• Accedi • Iscriviti gratis
  • Collaboratore Professionale Sanitario - Infermiere Cat.D, prova scritta

    Tempo trascorso
    -

    1. Quando è possibile violare il segreto professionale?

    In caso di dimissione del paziente.
    In caso non si stia prestando servizio.
    In caso di divulgazione di fatti noti.
    Non è mai possibile.
    Non so rispondere

    2. L’afasia espressiva è caratterizzata da:

    Incapacità totale sia nel linguaggio verbale sia in quello scritto.
    Linguaggio limitato, articolazione rallentata e grammatica ridotta.
    Linguaggio fluente, ben articolato e contenuti disorganizzati.
    Disturbo del linguaggio risultante da debolezza del controllo motorio, paralisi e scoordinazione.
    Non so rispondere

    3. In quale dei seguenti segmenti intestinali non avviene l’assorbimento delle sostanze alimentari:

    Duodeno.
    Ileo.
    Digiuno.
    Colon.
    Non so rispondere

    4. La sensibilità di un test diagnostico si calcola con la formula:

    Veri positivi/totali sani.
    Falsi negativi/totali sani.
    Veri positivi/totali malati.
    Veri Negativi/totali sani.
    Non so rispondere

    5. Il trattamento della pancreatite acuta prevede:

    Interventi specifici per arrestare la flogosi e la necrosi pancreatica.
    Il continuo svuotamento del contenuto gastrico.
    Il frazionamento dei pasti limitando il contenuto glucidico.
    Tutte le precedenti alternative sono corrette.
    Non so rispondere

    6. L’infermiere nel compilare la cartella clinica, risponde di falso ideologico quando:

    Attesta falsamente che un fatto è stato da lui compiuto o è avvenuto in sua presenza oppure omette o altera dichiarazioni da lui ricevute.
    Esegue una contraffazione del documento, cancellando, sostituendo o aggiungendo dei dati.
    Si rifiuta di compilare la cartella clinica per motivi ideologici.
    Fa compilare la cartella ad un altro operatore.
    Non so rispondere

    7. La cardioversione elettrica sincronizzata può essere indicata in caso di:

    Tachicardia ventricolare senza polso.
    Fibrillazione elettrica.
    Flutter atriale.
    Dissociazione elettromeccanica.
    Non so rispondere

    8. Il valore normale della pressione intracranica è:

    Inferiore a 5 mmHg.
    Pari a circa 10 mmHg.
    Compresa tra 15 e 30 mmHg.
    Pari a circa 20 mmHg.
    Non so rispondere

    9. Una sperimentazione clinica controllata è detta in doppio cieco quando:

    I gruppi di controllo sono due.
    Né il paziente né lo sperimentatore sono a conoscenza del tipo di trattamento effettuato.
    Né il paziente né i suoi parenti sono a conoscenza del tipo di trattamento effettuato.
    Né il paziente né lo statistico che elabora i dati sono a conoscenza del tipo di trattamento effettuato.
    Non so rispondere

    10. Il maggior effetto di un’insulina ad azione intermedia somministrata per via sottocutanea si ottiene dopo:

    2-3 ore.
    6-8 ore.
    10-16 ore.
    12-20 ore.
    Non so rispondere

    11. Il D.Lgs. 81/2008 si applica:

    A tutti i settori dell’attività pubblica o privata.
    Solo alle forze di polizia.
    Alle rappresentanze diplomatiche e del pubblico esercizio in genere.
    Solo ai settori dell’attività pubblica.
    Non so rispondere

    12. Indicare qual è una complicanza precoce della tracheotomia:

    La stenosi tracheale.
    La fistola tracheo-esofagea.
    L’infezione respiratoria.
    L’enfisema sottocutaneo.
    Non so rispondere

    13. In pazienti con chetoacidosi diabetica è di importanza critica reintegrare il:

    Magnesio.
    Bicarbonato.
    Potassio.
    Calcio.
    Non so rispondere

    14. La definizione più appropriata di “Risk Management” è:

    Il processo che porta alla valutazione e alla misura degli effetti sulla salute di un fattore di rischio.
    Lo studio epidemiologico sperimentale con valutazione di efficacia di un intervento preventivo.
    Il processo che conferisce alle popolazioni i mezzi per assicurare un maggior controllo sul loro livello di salute e migliorarlo.
    L’identificazione del livello di rischio, eliminazione o riduzione dell’esposizione e continuo monitoraggio del livello di rischio individuale e collettivo.
    Non so rispondere

    15. Quale tra le seguenti alternative indica analgesici non oppiodi:

    Acido acetilsalicilico, Ketoprofene, Naprossene.
    Acido acetilsalicilico, Meperidina, Ketoprofene.
    Ibuprofene, Naprossene, Oxicodone.
    Acido acetilsalicilico, Ketoprofene, Fentanyl.
    Non so rispondere