Collaboratore Professionale Sanitario - Infermiere Cat.D, prova pratica

Tempo trascorso
-

1. Un infermiere è tenuto a effettuare un lavaggio antisettico delle mani:

Prima di una qualsiasi procedura.
Prima e dopo procedure invasive come l’inserzione di un catetere venoso.
Prima del contatto diretto con un paziente.
Dopo aver effettuato un prelievo di sangue ad un paziente apparentemente sano.
Non so rispondere

2. Per prevenire l’insorgenza del “piede diabetico” la persona deve essere educata a:

Ispezionare i piedi due volte la settimana.
Lavare i piedi con acqua molto calda.
Tagliare le unghie corte.
Asciugare bene fra le dite con panno morbido.
Non so rispondere

3. Se un paziente deve subire un intervento chirurgico d’urgenza, quale tra i seguenti interventi deve essere effettuato per primo dall’infermiere:

Posizionare un catetere vescicale.
Avvisare i parenti.
Incanulare una vena ed effettuare i prelievi ematici preoperatori.
Somministrare la preanestesia al paziente.
Non so rispondere

4. L’igiene della colostomia deve essere effettuata:

Solo con acqua dall’interno verso l’esterno.
Con acqua e sapone dall’esterno verso l’interno .
Con soluzione disinfettante non a base alcolica.
Con acqua e sapone dall’interno verso l’esterno.
Non so rispondere

5. Il detergente è una sostanza chimica che:

Impedisce la moltiplicazione dei germi patogeni.
Diminuisce la tensione superficiale favorendo l’asportazione dello sporco.
Facilita la pulizia senza però ridurre la carica batterica.
Favorisce la disinfezione senza ridurre la carica batterica.
Non so rispondere

6. Per una corretta gestione del paziente intubato, quale tra le seguenti norme occorre evitare:

Eseguire ogni giorno un’accurata igiene del cavo orale.
Spostare frequentemente e delicatamente il tubo all’interno delle vie aeree.
Riscaldare i gas inspirati.
Posizionare i tubi corrugati del respiratore in modo che i liquidi di condensa non entrino nelle vie aeree dei pazienti.
Non so rispondere

7. Il termine “triage” indica una procedura finalizzata a:

Dare soccorso al maggior numero di persone possibile contemporaneamente.
Ottimizzare la sopravvivenza in rapporto alle risorse a disposizione.
Valutare la gravità delle lesioni di un singolo individuo.
Nessuna delle precedenti risposte è corretta.
Non so rispondere

8. Indicare dove è posizionato il catetere intracranico per il monitoraggio della PIC:

A livello intraventricolare.
A livello subdurale.
A livello intraparenchimale.
In fossa cranica posteriore.
Non so rispondere

9. Le infezioni correlate all’assistenza sono sostenute prevalentemente da:

Batteri GRAM positivi.
Protozoi.
Batteri GRAM negativi.
Miceti.
Non so rispondere

10. Quale condotta deve tenere l’infermiere nei confronti di un paziente in cui si sospetti una crisi ipoglicemica:

Somministrare glucosio e chiamare un medico.
Somministrare glucosio, controllare la glicemia e chiamare un medico.
Controllare la glicemia, somministrare glucosio e chiamare un medico.
Chiamare un medico e non fare nulla fino al suo arrivo.
Non so rispondere

11. Un trattamento del dolore post-operatorio insufficiente può causare nel paziente:

Riduzione delle resistenze periferiche.
Iperglicemia.
Riduzione della capacità coagulativa.
Anemia.
Non so rispondere

12. In un paziente in coma, la nutrizione più indicata è:

Parenterale periferica.
Parenterale centrale.
Enterale con sondino.
Per bocca semisolida.
Non so rispondere