Concorso Infermieri - Prima prova scritta Test C

Tempo trascorso
-

1. Per valutare lo spettro più ampio possibile di BPSD nella persona affetta da demenza, quale tra le seguen- ti scale posso impiegare?

BDI
CDR
UCLA NPI
CMAI
Non so rispondere

2. Le verifiche PAI secondo la normativa 514/2009 e s.m.i. deve essere fatta…

ad ogni modifica delle condizioni generali dell’ospite
semestralmente
ad ogni modifica delle condizioni generali dell’ospite e/o semestralmente
trimestralmente
Non so rispondere

3. In quali casi l’isolamento funzionale da infezione/colonizzazione sospetta o accertata da enterobatteri produttori di carbapenemasi non deve essere applicato?

In un paziente autosufficiente ma non in grado di mantenere una appropriata igiene e controllo ambientale
In un paziente, assistito da care giver non in grado di mantenere un appropriato controllo ambientale attraverso l’applicazione delle precauzioni
Per droplet quando non è presente tra le unità di degenza nella stanza una distanza minima di 1.5 metri
Tutte le precedenti
Non so rispondere

4. Quali sono le modalità di trasmissione della Legionella in ambiente nosocomiali?

Infezione di ferite
Edema arto inferiore in cardiopatico
Diabete scompensato in fibrillazione atriale
Tutte i precedenti
Non so rispondere

5. L'appropriatezza delle cure palliative lungo il decorso della malattia…

aumenta progressivamente con l'evoluzione della malattia ed è massima nel fine vita.
aumenta progressivamente con picchi ad intervalli variabili.
è massima al momento della diagnosi.
tutte le precedenti
Non so rispondere

6. Quando cominciare l’alimentazione dopo il confezionamento di una PEG primo impianto?

Dopo 24 ore, velocità 40 cc/h
Dopo 12 ore, velocità 40 cc/h
Dopo 8 ore, velocità 40 cc/h
Nessuna delle precedenti
Non so rispondere

7. La terapia del dolore…

deve prevedere somministrazione ad orari fissi
deve prevedere una titolazione per trovare il dosaggio adeguato
deve prevedere una rescue dose (al Bisogno)
tutte le precedenti
Non so rispondere

8. Un paziente ha subito un intervento chirurgico a livello addominale. Per favorire la guarigione di una lesione da decubito detersa che interessi il tessuto cutaneo, sottocutaneo e muscolare è preferibile utilizzare…

medicazioni che asciughino le lesioni
medicazioni che mantengano un ambiente umido
l’applicazione di ossigeno senza copertura della lesione
nessuna delle precedenti
Non so rispondere

9. Sono fattori associati all'insorgenza delle ulcere da decubito…

linfocitopenia
ipoalbuminemia
calo ponderale
tutte le precedenti
Non so rispondere

10. I requisiti sostanziali e formali della documentazione sanitaria devono essere

veridicità, chiarezza, completezza, contestualità e rintracciabilità, indicazione di data e ora precisazione nome e cognome, firma, intellegibilità della grafia
veridicità, completezza, contestualità e rintracciabilità, indicazione di data e ora precisazione nome e cognome, firma
veridicità, chiarezza, completezza, contestualità e rintracciabilità, indicazione di data e ora precisazione nome e cognome, firma, intellegibilità della grafia, annotazioni postume
veridicità, chiarezza, completezza, contestualità, indicazione di data e ora precisazione nome e cognome, firma, intellegibilità della grafia
Non so rispondere

11. Il respiro di cheyne stoke può indicare…

edema polmonare acuto
lesioni cerebrali
brocopneumopatia cronica ostruttiva
nessuna delle precedenti
Non so rispondere

12. La responsabilità nello svolgimento delle funzioni infermieristiche può essere…

civile, penale, giuridica
civile, penale, amministrativa e deontologica
giuridica, civile, finanziaria
civile, penale
Non so rispondere

13. Prima di effettuare la contenzione fisica su un ospite, l’infermiere deve riportare sulla documentazione infermieristica

se sono stati tentati altri interventi meno restrittivi
se c’è la prescrizione del medico per attuare la contenzione
l’intervento è clinicamente giustificato e sono state considerate le condizioni generali del paziente
tutte le precedenti
Non so rispondere

14. Il registro esaurito di carico/scarico delle sostanze stupefacenti per quanto tempo deve essere conservato?

Per due anni dall’ultima registrazione
Per cinque anni dall’ultima registrazione
Per tre anni dall’ultima registrazione
Deve sempre essere conservato
Non so rispondere

15. In caso di reazione avversa durante una trasfusione di eritrociti concentrati (il paziente manifesta brividi, cefalea, dolori, sensazioni di calore), è immediatamente necessario

diminuire la velocità di infusione e chiamare il medico
rimuovere la via venosa della trasfusione e chiamare il medico
sospendere la trasfusione, tenere la vena pervia con soluzione fisiologica e chiamare il medico
controllare i parametri vitali e chiamare il medico
Non so rispondere

16. Quando è necessario annotare sulla confezione la data di apertura di un farmaco?

Solo per le gocce oftalmiche
Per i prodotti multiuso
Per qualsiasi tipo di farmaco
In nessun caso
Non so rispondere

17. Lo stoccaggio dei prodotti farmaceutici deve avvenire in locali opportunamente custoditi. In particolare, devono essere regolate e diffuse a tutti gli operatori coinvolti le corrette modalità per quanto riguarda

Temperatura e le condizioni di conservazione, in conformità a quanto indicato sulle c onfezioni e sul foglietto illustrativo dei prodotti e ad eventuali precisazioni del servizio di farmacia
I prodotti per i quali deve essere prevista la conservazione in armadi chiusi a chiave (es. stupefacenti e veleni) o in contenitori/armadi con oppor tune caratteristiche (infiammabili)
La rotazione delle scorte, in modo da rendere accessibile, e quindi utilizzare per primo il prodotto con scadenza più ravvicinata
Tutte le precedenti
Non so rispondere

18. Il lavaggio antisettico delle mani è indicato

prima di qualsiasi azione che preveda un contatto diretto con l’utente
prima di eseguire delle procedure invasive
prima di indossare i guanti sterili
dopo aver eseguito delle procedure invasive
Non so rispondere

19. Qual è la scala di rilevazione del dolore somministrabile al paziente collaborante con claudicatio intermit- tente

BRADEN
NRS
PAINAD
NORTON
Non so rispondere

20. Quale delle seguenti procedure riveste maggiore importanza nella prevenzione delle infezioni ospedalie- re?

L’utilizzo dei flussi d’aria laminari
La nebulizzazione
L’utilizzo di luce a raggi ultravioletti
Il lavaggio delle mani
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate