Diritto Del Lavoro, 10 domande

Tempo trascorso
-

1. Ai sensi dell'art. 4, c. 1, legge n. 146/1990, i lavoratori che si astengono dal lavoro in violazione delle disposizioni della stessa legge sono soggetti a:

sanzioni disciplinari
licenziamento
sanzioni amministrative
Non so rispondere

2. Ai sensi dell'art. 4, c. 4, legge. n. 146/1990, i dirigenti responsabili delle amministrazioni pubbliche che erogano servizi pubblici essenziali che non osservino le disposizioni della medesima legge sono soggetti:

a una sanzione disciplinare consistente nella sospensione dal servizio da 1 mese a 6 mesi
a una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 2.582 a euro 25.822
a una sanzione penale
Non so rispondere

3. Ai sensi dell'art. 5, legge n. 146/1990, le amministrazioni o le imprese erogatrici dei servizi pubblici essenziali sono tenute a rendere pubblico tempestivamente:

solo il numero dei lavoratori che hanno partecipato allo sciopero e la misura delle trattenute effettuate secondo la disciplina vigente
solo il numero dei lavoratori che hanno partecipato allo sciopero e la durata dello stesso
il numero dei lavoratori che hanno partecipato allo sciopero, la durata dello stesso, e la misura delle trattenute effettuate secondo la disciplina vigente
Non so rispondere

4. AI sensi dell'art. 13, legge n. 146/1990, chi valuta il comportamento dei lavoratori durante lo sciopero nei servizi pubblici essenziali e determina la sanzione applicabile in caso di violazione degli obblighi fissati dalla medesima legge?

il dirigente responsabile dell'ufficio personale
la commissione di garanzia
il responsabile dell'ufficio per i procedimenti disciplinari
Non so rispondere

5. Ai sensi dell'art. 8, legge n 146/1990, nell'ambito dei servizi pubblici essenziali, la precettazione può essere disposta:

su segnalazione della commissione di garanzia o, nei casi di necessità ed urgenza, su diretta iniziativa dell'organo di precettazione
nei casi di necessità ed urgenza, dall'organo di precettazione, sulla base di segnalazione della commissione di garanzia
nei casi di necessità ed urgenza, dall'organo di precettazione, sulla base di segnalazione della commissione di garanzia
Non so rispondere

6. E' ancora vietato penalmente lo sciopero per fini non contrattuali e quello di coazione della pubblica autorità, di cui agli artt. 503 e 504 c. p.?

in base alle sentenze n. 290/1974 e n. 165/1983 della Corte costituzionale, il divieto penale permane quando lo sciopero sia diretto a sovvertire l'ordinamento costituzionale ovvero ad impedire o ostacolare il libero esercizio dei poteri legittimi nei quali si esprime la sovranità popolare
no
si
Non so rispondere

7. Per somministrazione di lavoro, ai sensi dell'art. 20, d. lgs. n. 276/2003, si intende:

la fornitura di figure professionali altamente qualificate
la fornitura professionale di impiegati, quadri, dirigenti e collaboratori coordinati e continuativi
la fornitura professionale di manodopera
Non so rispondere

8. Ai sensi dell'art. 20, d. lgs. n. 276/2003, la somministrazione di lavoro nel settore privato può essere:

solo a termine
solo a tempo indeterminato
a tempo indeterminato o a termine
Non so rispondere

9. Ai sensi dell'art. 86, c. 9, d. lgs. n. 276/2003, la somministrazione di lavoro nelle pubbliche amministrazioni può essere:

solo a termine e per una durata non superiore a sei mesi
solo a termine
solo a tempo indeterminato
Non so rispondere

10. Ai sensi dell'art. 20, c. 4, d. lgs. n. 276/2003, la somministrazione di lavoro a termine è ammessa:

solo per ragioni di carattere tecnico-organizzativo, comprovabili dall'utilizzatore
a fronte di ragioni di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo, anche se riferibili alla ordinaria attività dell'utilizzatore
nei casi ammessi dalla contrattazione collettiva
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate