istruttore tecnico, simulazione preselezione

Tempo trascorso
-

1. Il Piano di Indirizzo Territoriale (PIT) è:

e uno strumento di pianificazione urbanistica
è uno strumento di pianificazione territoriale
è uno strumento di programmazione economica
Non so rispondere

2. Il Piano Territoriale di Coordinamento (PTC) è:

di esclusiva competenza regionale
di esclusiva competenza provinciale
oggetto di copianificazione Regione- Provincia
Non so rispondere

3. Il Territorio Urbanizzato (TU) può comprendere:

parchi urbani
aree rurali intercluse che qualificano il contesto paesaggistico degli insediamenti di valore storico e artistico
l’edificato sparso e discontinuo e le relative aree di pertinenza
Non so rispondere

4. L’individuazione del perimetro del Territorio Urbanizzato in sede di pianificazione comunale viene effettuata:

tenendo conto delle indicazioni contenute nell’Abaco delle invarianti strutturali e della carta del territorio urbanizzato del PIT
recependo fedelmente il perimetro individuato nella carta del territorio urbanizzato del PIT senza possibilità di correttivi
tenendo conto delle invarianti strutturali relative al sistema insediativo individuate dal PTC
Non so rispondere

5. Il Piano Strutturale (PS) comunale è strumento conformativo dell’uso dei suoli:

si, laddove accompagnato da dichiarazione di pubblica utilità
mai
no, salvo per la localizzazione degli interventi di competenza regionale e provinciale
Non so rispondere

6. Il Piano Operativo comunale, per quanto attiene la disciplina relativa alla gestione degli insediamenti esistenti, ha validità:

a tempo indeterminato
quinquennale
decennale
Non so rispondere

7. Le misure di salvaguardia del Piano Strutturale, qualora non sia approvato il Piano Operativo, decadono:

decorsi tre anni dalla pubblicazione dell’avviso di approvazione del PS
decorsi due anni dalla pubblicazione dell’avviso di approvazione del PS
non hanno decadenza
Non so rispondere

8. A seguito dell’avvio del procedimento di formazione del Piano Operativo, è previsto dalla legge regionale un termine per la definitiva approvazione?:

Si, 5 anni
Si, tre anni
No, non sono previsti termini
Non so rispondere

9. L’adozione del Piano Operativo è preceduta dall’atto di avvio del procedimento (di cui all’art. 17 della L.R. 65/2014):

sempre
mai
solo qualora si prevedano trasformazioni esterne al perimetro del territorio urbanizzato che comportino impegno di suolo non edificato
Non so rispondere

10. Sono definite varianti semplificate al Piano Strutturale (art. 30 L.R. 65/2014):

le varianti che non comportano trasformazioni esterne al perimetro del territorio urbanizzato e che non comportano diminuzione degli standard
le varianti che non comportano incremento al suo dimensionamento complessivo per singole destinazioni d’uso e che non comportano diminuzione degli standard
le varianti che non comportano incremento al dimensionamento complessivo per la destinazione d’uso residenziale e che non comportano diminuzione degli standard
Non so rispondere

11. A seguito dell’adozione di variante semplificata al Piano Operativo (30 L.R. 65/2014), è previsto:

un termine di pubblicazione di 60 giorni per la presentazione delle eventuali osservazioni
un termine di pubblicazione di 45 giorni per la presentazione delle eventuali osservazioni
un termine di pubblicazione di 30 giorni per la presentazione delle eventuali osservazioni
Non so rispondere

12. Secondo le definizioni di cui all’art. 10 della L.R. 65/2014 il Piano Particolareggiato (PP) è:

uno strumento di pianificazione urbanistica
un piano operativo
uno strumento di pianificazione territoriale
Non so rispondere

13. La validità del piano attuativo è determinata:

dalla legge regionale univocamente per tutti i piani attuativi
dal Comune all’atto di approvazione del piano attuativo
dal Comune all’atto di adozione del piano attuativo
Non so rispondere

14. I piani urbanistici attuativi sono soggetti a procedimento di VAS :

Si, sempre
no, qualora lo strumento urbanistico sovraordinato sia stato precedentemente sottoposto a VAS
no, qualora lo strumento urbanistico sovraordinato sia stato precedentemente sottoposto a VAS e lo stesso strumento definisca l’assetto localizzativo delle nuove previsioni, gli indici di edificabilità, gli usi ammessi ed i contenuti piano-volumetrici degli interventi
Non so rispondere

15. A quale Ente è attribuita la titolarità del procedimento di VAS per il Piano Operativo:

Regione
Comune
Provincia
Non so rispondere

16. Nel procedimento di formazione degli atti di governo del territorio, il Garante dell’informazione e della partecipazione, redige un rapporto sull’attività svolta:

solo nella fase di adozione dell’atto
nelle diverse fasi procedurali di formazione dell’atto
esclusivamente per la fase procedurale delle osservazioni e relative controdeduzioni
Non so rispondere

17. Nei procedimenti di formazione degli atti di governo del territorio di competenza comunale il ruolo del Garante dell’informazione e della partecipazione può essere attribuito:

al progettista dell’atto di governo del territorio
ad un amministratore dell’ente
al Segretario Generale
Non so rispondere

18. Quale è la legge che introduce il “certificato di destinazione urbanistica”:

la Legge Urbanistica n. 1150/1942
la Legge sulle sanzioni, recupero e sanatoria delle opere edilizie n. 47/1985
la Legge Regionale n. 65/2014
Non so rispondere

19. Il certificato di destinazione urbanistica ha validità:

a tempo indeterminato
per la durata di validità del Regolamento Urbanistico
un anno dalla data di emissione
Non so rispondere

20. Quali tra queste sono definite opere di urbanizzazione secondaria secondo l’ordinamento regionale:

mercati di quartiere
reti di smaltimento acque meteoriche e reflue domestiche
pubblica illuminazione
Non so rispondere

21. Quale tra le seguenti rientra tra le competenze della Giunta Comunale:

la nomina, designazione e revoca dei Dirigenti
approvazione del programma triennale ed elenco annuale dei Lavori Pubblici
adozione del regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi
Non so rispondere

22. Ai sensi del T.U. sull’ordinamento degli Enti Locali (D.Lgs 267/2000) il Sindaco resta in carica:

4 anni
5 anni
7 anni
Non so rispondere

23. L’Art. 107 del D.Lgs. 267/2000 introduce il principio di separazione tra politica e gestione in virtù del quale organi politici e dirigenti vengono a costituire due apparati distinti, ciascuno con le proprie competenze. In base al suddetto principio gli atti di gestione finanziaria, ivi compresa l’assunzione di impegni di spesa, competono:

all’organo consiliare dell’ente
al rappresentate legale dell’ente
ai dirigenti dell’ente
Non so rispondere

24. La figura del Responsabile del Procedimento può indire la conferenza dei servizi di cui all’art. 14 e seguenti della L.241/1990:

si, sempre per contenere le tempistiche del procedimento
no, mai
si, solo laddove ne abbia la competenza
Non so rispondere

25. Nel caso di comunicazione da parte del Responsabile del Procedimento dei motivi che ostano all’accoglimento di una istanza, gli istanti possono:

presentare osservazioni e documenti entro 10 giorni
presentare osservazioni e documenti entro 30 giorni
possono proporre esclusivamente ricorso al TAR competente
Non so rispondere

26. Quando può essere indetta una conferenza dei servizi preliminare:

sempre, per tutti i procedimenti
solo per l’esame di progetti di particolare complessità e di insediamenti produttivi su motivata richiesta dell’interessato
solo per l’esame di progetti di edilizia residenziale pubblica su iniziativa dell’amministrativa procedente
Non so rispondere

27. Quando la pubblica amministrazione può richiedere documenti o atti necessari all’istruttoria di un procedimento amministrativo:

possono essere sempre richiesti per concludere l’iter del procedimento
qualora non già in possesso dell’amministrazione procedente
mai, e in tal caso la pratica viene archiviata per carenza di documentazione
Non so rispondere

28. Come si definisce il Rapporto di Copertura:

esprime il rapporto tra la superfìcie coperta e superficie fondiaria
esprime il rapporto tra superficie coperta e superficie territoriale
esprime il rapporto tra la superficie coperta e superficie lorda di pavimento
Non so rispondere

29. Le dotazioni degli standard urbanistici (spazi pubblici o riservati alle attività collettive) da osservare nella pianificazione urbanistica sono stabilite:

dalla L. 1150/1942
dal D.M. 1444/1968
dalla L. 865/1971
Non so rispondere

30. Le dotazioni di standard urbanistici, secondo l'ordinamento statale, non possono essere inferiore per ogni abitante a:

18 mq.
25 mq.
12 mq.
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate