• Accedi • Iscriviti gratis
  • Oss B3 comparto funzioni locali

    Tempo trascorso
    -

    1. I destinatari degli interventi di una Azienda pubblica di servizi alla persona possono essere:

    Anziani, disabili e minori
    Anziani non autosufficienti, anziani autosufficienti, disabili
    Minori, disabili e anziani parzialmente autosufficienti
    Non so rispondere

    2. Il PAI è uno strumento di progettazione sull’ospite che va condiviso con i familiari e che comprende le seguenti fasi:

    Individuazione e definizione del problema, pianificazione degli obiettivi, attuazione delle azioni di intervento, verifica dei risultati
    Pianificazione degli obiettivi, attuazione della pianificazione, verifica dei risultati
    Raccolta dati, analisi della documentazione, osservazione dell’ospite, attuazione strategie.
    Non so rispondere

    3. Quali tecniche non farmacologiche sono da privilegiare nella gestione del malato di Alzheimer con grave disturbo del comportamento

    tecniche cognitive
    tecniche psichiatriche
    tecniche multisensoriali
    Non so rispondere

    4. Per la prevenzione del rischio biologico i guanti devono essere:

    Sostituiti durante le procedure effettuate sullo stesso ospite se si entra in contatto con materiale organico e/o infetto;
    Sostituiti più volte durante le procedure effettuate sullo stesso ospite, anche se non si entra in contatto con materiale organico e/o infetto;
    Sostituiti durante le procedure effettuate sull’ospite solo quando si rompono e/o lacerano
    Non so rispondere

    5. Le consegne assistenziali devono essere

    Generali, sintetiche, soggettive e verbali
    Forbite, estese, soggettive e rispettose della privacy
    Sintetiche, esaurienti, oggettive e comprensibili a tutti
    Non so rispondere

    6. Chi nell’ambito di una Azienda Pubblica di Servizi alla Persona svolge un ruolo politico di indirizzo:

    Il presidente
    Il direttore
    Il coordinatore
    Non so rispondere

    7. Quali sono i valori che indicano una adeguata Saturazione di Ossigeno nel sangue?

    Inferiore a 90%
    Tra il 94% e 100%
    Superiore a 98%
    Non so rispondere

    8. Tra gli interventi sotto indicati quali risultano più opportuni per la prevenzione delle cadute:

    Far alzare l’ospite dal letto velocemente e verificare che abbia a disposizione l’ausilio a lui assegnato
    Far alzare l’ospite dal letto lentamente e verificare che abbia una calzatura idonea
    Utilizzare sempre un sollevatore passivo per l’alzata e usare pantofole/ciabatte aperte
    Non so rispondere

    9. In presenza di idonea prescrizione, in linea di principio, è possibile ricorrere alla contenzione fisica:

    Ogni volta che un anziano è agitato.
    Quando i rischi che corre l’anziano in assenza di contenzione sono molto superiori ai rischi che correrebbe nel caso gli venisse applicata la contenzione.
    Quando gli operatori in servizio sono pochi, e non riescono a controllare tutti gli ospiti.
    Non so rispondere

    10. Deve rilevare il dolore in ospiti collaboranti, quale scala di misurazione utilizza:

    Scala UCLA
    Scala MMSE
    Scala NRS
    Non so rispondere

    11. Assicurare la disponibilità all’assistenza religiosa per gli anziani che lo richiedono è:

    Una scelta discrezionale del Coordinatore o della Amministrazione
    Dipende dal numero di anziani che ne fanno richiesta e dalla presenza attiva di volontari della sua confessione
    E’ una prescrizione disposta dalla normativa accreditamento della Giunta Regionale emiliana
    Non so rispondere

    12. In base all’accreditamento nei Centri diurni per anziani è assicurata l’attività di un fisioterapista?

    Si, solo se richiesta dal care giver.
    No, non è prevista
    Si, per garantire la consulenza agli OSS e ai caregiver
    Non so rispondere

    13. Da chi è amministrata l’azienda ASP?

    Dall’Assessore ai servizi sociali
    Dal Consiglio di Amministrazione
    Dal Sindaco
    Non so rispondere

