Funzionario Amministrativo, Regione Toscana, 25 domande selezione

Tempo trascorso
-

1. Secondo l'art. 117, comma 1 del Regolamento (UE) N. 1303/2013, ogni Stato membro designa un funzionario incaricato:

dell'informazione e della comunicazione che coordina le azioni di informazione e di comunicazione in relazione a uno o più fondi
esclusivamente della comunicazione e non dell'informazione che coordina le azioni di comunicazione e non di informazione in relazione a uno o più fondi
esclusivamente dell'informazione e non della comunicazione che coordina le azioni di informazione e non di comunicazione in relazione a uno o più fondi
Non so rispondere

2. In base l'art. 135, comma 4 del Regolamento (UE) N. 1303/2013, per un programma operativo:

sono effettuati pagamenti intermedi, salvo se la relazione di attuazione annuale è stata inviata alla Commissione conformemente alle norme specifiche di ciascun fondo
non sono effettuati pagamenti intermedi, salvo se la relazione di attuazione annuale è stata inviata alla Commissione conformemente alle norme specifiche di ciascun fondo
non sono mai effettuati pagamenti intermedi
Non so rispondere

3. Secondo l'art. 108 del Regolamento (UE) N. 1303/2013, la composizione del comitato direttivo:

è stabilita dall'autorità di gestione pertinente, senza consultare lo Stato membro
è stabilita dallo Stato membro in accordo con l'autorità di gestione pertinente, nel rispetto del principio di partenariato
non è stabilita dallo Stato membro in accordo con l'autorità di gestione pertinente
Non so rispondere

4. A norma dell'art. 133 della Costituzione Italiana, la Regione:

può, sentite le popolazioni interessate, con sue leggi istituire nel proprio territorio nuovi Comuni e modificare le loro circoscrizioni e denominazioni
può, senza chiedere alcun parere alle popolazioni interessate, con sue leggi istituire nel proprio territorio nuovi Comuni e modificare le loro circoscrizioni e denominazioni
non può istituire nel proprio territorio nuovi Comuni e modificare le loro circoscrizioni e denominazioni
Non so rispondere

5. Si parla di "riserva di legge assoluta" quando:

è prevista la possibilità di disciplinare certe materie con fonti di grado secondario, lasciando tale determinazione solo alla legge o ad atti aventi forza di legge
l'intervento della legge è previsto solo per definire le caratteristiche fondamentali della disciplina, lasciando spazio alle fonti secondarie di intervenire per definirla compiutamente
viene esclusa la possibilità di disciplinare certe materie con fonti di grado secondario, lasciando tale determinazione solo alla legge o ad atti aventi forza di legge
Non so rispondere

6. Nell'ambito delle fonti del diritto, quando si parla di interpretazione adeguatrice?

Quando non è necessario alcun adattamento interpretativo
Quando si adatta il significato di una disposizione affinché non contrasti con il significato di altre norme di rango inferiore
Quando si adatta il significato di una disposizione affinché non contrasti con il significato di altre norme di rango superiore
Non so rispondere

7. A norma dell'art. 120 della Costituzione Italiana, in quali casi il Governo può sostituirsi a organi delle Regioni, delle Città metropolitane, delle Province e dei Comuni?

Quando lo richieda la tutela della proprietà privata
Ogni qualvolta lo reputi necessario, senza che siano previste specifiche casistiche
Mancato rispetto di norme e trattati internazionali o della normativa comunitaria
Non so rispondere

8. A norma dell'art. 121 della Costituzione Italiana, indicare la corretta funzione svolta dagli organi della Regione.

Il Consiglio regionale esercita le potestà legislative, la Giunta regionale è l'organo esecutivo delle Regioni ed il Presidente della Giunta rappresenta la Regione
Il Consiglio regionale è l'organo esecutivo delle Regioni, la Giunta regionale rappresenta la Regione ed il Presidente della Giunta esercita le potestà legislative
Il Consiglio regionale è l'organo esecutivo delle Regioni, la Giunta regionale esercita le potestà legislative ed il Presidente della Giunta rappresenta la Regione
Non so rispondere

9. A norma dell'art. 32 del D.Lgs. 50/2016 e s.m.i. inerente le fasi delle procedure di affidamento, quale delle seguenti affermazioni è corretta?

Ciascun concorrente non può presentare più di un'offerta. L'offerta è vincolante per il periodo indicato nel bando o nell'invito e, in caso di mancata indicazione, per centottanta giorni dalla scadenza del termine per la sua presentazione. La stazione appaltante può chiedere agli offerenti il differimento di detto termine
Ciascun concorrente non può presentare più di un'offerta. L'offerta è vincolante per il periodo indicato nel bando o nell'invito e, in caso di mancata indicazione, per novanta giorni dalla scadenza del termine per la sua presentazione. La stazione appaltante può chiedere agli offerenti il differimento di detto termine
Ciascun concorrente può presentare più di un'offerta. L'offerta è vincolante per il periodo indicato nel bando o nell'invito e, in caso di mancata indicazione, per centocinquanta giorni dalla scadenza del termine per la sua presentazione. La stazione appaltante non può chiedere agli offerenti il differimento di detto termine
Non so rispondere

10. In base all'art. 6, comma 1, lettera b) della Legge n. 241/1990 e s.m.i., con riferimento alle norme sul procedimento amministrativo chi adotta ogni misura per l’adeguato e sollecito svolgimento dell’istruttoria?

Il responsabile del procedimento
Il responsabile dell’ufficio tecnico
Il responsabile dell’ufficio ragioneria
Non so rispondere

11. A norma dell'art. 29, comma 1-bis del D.Lgs. 33/2013 e s.m.i., indicare quale delle seguenti affermazioni è corretta.

Le pubbliche amministrazioni hanno la facoltà ma non l'obbligo di pubblicare e rendere accessibili, anche attraverso il ricorso ad un portale unico, i dati relativi alle entrate, ma non quelli relativi alle spese di cui ai propri bilanci preventivi e consuntivi in formato tabellare aperto che ne consenta l'esportazione, il trattamento e il riutilizzo, secondo uno schema tipo e modalità definiti con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri da adottare sentito il Presidente della Repubblica
Le pubbliche amministrazioni pubblicano e rendono accessibili, anche attraverso il ricorso ad un portale unico, i dati relativi alle spese, ma non quelli relativi alle entrate di cui ai propri bilanci preventivi e consuntivi in formato tabellare aperto che ne consenta l'esportazione, il trattamento e il riutilizzo, secondo uno schema tipo e modalità definiti con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri da adottare sentito il Parlamento
Le pubbliche amministrazioni pubblicano e rendono accessibili, anche attraverso il ricorso ad un portale unico, i dati relativi alle entrate e alla spesa di cui ai propri bilanci preventivi e consuntivi in formato tabellare aperto che ne consenta l'esportazione, il trattamento e il riutilizzo, secondo uno schema tipo e modalità definiti con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri da adottare sentita la Conferenza unificata
Non so rispondere

12. Ai sensi dell'art. 22 della Legge 241/1990 e s.m.i., per «pubblica amministrazione» s'intende:

tutti i soggetti di diritto pubblico e i soggetti di diritto privato limitatamente alla loro attività di pubblico interesse disciplinata dal diritto nazionale o comunitario
solo gli enti locali
solo i soggetti di diritto pubblico disciplinati dal diritto nazionale
Non so rispondere

13. Nel corso del processo amministrativo di primo grado, in relazione all'ambito "Notificazione del ricorso e suoi destinatari", l'art. 41 del Codice del processo amministrativo legifera che le domande si introducono con ricorso:

al tribunale amministrativo regionale competente
al consulente regionale per i ricorsi e i disservizi
all'apposito sportello comunale, riservato
Non so rispondere

14. Gli atti amministrativi dichiarativi sono gli atti che:

si limitano ad accertare una data situazione senza influire su di essa
modificano un rapporto giuridico già esistente
estinguono un rapporto giuridico già esistente
Non so rispondere

15. A norma dell’art. 43, comma 4 del D.P.R. n. 445/2000 e s.m.i., le amministrazioni certificanti:

sono tenute a consentire alle amministrazioni procedenti, esclusivamente dietro corrispettivo economico, la consultazione per via telematica dei loro archivi informatici, pur nel rispetto della riservatezza dei dati personali
sono tenute a consentire alle amministrazioni procedenti, senza oneri, la consultazione per via telematica dei loro archivi informatici, nel rispetto della riservatezza dei dati personali, al fine di agevolare l'acquisizione d'ufficio di informazioni e dati relativi a stati, qualità personali e fatti, contenuti in albi, elenchi o pubblici registri
non sono tenute a consentire alle amministrazioni procedenti la consultazione per via telematica dei loro archivi informatici
Non so rispondere

16. Se l'atto amministrativo è definitivo, quale tipo di ricorso è possibile proporre?

Il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica o il ricorso giurisdizionale
Solo il ricorso giurisdizionale
Solo il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica
Non so rispondere

17. A norma del disposto di cui all'art. 29 del Codice del processo amministrativo, l’azione di annullamento per incompetenza si propone nel termine di decadenza di:

sessanta giorni
cinquanta giorni
quaranta giorni
Non so rispondere

18. A norma dell'art. 102, comma 1 del D.Lgs. 50/2016 e s.m.i., chi controlla l'esecuzione del contratto?

Per i lavori, l'esecuzione del contratto viene controllata esclusivamente dal direttore dei lavori in quanto il responsabile unico del procedimento ha solo competenze amministrative e gestionali
Per i servizi e forniture, l'esecuzione del contratto viene controllata esclusivamente dal direttore, in quanto il responsabile unico del procedimento ha solo competenze di rappresentanza
Il responsabile unico del procedimento controlla l'esecuzione del contratto congiuntamente al direttore dei lavori, per i lavori, e al direttore dell'esecuzione del contratto, per i servizi e forniture
Non so rispondere

19. A norma dell'art. 8 del Reg. UE 2016/679, il trattamento dei dati personali del minore è lecito ove il minore abbia almeno 16 anni. Gli Stati membri possono stabilire per legge un'età inferiore a tali fini?

Si, purchè non inferiore ai 15 anni
Si, purchè non inferiore ai 13 anni
No, non possono
Non so rispondere

20. A norma dell'art. 9 dello Statuto della Regione Toscana, chi fissa i termini tassativi per le risposte della Giunta alle interrogazioni, interpellanze, mozioni, ordini del giorno e risoluzioni poste dal consigliere?

Il regolamento interno
Il consigliere stesso
La legge
Non so rispondere

21. Con riferimento al DEFR, indicare quale delle seguenti affermazioni è corretta.

Ogni Regione ha la possibilità di definire i contenuti del DEFR, che non dovrà includere in nessun caso le politiche da adottare
Ogni Regione ha la possibilità di definire i contenuti del DEFR, che dovrà includere, tra gli altri, gli indirizzi agli enti strumentali ed alle società controllate e partecipate
Ogni Regione ha la possibilità di definire i contenuti del DEFR, che non dovrà includere in nessun caso gli obiettivi della manovra di bilancio, tenendo conto degli obiettivi del Patto di stabilità interno
Non so rispondere

22. In base all'art. 24 della Legge regionale della Toscana del 7 gennaio 2015, n. 1, quale delle seguenti affermazioni è corretta?

La Regione può ricorrere al mercato finanziario, solo con riferimento alle anticipazioni a breve termine, nel rispetto dei limiti imposti dalla normativa nazionale
La Regione può ricorrere al mercato finanziario, anche con riferimento alle anticipazioni a breve termine, nel rispetto dei limiti imposti dalla normativa nazionale
La Regione può ricorrere al mercato finanziario, anche con riferimento alle anticipazioni a lungo termine, nel rispetto dei limiti imposti dalla normativa nazionale
Non so rispondere

23. L'art. 24 del D.Lgs. 165/2001 e s.m.i. stabilisce che, la retribuzione del personale con qualifica di dirigente è determinata dai contratti collettivi per le aree dirigenziali, prevedendo che il trattamento economico accessorio sia correlato:

alle funzioni attribuite, alle connesse responsabilità ed ai risultati conseguiti
alle funzioni attribuite ed alle connesse responsabilità, ma non ai risultati conseguiti
non alle connesse responsabilità, bensì alle funzioni attribuite ed ai risultati conseguiti
Non so rispondere

24. L'art. 34 del D.Lgs. 165/2001 e s.m.i. stabilisce che, il personale in disponibilità:

è iscritto in appositi elenchi secondo l'ordine cronologico di sospensione del relativo rapporto di lavoro
è iscritto in appositi elenchi secondo l'ordine cronologico inerente l'anzianità di servizio
non è iscritto in appositi elenchi secondo l'ordine cronologico di sospensione del relativo rapporto di lavoro
Non so rispondere

25. Indicare i soggetti sindacali titolari della contrattazione integrativa, a norma dell'art. 7 del CCNL del comparto funzioni locali 2016-2018:

la URS ed i rappresentanti nazionali delle organizzazioni sindacali di categoria maggiormente rilevanti
la SUR ed i rappresentanti territoriali delle organizzazioni sindacali di categoria non firmatarie del citato CCNL
la RSU ed i rappresentanti territoriali delle organizzazioni sindacali di categoria firmatarie del citato CCNL
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate