Concorso Collaboratore Professionale Sanitario - Infermiere Cat.D, prova pratica

Tempo trascorso
-

1. La Clorexidina al 2%-4% in soluzione acquosa è un disinfettante che agisce:

Sui batteri GRAM positivi, batteri GRAM negativi e miceti.
Sui miceti, spore e virus.
Sui batteri e virus.
Sui miceti, virus, batteri GRAM positivi e batteri GRAM negativi.
Non so rispondere

2. La sindrome da immobilizzazione o da allettamento:

Si manifesta in egual misura in giovani adulti e anziani.
E’ una riduzione della funzionalità dei vari apparati, che si manifesta quando una persona è costretta a letto per lungo tempo.
E’ causata dal desiderio dell’anziano per di restare a lungo nel letto e a riposo.
E’ tipica di anziani colpiti da decadimento intellettivo.
Non so rispondere

3. L’ago utilizzato nella biopsia epatica è:

Mallarmè.
Johnson.
Menghini.
Jamshidi.
Non so rispondere

4. Per una corretta esecuzione della dialisi peritoneale, il liquido dialitico (2000cc) deve essere introdotto:

Rapidamente (entro circa 10 minuti).
Utilizzando una pompa peristaltica.
Alla temperatura inferiore a quella corporea e molto lentamente.
Lentamente, in un tempo compreso tra 1 e 2 ore.
Non so rispondere

5. Che cosa che si intende per antisepsi:

Un insieme di norme atte a impedire la contaminazione microbica di substrati già sterili.
Un insieme di norme atte a impedire o rallentare la moltiplicazione dei germi patogeni e non patogeni.
Un processo che permette l’uccisione di microrganismi patogeni, saprofiti, miceti, spore e virus.
La detersione eseguita mediante l’uso di saponi liquidi ad alto potere detergente.
Non so rispondere

6. Qual è la complicanza più comune in seguito alla puntura lombare:

Intorpidimento degli arti inferiori.
Cefalea.
Vomito.
Sonnolenza.
Non so rispondere

7. Le procedure infermieristiche prioritarie in un neonato che viene ricoverato con diagnosi di occlusione intestinale sono:

Introduzione di un SNG e il posizionamento di accesso venoso periferico per fluido terapia.
Esecuzione di ECG e di una radiografia diretta dell’addome.
Esecuzione di un clistere evacuativo.
Esecuzione di impacchi caldi nell’addome.
Non so rispondere

8. Da un “PORT”, dispositivo sottocutaneo totalmente impiantabile collegato col sistema venoso, è possibile:

Somministrare farmaci antiblastici.
Prelevare campioni di sangue.
Somministrare mezzi di contrasto o emoderivati.
Tutte le precedenti risposte sono esatte.
Non so rispondere

9. Un’infezione per definirsi correlata all’assistenza:

Deve manifestarsi non oltre i sette giorni dalla dimissione.
Deve manifestarsi esclusivamente durante l’ospedalizzazione.
Deve manifestarsi durante l’ospedalizzazione e può essere presente all’ingresso in ospedale.
Può manifestarsi anche dopo la dimissione.
Non so rispondere

10. L’assenza nell’elettrocardiogramma (in tutte le derivazioni) dell’onda P è indice di:

Blocco della generazione dell’impulso del nodo seno atriale.
Aumento della pressione venosa centrale.
Ipovolemia grave.
Blocco della generazione dell’impulso del fascio di Hiss.
Non so rispondere

11. Il riflesso di suzione del neonato può essere stimolato toccando:

La superficie cutanea della regione dell’addome superiore medio.
Il palato molle o il faringe posteriore.
La cute della guancia o dell’angolo della rima orale.
La fronte e portando il capo in avanti.
Non so rispondere

12. In presenza di un materasso antidecubito dinamico quali sono le zone che rimangono a maggior rischio di lesione da pressione nella posizione supina:

Sacrale.
Calcaneare e nucale.
Scapolare.
Se il presidio è dinamico non rimangono zone a rischio soggette a scarico pressorio tale da procurare lesioni da pressione.
Non so rispondere