Assistente Sociale categoria D

Tempo trascorso
-

1. La Dgr 84/07 in tema di accreditamento (L.R. 22/02) dispone per le residenze per anziani una capacita' ricettiva massima di:

120 posti letto;
90 posti letto;
60 posti letto.
Non so rispondere

2. Secondo il modello del welfare generativo:

Ogni aiuto in grado di valorizzare le capacita della persona è anche moltiplicatore di valore;
Ogni aiuto dichiarato deve essere supportato dalle economie di welfare;
Gli aiuti sociali devono puntare alle giovani generazioni per un cambiamento futuro della società.
Non so rispondere

3. In relazione a quanto previsto dal D.L.196/2003, sono "Dati sensibili":

Qualunque informazione relativa a persona fisica, persona giuridica, ente o associazione, identificati o identificabili;
I dati personali che permettono l'identificazione dell'interessato;
I dati personali idonei a rivelare l'origine razziale o etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l'adesione a partiti, sindacati, organizzazioni o associazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché dati personali riferiti allo stato di salute e alla vita sessuale.
Non so rispondere

4. Nella valutazione di un anziano, con il termine "wandering" si intende:

Un vagare afinalistico;
Un esame strumentale per la demenza;
Un tipo particolare di demenza.
Non so rispondere

5. Nella normativa regionale veneta, per S.A.P.A. si intende:

Servizio Alta Prevenzione Alzheimer;
Sezione Alta Protezione Alzheimer;
Struttura Alta Protezione Alzheimer.
Non so rispondere

6. La legge 38/2010 sulle disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore, prevede, all'Art. 7

L'obbligo di evitare la somministrazione di oppiacei nell'anziano;
L'obbligo di riportare la rilevazione del dolore all'interno della cartella clinica;
L'obbligo di valutare il dolore attraverso l'uso della scala NOPPAIN.
Non so rispondere

7. La demenza può' essere definita come:

Una sindrome clinica, a causa molteplice, caratterizzata da perdita di funzioni cognitive, di entità tale da interferire con le usuali attività sociali e lavorative;
Una malattia dovuta all'ateriosclerosi, ossia all'indurimento delle arterie provocato dall'invecchiamento;
Perdita della memoria e rallentamento ideo-motorio in seguito ad un attacco ischemico.
Non so rispondere

8. La durata dell'incarico di amministratore di sostengo può' essere:

Temporaneo;
Indeterminato;
Temporaneo o Indeterminato.
Non so rispondere

9. L'assistente sociale e' tenuto a comunicare le informazioni sulle patologie dell'ospite:

Al famigliare dell'ospite;
Mai;
Su richiesta della stessa persona.
Non so rispondere

10. Chi può effettuare la diagnosi di morte di anziano ospite ricoverato in struttura?

L'infermiere professionale;
Un medico di medicina generale o di continuità assistenziale (guardia medica);
Un medico necroscopo.
Non so rispondere

11. L'indice di Barthel rileva:

Il benessere complessivo del soggetto;
La capacità funzionale del soggetto;
Il grado di autonomia del soggetto.
Non so rispondere

12. Partendo dall'osservazione delle differenze individuali nell'invecchiamento, e' stato recentemente proposto il concetto di "successful aging" (invecchiamento di successo o invecchiare bene).

Si tratta di individuare il potenziale di riserve psichiche da poter utilizzare nell'invecchiamento;
Si tratta di indicare la vecchiaia come un'età caratterizzata da competizione e da una scalata al successo;
Si tratta di inserire I'anziano in corsi di sviluppo personale e di riabilitazione motoria per mantenere la propria autonomia.
Non so rispondere

13. Secondo la scheda S.VA.M.A. il profilo 16 e':

Problemi comportamentali prevalenti, discreta autonomia;
Problemi comportamentali, dipendente;
Confuso, stuporoso, totalmente dipendente.
Non so rispondere

14. Il P.A.I. è:

Piano di Assistenza Individualizzato;
Piano di Assistenza Infermieristico;
Piano di Assistenza Interno.
Non so rispondere

15. I disturbi del comportamento che si possono presentare nella demenza sono:

Aggressività, allucinazioni e deliri, agitazione, disturbi dell'umore, disinibizione, disturbi del comportamento alimentare e motorio, disturbi del sonno;
Disturbi dell'equilibrio e della deambulazione con elevato rischio di cadute, bradicinesia, agnosia, aprassia, amnesia;
Agitazione, comportamenti motori finalistici, acatisia, parestesie, iperalgesia.
Non so rispondere

16. In base alla teoria del ciclo di vita famigliare, ogni famiglia attraversa una successione di fasi diverse tra loro caratterizzata dalla presenza di specifici eventi critici. Nella fase della famiglia dell'anziano tali eventi critici sono:

Pensionamento, diventare nonni, malattia, morte;
Pensionamento, inserimento in una residenza per anziani, morte;
Pensionamento, demenza, morte.
Non so rispondere

17. Alle sezioni C.V.P. sono ammesse le persone:

In stato vegetativo persistente;
In stato vegetativo permanente;
In stato vegetativo prolungato.
Non so rispondere

18. L'amministratore di sostegno può' prendere decisioni in merito alla salute dell'assistito:

Sì;
No;
Sì, solo se è previsto espressamente dal Decreto di nomina.
Non so rispondere

19. L’attuale convenzione tra ULSS e case di riposo stabilisce che:

Le attività riabilitative sono svolte dai fisioterapisti;
Le attività riabilitative sono svolte da fisioterapisti e logopedisti;
Le attività riabilitative sono svolte da fisioterapisti, logopedisti e psicologi.
Non so rispondere

20. Quale, tra i seguenti requisiti, appartiene al processo di autorizzazione all'esercizio?

Il possesso di specifici titoli di studio da parte del personale socio sanitario;
La presenza di un sistema di rilevazione della soddisfazione del cliente;
La presenza di un piano di formazione.
Non so rispondere

21. Il case manager e':

Un operatore che gestisce dei casi;
Un operatore che gestisce dei casi in un percorso definito;
Un modello funzionale.
Non so rispondere

22. La qualità della vita nella persona morente e':

Il rapporto fra aspettativa e realtà;
Il benessere fisico, psichico e sociale;
La non consapevolezza del suo stato di salute.
Non so rispondere

23. Provocare un danno con colpa significa:

Aver agito con imprudenza, imperizia o negligenza;
Aver agito con l'intenzione di compiere una danno;
Aver agito su ordine di un superiore.
Non so rispondere

24. Un'I.P.A.B. è:

Un ente pubblico dotato di propria autonomia;
Una fondazione autonoma;
Un Ente pubblico dipendente dalla Regione.
Non so rispondere

25. Uno dei requisiti per l'iscrizione al registro regionale delle organizzazione di volontariato e':

Essere costituita ed operante nel territorio regionale da almeno sei mesi;
Essere costituita ed operante nel territorio regionale da almeno dodici mesi;
Essere costituita ed operante nel territorio regionale da almeno diciotto mesi.
Non so rispondere

26. Cosa sono le URT?

Unita Radiologia Toracica;
Unità Riabilitativa Territoriale;
Unità Risorse Tecniche.
Non so rispondere

27. Nell'ospedale di comunità' viene prevista una tariffazione a carico del paziente:

Dopo il 30 giorno.
Dopo il 60° giorno.
Dopo il 45° giorno.
Non so rispondere

28. L'impegnativa di residenzialità è rilasciata da:

La Regione Veneto - Direzione Servizi Sociali;
Il Comune di residenza;
L'Azienda U.L.S.S. di residenza.
Non so rispondere

29. La prospettiva detta "Life Span" ossia della psicologia dell'arco di vita:

È una prospettiva in base alla quale la crescita dell'individuo termina con l'età adulta e l'età anziana implica un rafforzamento del carattere;
È una prospettiva in base alla quale l'individuo anziano deve risolvere il conflitto edipico per poter invecchiare con successo;
È una prospettiva in base alla quale lo sviluppo è un processo che, con successivi adattamenti, dura tutta la vita, con acquisizioni sia cumulative che innovative.
Non so rispondere

30. Il comitato nazionale di bioetica nel documento "bioetica e diritti deglianziani" del 2006 propone all'attenzione dell'opinione pubblica alcune riflessioni:

Riguardanti la necessità di prendere in considerazione le nuove biotecnologie per favorire la permanenza dell'anziano nel proprio domicilio;
Riguardanti la condizione dell'anziano nell'attuale congiuntura sociale, invitando i cittadini considerare con maggiore disponibilità la dignità e i diritti che spettano alle persone che attraversano questa particolare fase della vita umana;
Riguardanti I'importanza di garantire all'anziano indigente un contributo sociale per poter vivere in modo dignitoso gli ultimi anni della vita in una residenza per anziani.
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate