Domande Oss su Malattie infettive

Tempo trascorso
-

1. L'agente patogeno del botulismo produce una tossina che, una volta ingerita, causa un grave stato di malattia, Quali sono i sintomi più frequenti?

Tutte le risposte sono corrette
Sintomatologia nervosa: disturbi della deglutizione e della fonazione.
Sintomatologia intestinale: nausea , vomito e diarrea.
Tutte le risposte sono sbagliate
Non so rispondere

2. Per quale delle seguenti malattie non è attualmente disponibile un vaccino?

Morbillo
AIDS
Epatite A
Varicella
Non so rispondere

3. Le micosi sono malattie da:

protozoi
lisosomi
funghi
batteri
Non so rispondere

4. L'insorgenza delle malattie infettive:

non è mai conseguenza dell'azione dei microrganismi
è conseguenza dell'azione dei microrganismi
non è quasi mai conseguenza della sola azione dei microrganismi
Nessuna delle precedenti risposte
Non so rispondere

5. La prevenzione primaria:

Ha lo scopo di impedire che le persone sane si ammalino
Ha lo scopo di permettere la guarigione di persone ammalate
Ha lo scopo di impedire il diffondersi di una malattia
Ha lo scopo di impedire che le persone ammalate peggiorino
Non so rispondere

6. Le nefropatie sono:

disturbi alimentari
distrurbi di tipo psichico
malattie a carico del sistema cardio‐circolatorio
malattie a carico dei reni
Non so rispondere

7. Le malattie infettive sono:

malattie che si diffondono in breve tempo
malattie rare
malattie trasmissibili da un individuo ad un altro
Tutte le alternative sono corrette
Non so rispondere

8. Cosa si intende per isolamento?

Una misura di profilassi delle malattie infettive
Una tecnica per l’isolamento dei germi
Una pratica di difesa
Tutte le alternative proposte
Non so rispondere

9. Un malato di AIDS si definisce portatore asintomatico:

Quando, allo stadio terminale, non dà alcun segno di beneficiare delle cure che gli vengono somministrate
Quando è in buono stato di salute
Quando, nella fase avanzata della malattia, il quadro clinico, che ha subito delle modificazioni importanti, diventa stazionario
Quando ha una recidiva
Non so rispondere

10. lo scopo della c.d. “prevenzione terziaria” è:

Ridurre l'incidenza della malattia
Ridurre la durata della malattia
Ridurre l'entità dei danni causati dalla malattia
Ridurre l'estensione della malattia
Non so rispondere

11. Qual'è lo scopo della prevenzione secondaria?

Essa mira a evitare che la malattia insorga (incrementando le difese dell'organismo, eliminando i fattori causali delle malattie e selezionando e trattando gli stati di rischio), per esempio con il ricorso alla vaccinazione o l'eliminazione degli agenti patogeni
Essa mira alla riabilitazione e alla prevenzione delle recidive, con la finalità del miglior reinserimento del malato nel contesto familiare e sociale
La prevenzione secondaria riguarda individui clinicamente sani che presentano un danno biologico già in atto ed ha lo scopo di guarire la lesione prima che la malattia si manifesti clinicamente
E' speculare alla prevenzione primaria
Non so rispondere

12. Quale delle seguenti affermazioni non è corretta riguardo all'HCV (Hepatitis C virus)?

E' un malattia erditaria
L'HCV è trasmesso principalmente per contatto diretto con il sangue infetto
Il virus persiste nel fegato in circa l'85% delle persone infettate
Nessuna delle altre risposte è corretta
Non so rispondere

13. Cos'è una malattia venerea?

Una patologia che colpisce i vasi venosi
Una malattia degenerativa del tessuto venoso che colpisce sopratutto le arterie
Una malattia infettiva che si trasmette o diffonde principalmente per contagio diretto in occasione di attività sessuali
Una patologia per cui si diventa più belli
Non so rispondere

14. Cos'è l'epidemiologia?

Lo studio della frequenza e delle modalità di diffusione delle malattie
Lo studio dei microrganismi
Lo studio delle malattie della pelle
Lo studio dell'epidemie
Non so rispondere

15. Cosa si può ridurre con la prevenzione terziaria?

Tutte le risposte precedenti
Il diffondersi di una malattia
La durata di una malattia
Il danno causato da una malattia
Non so rispondere

16. Il portatore asintomatico è:

Una persona infetta che manifesta la malattia, ma non può trasmetterla agli altri
Una persona infetta che pur non manifestando la malattia può trasmetterla agli altri
Una persona infetta che non può trasmettere la malattia agli altri
Nessuna delle precedenti risposte
Non so rispondere

17. La denuncia di malattia infettiva va presentata

al medico di base
all'ufficio di igiene
al comune
all' ASL
Non so rispondere

18. La sopravvivenza, la riproducibilità dei microrganismi e quindi, di conseguenza, la loro capacità di provocare malattia, è subordinata alla coesistenza di alcune condizioni:

Il sostentamento e la temperatura
L’umidità e l’ossigeno
La temperatura e l’umidità
La temperatura, l’ossigeno, l’umidità, il sostentamento
Non so rispondere

19. Le malattie infettive sono.

malattie che si diffondono in breve tempo
malattie rare
malattie trasmissibili da un individuo ad un altro
malattie causate da sostanze chimiche
Non so rispondere

20. Con cosa viene fatta la vaccinazione antitetanica?

Anatossina
Batterio ucciso
Virus attenuato
nessuna delle risposte è corretta
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate