:

scrutinio segreto
scrutinio palese, eccettuati i casi di voto segreto previsti dal regolamento
scrutinio palese, senza alcuna eccezione
Non so rispondere

10. A norma dell'art. 24 dello Statuto della Regione Toscana, il calendario periodico dei lavori del Consiglio da chi è definito?

Dal Presidente del Consiglio con il concorso dell'Ufficio di Presidenza, dei Presidenti dei gruppi e delle Commissioni consiliari, della Giunta e, in casi particolari, di altri organi
Esclusivamente dalle Commissioni consiliari e dalla Giunta
Dal Presidente del Consiglio con il concorso dell'Ufficio di Presidenza, dei Presidenti dei gruppi e delle Commissioni consiliari, ad esclusione della Giunta
Non so rispondere

11. Il principio di integrità, secondo l’Allegato 1 del D.Lgs. 118/2011 e s.m.i., comporta che:

un dato deve essere significativo e integro per assolvere alle esigenze informative
deve farsi riferimento al principio del true and fair view
nel bilancio di previsione e nei documenti di rendicontazione le entrate devono essere iscritte al lordo delle spese sostenute per la riscossione
Non so rispondere

12. Ai sensi dell’art. 163 del TUEL e s.m.i., in che modo negli enti locali è autorizzato l'esercizio provvisorio?

Mediante legge o decreto dal Ministero dell'Interno
Con circolare dal Ministero dell'Economia e della Finanza
Con Decreto dal Presidente della Repubblica
Non so rispondere

13. Cosa sono i “fondi speciali”, così come definiti nella legge di contabilità e finanza pubblica (Legge 196/2009 e s.m.i.)?

Risorse destinate a finanziare spese obbligatorie, la cui dotazione nei capitoli di destinazione finale risulti insufficiente, e spese impreviste ed imprevedibili
Risorse destinate a finanziare provvedimenti legislativi che si prevede siano approvati nel corso degli esercizi finanziari compresi nel bilancio pluriennale
Risorse destinate a finanziare spese derivanti da provvedimenti legislativi già approvati, di cui è noto l’ammontare globale, ma di cui occorre definire nel dettaglio la destinazione finale in termini di scopo e di amministrazione destinataria
Non so rispondere

14. Secondo l'art. 2 del D.Lgs. 118/2011 e s.m.i., le Regioni e gli enti locali di cui all'articolo 2 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 adottano:

un sistema di contabilità finanziaria, escludendo la contabilità economico-patrimoniale
la contabilità finanziaria cui affiancano, ai fini conoscitivi, un sistema di contabilità economico-patrimoniale, garantendo la rilevazione unitaria dei fatti gestionali sia sotto il profilo finanziario che sotto il profilo economicopatrimoniale
un sistema di contabilità economico-patrimoniale, escludendo la contabilità finanziaria
Non so rispondere

15. Il PS (Programma di Stabilità) è un documento programmatico destinato:

all'Unione Europea
alla Conferenza unificata Stato-Regioni e Stato-Città-Autonomie locali
al Parlamento
Non so rispondere

16. In base all'art. 229 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., il conto economico degli enti locali evidenzia:

le previsioni dei costi da sostenere nell’esercizio successivo
le previsioni dei ricavi per l’esercizio successivo
i componenti positivi e negativi della gestione di competenza economica dell’esercizio considerato, rilevati dalla contabilità economico-patrimoniale
Non so rispondere

17. We … British, we are American.

aren't
doesn't
isn't
Non so rispondere

18. Ann ... she didn't like Peter

said
tell
say
Non so rispondere

19. In informatica, l'acronimo ISP indica un:

indirizzo della rete Internet
collegamento ipertestuale
fornitore di servizi di accesso a Internet
Non so rispondere

20. I programmi applicativi:

rendono operativo il computer trasformandolo in una macchina con funzionalità specifiche: videoscrittura, grafica, calcolo, ecc
detti anche software di base, garantiscono il funzionamento della macchina, consentendo agli altri programmi di dialogare con l'hardware, cioè di sfruttarne le risorse
servono ai programmatori per progettare e codificare i diversi programmi applicativi
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate