Infermiere, epidemiologia 20 domande

Tempo trascorso
-

1. Un malato che continua ad eliminare i microrganismi anche dopo la guarigione è detto:

Portatore cronico.
Portatore convalescente.
Portatore precoce.
Non so rispondere

2. Quanti sono i livelli di prevenzione:

3 .
2 .
4 .
Non so rispondere

3. L'insieme degli interventi volti a ridurre la probabilità che si verifichi un evento avverso non desiderato, fanno parte della:

Prevenzione primaria.
Prevenzione terziaria.
Prevenzione secodaria.
Non so rispondere

4. La classificazione basata sul rischio connesso all'utilizzo del dispositivo, secondo il grado di invasività è:

Classificazione di Cannizzaro.
Classificazione Spaulding.
Classificazione di Curic.
Non so rispondere

5. Una disinfezione ad alto livello è richiesta per dispositivi medici:

Critici.
Semi-critici.
Non Critici.
Non so rispondere

6. Prima di essere riutilizzato un dispositivo medico non-critico necessita di una :

Disinfezione di alto livello.
Sterilizzazione.
Disinfezione di basso livello.
Non so rispondere

7. Il procedimento finalizzato ad impedire la contaminazione da parte di microrganismi di substrati precedentemente sterilizzati è detto:

Sterilizzazione.
Antisepsi.
Asepsi.
Non so rispondere

8. La pratica finalizzata alla neutralizzazione di una carica microbica per blocco della riproduzione e non necessariamente per uccisione dei germi è detta:

Disinfezione.
Sterilizzazione.
Antisepsi.
Non so rispondere

9. Quanti tipi di vaccini attualmente possiamo distinguere:

7 .
15 .
11 .
Non so rispondere

10. I vaccini contro il tifo sono costituiti da :

Antigeni microbici purificati.
Microrganismi vivi ed attenuati.
Microrganismi uccisi.
Non so rispondere

11. Il vaccino antimeningococco è un esempio di vaccino costituito:

Antigeni microbici purificati.
Anatossine o Tossoidi.
Anti-idiotipo.
Non so rispondere

12. In base al testo del decreto vaccini 2018, i vaccini obbligatori per i bambini da 0-6 anni è di :

13 .
12 .
10 .
Non so rispondere

13. La somministrazione di chemioterapici ed antibiotici per prevenire la manifestazione della malattia è detta:

Chemioprofilassi secondaria.
Chemioprofilassi primaria.
Nessuna delle precedenti.
Non so rispondere

14. Quanti tipi di lavaggi delle mani sono presenti in un ambinete sanitario?

4 .
3 .
5 .
Non so rispondere

15. Quali sono i lavaggi delle mani in un ambiente sanitario?

Sociale-Asettico- Chirurgico.
Sociale- Antisettico- Chirurgico.
Sociale-Settico-Chirurgico.
Non so rispondere

16. I momenti fondamentali per l'igiene delle mani sono:

5 .
4 .
8 .
Non so rispondere

17. La tecnica per indossare i guanti sterili è:

Aperta e chiusa.
Personale.
Sterile e sociale.
Non so rispondere

18. La prevenzione delle infezioni nosocomiali prevede:

Utilizzo dei virucidi.
l'giene delle mani.
Disinfezione.
Non so rispondere

19. Il lavaggio antisettico chirurgico delle mani cosa va rimuovere?

Batteri.
Lo sporco e i microrganismi dalla cute.
Solo virus.
Non so rispondere

20. Per spettro di attività in condizioni d'uso come disinfettante l'alccol etilico sui micobatteri ha un azione :

Buona.
Insufficiente.
Variabile.
Non so rispondere