• Accedi • Iscriviti gratis
  • Istruttore Direttivo Contabile, prova selettiva 15 domande

    Tempo trascorso
    -

    1. Stante il dettato di cui all’art. 42, c.2, del d.lgs. n. 267/2000 (TUEL), a chi spetta la competenza per l’approvazione del regolamento di contabilità?

    al consiglio comunale.
    alla giunta comunale.
    al responsabile dell’ufficio ragioneria.
    Non so rispondere

    2. Ai sensi del d.lgs. n. 267/2000 (TUEL), le giunte comunali hanno competenza ad adottare:

    tutti gli atti di governo non riservati dalla legge al consiglio e che non ricadano nelle competenze del sindaco.
    esclusivamente gli atti tassativamente elencati dal testo unico degli enti locali (tuel).
    esclusivamente i regolamenti di istituzione dei tributi locali.
    Non so rispondere

    3. In forza dei principi stabiliti dal d.lgs. n. 165 del 30 marzo 2001, recante “Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche”, chi è all’interno del comune il soggetto competente ad autorizzare i permessi di recupero e le ferie del personale dell’ufficio ragioneria?

    il sindaco.
    il responsabile dell’ufficio ragioneria.
    la giunta comunale.
    Non so rispondere

    4. A norma del d.lgs. n. 165/2001, quali sono gli organi che vigilano sull’applicazione del codice di comportamento dei dipendenti della pubblica amministrazione?

    l’ispettorato della funzione pubblica.
    l’organo di autogoverno.
    i dirigenti responsabili di ciascuna struttura.
    Non so rispondere

    5. Dispone il d.lgs. n. 165/2001 che ai dirigenti delle amministrazioni pubbliche spetta l’adozione degli atti e provvedimenti amministrativi, compresi tutti gli atti che impegnano l’amministrazione verso l’esterno. Tali attribuzioni possono essere derogate?

    soltanto con provvedimento adottato all’unanimità dall’organo esecutivo.
    sì, ma soltanto ed espressamente ad opera di specifiche disposizioni legislative.
    no, in alcun caso.
    Non so rispondere

    6. Nelle modalità di affidamento di contratti pubblici, il principio di economicità (art. 30, d.lgs. n. 50/2016):

    deve essere rispettato senza eccezioni.
    può essere subordinato, nei limiti di legge, ai criteri previsti nel bando ispirati ad esigenze sociali.
    può essere subordinato a discrezione della stazione appaltante.
    Non so rispondere

    7. Contratti di appalti pubblici per lavori servizi e forniture sotto soglia (art. 36, d.lgs. n. 50/2016):

    in nessun caso è ammesso l’affidamento e l’esecuzione di lavori, servizi e forniture mediante affidamento diretto.
    l’affidamento e l’esecuzione di lavori, servizi e forniture può avvenire mediante affidamento diretto solo per importi inferiori a 5.000 euro.
    l’affidamento e l’esecuzione di lavori, servizi e forniture di importo inferiore a 40.000 euro può avvenire mediante affidamento diretto.
    Non so rispondere

    8. L’art. 89 del d.lgs. 50/2016 dispone, che il concorrente, singolo o consorziato o raggruppato, in relazione ad una specifica gara di lavori, può soddisfare la richiesta relativa al possesso dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico, organizzativo, servendosi dei requisiti di un altro soggetto. Come viene denominato tale istituto?

    parternariato.
    avvalimento.
    consorziamento.
    Non so rispondere

    9. Ai sensi dell’art.174 del d.lgs 267/2000 lo schema di bilancio di previsione finanziario ed il documento unico di programmazione sono predisposti:

    dall'organo esecutivo e da questo presentati all'organo consiliare unitamente agli allegati ed alla relazione dell'organo di revisione.
    dal segretario comunale o dal direttore generale e da questo presentati all'organo esecutivo.
    dal collegio dei revisori e da questo presentati all'organo consiliare.
    Non so rispondere

    10. Ai sensi dell’art.185 del d.lgs 267/2000 il Tesoriere:

    non può effettuare i pagamenti derivanti da obblighi tributari, da somme iscritte a ruolo, da delegazioni di pagamento, e da altri obblighi di legge, in assenza della preventiva emissione del relativo mandato di pagamento.
    può effettuare solo i pagamenti derivanti da obblighi tributari anche in assenza della preventiva emissione del relativo mandato di pagamento. Entro trenta giorni l'ente locale emette il relativo mandato ai fini della regolarizzazione.
    effettua i pagamenti derivanti da obblighi tributari, da somme iscritte a ruolo, da delegazioni di pagamento, e da altri obblighi di legge, anche in assenza della preventiva emissione del relativo mandato di pagamento. Entro trenta giorni e comunque entro il termine del mese in corso l'ente locale emette il relativo mandato ai fini della regolarizzazione.
    Non so rispondere

    11. Ai sensi dell’art.170 del d.lgs 267/2000 i casi di inammissibilità e di improcedibilità per le deliberazioni di consiglio e di giunta che non sono coerenti con le previsioni del documento unico di programmazione:

    sono previsti solo nel d.lgs. 267/2000.
    sono previsti nello statuto dell'ente.
    sono previsti nel regolamento di contabilità dell'ente.
    Non so rispondere

    12. Sono da considerarsi in condizioni strutturalmente deficitarie gli enti locali che presentano gravi ed incontrovertibili condizioni di squilibrio, rilevabili da una apposita tabella, da allegare al certificato sul rendiconto della gestione, contenente parametri obiettivi dei quali:

    almeno due terzi presentino valori deficitari.
    almeno l'80 % presentino valori deficitari.
    almeno la metà presentino valori deficitari.
    Non so rispondere

    13. Relativamente al risultato di amministrazione (art. 187 del TUEL), quale delle seguenti affermazioni è da ritenersi non corretta?

    la quota libera dell'avanzo di amministrazione dell'esercizio precedente non può essere utilizzata con provvedimento di variazione di bilancio per la copertura dei debiti fuori bilancio.
    la quota libera dell'avanzo di amministrazione dell'esercizio precedente può essere utilizzata con provvedimento di variazione di bilancio per il finanziamento delle spese correnti a carattere non permanente.
    la quota libera dell'avanzo di amministrazione dell'esercizio precedente può essere utilizzata con provvedimento di variazione di bilancio per i provvedimenti necessari per la salvaguardia degli equilibri di bilancio di cui all'art. 193 ove non possa provvedersi con mezzi ordinari.
    Non so rispondere

    14. Il principio della competenza finanziaria potenziata introdotto dal d.lgs 118/2011 consiste nel fatto che:

    le obbligazioni giuridicamente perfezionate sono registrate nelle scritture contabili con imputazione nell'esercizio in cui esse vengono a scadenza.
    la liquidazione costituisce la fase della spesa con la quale viene registrata nelle scritture contabili la spesa conseguente ad una obbligazione giuridicamente perfezionata e relativa ad un pagamento da effettuare.
    si considerano accertate alcune tipologie di entrata solo quando si manifesta il materiale introito delle somme dovute all'ente.
    Non so rispondere

    15. Ai sensi dell’art.259 del d.lgs 267/2000 in caso di dissesto l’ente locale:

    sottopone all'esame della ragioneria generale dello stato la rideterminazione della dotazione organica per la sua approvazione.
    sottopone all'esame della commissione per la finanza e gli organici degli enti locali la rideterminazione della dotazione organica che deve essere approvata dal consiglio dei ministri.
    sottopone all'esame della commissione per la finanza e gli organici degli enti locali la rideterminazione della dotazione organica per la sua approvazione.
    Non so rispondere