Concorso OSS, test preselettivo

Tempo trascorso
-

1. Come deve essere posizionata la persona disfagica durante l’assunzione di alimenti?

Posizione supina.
Posizione seduta con tronco eretto e capo leggermente reclinato in avanti.
A 45 gradi sul piano del letto con il capo iperesteso all’indietro.
Come la persona preferisce.
Non so rispondere

2. Quale tra i seguenti requisiti deve possedere un disinfettante ad uso sanitario?

Innocuità verso i materiali da trattare.
Ampio spettro d’azione.
Efficacia in presenza di sostanze organiche.
Tutte le precedenti sono corrette.
Non so rispondere

3. Cosa si intende con il termine ipossiemia:

Riduzione del contenuto di ossigeno nel sangue arterioso.
Dispnea, fame d'aria.
Aumento del contenuto di ossigeno nel sangue arterioso.
Riduzione della frequenza respiratoria.
Non so rispondere

4. Il rischio caduta in quali luoghi di lavoro è presente?

Al domicilio delle persone anziane.
In tutti i luoghi di lavoro.
Nelle RSA.
Nei cantieri e sulle impalcature superiori a tre metri.
Non so rispondere

5. L’esofago mette in comunicazione :

Stomaco e duodeno.
Faringe e stomaco.
Laringe e stomaco.
Ileo e colon.
Non so rispondere

6. Il diario clinico ha lo scopo di:

Permettere la ricostruzione del decorso clinico del residente documentando le scelte operate dai singoli professionisti.
Favorire la comunicazione fra professionisti in merito alla situazione del residente.
Permettere la tracciabilità del percorso assistenziale e dei responsabili delle singole prestazioni.
Tutte le precedenti.
Non so rispondere

7. Quale tra le seguenti condizioni espone maggiormente un paziente allo sviluppo di lesioni da decubito?

Immobilità, incontinenza, cachessia.
Immobilità, stipsi.
Disidratazione, immobilità.
Demenza senile, obesità.
Non so rispondere

8. Quale malattia consiste in un'affezione cronica delle articolazioni ?

Artrite.
Arteriosclerosi.
Artrosi.
Osteoporosi.
Non so rispondere

9. Cosa si intende con il termine agnosia:

Disturbo della percezione caratterizzato dal mancato riconoscimento di oggetti e persone.
Disturbo neuropsicologico caratterizzato dall'incapacità di compiere gesti coordinati e corretti.
Disturbo della comunicazione caratterizzato dalla mancanza di comprensione.
Disturbo della comunicazione caratterizzato dall’incapacità di formulare le parole.
Non so rispondere

10. Il morbo celiaco è l'intolleranza al:

Lattosio.
Sorbitolo.
Glutine.
Alle proteine nobili.
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate