• Accedi • Iscriviti gratis
  • Diritto amministrativo per assistente amministrativo serie 30 domande

    Tempo trascorso
    -

    1. A norma di quanto disposto dall'art. 21-septies della Legge 241/1990, è nullo il provvedimento amministrativo:

    Che è viziato da incompetenza.
    Che è stato adottato in elusione del giudicato.
    Che è viziato da eccesso di potere.
    Che è stato adottato in violazione di legge.
    Non so rispondere

    2. Ai sensi dell'art. 21-quinquies della Legge 241/1990, il provvedimento amministrativo ad efficacia durevole può essere revocato da parte dell'organo che lo ha emanato?

    Si, nel caso di sopravvenuti motivi di pubblico interesse ovvero nel caso di mutamento della situazione di fatto o di nuova valutazione dell'interesse pubblico originario.
    No, mai
    Si, ogni qualvolta la Pubblica Amministrazione decida discrezionalmente di non volere più contrarre.
    Esclusivamente quando viene sostituito il responsabile dell'organo emanante.
    Non so rispondere

    3. Il responsabile del procedimento ha una serie di compiti propri ed altri attribuiti in via eventuale qualora ne abbia la competenza. Ai sensi dell'art. 6 della I. n. 241/1990:

    È compito eventuale l'indizione delle conferenze di servizi.
    È compito eventuale la valutazione, ai fini istruttori, dei requisiti di legittimazione e dei presupposti che siano rilevanti per l'emanazione di provvedimenti.
    È compito eventuale la valutazione, ai fini istruttori, delle condizioni di ammissibilità.
    È compito proprio l'adozione del provvedimento finale.
    Non so rispondere

    4. Ai sensi dell'art. 21-quinquies della Legge 241/1990, se la revoca di un atto amministrativo ad efficacia durevole comporta pregiudizi in danno dei soggetti direttamente interessati:

    L'Amministrazione ha facoltà di provvedere al loro indennizzo.
    L'Amministrazione ha l'obbligo di provvedere al loro indennizzo.
    L'Amministrazione deve immediatamente annullare la revoca.
    L'Amministrazione non ha alcun obbligo di indennizzo.
    Non so rispondere

    5. Ai sensi della L. 241/1990, chi può far valere le omissioni presenti nella comunicazione dell'avvio del procedimento?

    Solo l'amministrazione coinvolta, attraverso annullamento d'ufficio.
    Solo il dirigente del settore a cui afferisce il procedimento.
    Solo il soggetto nel cui interesse la comunicazione è prevista.
    Tutti i soggetti, anche se non interessati dalla comunicazione
    Non so rispondere

    6. Nell'ambito di un procedimento amministrativo qualora i documenti e certificati, relativi ad un cittadino, siano già in possesso della p.a.?

    Possono essere prodotti solo nella fase istruttoria del procedimento amministrativo.
    Possono essere prodotti anche a conclusione del procedimento amministrativo.
    Sono acquisiti d'ufficio dal responsabile del procedimento amministrativo.
    Nessuna delle risposte è corretta.
    Non so rispondere

    7. È possibile non dar luogo alla comunicazione di avvio del procedimento ricorrono ragioni di impedimento dettate da particolari ragioni d'urgenza?

    No, la legislazione esclude l'obbligo di comunicazione solo in caso di adozione di provvedimenti cautelari.
    Si, se l'urgenza è qualificata tale da non consentire l'adempimento dell'obbligo senza compromissione del soddisfacimento dell'interesse pubblico.
    No, la legislazione esclude l'obbligo di comunicazione solo in caso di procedimenti tributari.
    Non è previsto nulla a riguardo.
    Non so rispondere

    8. Nel pubblico impiego l'articolazione deH'orario di lavoro è improntata a criteri di flessibilità, utilizzando diversi sistemi di articolazione dello stesso che possono anche coesistere. L'orario di lavoro che consiste nella rotazione ciclica dei dipendenti in prestabilite articolazioni di orario corrisponde:

    All'orario continuato.
    All'orario plurisettimanale.
    All'orario flessibile.
    Alla turnazione.
    Non so rispondere

    9. Tradizionalmente, la retribuzione si articola in un trattamento economico fondamentale, che comprende voci a carattere continuativo e fisso, ed un trattamento economico accessorio. Il trattamento economico accessorio comprende:

    Lo stipendio tabellare.
    Sviluppo economico interno all'area funzionale.
    L'indennità integrativa speciale.
    Compensi eventualmente spettanti dall'utilizzo del Fondo Unico di Amministrazione.
    Non so rispondere

    10. Con riferimento al pubblico impiego, i cittadini degli Stati membri dell'unione europea possono accedere ai posti di lavoro che richiedono lo svolgimento di funzioni di controllo di legittimità?

    Si, solo se il bando di concorso lo preveda espressamente.
    Non è previsto nulla a riguardo.
    No, la legislazione vigente richiede la cittadinanza italiana.
    Si, a condizione che dimostrino di avere una buona conoscenza della lingua italiana.
    Non so rispondere

    11. Con riferimento al rapporto di lavoro degli enti locali, e in particolare al diritto alle ferie è corretto affermare che:

    Il periodo di ferie non è riducibile per assenze per malattia e infortunio, anche se tali assenze si siano protratte per l'intero anno solare.
    Le ferie sono fruite nel corso di ciascun anno solare, tenuto conto esclusivamente delle richieste del dipendente.
    Le ferie non possono essere in alcun modo frazionate nell'anno solare.
    Nell'anno di assunzione o cessazione dal servizio la durata delle ferie è determinata prendendo comunque a riferimento l'intero anno solare e non l'effettivo servizio prestato.
    Non so rispondere

    12. Con riferimento al "comportamento in servizio", quale principio sancisce il Codice di Comportamento dei dipendenti delle P.A.?

    Il dipendente limita le assenze dal luogo di lavoro a quelle che ritiene opportune.
    Il dipendente, salvo giustificato motivo, non ritarda né affida ad altri dipendenti il compimento di attività o l'adozione di decisioni di propria spettanza.
    Il dipendente può utilizzare a fini privati materiale o attrezzature di cui dispone per ragioni di ufficio.
    Il dipendente che dispone di mezzi di trasporto deH'amministrazione se ne serve sia per lo svolgimento dei suoi compiti d'ufficio sia a fini personali.
    Non so rispondere

    13. Quando nelle pubbliche amministrazioni la prestazione di lavoro è con orario normale giornaliero di lavoro in misura ridotta rispetto al tempo pieno e con articolazione della prestazione di servizio in tutti i giorni lavorativi, l’orario di lavoro assume la denominazione di:

    Orario di lavoro flessibile.
    Tempo parziale misto.
    Tempo parziale verticale.
    Tempo parziale orizzontale.
    Non so rispondere

    14. Con riferimento al rapporto di lavoro degli enti locali, in quale caso sono concessi a domanda permessi retribuiti?

    Infortunio sul lavoro.
    Malattia.
    Solo per la partecipazione ad esami.
    Lutto per decesso del coniuge.
    Non so rispondere

    15. Salvo le eccezioni espressamente previste dalla legislazione vigente chi può accedere ai posti di lavoro presso le amministrazioni pubbliche?

    I cittadini dei sette Stati membri fondatori della Comunità europea.
    Gli apolidi e i cittadini extracomunitari.
    I cittadini degli Stati membri dell'unione europea e i cittadini extracomunitari.
    I cittadini degli Stati membri dell'unione europea.
    Non so rispondere

    16. Con riferimento al rapporto di lavoro degli enti locali, un lavoratore può richiedere aH'amministrazione permessi retribuiti in caso di decesso di parenti ed affini entro il secondo grado?

    No, i permessi retribuiti possono essere concessi solo per la partecipazione a concorsi.
    No, i permessi retribuiti possono essere concessi solo nell'ambito del periodo complessivo di astensione dal lavoro previsto per le lavoratrici madri o in alternativa per i lavoratori padri.
    No, un lavoratore può richiedere solo permessi non retribuiti.
    Si.
    Non so rispondere

    17. È un diritto patrimoniale del lavoratore pubblico:

    Diritto alle ferie.
    Diritto al trasferimento.
    Diritto allo stipendio tabellare.
    Diritto alla salute e alla sicurezza.
    Non so rispondere

    18. È un diritto patrimoniale del lavoratore pubblico:

    Diritto allo svolgimento delle mansioni.
    Diritto alle indennità previste da specifiche disposizioni legislative.
    Diritto alle pari opportunità.
    Diritto al riposo.
    Non so rispondere

    19. L'art. 6 della legge 241/1990 dispone espressamente che il responsabile del procedimento:

    Può esperire accertamenti tecnici ed ispezioni ed ordinare esibizioni documentali.
    Non può mai ordinare esibizioni di documenti.
    È solo competente alla valutazione della sussistenza dell'obbligo di provvedere.
    Normalmente è organo esterno dall'amministrazione nominato dagli organi di gestione della stessa.
    Non so rispondere

    20. In merito all’autotutela amministrativa è corretto affermare che:

    Si attua senza contraddittorio con gli interessati.
    L’autorità che emana il provvedimento di ritiro conserva il potere di decisione in merito all’oggetto del provvedimento.
    L’atto di ritiro non è, di regola, discrezionale in quanto non è rimessa alla stessa pubblica amministrazione la valutazione dell’effettivo ed attuale interesse pubblico alla caducazione dell’atto.
    Nessuna delle risposte è corretta.
    Non so rispondere

    21. Quale tra quelli indicati costituisce elemento essenziale dell’atto amministrativo?

    Condizione
    Termine.
    Destinatario.
    Riserva.
    Non so rispondere

    22. Quale attività, tra le seguenti è propria della fase istruttoria del procedimento amministrativo?

    Proposte, pareri vincolanti e ricorsi.
    Autorizzazioni in funzione di controllo, con cui la P.A. nell'esercizio della sua attività discrezionale in funzione preventiva, provvede alla rimozione del limite legale che si frappone al compimento dell'atto.
    Acquisizione delle condizioni di ammissibilità.
    Denunce e istanze.
    Non so rispondere

    23. Indicare quali tra i seguenti sono elementi essenziali del provvedimento amministrativo:

    Riserva e condizione.
    Volontà e condizione.
    Termine e forma.
    Destinatario e volontà.
    Non so rispondere

    24. Qual è la fase deliberativa del procedimento amministrativo, in cui si determina il contenuto del provvedimento da adottare e si provvede alla formazione ed emanazione dello stesso?

    Fase integrativa dell'efficacia.
    Fase d'iniziativa.
    Fase istruttoria.
    Fase decisoria.
    Non so rispondere

    25. L'annullamento d'ufficio:

    É un provvedimento di primo grado che rimuove un vizio di merito dell'atto.
    Ricorre quando viene ritirato, con efficacia retroattiva, un atto amministrativo illegittimo.
    Può avvenire solo ad opera di organi superiori a quelli che hanno emanato l'atto viziato.
    Non può mai riguardare atti emanati dagli enti locali.
    Non so rispondere

    26. Il ricorso in opposizione è:

    Proponibile nel termine di trenta giorni dalla notifica o emanazione dell’atto impugnato, salvo che la legge non preveda termini diversi.
    Proponibile solo per la tutela di interessi legittimi o semplici.
    Un ricorso a carattere generale consistente nell'impugnativa di un atto amministrativo definitivo.
    Nessuna delle risposte è corretta.
    Non so rispondere

    27. L'oggetto del provvedimento amministrativo può essere costituito da un fatto?

    No, l'oggetto può essere solo un comportamento o un bene.
    Si, l'oggetto può essere un comportamento, un fatto o un bene.
    No, l'oggetto può essere solo un comportamento.
    Non è previsto nulla a riguardo.
    Non so rispondere

    28. Indicare l’affermazione corretta:

    L'atto amministrativo è inefficace quando, benché perfetto, non è idoneo a produrre effetti giuridici in quanto sono inesistenti i requisiti di efficacia previstimi.
    L'atto amministrativo è irregolare quando non si sia ancora concluso il suo ciclo di formazione.
    L'atto amministrativo è inefficace quando è attribuito alla competenza per materia di altro potere dello Stato.
    L'atto amministrativo è irregolare quando manca di uno degli elementi che ne condizionano l'esistenza.
    Non so rispondere

    29. Il responsabile del procedimento amministrativo:

    Non può ordinare esibizioni di documenti.
    É solo competente all'indizione delle conferenze di servizi e a decidere avverso i ricorsi del provvedimento emanato.
    Valuta, ai fini istruttori, le condizioni di ammissibilità, i requisiti di legittimazione ed i presupposti che siano rilevanti per l'emanazione di un provvedimento.
    Non è mai competente alla valutazione della sussistenza dell'obbligo di provvedere.
    Non so rispondere

    30. Con riferimento ai caratteri propri dei provvedimenti amministrativi l'"unilateralità":

    Sottolinea che essi sono solo quelli previsti dal legislatore.
    Indica che i provvedimenti sono definiti nei loro elementi costitutivi dalla legge.
    Segnala che il provvedimento non ha bisogno del concorso della volontà dei destinatari per esistere.
    Segnale la sua idoneità a modificare situazioni giuridiche altrui, senza necessità dell'altrui consenso.
    Non so rispondere