Educatore presso Asilo Nido

Tempo trascorso
-

1. La dominanza percettiva si attribuisce a quei materiali del nido che presentano:

qualità strutturali che li rendono sicuri ed affidabili
qualità percettive e tattili che favoriscono l'esplorazione la manipolazione
qualità strutturali che ne consentono un uso semplice e pratico
Non so rispondere

2. Con il termine afasia si intende:

un disturbo dell’attenzione
un disturbo del linguaggio
un ritardo intellettivo
Non so rispondere

3. Ai sensi della L.R. 19/2016, qual è il ruolo del coordinatore pedagogico?

Assicura l’organizzazione del personale educativo ed ausiliario
Assicura anche l’organizzazione del personale e il funzionamento dell’equipe sul versante pedagogico e gestionale
Assicura il funzionamento dell’equipe sul versante pedagogico e gestionale
Non so rispondere

4. Il Profilo Dinamico Funzionale:

nasce dall’integrazione di Ausi, educatori e famiglia
è redatto esclusivamente dalla commissione medica delle Ausi
è realizzato da un operatore sociale incaricato dalle Ausi
Non so rispondere

5. A quale età indicativamente il bambino acquisisce il controllo sfinterico?

Tra i 18 mesi e i 36 mesi
Prima dei 18 mesi
Dopo i 36 mesi
Non so rispondere

6. L’ASP:

non ha fini di lucro
ha fini di lucro
ha parzialmente fini di lucro
Non so rispondere

7. La distinzione dello spazio in sezioni è utile a fini:

di sicurezza, qualità ed estetica
educativi e non progettuali
organizzativi, logistici, progettuali
Non so rispondere

8. Da quale organizzazione è stata redatta la "Dichiarazione dei diritti del fanciullo"?

ONU
NATO
UNICEF
Non so rispondere

9. Le routine attivano:

l’ingegno del bambino nella conoscenza della sezione
il senso di sicurezza e padronanza dell’ambiente del bambino
i momenti di gioco del bambino con i coetanei
Non so rispondere

10. La tappa del "gattonamento" nei bambini:

una tappa obbligatoria nei bambini tra 6 e 9 mesi che precede il camminare
è una tappa che alcuni bambini saltano, iniziando direttamente a camminare
è una tappa obbligatoria nei bambini tra 9 e 12 mesi che precede il camminare
Non so rispondere

11. L’educatore, nell’attuare l’intervento educativo, svolge:

un lavoro di ascolto con altre figure che non sono necessariamente professionali
un lavoro di osservazione con altre figure che non sono necessariamente professionali
un lavoro professionale all’interno di un’equipe composta anche da altre figure professionali
Non so rispondere

12. Qual è la sanzione massima per un dipendente che ha violato il Codice di Comportamento?

Il licenziamento senza preavviso
La decurtazione dello stipendio
La sospensione dal servizio per 6 mesi
Non so rispondere

13. Chi ha parlato delle intelligenze multiple?

Herbart
Gardner
Montessori
Non so rispondere

14. Le ASP nascono dal processo di trasformazione:

delle Unioni dei Comuni
delle Ipab
dei Comuni
Non so rispondere

15. Il progetto “Nati per leggere" sottolinea l’importanza di proporre la lettura ad alta voce ai bambini a partire da:

6 mesi
12 mesi
158 mesi
Non so rispondere

16. Il coordinatore pedagogico coordina l’equipe educativa al fine di:

costruire uno stile educativo e una metodologia comune
elaborare il regolamento sanitario dell'asilo nido
stabilire la comunicazione quotidiana con le famiglie
Non so rispondere

17. Su che cosa si basa il lavoro di cura dell’educatore?

Sulla capacità di ascolto e di empatia
Sull’igiene personale del bambino
Sulla simpatia verso i bambini
Non so rispondere

18. Lo svezzamento:

è affidato solo alla mamma e al papà
è indicato dal pediatra e svolto dalla mamma
implica un notevole impegno della famiglia e delle educatrici del Nido
Non so rispondere

19. Secondo la “prospettiva ecologica’’ (A. Fortunati) la progettualità educativa si fonda:

sul modo in cui l’adulto, che ha il ruolo di predisporre le cose, costruisce il nido come contesto organizzato esperienze possibili
sulla valutazione delle competenze del bambino attraverso un resoconto biografico
sul verifiche quantitative degli obiettivi e delle competenze raggiunte dal bambino
Non so rispondere

20. Le finalità educative del nido si riferiscono all'area:

educativa, sociale ed igienico-sanitaria
igienico-sanitaria
socio-assistenziale
Non so rispondere

21. Che cos’è il pensiero divergente?

La capacità di risolvere i problemi che presentano molteplici soluzioni
La capacità di analisi di problemi che presentano un'unica soluzione
La capacità di risolvere i problemi che presentano un'unica soluzione
Non so rispondere

22. A dodici mesi il bambino esplora e manipola gli oggetti. Come si definisce questa attività?

Gioco senso-motorio
Gioco simbolico
Gioco intuitivo
Non so rispondere

23. Fare intercultura nel nido significa creare nei bambini comportamenti di:

apertura verso l'altro
contenimento verso l'altro
chiusura verso l'altro'
Non so rispondere

24. Per intelligenza, Piaget intende:

il prevalere dell’assimilazione sull’accomodamento
l’equilibrio tra assimilazione e accomodamento
prevalere dell’accomodamento sull’assimilazione
Non so rispondere

25. La Legge Regionale n. 19 del 2016 si occupa di:

tutela della maternità a livello regionale
tutela fisica ed economica delle lavoratrici madri
servizi educativi per la Prima Infanzia
Non so rispondere

26. Un territorio può essere definito come “comunità educante" quando:

l’Ente Locale stabilisce le forme di continuità orizzontale
realizza corsi di formazione e di aggiornamento per gli educatori del nido
l’Ente Locale favorisce la realizzazione di specifici servizi e percorsi educativi sul territorio
Non so rispondere

27. Ai sensi del codice di comportamento del dipendente pubblico, per regali o altre utilità di modico valore si intendono di valore:

non superiori a €150,00
non superiori a €200,00
non superiori a €300,00
Non so rispondere

28. All’ interno del gruppo dei pari nella sezione dei medi al nido il bambino mette in atto maggiormente il seguente comportamento:

tenta di offrire l’oggetto al compagno
tenta di mostrare l’oggetto al compagno
tenta di togliere l’oggetto al compagno
Non so rispondere

29. Il motto “I care” chiama alla mente:

Don Milani
J. Locke
J. Dewey
Non so rispondere

30. Di chi è la frase: “Troverai più cose nei boschi che nei libri. Gli alberi e i sassi ti insegneranno cose che nessun uomo ti potrà dire.”

Bernard di Clairvaux
Piaget
Bettelheim
Non so rispondere

31. La varicella è:

una malattia infettiva esantematica prodotta da un virus
una malattia infettiva prodotta da un batterio
una malattia infettiva prodotta da un bacillo
Non so rispondere

32. L’educazione outdoor al nido si configura come un momento per:

progettare e promuovere uscite esterne
offrire al bambino occasioni di sperimentazioni all’aperto
favorire la costruzione di laboratori all’aperto
Non so rispondere

33. Il gioco euristico utilizza:

contenitori di materiali e forme diverse
materiali di recupero da esplorare
blocchi di varie forme ma sovrapponibili tra loro
Non so rispondere

34. Chi ha formulato la teoria dell’attaccamento madre-bambino?

Spitz
Winnicot
Bowlby
Non so rispondere

35. Il rapporto numerico tra personale e bambini è uno dei principali elementi che concorrono a determinare la qualità dei servizi. Indichi il candidato il rapporto numerico corretto all’interno di una sezione di bambini di età compresa tra i dodici e i ventiquattro mesi.

Un educatore ogni 7 bambini
Un educatore ogni 8 bambini
Un educatore ogni 6 bambini
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate