• Accedi • Iscriviti gratis
  • Oss - presa in carico del paziente

    Oss - presa in carico del paziente

    Oss - presa in carico del paziente

    Autore: 
    Asp Comuni Modenese Nord, Asp Terre d'Argine, Asp Delia repetto di Castelfranco
    Difficoltà: 
    semplice
    Voto: 
    Average: 5 (2 votes)
    Prova altri quiz della categoria: 

    Domande test Oss - presa in carico del paziente

    1. Lei un operatore del Centro Diurno “I Tigli” e mezz’ora prima di smontare dal turno del mattino si dedica alla stesura delle consegne, quando si accorge che Paolina, anziana affetta da demenza, vaga per la sala da pranzo lasciando dietro di sé un cattivo odore. Come si comporta:

    2. Il sig. Enzo, di corporatura robusta, è residente in CRA da alcuni anni. Nell’ultima settimana ha sviluppato una lesione da pressione al tallone, per la quale viene medicato giornalmente. Stamattina, visto il ritardo dell’infermiere, lei decide di alzare l’ospite per permettergli di fare colazione in sala da pranzo. Quando sopraggiunge l’infermiere, quest’ultimo decide di eseguire la medicazione di Enzo in carrozzina. Durante l’intervento l’ospite si rovescia e viene mandato in Pronto Soccorso. Al passaggio di consegne, l’infermiere le attribuisce la responsabilità dell’accaduto. Come si comporta:

    3. La sig.ra Antonietta è un’ospite con demenza frontale residente in struttura da alcuni anni. Dopo una brutta caduta si è fratturata l’anca destra ed è in carrozzina. Il suo eloquio è compromesso e il vocabolario è ristretto. È seduta a tavola con altre tre sig.re che stanno chiacchierando animatamente. Alla televisione stanno trasmettendo alcune canzoni di musica leggera italiana. Quando lei sopraggiunge Antonietta appare molto irritata e inizia a lanciare oggetti. Come si comporta:

    4. Il sig. Massimo, ospite di 52 anni è entrato in CRA da pochi mesi, con esiti di trauma cranico. Si presenta autonomo a livello motorio, ma con un disturbo del comportamento caratterizzato da disinibizione verbale. Una mattina, mentre sta effettuando l’igiene a Massimo, lui inizia a farle degli apprezzamenti con un linguaggio volgare ed offensivo. Come si comporta:

    5. Durante l’attività di decoupage presso il Centro Socio-riabilitativo diurno per disabili, la sig.ra Lorella, con diagnosi di ritardo cognitivo e aspetti psicotici, comincia a parlottare tra sé e sé affermando che è presente vicino a lei un ragazzo nudo che le fa proposte oscene e per questo si innervosisce. Come si comporta:

    6. Eugenio è da alcuni giorni ospite del Centro Socio-riabilitativo diurno per disabili; la mamma per festeggiare il suo compleanno ha portato, oggi, da fare i popcorn. Nel pomeriggio mentre lei sta sistemando i giochi sorprende i ragazzi che stanno offendendo e schernendo Eugenio fino a farlo piangere. Come si comporta:

    7. Lei è un operatore della CRA “La luna”. È ora di pranzo e appena inizia a dispensare si accorge che la sig.ra Luisa si muove continuamente sulla carrozzina e si lamenta con vocalizzi insistenti che richiamano l’attenzione degli altri ospiti presenti in sala da pranzo. Come si comporta:

    8. Lei è appena entrata in turno ed una parente le ha chiesto un chiarimento su una attività assistenziale svolta con la madre. Contestualmente, la signora Vittoria, ospite cognitivamente orientata, entra in guardiola chiedendo di essere accompagnata in bagno. Come si comporta:

    9. Il sig.re Antonello è un ospite affetto da carcinoma alle corde vocali, che lo ha reso afono. Entrato in struttura da alcuni giorni, cerca di comunicare al momento del pasto con gli operatori che non riescono a comprendere le sue richieste; questo agita ulteriormente il sig.re Antonello. Come si comporta:

    10. Carlo ospite caratteriale settantenne pretende di fare il bagno con un solo operatore che trova di suo gradimento e dal quale si lascia fare l’intervento senza reazioni aggressive di tipo fisico e verbale che invece riserva a tutti gli altri operatori. A suo parere come è meglio comportarsi:

    11. Si reca al domicilio della sig.ra Domitilla, che vive sola senza rete familiare, per aiutarla nei lavori domestici. Mentre si appresta a rifare il letto come si comporta per evitare il rischio da movimentazione manuale dei carichi?

    12. Il sig. Leonardo, seguito dal Servizio Assistenza Domiciliare da diversi anni, ha presentato negli ultimi 6 mesi ulcere al piede destro con difficoltà a rimarginarsi anche a causa della sua patologia diabetica. Come si comporta:

    13. Lei è un operatore del Centro Socio-riabilitativo diurno per disabili. Il sig. Pino, utente con esiti di trauma cranico da caduta accidentale, a seguito del quale sono comparsi comportamenti di disinibizione, partecipa all’uscita settimanale al mercato. Durante l’attività comincia a lanciare epiteti contro i passanti creando imbarazzo in tutto il gruppo. Come si comporta:

    14. La sig.ra Carla è stata presa in carico dal servizio in seguito ad ictus cerebrale con esiti di emiplegia destra, oggi deve fare il bagno settimanale e lei ha necessità di svestirla completamente. Come si comporta:

    15. Si reca al domicilio del sig. Carlino, affetto da una emiplegia destra a seguito di un ictus e lo aiuta ad indossare la giacca. Come si comporta

    16. Il sig. Giuseppe è un anziano senza rete familiare, cognitivamente orientato ma con un problema motorio agli arti superiori. Al momento della consegna del pasto, lei si accorge che ha le mani particolarmente gonfie. Come si comporta:

    17. Lei è un operatore del Centro Socio-riabilitativo diurno per disabili. La sig.ra Nunzia, utente con ritardo cognitivo lieve e leggera compromissione motoria, è arrivata al servizio da appena quattro giorni. Per la prima volta si presenta la necessità di accompagnarla in bagno. Nunzia esprime, chiaramente, il disagio all’idea di essere assistita da un operatore uomo. Come si comporta:

    18. Giuseppe è residente della CRA “Il Giglio”. L’ospite è affetto da demenza con wandering. Durante il suo turno di di notte si alza ed entra nelle stanze degli altri anziani aprendo gli armadi e toccando le persone che dormono. Come si comporta

    19. Vanda, ospite ottantenne del Centro Diurno “I Pini”, affetta da demenza in stadio intermedio, oggi, è molto agitata e continua a ripetere che deve andare a casa a preparare il pranzo per i bambini che la aspettano. Come si comporta:

    20. Lei è un operatore del Centro Socio-riabilitativo diurno per disabili. La sig.ra Emanuela, utente con ritardo cognitivo lieve, disturbo d’ansia ed obesa è arrivata al servizio da appena dieci giorni. Per la prima volta si propone l’attività di cucina ed Emanuela, mentre lavora la pasta della pizza, si mette le dita nel naso mentre mangia pezzi dell’impasto. Come si comporta: