istruttore amministrativo contabile, prova preselettiva 2

Tempo trascorso
-

1. in base a quanto previsto dall’articolo 9 del regolamento ue 2016/679:

E’ vietato trattare dati personali che rivelino l’origine raziale o etnica, le opinioni politiche, le convinzioni religiose o filosofiche, o l’appartenenza sindacale, nonché trattare dati genetici, dati biometrici intesi a identificare in modo univoco una persona fisica, dati relativi alla salute o alla vita sessuale della persona; il divieto non si estende ai dati relativi all’orientamento sessuale della persona in seguito ai mutati costumi sociali
E’ vietato trattare dati personali che rivelino l’origine raziale o etnica, le opinioni politiche, le convinzioni religiose o filosofiche, o l’appartenenza sindacale, nonché trattare dati genetici, dati biometrici intesi a identificare in modo univoco una persona fisica, dati relativi alla salute o alla vita sessuale della persona; il divieto si estende ai dati relativi all’orientamento sessuale della persona se espressamente richiesto dal titolare dei dati
E’ vietato trattare dati personali che rivelino l’origine raziale o etnica, le opinioni politiche, le convinzioni religiose o filosofiche, o l’appartenenza sindacale, nonché trattare dati genetici, dati biometrici intesi a identificare in modo univoco una persona fisica, dati relativi alla salute o alla vita sessuale della persona; il divieto si estende ai dati relativi all’orientamento sessuale della persona
Non so rispondere

2. in base all’articolo 26 del regolamento ue 2016/679:

La contitolarità del trattamento si manifesta in via provvisoria in attesa del provvedimento dell’autorità giudiziaria
Allorché due o più titolari del trattamento determinano congiuntamente le finalità e i mezzi del trattamento, essi sono contitolari del trattamento
Durante la contitolarità del trattamento il contitolare anziano può apporre veto sulle decisioni di straordinaria amministrazione
Non so rispondere

3. il regolamento ue 2016/679 ha introdotto la nuova figura del:

Incaricato del trattamento
Responsabile esterno del trattamento
Responsabile della protezione dei dati
Non so rispondere

4. secondo il codice dell’amministrazione digitale, d.lgs.82/2005:

Il documento informatico trasmesso per via telematica si intende spedito dal ricevente se inviato al proprio gestore, e si intende consegnato al destinatario se reso disponibile all'indirizzo elettronico da questi dichiarato, nella casella di posta elettronica del destinatario messa a disposizione dal gestore
Il documento informatico trasmesso per via telematica si intende spedito dal mittente se inviato al proprio gestore, e si intende consegnato al destinatario se reso disponibile all'indirizzo elettronico da questi dichiarato, nella casella di posta elettronica del destinatario messa a disposizione dal gestore
Il documento informatico trasmesso per via telematica si intende spedito dal mittente se inviato al proprio gestore, e si intende consegnato al destinatario se reso disponibile all'indirizzo elettronico da questi dichiarato, nella casella di posta elettronica del mittente messa a disposizione dal gestore
Non so rispondere

5. il decreto legislativo n.82/2005 definisce l’interoperabilita’:

Quale caratteristica di un sistema informativo, le cui interfacce sono pubbliche e aperte, di interagire in maniera automatica con altri sistemi informativi per lo scambio di informazioni e l'erogazione di servizi
Quale caratteristica di un sistema informativo, le cui interfacce sono protette da password, di interagire su istanza dell’operatore con altri sistemi informativi per lo scambio di informazioni e l'erogazione di servizi
Quale caratteristica di un sistema informativo, le cui interfacce sono pubbliche e aperte, di essere operativo nel lasso di tempo necessario a ripristinare i servizi in caso di guasto (disaster recovery)
Non so rispondere

6. per i contratti sotto soglia, l’articolo 36 del codice dei contratti pubblici prevede, tra l’altro:

per affidamenti di importo pari o superiore a 40.000 euro e inferiore a 200.000 euro per i lavori, o alle soglie di cui all'articolo 35 del Codice dei contratti pubblici per le forniture e i servizi, le stazioni appaltanti procedono mediante procedura negoziata previa consultazione, ove esistenti, di almeno cinque operatori economici per i lavori, e, per i servizi e le forniture di almeno dieci operatori economici individuati sulla base di indagini di mercato o tramite elenchi di operatori economici, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti
per affidamenti di importo pari o superiore a 40.000 euro e inferiore a 150.000 euro per i lavori, o alle soglie di cui all'articolo 35 del Codice dei contratti pubblici per le forniture e i servizi, le stazioni appaltanti procedono mediante procedura negoziata previa consultazione, ove esistenti, di almeno tre operatori economici per i lavori, e, per i servizi e le forniture di almeno cinque operatori economici individuati sulla base di indagini di mercato o tramite elenchi di operatori economici, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti
per affidamenti di importo pari o superiore a 40.000 euro e inferiore a 200.000 euro per i lavori, o alle soglie di cui all'articolo 35 del Codice dei contratti pubblici per le forniture e i servizi, le stazioni appaltanti procedono mediante procedura negoziata previa consultazione, ove esistenti, di almeno tre operatori economici per i lavori, e, per i servizi e le forniture di almeno cinque operatori economici individuati sulla base di indagini di mercato o tramite elenchi di operatori economici, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti
Non so rispondere

7. il codice dei contratti definisce “amministrazioni aggiudicatrici”:

Le amministrazioni dello Stato; gli enti pubblici territoriali; gli altri enti pubblici non economici; gli organismi di diritto pubblico; le associazioni, unioni, consorzi, comunque denominati, costituiti da detti soggetti
Le amministrazioni dello Stato; gli enti pubblici territoriali; gli altri enti pubblici non economici; le associazioni, unioni, consorzi, comunque denominati, costituiti da detti soggetti; sono esclusi gli organismi di diritto pubblico
Le amministrazioni dello Stato; gli enti pubblici territoriali; gli organismi di diritto pubblico; le associazioni, unioni, consorzi, comunque denominati, costituiti da detti soggetti; sono esclusi gli altri enti pubblici non economici
Non so rispondere

8. l’articolo 21 del codice dei contratti prevede tra l’altro che:

Il programma triennale dei lavori pubblici e i relativi aggiornamenti annuali contengono i lavori il cui valore stimato sia pari o superiore a 100.000 eur
Il programma triennale dei lavori pubblici e i relativi aggiornamenti annuali contengono i lavori il cui valore stimato sia pari o superiore a 40.000 euro
Il programma triennale dei lavori pubblici e i relativi aggiornamenti annuali contengono i lavori il cui valore stimato sia pari o superiore a 20.000 euro
Non so rispondere

9. l’articolo 103 del d.lgs.50/2016 in materia di garanzie prevede tra l’altro che:

Fatte salve le eccezioni e i casi particolari previsti dal Codice, l'appaltatore per la sottoscrizione del contratto deve costituire una garanzia, denominata "garanzia definitiva" a sua scelta sotto forma di cauzione o fideiussione pari al 6 per cento dell'importo contrattuale e tale obbligazione e' indicata negli atti e documenti a base di affidamento di lavori, di servizi e di forniture
La mancata costituzione della garanzia definitiva determina la decadenza dell'affidamento e l'acquisizione della cauzione provvisoria presentata in sede di offerta da parte della stazione appaltante, che aggiudica l'appalto o la concessione al concorrente che segue nella graduatoria
La garanzia definitiva e' progressivamente svincolata a misura dell'avanzamento dell'esecuzione, nel limite massimo del 50 per cento dell'iniziale importo garantito
Non so rispondere

10. dalla comunicazione del preavviso di rigetto gli istanti:

debbono attendere l’emanazione del provvedimento finale al fine della sua eventuale impugnazione
possono presentare per iscritto le loro osservazioni, eventualmente corredate da documentazione, entro il termine di dieci giorni dal ricevimento della comunicazione
possono presentare per iscritto le loro osservazioni, eventualmente corredate da documentazione, entro il termine di trenta giorni dal ricevimento della comunicazione
Non so rispondere

11. il ricorso al tar deve essere depositato entro il termine di:

30 giorni dall'ultima notificazione
30 giorni dal deposito delle memorie difensive
60 giorni dall'ultima notificazione
Non so rispondere

12. la pubblica amministrazione ha il dovere di concludere il procedimento mediante l’adozione di un provvedimento espresso:

unicamente nell’ipotesi in cui il procedimento sia a istanza di parte
nell’ipotesi in cui il procedimento consegua a un’istanza di parte o debba essere iniziato d’ufficio
l’adozione di un provvedimento espresso è attività di natura discrezionale
Non so rispondere

13. per documento amministrativo nel diritto di accesso si intende:

ogni rappresentazione grafica, fotocinematografica, elettromagnetica o di qualunque altra specie del contenuto di atti, anche interni o non relativi ad uno specifico procedimento, detenuti da una pubblica amministrazione e concernenti attività di pubblico interesse e natura pubblicistica
ogni rappresentazione grafica, fotocinematografica, elettromagnetica o di qualunque altra specie del contenuto di atti, interni e relativi ad uno specifico procedimento, detenuti da una pubblica amministrazione e concernenti attività di pubblico interesse, indipendentemente dalla natura pubblicistica o privatistica della loro disciplina sostanziale
ogni rappresentazione grafica, fotocinematografica, elettromagnetica o di qualunque altra specie del contenuto di atti, anche interni o non relativi ad uno specifico procedimento, detenuti da una pubblica amministrazione e concernenti attività di pubblico interesse, indipendentemente dalla natura pubblicistica o privatistica della loro disciplina sostanziale
Non so rispondere

14. resta escluso dalla normativa del rapporto di pubblico impiego, tra gli altri

il personale degli istituti e scuole di ogni ordine e grado
le aziende e gli enti del servizio sanitario nazionale
il personale militare e della forze di polizia
Non so rispondere

15. qual e’ la differenza fra rapporto organico e rapporto di servizio?

il rapporto organico intercorre fra persone giuridiche, il rapporto di servizio fra persone fisiche
il rapporto organico ha carattere esterno, il rapporto di servizio interno
il rapporto organico non ha natura giuridica, il rapporto di servizio ha natura giuridica
Non so rispondere

16. esiste un obbligo di motivazione degli atti amministrativi a carattere normativo?

si, tutti gli atti della pubblica amministrazione sono soggetti a motivazione
l’obbligo di motivazione sussiste solo per gli atti concernenti l'organizzazione amministrativa, lo svolgimento dei pubblici concorsi ed il personale
no, tale obbligo è espressamente escluso da norma di legge per determinate categorie di atti
Non so rispondere

17. in diritto amministrativo, ai sensi della costituzione, i pubblici dipendenti:

sono direttamente responsabili, secondo le leggi penali, civili e amministrative, degli atti compiuti in violazione di diritti
sono tenuti a conformare il proprio operato ai principi di efficacia e di efficienza dell’azione amministrativa
sono tenuti a conformare il proprio operato agli obblighi di condotta sanciti dalla legge, dalla contrattazione collettiva e dal codice di comportamento disciplinare
Non so rispondere

18. che cosa è il municipio?

la sede del Comune
un organismo di decentramento Comunale
l’insieme dei residenti nel territorio comunale
Non so rispondere

19. quale fra i seguenti regolamenti rientra tra quelli che i comuni devono adottare obbligatoriamente?

Il regolamento per le alienazioni di immobili
Il regolamento di contabilità
Il regolamento per il referendum
Non so rispondere

20. ai sensi del t.u.e.l. quale organo ha competenza in materia di concessione dei pubblici servizi?

il sindaco o il presidente della provincia
la giunta
consiglio
Non so rispondere

21. i soggetti sottoposti alla giurisdizione della corte dei conti in materia di contabilità pubblica, rispondono per fatti e omissioni commessi:

Con dolo e con colpa grave
Per sola colpa grave
Con dolo, colpa grave e colpa lieve
Non so rispondere

22. ai sensi dell’art. 97 del t.u.e.l., il segretario comunale e provinciale:

approva la definizione degli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune presso Enti, Aziende ed Istituzioni
esprime il parere di cui all’art. 49 in relazione alle sue competenze, nel caso in cui l’Ente non abbia responsabili dei servizi
approva le spese che impegnino i bilanci per gli esercizi successivi non riguardanti né la locazione di immobili né la somministrazione e fornitura di beni o servizi a carattere continuativo
Non so rispondere

23. quali comuni sono tenuti obbligatoriamente all’approvazione del piano esecutivo di gestione?

Tutti
Solo i Comuni con oltre 5.000 abitanti
Solo i Comuni con oltre 15.000 abitanti
Non so rispondere

24. fra le entrate, solo le previsioni relative all’accensione di prestiti hanno natura autorizzatoria. ciò significa che:

è possibile accertare un’entrata per accensione di prestiti di importo superiore alla previsione di bilancio, ma solo dietro autorizzazione del Tesoriere
non è possibile accertare un’entrata tributaria di importo superiore alla previsione di bilancio
non è possibile accertare un’entrata per l’accensione di prestiti di importo superiore alla previsione del bilancio finanziario
Non so rispondere

25. nel rendiconto dell’esercizio:

gli accertamenti sono sempre superiori agli impegni
gli accertamenti possono essere sia superiori che inferiori agli impegni
gli accertamenti sono sempre inferiori agli impegni
Non so rispondere

26. il fondo crediti di dubbia esigibilità è un accantonamento a fronte di entrate di difficile o dubbia esazione. per questo motivo, tanto maggiore è la capacità di riscossione dell’ente e:

tanto minore è il fondo crediti di dubbia esigibilità che occorre accantonare
tanto maggiore è il fondo crediti di dubbia esigibilità che occorre accantonare
tanto maggiore è il controllo della Corte dei Conti
Non so rispondere

27. le basi imponibili dei tributi comunali:

Sono stabilite dai regolamenti comunali nel rispetto dei parametri fissati dalla legge statale
Sono stabilite dalla legge statale
Sono stabilite in modo autonomo dai regolamenti comunali
Non so rispondere

28. ai fini del calcolo dell’imu quale e’ la base imponibile per i terreni agricoli?

Il reddito dominicale risultante in catasto al 1° gennaio dell’anno di imposizione rivalutato del 25% e moltiplicato per 135
Il reddito dominicale risultante in catasto al 1° gennaio dell’anno di imposizione rivalutato del 25% e moltiplicato per 125
Il reddito agrario risultante in catasto al 1° gennaio dell’anno di imposizione rivalutato del 25% e moltiplicato per 135
Non so rispondere

29. ai fini dell’applicazione della tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, in quante categorie deve essere suddiviso il territorio comunale?

In almeno tre
In almeno due
In almeno quattro
Non so rispondere

30. secondo la normativa vigente, un imprenditore agricolo professionale, iscritto nella previdenza agricola, paga l’imu sui terreni agricoli?

si
no
Si, ma beneficia di una detrazione del 50%
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate