Elementi Diritto Privato per Funzionario Amministrativo 2020

Tempo trascorso
-

1. L'azione di manutenzione:

può essere esercitata solo dai detentori del bene
è un'azione a tutela della proprietà
può essere esercitata sia dai possessori del bene, sia dai detentori del bene
può essere esercitata solo dai possessori del bene
Non so rispondere

2. L'azione negatoria è:

un'azione a tutela della proprietà
un'azione a tutela della servitù
un'azione con cui l'enfiteuta acquista la proprietà del fondo su cui insiste il suo diritto
un'azione a tutela del possesso
Non so rispondere

3. I vizi della volontà nel negozio giuridico sono l'errore, il dolo e la violenza. Tali vizi rendono:

irregolare il negozio giuridico
inesistente il negozio giuridico
nullo il negozio giuridico
annullabile il negozio giuridico
Non so rispondere

4. L'art. 1419, comma 1 del codice civile dispone che:

la nullità parziale di un contratto o la nullità di singole clausole importa la nullità dell'intero contratto, se risulta che i contraenti non lo avrebbero concluso senza quella parte del suo contenuto che è colpita da nullità
salvo diverse disposizioni di legge, la nullità può essere fatta valere da chiunque vi ha interesse e può essere rilevata d'ufficio dal giudice
il contratto nullo non può essere convalidato, se la legge non dispone diversamente
il contratto è nullo quando è contrario a norme imperative, salvi che la legge disponga altrimenti
Non so rispondere

5. L'errore è causa di annullamento del contratto quando:

è essenziale o riconoscibile
è essenziale e riconoscibile dall'altro contraente
sia imputabile ad entrambe le parti
è sui motivi che hanno indotto il soggetto a porre in essere il contratto
Non so rispondere

6. Qual è un'ipotesi di errore essenziale, tale da determinare l'annullamento del contratto ai sensi dell'art. 1429 del codice civile?

Quando l'errore è ostativo
Quando l'errore cade sui motivi secondari che hanno indotto il soggetto a porre in essere il contratto
Quando l'errore cade sull'identità o sulla qualità della persona dell'altro contraente, sempre che una o le altre siano stati determinanti del consenso
Quando cade l'errore cade sull'errore di calcolo
Non so rispondere

7. Qual è una ipotesi di errore essenziale, tale da determinare l'annullamento del contratto ai sensi dell'art. 1429 del codice civile?

Quando l'errore dipende da inesatta trasmissione imputabile all'altro contraente
Quando l'errore cade sui motivi secondari che hanno indotto il soggetto a porre in essere il contratto
Quando l'errore cade sulla natura o sull'oggetto contratto
Quando cade l'errore cade sull'errore di calcolo
Non so rispondere

8. L'art. 1437 del codice civile stabilisce che:

la violenza è causa di annullamento del contratto anche se esercitata da un terzo
il solo timore reverenziale non è causa di annullamento del contratto
la minaccia di far valere un diritto può essere causa di annullamento del contratto solo quando è diretta a conseguire vantaggi ingiusti
il solo timore reverenziale non è causa di nullità del contratto
Non so rispondere

9. L'azione di annullamento per dolo:

si prescrive in cinque anni dal giorno in cui è stato scoperto il dolo
si prescrive in dieci anni dal giorno in cui è stato concluso il contratto
si prescrive in cinque anni dal giorno in cui si è concluso il contratto
È imprescrittibile
Non so rispondere

10. Ai sensi dell'art. 1444 del codice civile, la convalida del contratto annullabile:

può essere fatta valere da uno qualunque dei contraent
non ha effetto se chi la esegue non è in condizioni di concludere validamente il contratto
non ha mai efficacia
ha effetto se il contraente al quale spettava l'azione di annullamento vi ha dato volontariamente esecuzione pur non conoscendo il motivo di annullabilità
Non so rispondere

11. Nelle obbligazioni alternative, ai sensi dell'art. 1286 la scelta spetta:

La scelta spetta sempre al creditore
la scelta spetta al creditore, se non è stata attribuita al debitore
al debitore, se non è stata attribuita al creditore o ad un terzo
la scelta spetta sempre al debitore
Non so rispondere

12. Il contratto col quale una parte consegna all'altra una cosa mobile o immobile, affinché se ne serva per un tempo o per un uso determinato, con l'obbligo di restituire la stessa cosa ricevuta, è un contratto di:

comodato
deposito
sequestro convenzionale
mutuo
Non so rispondere

13. A norma dell'art. 1449 del codice civile, l'azione di rescissione:

si prescrive in cinque anni dalla conclusione del contratto
si prescrive in un anno dalla conclusione del contratto, salvo che il fatto costituisca reato
è imprescrittibile
si prescrive in tre anni dalla conclusione del contratto, salvo che il fatto costituisca reato
Non so rispondere

14. Ai sensi dell'art. 1441 del codice civile l'annullamento del contratto può essere rilevato d'ufficio dal giudice?

Si, come l'azione di nullità
Si, sempre
No, solo nel caso di volontà viziata da dolo
No, di norma l'annullamento può essere domandato solo dalla parte che ne abbia interesse
Non so rispondere

15. L'accollo interno o semplice si ha quando:

il creditore aderisce alla convenzione, rendendo irrevocabile la stipulazione a suo favore
il creditore deve manifestare il suo consenso
il creditore non dichiara di liberare il debitore, che resta obbligato in solido con l'accollante
l'accordo tra debitore e l'accollante non è manifestato al creditore che, pertanto, rimane terzo estraneo al rapporto
Non so rispondere

16. Il contratto concluso a condizioni inique per la necessità nota alla controparte di salvare sé o altri dal pericolo di un danno grave alla persona, ai sensi dell'art. 1447 del codice civile:

può essere rescisso
è annullabile
è nullo
è inefficace
Non so rispondere

17. A pena di nullità devono farsi per atto pubblico o scrittura privata:

tra gli altri, i contratti di trasporto
tra gli altri, i contratti di locazione per una durata superiore a tre anni
tra gli altri, i contratti di affrancazione del fondo enfiteutico
solo i contratti che trasferiscono la proprietà di beni immobili o di mobili registrati
Non so rispondere

18. La violenza esercitata da un terzo è causa di nullità del contratto:

si, sempre
solo se il terzo abbia agito di intesa con la controparte
no, la violenza è causa di annullamento del contratto
si, ma deve essere eccepita solo dalla parte che abbia interesse
Non so rispondere

19. Si ha contratto estimatorio quando una parte:

consegna una o più cose mobili all'altra e questa si obbliga a pagare il prezzo, salvo che restituisca le cose nel termine stabilito
trasferisce in proprietà ad un'altra titoli di credito di una data specie per un determinato prezzo, dietro l'obbligo di trasferimento, alla scadenza del termine pattuito, di altrettanti titoli della stessa specie, dietro rimborso del prezzo
si obbliga, dietro corrispettivo di un prezzo, a eseguire, a favore dell'altra, prestazioni periodiche o continuative di cose
vi è il reciproco trasferimento della proprietà di cose o di altri diritti da un contraente all'altro
Non so rispondere

20. L'art. 1242 del codice civile attribuisce al giudice la facoltà di rilevare di ufficio la compensazione legale?

Si, prevede tale facoltà
No, ma solo nei casi tassativamente previsti dalla legge
No. Lo vieta espressamente
Si, ma solo nel caso di crediti produttivi di interesse
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate