Cultura specifica completa per OSS, 40 domande

Tempo trascorso
-

1. Un paziente con actasia presenta:

Perdita progressiva della coordinazione muscolare.
Bisogno imperioso di muoversi.
Perdita della capacità di eseguire sequenze motorie apprese con l'esperienza.
Non so rispondere

2. Il nefrone è l'unità funzionale:

Del cuore.
Del fegato.
Del rene.
Non so rispondere

3. La relazione di aiuto è caratterizzata da:

Solidarietà e amicizia.
Distacco e austerità.
Fiducia ed empatia.
Non so rispondere

4. Gli obiettivi dell'aspirazione delle vie aeree sono:

Rimuovere le secrezioni, liberare le vie aeree, aumentare la ventilazione respiratoria, diminuire la frequenza respiratoria, aumentare l'ossigenazione tissutale.
Esclusivamente aumentare la frequenza cardiaca.
Eslusivamente favorire un aumento dell'apporto di ossigeno in un distretto corporeo.
Non so rispondere

5. I disinfettanti vanno conservati:

Alla portata dei degenti.
In appositi locali areati, lontano dalla portata dei degenti, posti in piccole confezioni per esaurirli in tempi indicati.
Anche in locali non areati.
Non so rispondere

6. Consideriamo un oggetto sterile quando:

E' privo di microrganismi saprofiti.
E' privo di qualsiasi microrganismo e spore.
E' privo di microrganimi patogeni.
Non so rispondere

7. In che modo l'OSS contribuisce alla pianificazione dell'assistenza?

Formulando obbiettivi assistenziali a partire dalle osservazioni effettuate.
Osservando e riferendo all'infermiere/a dati riguardanti i bisogni di base della persona e le reazioni agli interventi assistenziali effettuati, registrando l'effettuazione degli interventi attribuiti.
Modificando il P.A.I. in relazione alle sue osservazioni.
Non so rispondere

8. La pulizia della cute peristomale, in una persona con colostomia di noram deve essere effettuata con:

Acqua e sapone.
Soluzione antisettica per asportare la flora batterica.
Esclusivamente con soluzione fisiologica sterile.
Non so rispondere

9. Nella relazione con la persona ansiosa è opportuno:

Mantenere un atteggiamento severo e direttivo.
Mantenere un atteggiamento calmo e non direttivo.
Mantenere un atteggiamento severo e non direttivo.
Non so rispondere

10. Un paziente semicosciente sta vomitando. Cosa deve fare l'OSS?

Cerca di alzarlo.
Mette un telo sotto la testa.
Posizionare la testa di lato.
Non so rispondere

11. Quale di questi alimenti da un particolare apporto di glicidi?

Pesce.
Pane e pasta.
Grassi da condimento.
Non so rispondere

12. Prima di indossare una mascherina monouso si deve:

Detergere i baffi (nell'uomo).
Detergere il viso.
Lavarsi le mani.
Non so rispondere

13. La mucosa è:

Il tessuto sottostante il derma.
Il rivestimento di tutti i tessuti presenti nell'organismo.
Il rivestimento interno di varie cavità dell'organismo che comunicano con l'esterno.
Non so rispondere

14. Nel caso l'infermiere assegni all'oss l'effettuazione di un'iniezione sottocutanea, l'oss deve:

Chiedere all'infermiere una prescrizione scritta.
Effettuare l'iniezione solo se è esperto di tale manovra.
Rifiutare la prestazione.
Non so rispondere

15. Nei pazienti portatori di sondino nasale per ossigeno terapia, la pulizia del naso deve avere frequenza:

A giorni alterni.
Settimanale.
In base al protocollo del reparto.
Non so rispondere

16. Per esami sulle feci il contenitore:

Varia in base all'esame da effettuare sulle feci.
Deve essere conservato ad una temperatura non superiore ai 13°.
Deve essere conservato in frigo una volta raccolta il campione.
Non so rispondere

17. Quando si aiuta una persona a deambulare si deve:

Fare indossare scarpe allacciate, sostenere da sotto l'ascella , far guardare in avanti.
Fare indossare pantofole, sostenere dall'avambraccio, fare scivolare piano i piedi.
Sostenere sotto l'ascella, far guardare la posizione dei piedi, farsi aiutare da un familiare.
Non so rispondere

18. Quando si sposta nel letto una persona si devono compiere le seguenti azioni, esclusa una. Quale?

Evitare trazioni alle articolazioni.
Tenerla coperta.
Evitare posizioni viziate.
Non so rispondere

19. Nei trasferimenti di una persona emiplegica si deve evitare di:

Sollevare il braccio plegico in alto.
Mobilizzare la spalla emiplegica.
Trazionare la spalla emiplegica.
Non so rispondere

20. Nel posizionamento di un soggetto emiplegico, quale tra queste azioni ritieni prioritaria e specifica?

Usare un letto con materasso antidecubito.
Usare un letto comodo.
Posizionare l'arto plegico su un cuscino.
Non so rispondere

21. Nell'uso del sollevatore si deve:

Fara attenzione ad utilizzarlo solo per soggetti superiori a 120 Kg.
Sistemare le fascie di sostegno sotto al paziente.
Utilizzare le fascie di sostegno solo per soggetti non infetti.
Non so rispondere

22. Nel posizionamento di una persona allettata l'oss deve:

Attuarlo secondo le disposizioni del medico.
Attuarlo secondo le indicazioni del fisioterapista.
Attuarlo in base ai protocolli del servizio.
Non so rispondere

23. Dopo aver posizionato la persona si deve in primo luogo:

Posizionare il campanello di chiamata a portata di mano.
Assicurarsi che la posizione sia sicura e di gradimento dell'assistito.
Lavarsi le mani.
Non so rispondere

24. Quando si trasporta un assistito in barella si deve:

Alzare i cancellini, tenerlo coperto, controllare le sue reazioni.
Tenerlo coperto, manovrare dalle gambe, controllare la fleboclisi.
Manovrare dalle gambe, controllare le sue reazioni, parlare con la persona.
Non so rispondere

25. La posizone di Trendelenburg consiste in:

Posizionare la testa più in basso delle gambe.
Posizione semiseduta con gambe flesse.
Posizionare le mani all'altezza della caviglia.
Non so rispondere

26. La normale frequenza cardiaca a riposo in un adulto è:

80‐100 battiti/minuto.
60‐80 nattiti/minuto.
70‐90 battiti/minuto.
Non so rispondere

27. Nell'emorragia arteriosa:

Il sangue è rosso vivo e fuoriesce lentamente.
Il sangue è rosso scuro e defluisce a intervalli.
Il sangue è rosso vivo e fuoriesce a zampilli.
Non so rispondere

28. Prima di far camminare l'assistito col deambulatone si deve:

Far svolgere una verifica dal fisioterapista.
Controllare il funzionamento dei freni.
Fissare gli ascellari all'altezza idonea.
Non so rispondere

29. Quali sono gli accorgimenti indispensabili per prevenire il rischio di cadute nell'anziano, di competenza dell'oss?

Educare la famiglia e favorire la sua vicinanza all'assistito.
Informare la persona.
Predisporre un ambiente idoneo.
Non so rispondere

30. Un detergente è:

Una sostanza chimica che diminuisce la tensione superficiale favorendo l'asportazione dello sporco.
Una sostanza chimica che impedisce la moltiplicazione dei germi patogeni.
Una sostanza naturale che rinforza le difese cutanee della persona.
Non so rispondere

31. L'infermiere può delegare un oss ad alcune attività assistenziali ?

No, perché la delega è possibile solo per figure di una stessa qualificazione.
No, perché solo il medico può delegare.
Si, se ritiene che l'oss sia in grado di svolgere una certa prestazione, lo può delegare.
Non so rispondere

32. Quale attività l'OSS può eseguire in autonomia?

L'applicazione della borsa del ghiaccio nel paziente dipendente.
La rilevazione dei parametri vitali nel paziente dipendente.
L'applicazione di compresse nel paziente parzialmente sufficiente.
Non so rispondere

33. In ambito ospedaliero/sanitario, un Consenso informato è un documento:

Necessario per la pubblicazione dei dati delle ricerche sperimentali sanitarie.
Attestante la volontà del paziente di autorizzare gli operatori sanitari a effettuare il trattamento per il quale è stato informato.
Attestante la qualità della terapia prescritta al paziente.
Non so rispondere

34. Durante l'aiuto all'assunzione dei pasti a un paziente disfagico, l'OSS deve prestare attenzione alla comparsa di:

Tachicardia.
Bradicardia.
Tosse.
Non so rispondere

35. Nell'assistenza al morente, l'OSS deve:

Controllare i parametri vitali del paziente ogni 30 minuti e comunicarli ai familiari.
Sostare accanto al letto del malato in attesa del decesso.
Alleggerire l'ansia e il dolore del paziente aiutando i familiari a sopperire la perdita.
Non so rispondere

36. Secondo il principio di giustizia, l'OSS deve:

Distribuire il proprio tempo tra tutti i pazienti in parti uguali.
Dedicarsi esclusivamente alle persone che richiedono il suo aiuto.
Distribuire il proprio tempo tra i pazienti in base alle reali necessità di aiuto ed assistenza.
Non so rispondere

37. Durante l'attività di mobilizzazione, l'OSS deve:

Eseguire manovre decise anche se causano dolore al paziente.
Coinvolgere il paziente cercando di stimolare le funzioni residue.
Comunicare al paziente di assumere una posizione adeguata all'attività che deve svolgere.
Non so rispondere

38. Se la zona sacro‐coccigea di un paziente arrossata, l'OSS:

Disinfetta con cura la cute.
Controlla lo stato di igiene della cute ed applica una crema trofodermica.
Massaggia la cute per migliorare la circolazione.
Non so rispondere

39. Per permettere una buona respirazione si utilizza la posizione:

Ortopnoica.
Prona.
Supina.
Non so rispondere

40. Nella distribuzione dei vassoi del pasto, l'OSS deve:

Utilizzare il carrello del giro letti.
Utilizzare il carrello dell'unità operativa.
Utilizzare il carrello economale.
Non so rispondere
Al termine del quiz è presente la valutazione finale con risposte corrette/errate