    14. Secondo l’Accreditamento Regione Emilia Romagna la verifica del PAI e del PEI è obbligatoria?

    No
    Solo a discrezione dell’AUSL
    Non so rispondere

    15. Secondo l’Accreditamento Regione Emilia Romagna il PAI/PEI deve essere rivisto…

    annualmente
    semestralmente
    bimestralmente
    Non so rispondere

    16. In base al D.lgs.81/08 e s.m.i., i fattori di rischio biologici sono…

    polveri, fumi e gas
    virus, batteri, parassiti
    mancanza DPI, microclima e rumore
    Non so rispondere

    17. Per rilevare il dolore in un ospite con demenza avanzata occorre osservare secondo la scala PAINAD:

    Respiro, vocalizzazione, espressione facciale, linguaggio del corpo, consolabilità
    Battito cardiaco, decubiti, vocalizzazione, mimica, deambulazione
    Saturazione, postura, espressione facciale, eloquio, agitazione
    Non so rispondere

    18. Ai sensi del D.lgs.81/08 per DPI si intende?

    Dispositivi di protezione individuale
    Disposizione di prevenzione istituzionale
    Dispositivi di pianificazione individuale
    Non so rispondere

    19. Nella persona con demenza quali tra i disturbi sotto elencati creano, di norma, più criticità nel lavoro dell’equipe?

    Psicologici e Comportamentali
    Cognitivi e motori
    Cognitivi e funzionali
    Non so rispondere

    20. L’acronimo RAA in base all’Accreditamento Regione Emilia Romagna significa:

    responsabile delle attività assistenziali
    responsabile delle attività accreditamento
    referente attività autonome
    Non so rispondere

    21. Cos’è la Carta dei Servizi?

    E’ l’impegno che il gestore assume nei confronti degli utenti e dei cittadini
    E’ un regolamento dei servizi ad uso esclusivo interno
    E’ un documento legato alla sicurezza
    Non so rispondere

    22. Quale tra le misure indicate NON costituisce una barriera contro gli agenti infettivi:

    Lavarsi le mani ogni volta che si compie una operazione di igiene.
    Lavarsi le mai solo a fine turno
    Utilizzare adeguati DPI per ogni operazioni
    Non so rispondere

    23. Cosa è l’Aprassia?

    Un deficit del linguaggio
    Un deficit del movimento
    Un deficit nel riconoscimento dei volti
    Non so rispondere

    24. Ai sensi del D.Lgs 81/08 tra gli obblighi del lavoratori rientra:

    Usare i DPI messi a disposizione
    Usare le mascherine in ogni operazione
    Non esistono obblighi a carico del lavoratore
    Non so rispondere

    25. Cosa sono gli enterobatteri carbapenemasi?

    Sono Virus che si insediano nei genitali
    Sono batteri resistenti alle terapie antibiotiche
    Sono batteri responsabili dell’orticaria
    Non so rispondere

    26. Quale fra le seguenti alternative è un comportamento che favorisce l’integrazione fra i componenti di una equipe assistenziale?

    L’atteggiamento provocatorio di ogni membro
    La puntigliosità e la precisione
    Il rispetto delle diverse professionalità
    Non so rispondere

    27. In base all’accreditamento Regione Emilia Romagna nella definizione del PAI/PEI occorre:

    Informare e coinvolgere l’utente e i familiari di riferimento
    Evitare di informare i familiari per il rispetto della privacy
    Informare solo gli OSS del nucleo dell’ospite
    Non so rispondere

    28. Quale delle seguenti scale di misurazione rileva i disturbi cognitivi:

    UCLA-NPI
    TINETTI
    MMSE
    Non so rispondere

    29. ASP ai sensi dell’accreditamento Regione Emilia Romagna è tenuto a redigere il piano annuale della formazione?

    No
    SI
    Solo per gli infermieri
    Non so rispondere

    30. Il modello Gentlecare:

    E’ un modello di approccio per suscitare gentilezza negli operatori
    E’ un modello di cure protesico per la gestione delle persone affette da demenza
    E’ un modello di cura per la movimentazione dolce degli utenti
    Non so rispondere