Operatore Socio Sanitario per ASP, serie 15 domande

Tempo trascorso
-

1. Il dolore è un parametro vitale?

No, non è un parametro vitale.
No, è una informazione discrezionale che può essere scritta nella consegna .
Sì.
Non so rispondere

2. Quali interventi assistenziali sono possibili in un ospite con disfagia?

Interventi aspecifici e posturali.
Interventi riabilitativi e sull’ambiente.
Interventi sull’ambiente e sulla persona.
Non so rispondere

3. Per prevenire le lesioni da decubito che cosa non si deve fare?

Effettuare massaggi con alcol per mantenere la cute ben asciutta.
Mantenere la cute pulita e asciutta.
Alleggerire la pressione attraverso mobilizzazioni costanti.
Non so rispondere

4. Quali strategie di comunicazione sono vincenti con l’ospite afasico?

.Il contatto fisico
Il contatto visivo.
La vicinanza.
Non so rispondere

5. Per favorire il benessere complessivo di un ospite con demenza lieve affaccendato nelle ore pomeridiane, può essere utile…

Proporre una attività ispirata alla storia di vita.
Proporre un torneo di carte.
Proporre una lettura di un romanzo.
Non so rispondere

6. Cosa non è disabilità acquisita?

La condizione di disabilità conseguente ad un trauma e/o evento di malattia successivo alla nascita.
La condizione di grave disabilità conseguente ad un danno permanente neurologico post natale.
Una condizione di disabilità ingravescente che si può manifestare in fase pre o post natale.
Non so rispondere

7. Qual è lo scopo delle cure palliative?

Perseguire la migliore qualità di vita possibile per il malato in fase terminale e per la sua famiglia.
Ridurre quanto più possibile il dolore percepito.
Ritardare, per quanto possibile, la morte del malato in fase terminale.
Non so rispondere

8. Il familiare deve sottoscrivere il PAI per presa visione?

No, in quanto è uno strumento dell’equipe.
Sì, sempre.
No, salvo casi particolari.
Non so rispondere

9. Quali tra i seguenti sono fattori favorenti la malnutrizione nell’anziano istituzionalizzato?

Solitudine, depressione e demenza.
Mancanza di rete parentale.
Diabete.
Non so rispondere

10. Cosa non è nutrizione artificiale o NA?

Insieme di metodiche atte a permettere la nutrizione di pazienti allettati affetti da grave disfagia.
Insieme di metodiche atte a permettere la nutrizione di pazienti che non sono in grado, momentaneamente o permanentemente, di assumere alimenti per via orale.
Insieme di metodiche atte a permettere la nutrizione di pazienti con disturbo del comportamento alimentare.
Non so rispondere

11. L’assistente sociale deve essere presente al PAI?

No, mai.
Si, se il progetto richiede la sua presenza.
Si, sempre.
Non so rispondere

12. La compilazione della cartella clinica è un obbligo…

Solo del medico.
Di tutti i professionisti sanitari.
Di tutti i professionisti socio-sanitari.
Non so rispondere

13. Come è più opportuno rivolgersi ad una persona afasica?

Con domande chiuse.
Con domande aperte .
Per interposta persona.
Non so rispondere

14. Per “aspirazione silente” si intende…

L'aspirazione di cibo nelle vie aeree.
L’aspirazione di cibo o liquidi nelle vie aeree senza avere il riflesso della tosse.
Uno dei passaggi della manovra di Heimlich.
Non so rispondere

15. Quali modificatori di consistenza sono utilizzati nel trattamento della disfagia?

Liquidi e semiliquidi.
Acqua gel e lubrificanti.
Addensanti e diluenti.
Non so rispondere